Taste E More/ torte salate, stuzzichini, focacce

Tartellette ai funghi e speck, profumate al timo

image_pdfimage_print

 

Come vi avevo anticipato, delle mie ricette coi funghi non riuscirete a liberarvi piuttosto facilmente, eheheheh!!!
Scherzi a parte, credo di essere la reincarnazione di una montanara…
Adoro tutto quello che è funghereccio, amo i formaggi di una certa tipologia, quelli belli tosti, per intenderci, amo lo speck, la polenta, gli umidi e gli stufati, insomma tutto quello che è riconducibile alla montagna…
…anche se poi in realtà in montagna non ci vado mai, dai tempi della mia infanzia, e non so perchè!
Da piccola ci passavo le estati prima con la mia nonna, poi con i miei genitori…quella casettina piccina picciò che i miei prendevano in affitto per l’estate, me la ricordo ancora adesso, metro per metro.
Le avventure più belle però le vivevo quando c’era la nonna, ne facevamo un sacco e una sporta insieme…vicino a noi risiedevano anche dei miei zii, e praticamente era come se io avessi due case!
Le passeggiate al torrente, in pineta, alle cappellette di tutte le Madonnine esistenti… le scorpacciate di fragoline e more, che raccoglievamo in giro e che a volte mi pappavo senza neppure lavare…lo zio Angelo che andava coi suoi amici a raccogliere i funghi o delle erbe particolari…
Mamma mia tutto è così vivido nella mia mente!
E mi è sempre piaciuto andare per sagre…i miei zii trascinavano sempre me e la nonna (la quale non disdegnava assolutamente…eheheh) dovunque ci fosse qualcosa da pappare.
Ricordo delle immense risottate, piatti pieni di polenta e salmì, spezzatini di varo genere, conditi sempre da bicchieri di buon vino (che ovviamente io non bevevo!), gente felice…
Bei ricordi.
Sia la nonna che gli zii ormai non ci sono più, ma io conservo tutto gelosamente nel mio cuore e a loro dico grazie per tutto questo! 

Quindi beccatevi la Simo così com’è…
..e sopportate ancora per un pò le mie ricettine ai funghi, chiedo venia.

Queste tartellette, dovete assolutamente farle.
Non è un ordine, ci mancherebbe, solo un consiglio…
Non voglio incensarmi, non sono il tipo, ma so per certo che vi piaceranno un botto (si vede che c’è un’adolescente in casa, of course?!), come sono piaciute a noi…sbafate senza pietà, oserei dire.
La ricetta si trova anche sull’ultimo numero di Taste & More che potete sfogliare qui, qualora non l’abbiate ancora fatto….insieme a tantissime altre ricette, immagini e consigli  di bravissime blogger amiche.
Siete pronti, allora per mettere le mani in pasta?!

 

 Stampi per tartellette Guardini Linea Keramia

 

Ingredienti:
Per la pasta al vino:
300 gr farina 00 per me Molino Rossetto
100 gr vino bianco secco non frizzante
80 gr olio di girasole
Un pizzico di sale
Le foglioline di tre o quattro rametti di timo fresco
Per il ripieno:
una noce di burro
un filo d’olio extravergine d’oliva
un rametto di timo fresco
60 gr speck a dadini
250 gr funghi pioppini
1 piccolo cipollotto bianco
mezzo bicchiere di vino bianco secco
sale e pepe q.b
1 uovo
30 gr parmigiano grattugiato
6-7 cucchiai di panna da cucina
Una manciata di dadini di emmenthal
 
