Home pasticci dolci -torte Torta di pane e latte

Torta di pane e latte

di pensieriepasticci

 

Ho da sempre amato il pane e non mi piace buttarne gli avanzi. 

La mia amata nonna Gina mi diceva sempre che Gesù è sceso da cavallo per una briciola di pane…non so da dove venisse questa frase, so che mi ha sempre segnato molto…lei non ne avanzava mai. 
Mangiava anche le briciole più grosse di pane che rimanevano sulla tovaglia, e quando poi la sbatteva fuori dalla finestra, diceva..”adesso anche le formiche hanno il loro pasto !”
Io stessa non lo butto mai….
Lo faccio seccare se avanza e lo grattugio per farne dell’impanatura…oppure lo ammollo nel latte per polpette e polpettoni…
Un dolce a dire la verità non l’avevo mai fatto, anche se da piccola mia mamma spesso preparava una torta a base di pane e latte, con una ricetta presa non so dove.
Gliel’ho chiesta più volte ma lei non se la ricordava, così ho deciso di fare qualche ricerca sul web, e ne ho trovata una molto simile a quella profumata dei miei ricordi da bambina.
Grazie quindi a Federica e alla sua dolcissima ricetta, che voglio riproporre oggi per tutti voi con qualche piccola variante mia…

 

 
Tortiera, piatto e tovaglietta Villa D’Este Home Tivoli 

 

 

Ingredienti:
300 gr pane secco raffermo
120 gr zucchero
1 dl latte fresco parzialmente scremato
1 uovo 
3 cucchiai di cacao amaro in polvere
pinoli tre cucchiai
uvetta una manciata abbondante per me Viva l’uva di Noberasco
un cucchiaino di estratto di vaniglia

Preparazione:
Mettere il pane a bagno nel latte per circa mezz’oretta…deve raggiungere una consistenza morbidissima.
Metterlo in un robot da cucina e frullarlo per qualche secondo in modo da renderlo ancora più morbido.
A questo punto aggiungere l’uovo, lo zucchero e gli altri ingredienti, tenendo da parte un cucchiaio di pinoli per decorare la superficie della torta, e amalgamare bene.
Versare il composto ottenuto (molto fluido e morbido!) in una tortiera precedentemente imburrata ed infarinata, cospargere la superficie con i pinoli rimasti ed infornare a 180° per circa 40 minuti.
Lasciar raffreddare (calda si sfalda se cercate di tagliarla!) e gustarla…ottima così da sola, ma favolosa anche con una cucchiaiata di yogurth bianco colante sopra!

Con questa ricetta mi piacerebbe partecipare al contest di Emanuela del blog Arricciaspicciawow che dolce! in collaborazione con Noberasco.

 

 

E adesso vi lascio, augurando a tutti voi una buona nuova settimana..io devo assolutamente fare i vetri, sob…
Da troppo tempo sto rimandando, forse è il caso che mi ci metta di buzzo buono!!!
Alla prossima

You may also like

58 commenti

Elisa 28 Ottobre 2012 - 14:44

Ciao, lo sai che non l'ho mai assaggiata? Sarà morbidissima!

Rispondere
Barbara 24 Ottobre 2012 - 10:40

rimango sempre (e ancor più dell'idea) che nonostante le torte decorate siano bellissime, non possono competere contro una torta di pane o di mele. La semplicità e il gusto di questi dolci è impareggiabile. Brava Simona! Un bacio, Barbara

Rispondere
Babe - La Cucina di Babe 24 Ottobre 2012 - 6:20

Daiiii l'ho postata pure io l'altro giorno! Da noi si chiama paciarella ed ha l'aggiunta degli amaretti!
Buonissima!!!! 🙂

Rispondere
Tortino al Cioccolato 23 Ottobre 2012 - 20:56

neanche a casa mia si butta il pane, sai com'è…avendo il compagno fornaio!! 😉 comunque questo dolce dev'essere squisito!!

