libri che ho letto/ Senza categoria

Il cacciatore di aquiloni

image_pdfimage_print

…ma voi l’avete letto questo bellissimo romanzo…??
Forse il più bel libro che ho mai letto….in alcuni momenti le mie lacrime offuscavano le parole scritte….ho iniziato quasi con timore, mi avevano avvertito…stai attenta ti toccherà, è una storia “forte”…
…ma dopo le prime righe, il tempo perde consistenza, le pagine si girano velocemente, non te ne accorgi e leggi, leggi…non sei più capace di fermarti.
Le emozioni scaturiscono insieme alle lacrime, vorresti fermarti ma non ci riesci…e tutto d’un fiato continui, fino alla fine.
Una storia di amicizia attraverso trent’anni di storia afghana.
C’è stato un tempo in cui Kabul era una città in cui volavano gli aquiloni e in cui i bambini davano loro la caccia. Amir e Hassan hanno trascorso lì la loro infanzia felice e formavano una coppia eccezionale nei tornei cittadini di combattimenti tra aquiloni.
Niente al mondo però può cambiare certi dati di fatto: l’uno pashtun, l’altro hazara; l’uno sunnita, l’altro sciita; l’uno padrone, l’altro servo. Amir, il ricco, era il pilota; Hassan, il servo, era il suo secondo.
Poi però gli aquiloni non volarono più.
E’ una storia di padri e figli, di amicizia e tradimento, di rimorso e redenzione, di fughe e ritorni sullo sfondo di un Afghanistan schiacciato dalla morsa sovietica prima e dai talebani poi.
Amir, figlio di un ricco uomo d’affari, viveva con il padre Baba in quella che era considerata da tutti la più bella casa di Wazir Akbar Khan, un nuovo quartiere nella zona nord di Kabul. Anche Hassan viveva con il padre Ali, in una capanna di argilla, all’ombra del nespolo situato all’estremità meridionale del giardino della casa di Baba e Amir.
Ma un giorno, sotto gli occhi dell’amico, qualcosa di terribile accadde ad Hassan. Amir commise una colpa terribile e l’armonia tra i due si infranse.
“Sono diventato la persona che sono oggi all’età di dodici anni, in una gelida giornata invernale del 1975. Ricordo il momento preciso: ero accovacciato dietro un muro di argilla mezzo diroccato e sbirciavo di nascosto nel vicolo lungo il torrente ghiacciato. E’ stato tanto tempo fa. Ma non è vero, come dicono molti, che si può seppellire il passato. Il passato si aggrappa con i suoi artigli al presente. Sono ventisei anni che sbircio di nascosto in quel vicolo deserto. Oggi me ne rendo conto.”
Queste le parole di Amir adulto che vive da ormai vent’anni in America, dove è fuggito con il padre. E, quando una telefonata inaspettata lo raggiunge a San Francisco, comprende che deve partire e tornare a casa.
Un viaggio di ritorno, un viaggio dentro di sé, un viaggio di espiazione, un viaggio di riscatto. Ricordi assordanti e prorompenti, sensazioni sopite ma mai dimenticate.
Ad attenderlo non ci sono però solo i rimorsi e i fantasmi della sua coscienza; quella che una volta era casa e patria è ora una landa desolata, terra di relitti umani e di donne invisibili la cui bellezza non esiste più. Qui avere un padre o un fratello, dopo gli indiscriminati stermini dei talebani, è una vera rarità; qui incrociare il loro sguardo, il più delle volte, significa tortura e morte; qui regnano sgomento e terrore.
Nonostante il finale “americano” e cinematografico (la Dreamworks casa di produzione di Steven Spielberg ne ha acquistato i diritti per trarne un film che è uscito nel marzo 2008) è una storia toccante e coinvolgente che vale la pena di leggere e su cui riflettere.
Non voglio dirvi altro di più di quello che ho già scritto…vi consiglio solo una cosa…leggetelo!
Ne vale davvero la pena…….

You Might Also Like

25 Comments

  • Reply
    Mammazan
    24 Marzo 2009 at 17:47

    Allora devi leggere anche Mille splendidi soli… Vedrai!!!

  • Reply
    Icyflower
    23 Marzo 2009 at 12:27

    Abche per me è stato un libro bellissimo…se ti è piaciuto così tanto ti consiglio anche “Mille splendidi soli” sempre dello stesso autore..forse è ancoraq più bello!!!!
    Buona lettura!
    Silvia

  • Reply
    Germana
    23 Marzo 2009 at 9:37

    Il libro non l’ho letto, ho visto il film.Mia figlia ha visto e letto ed ha preferito senz’altro il libro.
    Un caro saluto
    Germana

  • Reply
    NIGHTFAIRY
    23 Marzo 2009 at 9:05

    Bellissimo!l’ho letto anche io!

  • Reply
    *fiore*
    23 Marzo 2009 at 7:56

    non ho letto il libro e nemmeno ho visto il film. Non so perchè visto che tanti ne parlano con entusiasmo. Ma a me non è venuta questa curiosità.

  • Reply
    Dida70
    22 Marzo 2009 at 21:44

    grazie cara Simo, sono davvero bellissimi questi tuoi post!
    ti abbraccio
    dida

  • Reply
    dario
    22 Marzo 2009 at 14:03

    hai ragione, un libro stupendo… purtroppo l’ho letto in un periodo sbagliato.
    ps: mi sono copiato la ricetta della crema whiskey (slurp)
    ciaooo e buona settimana

  • Reply
    effepi
    22 Marzo 2009 at 11:35

    Sì, l’ho letto già da un pò e mi è piaciuto tantissimo! Una storia davvero molto toccante! Ho letto anche Mille Splendidi Soli ed anche questo è bellissimo! Un unica differenza: Leggendo Mille splendidi soli mi invadeva una rabbia sorda che mi ha un pò rovinato la lettura … non dico altro se non l’avete letto! Paola

  • Reply
    manu
    22 Marzo 2009 at 10:54

    bellissimo!!! ti abbraccio buona domenica!!!