Preparazione:
Preparare per prima cosa la pasta al vino; in un robot da cucina versare vino, olio e il pizzico di sale, aggiungere la farina setacciata e le foglioline di timo, poi azionare ad una velocità media per qualche minuto, in modo da amalgamare gli ingredienti ed ottenere una palla di impasto ben sodo ed elastico.
Avvolgere nella pellicola alimentare e porre in frigorifero per una mezz’oretta.
Nel frattempo pulire ben bene i pioppini, immergerli per qualche minuto in una pentola di acqua bollente salata, scolarli e metterli un attimo da parte.
In una padella antiaderente, versare un filo d’olio e una noce di burro, accendere la fiamma a fuoco vivace e aggiungere il cipollotto tritato finissimamente e i dadini di speck, rosolandoli bene senza però farli bruciacchiare.
Aggiungere i funghi e continuare a rosolare a fiamma vivace; sfumare col vino bianco, salare e pepare, e per ultimo unire le foglioline di timo. Cuocere per una decina di minuti, sempre mescolando con un cucchiaio di legno, spegnere la fiamma e lasciar intiepidire il tutto.
In una ciotola sbattere l’uovo con un pizzico di sale e pepe, unire la panna e il parmigiano e continuare ad amalgamare, ottenendo una cremina densa e vellutata.
Togliere la pasta dal frigorifero e stenderla con un mattarello, nello spessore di un centimetro scarso; creare con uno stampo dei cerchi e con essi rivestire degli stampini a tartelletta (tenendo sotto un foglietto di carta forno per non fare attaccare in cottura).
Riempire gli stampi con il composto di funghi e speck, poi per ultimo versare a cucchiaiate sopra ogni tartelletta il composto cremoso, livellandolo bene col dorso di un cucchiaio.
Aggiungere per ultimo in superficie i dadini di emmenthal, distribuendoli equamente su tutte le tartellette.
Infornare in forno preriscaldato a 180° per circa 25 minuti circa con funzione ventilata.
Sfornare e servire tiepide.

 

 

 

Non fanno gola?!
Mmmmm ne mangerei una anche adesso, subitooooo
Vi abbraccio amici, buon fine settimana, a prestissimo!

 

You Might Also Like

44 Comments

  • Reply
    SimoCuriosa
    24 Ottobre 2013 at 7:28

    ps scusami una domanda, che quasi quasi stasera provo, con queste dosi viene una teglia media da crostata da 22?
    se mi fai sapere, stasera quando rientro a casa la faccio
    grazie milleeeee
    buona giornata

  • Reply
    SimoCuriosa
    24 Ottobre 2013 at 7:26

    anche a me piacciono un botto! ahahah
    fantastica qeusta brisè al vino…
    mmm
    si sssi mi metto fra i tuoi followers cara Simo, mi piaci e sono simo..anch'io…!
    ahahah

  • Reply
    manu
    23 Ottobre 2013 at 10:01

    Simo mamma mia che fame mi hai fatto venire!!! queste tartellette devono essere deliziose ma cosi' anche tantissime altre tue ricette tipo le melanzane ripiene di tonno!!! ho l'acquolina!
    PS per il tricotin quello che vedi nella mia foto è filo di cotone, ma anche la lana va bene tu lo agganci il peso? e lo sposti verso l'alto del lavoro a mano a mano? perche' mi viene da pensare che ti si disfa o annoda perche il filo non ha la tensione giusta , se si allenta la tensione si sfascia tutto…

  • Reply
    sweet sweet house
    21 Ottobre 2013 at 20:02

    Come si fa a resistere a certe tartellette così! Certo che le rifacciooooo
    Buona serata e a presto
    Giusy

  • Reply
    rebecca
    21 Ottobre 2013 at 18:02

    strepitose! me la mangerei davvero subito! che belli i ricordi delle giornate trascorse in campagna, sapori e profumi si riaffacciano prepotenti…un abbraccio
    ciao Reby

  • Reply
    valentina riboldi
    21 Ottobre 2013 at 15:19

    fantastiche!fanno più che gola 🙂
    buona giornata
    Valentina

  • Reply
    Massimiliano Fattorini
    21 Ottobre 2013 at 13:10

    che buone!!! da provare sicuro!

  • Reply
    Ilaria Renzi
    21 Ottobre 2013 at 12:16

    Qui stiamo sbavando davanti al monitor… e non mi sembra una cosa carina da far fare in pubblico a un'amica!! 😀
    Sono assolutamente perfette, mia piccola Heidi (la montanara per eccellenza…).
    Un bacio carissima e spero che i dolori siano passati una volta per tutte.
    Buona settimana.

  • Reply
    Monica - Un biscotto al giorno
    21 Ottobre 2013 at 12:03

    Interessante la pasta al vino, voglio assolutamente provarla!

  • Reply
    Clara pasticcia
    21 Ottobre 2013 at 9:56

    …sai cara Simo che io le tue ricettine ai funghi le sopporto eccome, guarda che me le lumo, me le ammiro e me le immagino!! Non vedo anche l'ora di potermele pappare! Prendo nota perché alla prima cena saprò come farmi adorare da maritozzo e amici <3
    un bacione e felice inizio settimana

  • Reply
    Valentina Mini Bonbons
    20 Ottobre 2013 at 13:13

    Io tutte le ricette con i funghi le adoro quindi con me caschi bene!! anzi benissimo!! queste tortine sono davvero deliziose!!