Rispondere
carmencook 23 Ottobre 2012 - 19:46

Ho tanto sentito parlare di questa torta ma non l'ho mai fatta!!!
Si presenta molto bene e poi deve essere davvero buona!!
Un bel modo per riciclare il pane raffermo!!
Un abbraccio e buona serata
Carmen

Rispondere
Ros Mj 23 Ottobre 2012 - 16:14

Sai che anche io uso il pane raffermo per le panature? Tra l'altro viene una panatura buonissima… Ottima idea questa del dolce!!! Ti abbraccio cara amica!!

Rispondere
piccoLINA 23 Ottobre 2012 - 13:23

E' la torta paesanaaaaa! ed e' proprio questo il periodo per farla!!!!
Anche la mia Adele la fa sempre ed e' strepitosa!!!!
Un abbraccio Simo!

Rispondere
Damiana 23 Ottobre 2012 - 12:51

Mannaggia,tu e ste faccende,sei la mia ossessione,mi ricordi sempre tutto ciò che ancora non ho fatto!Al diavolo i vetri,passami una fettina di questa meraviglia,che ai"servizi",ci pensiamo dopo!!Un bacione tesoro e…guai buttare il pane!

Rispondere
Lo 23 Ottobre 2012 - 12:09

che torta splendida…anche la mia mamma faceva la torta di pane con gli avanzi, ma era molto più rustica della tua 🙂
un bacione grande

Rispondere
l'albero della carambola 23 Ottobre 2012 - 11:50

La torta di pane la adoro, è una delle ricette più gettonate in famiglia (per "colpa" della mia zia gianna che ne prepara di stratosferiche…). Ma questa tua golosa versione mi piace da pazzi. Bravissima, Simo!
baci simo

Rispondere
SimoCuriosa 23 Ottobre 2012 - 10:09

ma lo sai che un paio di settimane fà lo mangiai in una trattoria tipica Lucchese? (io abito a lucca) Era buonissimo e si capiva che era un dolce di "altri tempi" e quando chiesi il nome mi dissero "dolce di pane", appena tornata a casa andai subito a cercare la ricetta, che mi sembra un po' diversa da questa… ma sicuramente in lista da provare..! poi ti farò sapere! a presto

Rispondere
dolcipensieri 23 Ottobre 2012 - 9:15

ciao anche la mia mamma la preparava spesso la torta di pane: eravammo in sei in casa e il pane non doveva mancare mai e se avanzava guai buttarlo: torta di pane e cacao e via tutti felici e contenti, mia mamma per evitare lo spreco e noi perchè mangiavano una torta spettacolare senza sapere che era una torta povera… pazzesco!!!! buona giornata

Rispondere
Serena 23 Ottobre 2012 - 8:39

Fai benissimo, Simo, a non buttare il pane avanzato: anch'io come te, lo utilizzo molto in polpette e polpettoni o per i canederli, oppure per i crostini della minestra.
Non sono solita usarlo nei dolci, perché in genere i dolci di pane, poi, prevedono talmente tanto latte e tante uova che per non buttare 100 gr di pane spendi uno stipendio in medicine per il colesterolo, ma la tua idea è molto più fattibile, mi piace!

Rispondere
Ribana Hategan 23 Ottobre 2012 - 7:04

Ciao, piacere di conoscerti! Questa torta è una vera delizia! Complimenti per il blog! Mi sono unita ai tuoi lettori per non perdermi nulla.
In bocca al lupo per il contest!
Buon martedì!
Ciao

Rispondere
pentole di cristallo 23 Ottobre 2012 - 4:45

Adoro la torta di pane, da me è di prassi quando in giro ci sono troppi rimasuglia…invece di farci il solito pane grattuggiato….

