Home Il giro del mondo coi dolci alle mele Torta di mele di Sant’Orfeo

Torta di mele di Sant’Orfeo

di Simona Milani
Torta di mele di Sant'Orfeo

La torta di mele di Sant’Orfeo è un dolce tipico umbro, dalla consistenza morbidissima e molto umida, una sorta di budino alla frutta, fondente e scioglievole al palato!

Ed anche questo mese eccoci qui sempre puntuali con l’appuntamento de”Il giro del mondo con i dolci alle mele“, insieme alle amiche Mary e Miria.
Stavolta voglio stare in Italia, perchè anche qui abbiamo tante belle ricette tradizionali, proprio come questa che mi ha colpito al primo sguardo…
Eh sì, quando ho visto sul sito del Cucchiaio d’Argento questa ricetta, mi son detta: “deve essere irresistibile, la devo proprio fare!”
Come dice il sito, infatti, La torta di mele di Sant’Orfeo è una specialità regionale umbra, la classica torta casalinga, dal sapore un po’ vintage.
Io l’ho amata perchè è stra-zeppa di frutta (può ricordare un po’ la consistenza della torta di mele invisibile, molto famosa nel web) al palato è scioglievolissima e fondente, insomma è davvero irresistibile e una fetta, ahimè…non basta!!!
Lascio quindi la mia versione che è tratta proprio dal sito del Cucchiaio.it; io ho solo dimezzato le dosi perchè, ahimè, dovremmo metterci un po’ a dieta.
Con le dosi che vi lascio, ho utilizzato uno stampo da 20 cm. ed è venuta una torta perfetta per 6-7 porzioni;
qualora vogliate farla con le dosi piene, prendete spunto dal link che vi ho lasciato sopra 😉

Torta di mele di Sant'Orfeo

Una torta che sicuramente rifarò perchè ha ottenuto dei consensi davvero ottimi a casa mia; penso che proverò anche a farne una versione in piccole cocottine monoporzione…
Servita tiepida è sicuramente fantastica, penso che anche con una pallina di gelato alla crema sarà il top.
In definitiva, se vi piacciono quei dolci ricchissimi di frutta, scioglievoli in bocca, poco dolci ma goduriosi, beh…eccolo qui, uno l’avete trovato!
E allora basta perdersi in ciance, guardiamo subito il procedimento per la sua realizzazione 😉

Torta di mele di Sant'Orfeo
Torta di mele di Sant'Orfeo

Torta di mele di Sant’Orfeo

Simona Milani
La torta di mele di Sant’Orfeo è un dolce tipico umbro, dalla consistenza morbidissima e molto umida
Preparazione 20 min
Cottura 50 min
Portata Dessert, merenda, ora del tè
Cucina a base di frutta e verdura, dolce, facile, tradizionale
Porzioni 6 porzioni

Equipment

  • forno

Ingredienti
  

  • 2 mele renette o gialle grosse
  • 1/2 pera abate
  • 75 g burro più un pochino per imburrare la teglia
  • 3 cucchiai colmi farina 00 più un pizzico per imburrare la teglia
  • 3 cucchiai scarsi zucchero di canna
  • 2 uova
  • 65 g uvetta sultanina
  • 1/2 bustina lievito per dolci
  • 1/4 cucchiaino cannella macinata
  • q.b latte

Istruzioni
 

  • Accendere il forno e portarlo ad una temperatura di 170° con funzione statica; imburrare ed infarinare una teglia a cerniera per dolci della misura di 20 cm.
    Lavare, pelare e detorsolare la frutta, poi farla a tocchetti abbastanza regolari di circa 2 cm massimo di lato, e mettere da parte.
    Mettere a bagno l'uvetta in una ciotola con acqua tiepida per farla rinvenire.
  • Fondere il burro a bagnomaria in una casseruola abbastanza capiente; una volta sciolto, sempre sul fuoco e a bagnomaria, aggiungere la farina, un cucchiaio alla volta sempre mescolando delicatamente con una frusta.
    Unire, sempre amalgamando con la frusta anche lo zucchero di canna, un cucchiaio alla volta; togliere dal fuoco la casseruola ed unire le uova, sempre una alla volta e sempre amalgamando.
  • Strizzare ben bene l'uvetta ed aggiungerla al composto, insieme alla cannella e continuare ad amalgamare; unire infine i tocchetti di frutta e per ultimo il lievito sciolto in pochissimo latte leggermente tiepido.
  • Dopo aver amalgamato per bene il tutto un'ultima volta, versare il composto nella teglia precedentemente imburrata ed infarinata; infornare e cuocere per circa 50-55 minuti.
    Sfornare e lasciar intiepidire il dolce; a questo punto sformarlo delicatamente (è morbidissimo e rischia di rompersi) adagiandolo su un piatto da portata; servire tiepido o a temperatura ambiente, a piacere.