  • Reply
    ~ Inco
    20 Ottobre 2013 at 10:27

    Noooo..ma io le adoro!
    Troopppo buone, mi dici come si fa a resistere?!
    Ricetta segnata!
    Un abbraccio e buona domenica,
    Incoronata.

  • Reply
    Brunella Marsalli
    19 Ottobre 2013 at 20:44

    Meravigliose a cominciare dalla pasta
    Complimenti e buona domenica!

  • Reply
    Chiara Setti
    19 Ottobre 2013 at 15:44

    anch'io adoro i funghi…e adoro anche queste tue tartellette! ;*

  • Reply
    Manuela e Silvia
    19 Ottobre 2013 at 14:08

    Ciao, anche noi i funghi ormai li facciamo ogni settimana, ma d'altronde è pure la loro stagione! Semplici e sfiziose queste tartellette, pioppini e speck è davvero un buon accostamento.
    baci baci

  • Reply
    ELel
    19 Ottobre 2013 at 13:19

    Unaaa???? Io ne mangerei 50!!! 😀
    Ottimi e questa pasta assolutamente da provare!

  • Reply
    Cuoca Pasticciona
    19 Ottobre 2013 at 10:35

    Ecco qui un'altra montanara e amante di sagre 🙂 🙂 Adoro tutto quello che hai scritto e anche io vado matta per i funghi, quest'anno poi mi sto proprio sbizzarrendo e questa tue deliziose tartellette per me sono davvero il massimo, deliziose!

  • Reply
    pensieriepasticci
    19 Ottobre 2013 at 8:29

    Grazie a tutti amici miei!
    Vi abbraccio forte!

  • Reply
    nelcestinodienela.blogspot.com
    19 Ottobre 2013 at 7:21

    Chissa perchè uso stampini come questi sempre per preparazioni dolci…e no…con queste tartellette bisogna cambiare…mi hai tentato anche perchè sono curiosa dell'impasto con il vino…sai anche a me piace tanto la montagna anche se ci vado raramente…i ricordi delle persone care riscalda sempre il cuore…bacioni…

  • Reply
    Cri
    19 Ottobre 2013 at 6:08

    Queste tartellette hanno un'aria veramente invitante, da moontagna…di classe 😉
    Un bacione
    Cri

  • Reply
    Leonardo Ciampa
    19 Ottobre 2013 at 2:32

    Complimentoni. Buonissima idea usare il timo qua. Il timo fa emergere il sapore carnoso del cibo. Quando preparo il manzo uso quasi sempre il timo. Un'altra buonissima idea usare l'Emmenthaler. Complimenti veramente.

  • Reply
    Vaty ♪
    18 Ottobre 2013 at 20:14

    Simo ma hai descritto tutto così bene che sembrava i vederti sai? La nostra Heidi ^_^
    Che particolari le tartelette così! Proverò l'aggiunta del vino perché pare davvero così fragrante!!quindi per me e' un dovere si provarle!
    Simo tesoro, come va? Mi sento in colpa che non sempre riesco a chiederti come va.. Ci sono novità? Come ti sentì? Un abbraccio cara:*

  • Reply
    Ivana
    18 Ottobre 2013 at 19:57

    Adoro i funghi e queste tartellette sono fantastiche, brava Simo !!!!!!!!!!!!!!!! ^.^

  • Reply
    Fabiola Palazzolo
    18 Ottobre 2013 at 19:24

    anche io li amo molto i funghi e poi quelli in foto sono meravigliosi!
    hanno fatto una degna fine!
    Un abbraccio.

  • Reply
    Giovanna
    18 Ottobre 2013 at 18:57

    Che dire cara Simo, montanara proprio non sono, ma amo le stesse cose che piacciono a te, vuoi vedere che anch'io sono un po' montanara? Le tartellette sono una vera delizia, aspettami, sto arrivando!
    Un bacione, buon fine settimana

  • Reply
    Meris
    18 Ottobre 2013 at 17:06

    Te l'hanno copiata gli americani questa ricetta. Cosa vuoi di più? Un abbraccio e continua a stare bene.

  • Reply
    Batù
    18 Ottobre 2013 at 16:01

    adoro!!! le adoro queste tarlette 🙂 te le farei sparire in un battibaleno!