Rispondere
ema.arricciaspiccia 22 Ottobre 2012 - 19:33

Simo!!! Scusami se arrivo solo ora, ma sono stata fuori casa tutto il giorno…
Grazie grazie grazie! La tua ricetta è semplicemente perfetta :)! E la storia che l'accompagna è così dolce da avermi fatto sorridere…aveva ragione la tua nonna a non buttare via le briciole e fai bene tu a seguire il suo consiglio! Non avevo mai visto una torta fatta di pane e latte e sono felice che tu l'abbia fatta e ti abba ricordato di quando eri bambina e ti ringrazio di cuore di averla "regalata" a me per il mio contest! E' già in lista <3

Rispondere
Giovanna 22 Ottobre 2012 - 18:19

Amica cara, sono completamente d'accordo. In cucina non si spreca niente, men che mai il pane.
Come te lo riutilizzo in tanti modi, però, neanch'io ho mai fatto un dolce.
Il tuo è davvero goloso e stuzzicante, proprio da provare.
Sto arrivando! :-))
Un bacione

Rispondere
ღ Sara ღ 22 Ottobre 2012 - 17:13

che bella Simo!! ottima per utilizzare il pane!!! dev'essere buonissima!!

Rispondere
Zonzo Lando 22 Ottobre 2012 - 17:03

Mi hai proprio stupita, all'inizio pensavo che fosse castagnaccio e invece. Chissà che bontà 🙂 Bacioni e buona settimana

Rispondere
Stefania Orlando 22 Ottobre 2012 - 16:31

Condivido assolutamente, e ti dirò di più: la mia nonna diceva che addirittura era peccato farlo cadere in terra, il pane!
Bellissima la torta 🙂

Rispondere
Ivana 22 Ottobre 2012 - 14:59

Ciao Simo, condivido pienamente il pensiero della tua nonna ed il tuo: mai buttare il pane… Sai che questa è all'incirca la torta che si usa da noi per la festa del paese, la differenza è che noi aggiungiamo una confeione di amaretti, un pò di pan d'anice (che da un sapore unico) e del cioccolato fondente grattugiato…
Una bontà…. Baci ^.^

Rispondere
soleluna 22 Ottobre 2012 - 14:52

Buona settimana anche a te carissima!
La torta di pene è buonissima anch'io l'ho fatta tempo fà e messa nel blog ed ero rimasta soddisfatta…la frase della tua nonnina è molto simile a quella che dice mia madre ed é…ricordati che la Madonna è scesa dall'asino per un pezzo di pane" un abbraccio Luisa

Rispondere
Graziella 22 Ottobre 2012 - 14:08

Buona la torta di latte, questa di solito non la faccio ma anch'io riutilizzo sempre il pane secco, lo grattugio o faccio i canederli

Ciaoo
Graziella

Rispondere
Elisabetta S. 22 Ottobre 2012 - 14:03

Che delizia e che bella idea! Son felice di aver scoperto questo blog… se ti va fatti un giro nel mio. A presto

Rispondere
dario 22 Ottobre 2012 - 13:54

Bravissima Simo!!!!!!!
Purtroppo si tende a buttare un po' troppo oggigiorno.
La torta è venuta benissimo
Bacioni!!!!!

Rispondere
ELel 22 Ottobre 2012 - 13:40

Io lo porto alle galline di mia nonna e poi mi prendo le uova, direi che come baratto è decisamente vantaggioso! La prossima volta però me ne tengo un po' per questa tortina che m'ispira un sacco.

Rispondere
Dolci a gogo 22 Ottobre 2012 - 13:19

Veramente deliziosa tesoro…quanti ricordi questa torta…la mia nonnina la preparava spesso, la tua é fantastica!!! Baci, Imma

Rispondere
silvia 22 Ottobre 2012 - 12:31

Simo, grazie per la tua ricetta golosa, esistono tantissime varianti. Questa torta la conosco bene è la torta della festa del paese.
Silvia

Rispondere
Clara 22 Ottobre 2012 - 12:19

Simona questa tua tortta è davvero strupenda! mi hai ricordato la ricetta che mi aveva lasciato la nonna di una mia amica e che devo assolutamente risfoderare! belle bellissima la tua interpretazione!! a presto cara e buon lunedì!!