Note

Si conserva per al massimo due o tre giorni in luogo fresco e non umido, ben chiuso in una scatola ermetica; se dovesse far caldo, è importante metterlo in frigo per evitare che la frutta irrancidisca o faccia la muffa.
Keyword mele, Sant’Orfeo, torta di mele
il giro del mondo con i dolci alle mele

Come sempre QUI , trovate la raccolta completa, che ogni mese io e le mie amiche arricchiremo con nuove idee tutte da provare, e comunque potrete visionarla sempre, cliccando sul banner illustrato come sopra che trovate anche qui a destra, sulla home del blog.

Questa volta Miria ci porterà in Russia con i Syrniki alle mele, frittelle russe di tvorog
e invece Mary in Svezia con il Crumble di mele svedese (Schwedischer Apfelstreusel)

Spero che come sempre questa rubrica vi piaccia, e nel frattempo io vi saluto e vi dò appuntamento alla prossima ricettuzza, sempre su queste reti 😉
Un abbraccione

simona

You may also like

14 commenti

Ivana 22 Aprile 2021 - 11:36

Stupendamente “melosa” come piace a me.
Ho già stampato la ricetta ed in questi giorni la farò sicuramente, semplice e deliziosa questa torta.
Grazie Simo, un mega abbraccio

Rispondere
Simona Milani 22 Aprile 2021 - 15:12

Umida, ricca ma al contempo leggera….assolutamente da provare amica mia!!!
Ti piacerà 😉 😉
Bacione

Rispondere
saltandoinpadella 21 Aprile 2021 - 12:05

Anche io adoro le torte strapiene di mele. Umide che sembrano quasi dei budini. E la fetta fa vedere benissimo la consistenza cremosa. Che buona deve essere

Rispondere
Simona Milani 21 Aprile 2021 - 14:38

Ecco, questa fidati che è proprio così! Se ti piace il genere, la devi provare assolutamente… 😉
un baciotto

Rispondere
Le ricette di Claudia & Andre 21 Aprile 2021 - 9:15

Amo i dolci ricchi di frutta, molto invitante la tua torta e la fettina fa tanto occhiolino.

Rispondere
Simona Milani 21 Aprile 2021 - 14:39

Proprio così, è veramente irresistibile 😉
Un abbraccio e buon pomeriggio

Rispondere
Mary Vischetti 21 Aprile 2021 - 7:40

Questa torta fa proprio per me Simo. Adoro le torte umide e cariche di frutta… Dev’essere fantastica! La proverò senz’altro!
Bacio grande,
Mary

Rispondere
Simona Milani 21 Aprile 2021 - 14:49

Fidati, fai proprio bene a provarla….
Noi l’abbiamo adorata e di conseguenza spazzolata avidamente!
Un bacione amica mia

Rispondere
Daniela 20 Aprile 2021 - 22:12

5 stars
Buonissima! Bella l’idea delle monoporzioni 🙂
Un bacio

Rispondere
Simona Milani 21 Aprile 2021 - 14:49

proverò 😉
Quando mi metto in testa una cosa, la debbo sempre provare!
un bacione e grazie

Rispondere
Susanna 20 Aprile 2021 - 15:51

Ecco una torta che farebbe contento mio marito, umbro. In effetti quando mi racconta dei dolci che preparava sua madre, ci sono tanti elementi che ritrovo anche in questa. La frutta insomma la faceva da padrona!
Grazie cara Simo, presto ci proverò
Un abbraccio Susanna

Rispondere
Simona Milani 21 Aprile 2021 - 14:50

E’ proprio una torta della nonna, rustica e golosissima, semplice ma ricca al contempo.
Insomma, in una parola: s’ha da fare!
Come si fa a non far contenti i mariti, dico io?! 😉 😉
Ehehehehe
Un baciotto dolce amica mia

Rispondere
Elisa Cecilia 20 Aprile 2021 - 14:14

Ciao Simo, le torte di mele sono le regine dei dolci, piacciono a tutti da 0 ai 100 anni! Questa di Santorfeo è tanto morbidosa che ho la forchettina a mezz’aria per infilzare quella bella fettozza. Ahahah. Buona settimana a tutti voi e che porti solo cose belle. Un abbraccione. ♥️🌷

Rispondere
Simona Milani 21 Aprile 2021 - 14:51

Hai proprio ragione cara amica, ad una torta di mele non si può mai dire di no….le varianti sono infinite ma questa mi mancava e che dire: la abbiamo adorata!
Buona giornata e tante cose belle anche a te <3

Rispondere

Lascia un commento

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.