  • Reply
    Letiziando
    18 Ottobre 2013 at 15:44

    aromatico,saporito e gustoso…. mi sà che anche io un pò di anima"montanara" c'è l'ho. Almeno per quanto riguardo la pappa 🙂

    buon week end

  • Reply
    ilaria82
    18 Ottobre 2013 at 15:25

    Hanno un aspetto meraviglioso , da provare! 🙂

  • Reply
    Damiana
    18 Ottobre 2013 at 15:19

    Ma che bella boscaiola è la mia Simo!Sai ti ci vedo a gironzolar per boschi te e la tua nonnina,che da buongustaia com'era ti ha trasmesso l'amore per il cibo!Io ti seguo nelle tue ricette fungose e anche nei tuoi racconti…li amo quando trasmettono delle emozioni e le tue son tangibili nei tuoi ricordi!Ciao bella fanciulla,naturalmente senza averti prima rubato la tartelletta!

  • Reply
    Fr@
    18 Ottobre 2013 at 13:35

    A me le ricette con i funghi mica dispiacciono, anzi…
    Interassante la pasta al vino.

  • Reply
    fine house
    18 Ottobre 2013 at 13:25

    Thank you for participating in my contest!
    Good luck and congratulations again for this delicious cake for my beautiful kitchen!
    bicchieri Guzzini

  • Reply
    Federica Simoni
    18 Ottobre 2013 at 13:23

    magnifiche tartellette Simo, copiate da provare!! buon we

  • Reply
    soleluna
    18 Ottobre 2013 at 13:00

    Fanno gola si! Vorrei proprio addentarne una ma non si può 🙁 felice weekend! ciao Luisa

  • Reply
    Ketty Valenti
    18 Ottobre 2013 at 12:56

    Cavoli fanno una gola tremenda,il salato mi piace quanto il dolce e a volte di più….ecco queste tartelle con funghi mi fanno venire una gran voglia di assaggiarle!
    Z&C

  • Reply
    Ely Valsecchi
    18 Ottobre 2013 at 12:25

    Eccome s fanno gola!!!! Devono essere una stabontà! Buon w.e. tesoro!

  • Reply
    sabina
    18 Ottobre 2013 at 11:36

    ah che forte! tu ami i prodotti della montagna mentre io amo quelli mediterranei e pesce soprattutto.
    queste tartellette devono essere di un buono!!!
    bacioni e buon fine settimana
    sabina

  • Reply
    sabina
    18 Ottobre 2013 at 11:35

    ah che forte! tu ami i prodotti della montagna mentre io amo quelli mediterranei e pesce soprattutto.
    queste tartellette devono essere di un buono!!!
    bacioni e buon fine settimana
    sabina

  • Reply
    Valentina
    18 Ottobre 2013 at 11:27

    wow una goduria!!! peccato non trovare qui le stesse materia prime!

  • Reply
    Claudia
    18 Ottobre 2013 at 11:25

    In inverno li mangio ogni settimana.. adoro tutti i tipi di gìfunghi.. Mi paicciono le tue tartellette.. belle gustosette.. baci e buon w.e. 🙂

  • Reply
    Ely Mazzini
    18 Ottobre 2013 at 11:18

    Ciao Simo, sono pronta a sopportare tutte le ricette che vuoi con i funghi, se sono gustose come queste tartellette…continua pure ^_*
    Mi piace un sacco anche l'aggiunta dello speck…bravissima!!!
    Volevo anche dirti che è stato bello leggere i tuoi dolcissimi ricordi di bambina…grazie!!!
    Bacioni…

  • Reply
    Dolci a gogo
    18 Ottobre 2013 at 10:56

    Assolutamente si tesoro le farò anche perché pur vivendo al mare io adoro i sapori di montagna mi fanno impazzire soprattutto i funghi quindi questo weekend saranno mie!! Bacioniii cara amica mia!!
    Imma

  • Reply
    Susanna
    18 Ottobre 2013 at 10:24

    Cara Simo, oltre ad essere ottime, immagino l'aroma che sprigionano i funghi… sono bellissime a vedersi! Si, seguiremo il tuo ordine, pardon: consiglio!
    Un abbraccio e buon fine settimana
    Susanna

  • Reply
    Martina
    18 Ottobre 2013 at 10:23

    Anche a me piacciono i sapori di terra…funghi, tartufi…e mi piacciono le tue crostatine!
    Davvero sfiziose!
    Buon fine settimana cara!

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.