Rispondere
Valentina 22 Ottobre 2012 - 12:19

sai che questo e' anche il ricordo della mia nonna?? me lo faceva con pane e tanta frutta secca

Rispondere
Antonella 22 Ottobre 2012 - 11:53

Deliziosa questa torta, lho mangiata qualche volta, ma non sono mai riuscita a trovare la ricetta giusta. Ho già copiato la tua.. mi ispira molto! Grazie. Ciao.

Rispondere
elenuccia 22 Ottobre 2012 - 10:33

Il racconto di tua nonna mi ha fatto tornare in mente la mia. Anche lei non buttava mai via nulla, aveva subito la fame durante la guerra quindi aveva imparato a riciclare tutto. Il pane secco era la sua colazione insieme al latte ogni mattina.

Io ho imparato da lei, bai buttato il pane, ma non ci ho mai fatto un dolce. A vederlo sembra che abbia la consistenza del castagnaccio

Rispondere
Ely Valsecchi 22 Ottobre 2012 - 10:28

Eh si anche qui non si butta, la mia nonna diceca "E' peccato mortale" e così le torte di pane sono diventate la specialità di Paolo, gli passo questa ricetta e sarà contentissimo! Baci

Rispondere
Kittys Kitchen 22 Ottobre 2012 - 10:09

Giustissimo, riutilizzare il pane dovrebbe essere un dovere per tutti, anche se ammetto che io per prima spesso per fretta o altro non lo faccio.

…Però c'è sempre il mio cane che lo mangia nella sua pappa, quindi non lo butto mai.

Ottima idea questa torta!

Rispondere
Maria Pisacane 22 Ottobre 2012 - 10:01

La proverò di sicuro, neanche io amo buttar via il pane..
Buon lavoro con i vetri!!

Kiss

Rispondere
La cucina di Esme 22 Ottobre 2012 - 9:58

La voglio provare assoluamente, mi basta fa avanzare un pò di pane el resto è in dispensa!
baci
Alice

Rispondere
Aria 22 Ottobre 2012 - 9:32

ho sempre cercato questa ricetta, che ci faceva la nonna di un'amica, grazie, la proverò appena sto meglio!

Rispondere
Mari e Fiorella 22 Ottobre 2012 - 9:18

Buonissima questa torta di pane, da copiare! Comunque anche mia madre mi raccontava di Gesù sceso da cavallo per raccogliere il pane che qualcuno aveva gettato… Mi hai fatto venire in mente un dolce ricordo, grazie. Buona settimana..

Rispondere
Mary 22 Ottobre 2012 - 9:10

Una ricetta strepitosa per non buttar via il pane.

Rispondere
Love at every bite! 22 Ottobre 2012 - 9:02

he torta particolare ..mi ha sempre attratto ma non l'ho mai assaggiaa! vengo da te? porto il tè 🙂

Rispondere
Ale 22 Ottobre 2012 - 9:01

Simo, la storia di Gesù e della briciolina di pana me la ripete ancora oggi mia mamma e ti dirò che la torta di pane è tra le più apprezzate a casa nostra. La tua ha un bellissimo aspetto !

Rispondere
Profumi di Pasticci 22 Ottobre 2012 - 8:56

mi incuriosisce questo dolce…deve essere proprio buono
grazie
ciao ciao
anna

Rispondere
SQUISITO 22 Ottobre 2012 - 8:36

mi piace questa tortina…non l'ho mai sentita e voglio provare!
bravissima!
felice settimana!