  • Reply
    Mariarita
    22 Marzo 2009 at 10:41

    Cara Simona, la lettura è una cosa soggettiva e personale e me ne convinco sempre di più. Ho desiserato molto leggere il cacciatore di aquiloni e me lo sono fatto regalare dalla mia mamma.
    Ho inizato a leggerlo con entusiasmo e tante aspettative…Non ho versato una lacrima, la trama è banale mal scritta e non empatica, è un’americanata fatto a tavolino per un grosso business come tanti altri libri tanto decantati che a me non sono piaciuti. La realtà dell’Afganistan non è questa, i problemi della popolazione non sono solo questi, si leggeva tra le righe che era scritto da una persona che quella realtà l’aveva solo marginalemte vissuta…no non merita davvero tutto il successo che gli hanno attribuito e quando l’ho finito non ho sentito il vuoto che sento di solito quando ho la fortuna di trovare un libro che mi piace…mi manca e vorrei non finisse mai!!!
    Come si dice…tanto rumore per nulla.
    Ma sono contenta che tu lo abbia trovato bello, perchè è una cosa rara sempre di più che un libro ti tocchi e ti lasci un segno indelebile.
    Tvb
    Mariarita

  • Reply
    Flavia
    22 Marzo 2009 at 9:34

    Si l’ho letto anch’io è bellissimo, bello è anche “mille splendidi soli” sempre dello stesso autore.
    Anche il film è molto bello ti consiglio di vederlo!!!

  • Reply
    polpettina
    22 Marzo 2009 at 9:05

    Ho letto il libro 3 anni fa ,mi fu regalato per un compleanno,mi ha lasciatosenza respiro ,quando mi ricordavo di prenderlo faticavo a causa delle lacrime.Buona domenica

  • Reply
    unika
    22 Marzo 2009 at 7:51

    buona domenica
    Annamaria

  • Reply
    Lalu
    21 Marzo 2009 at 21:02

    Ho letto questo libro quando ero incinta (quindi piu sensibile del solito) e non puoi immaginare quanto ho pianto… è uno dei libri piu toccanti che ho letto…
    Buona domenica!

  • Reply
    ines
    21 Marzo 2009 at 20:10

    Ho letto questo bellissimo ed emozionante libro e ho visto anche il film, altrettanto bello. Ma ancora di più mi è piaciuto Mille splendidi soli. Due libri da non perdere. Buona domenica ciao ciao

  • Reply
    Romy
    21 Marzo 2009 at 18:03

    Credo proprio di sì, che ne valga la pena…ho visto alcune scene del film e mi è parso molto toccante…e di solito i films non riescono a rendere appieno la bellezza dei romanzi! Buon W.E.! 😀

  • Reply
    Giovanna
    21 Marzo 2009 at 14:49

    Non l’ho mai letto, ma ne hanno tanto parlato. Mi sa che nella prossima visita in libreria…Baci e buon week end Giovanna

  • Reply
    pensieriepasticci
    21 Marzo 2009 at 14:47

    Mille splendidi soli l’ho già letto…..e recensito qua…
    http://pensieriepasticci.blogspot.com/2009/03/donne.html
    …ma di gran lunga io ho preferito questo, anche se tutti e due molto toccanti e profondi.
    Lo…devi leggerli, sisisi.

  • Reply
    germana
    21 Marzo 2009 at 14:41

    Che storia toccante, sicuramente da non perdere.
    Grazie e buona fine settimana

  • Reply
    Lo
    21 Marzo 2009 at 14:27

    mi hai emozionato con la tua decisione…per un libro che ho già in elenco da prendere in biblioteca. ora ancora di più

  • Reply
    angelabe
    21 Marzo 2009 at 12:20

    E’ vero è molto bello e toccante- Mille splendidi soli è un altro libro dello stesso autore ed è ancora più bello. leggilo appena puoi. Ciao

  • Reply
    carmen
    21 Marzo 2009 at 11:47

    Anche io ho letto questo libro e anche io ho pianto tantissimo. Una storia forte e toccante, che lascia il segno!
    Buona domenica cara
    Carmen

  • Reply
    desperate.houseviz
    21 Marzo 2009 at 11:46

    ciao simo, vedo che ami la lettura come me!
    conosci anobii? è un network molto bello, dove puoi creare la tua biblioteca virtuale. A me piace molto perchè non potendo avere tutti i miei libri con me a Lisbona, ho per lo meno la mia “libreria” sempre aggiornata.

    Prova a farti un giro!
    http://www.anobii.com/viz

  • Reply
    Lady Cocca
    21 Marzo 2009 at 8:33

    Bellissimo stupendo…leggi anche l’altro…se non sbaglio è…NOI SPLENDIDI SOLI…o giu’ di li’ sempre dello stesso autore è ancora piu’ bello…ciaoooooo

  • Reply
    Antonella
    20 Marzo 2009 at 22:48

    Ciao Simo, l’ho letto quest’estate….sul lettino, in spiaggia e per fortuna portavo gli occhiali da sole….l’ho divorato e ho pianto :((
    Un bacione e buonanotte :*

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.