Rispondere
Claudia 22 Ottobre 2012 - 8:36

Mai pensato.. mai mangiato! ma ha un ottimo aspetto! baci e buon lunedì 🙂

Rispondere
Patrizia 22 Ottobre 2012 - 8:28

Semplice e deliziosa questa torta sa proprio di buono…da provare subito!! Buona settimana anche a te e buon lavoro!!

Rispondere
Carmen 22 Ottobre 2012 - 8:15

Ciao Simo, anche io ho i vetri da pulire stamattina, uff!
La tua torta è bellissima e anche il racconto sulla nonna Gina. Una mia prozia che non c'è più la pensava come lei. Quando veniva a casa, raccoglieva tutto il pane nei vari sacchetti, brontolando qualcosa sulla guerra, e lo portava a casa sua. Il giorno dopo me ne ridava pan grattato.
Buona settimana cara
Carmen

Rispondere
Valentina 22 Ottobre 2012 - 8:14

Ciao Simo 🙂 Questa torta è speciale, innanzitutto perché ha un ingrediente nobile e importante come il pane e poi perché con la tua bravura l'hai resa speciale e golosissima! 🙂 Complimenti, mi incuriosisce davvero tanto e la proverò! 🙂 Un abbraccio e buon inizio settimana! Smack!

Rispondere
serena 22 Ottobre 2012 - 8:10

Tutti ne parlano .. la inserirò nel famoso listone delle cose da provare! complimenti anche stavolta!

Rispondere
anabel 22 Ottobre 2012 - 7:37

Un prezioso torta, molto buona

Rispondere
Dolci a gogo 22 Ottobre 2012 - 7:33

Ne ho sempre sentito parlare della torta di pane e mi incuriosisce molto poi se è buona e bella come la tua non mi resta che provarla subito anche perché buttare il pane è davvero un peccato…mia nonna mi faceva sempre baciare il pane da piccola quando si buttava via….bacioni, Imma

Rispondere
Dolci a gogo 22 Ottobre 2012 - 7:33

Ne ho sempre sentito parlare della torta di pane e mi incuriosisce molto poi se è buona e bella come la tua non mi resta che provarla subito anche perché buttare il pane è davvero un peccato…mia nonna mi faceva sempre baciare il pane da piccola quando si buttava via….bacioni, Imma

Rispondere
Manuela e Silvia 22 Ottobre 2012 - 7:29

Il pane ci piace moltissimo e questa proposta dolce, che sa però di passato e tradizione, ci sembra fantastica!
un dolce semplice
baci baci

Rispondere
Memole 22 Ottobre 2012 - 7:29

La torta d pane mi fà tornare bambina…Buonissima!!!

Rispondere
Federica Simoni 22 Ottobre 2012 - 7:27

mi sa che dovrò fare avanzare il pane apposta per replicare questa delizia! buona settimana!

Rispondere
2 Amiche in Cucina 22 Ottobre 2012 - 7:26

neanche io butto mai il pane, e questa idea è molto golosa, dalla miniatura pensavo fosse un castagnaccio, un bacio

Rispondere
Ritroviamoci in Cucina 22 Ottobre 2012 - 7:21

Grazie per la bella idea che mi hai dato. Anche io detesto buttare il pane. Baci.

Rispondere
Federica 22 Ottobre 2012 - 7:10

Che dolce Simo il ricordo della tua nonna. Sai che Gina si chiama la mia mamma? Mi ha fatto emozionare ancora di più 🙂 Non ho mai fatto una torta di pane ma sarei davvero curiosa di provarla una volta. E’ uno di quei dolci che sanno tanto di coccola…di nonna!Segno la ricetta, chissà che non ne riesca a mettere da parte un po’! Un bacione, buona settimana

Rispondere
Dida70 22 Ottobre 2012 - 7:07

che brava la mia amica!
è bellissima e dolcisisma questa torta Simo, per gli ingredienti ma soprattutto per il messaggio del 'pane' come alimento semplice e da non sprecare!
tvb
dida

Rispondere

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.