libri che ho letto/ pasticci dolci - cake

Il pane al cocco di Serafina

image_pdfimage_print
 
 

                                                                                Tazza e cucchiaino Easy life design

Ho appena finito di leggere un libro bellissimo, “La parte più tenera” di Ruth Reichl, un libro preso partecipando all’iniziativa di Ely “libri vagabondi”…libri che girano per l’Italia, che ci danno la possibilità di conoscere nuove amiche, insomma se vi interessa andate a vedere cosa dice proprio Ely l’organizzatrice qua

Avevo letto della stessa autrice “Aglio e zaffiri”, anch’esso molto bello, ma questo mi ha preso in maniera particolare.

 

Ruth Reichl è la critica culinaria più famosa d’America. In questo libro ci parla della sua infanzia, di sua madre che nel giorno libero della bambinaia paga lei, una bambina spaventata, per farsi da babysitter da sola. Racconta i suoi primi passi in cucina con la signora Pavey, la domestica dal passato aristocratico, e con Alice, la cuoca caraibica che nei momenti difficili cucina le sue fantastiche mele al forno con salsa dura. Ma è a casa di un ricco buongustaio francese, fra un intingolo che pare “l’autunno distillato in un cucchiaio” e una chartreuse di pernice imponente come una cattedrale, che Ruth capisce per la prima volta cosa significhi veramente mangiare.
E’ il racconto della sua vita, delle sue esperienze, dove ad ogni episodio, ogni cambiamento, è legato un cibo, cibo che è stato parte integrante della svolta che l’ha portata a diventare quello che è ora…

Un libro bello, bello davvero. Veloce, piacevole, scorrevole, appassionante…la storia di una vita e di come tanti episodi e ricordi siano legati al cibo e/o a delle ricette particolari.
E’ vero però….se ripenso anche io a tanti momenti della mia vita, c’è sempre un cibo o un gusto che li accompagna.
Il risotto giallo o al vino rosso preparati dalla mia nonna quando ero piccola…le estati in montagna sempre con lei e la zia Tilde…il latte freddo coi biscotti di certe cene veloci per poi uscire a dire il rosario nella Chiesetta…
O il caffè con l’uovo che la mamma mi preparava quando studiavo da adolescente “per darmi la sostanza”…
O ancora certi piatti legati ai bei viaggi in paesi lontani, fatti con mio marito quando eravamo ancora giovani e sposini…Insomma , un libro da leggere che intreccia vita e cucina in maniera delicata e appassionante.
Ve lo consiglio!

 

Tante sono le ricette della vita di Ruth che compaiono in questo libro…una su tutte mi ha colpito, ed ho voluto farla mia.
Questo pane è stato preparato da Serafina, una bellissima ragazza di colore sua amica, con la quale ha condiviso camera, ideali e sogni per un lungo periodo della sua giovinezza..
Occhi scuri dardeggianti, carattere dolce ma focoso nel contempo, molto bella ed intraprendente, anche una cuoca eccezionale.

“Serafina restava sveglia la notte a marinare pollo al curry, cipolle ed erbette. Faceva dei piccoli panini fritti che chiamava bakes, e chiese a sua madre la ricetta per il pane al cocco.
Non ci volle molto perchè si mettesse a preparare roti e souse, riempiendo la cucina di aromi di cui non avevo mai neanche immaginato l’esistenza.”

                                                                         Pane al cocco

Ricetta di Serafina da me modificata

 

Ingredienti:
60 gr zucchero
250 ml di acqua tiepida
300 gr farina autolievitante più un altro pò per impastare (per me Molino Rossetto)
1 uovo sbattuto
50 gr burro morbido
1 yogurth greco da 175 gr
un pizzico di sale
1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia liquida
farina di cocco circa 120 gr (o come dice il libro mezza noce di cocco fresca grattugiata)

Ho messo l’acqua in una terrina e ci ho versato lo zucchero, sciogliendolo bene.
In un’altra terrina ho sbattuto l’ uovo con lo yogurth, il burro il sale e la vaniglia.
Ho aggiunto all’acqua e zucchero la farina autolievitante e successivamente il composto di uova, burro e yogurth, sempre mescolando ben bene..per ultimo ho aggiunto la farina di cocco, pian piano, sempre amalgamando, sino a trovare una consistenza abbastanza soda e morbida (come l’impasto di un cake abbastanza compatto). Se fosse troppo morbido, aggiungere ancora un pochino di farina…
Serafina impasta il pane sulla spianatoia, il mio impasto è rimasto molto più morbido, io l’ho mescolato per bene con le mani dentro la terrina e poi l’ho trasferito in uno stampo da plumcake imburrato ed infarinato.
Ho cotto nel forno preriscaldato a 180° per circa una quarantina di minuti (dipende poi dal forno) e una volta sfornato, l’ho lasciato raffreddare su una griglia.
Rimane a metà fra un cake ed un pane dolce, favoloso da gustare a colazione, si conserva morbido per diversi giorni…noi l’abbiamo apprezzato con della marmellata fiordifrutta bio Rigoni di Asiago all’albicocca e un velo di burro buono.

 

 
 
Vi auguro un buon inizio settimana, all’insegna del buonumore e della voglia di fare…e di cucinare!
Alla prossima
 
 
 

You Might Also Like

41 Comments

  • Reply
    elisa
    6 Aprile 2011 at 16:04

    ciao simo! io adoro il pane al cocco (o meglio, dodo lo adora, ma fa lo stesso…), mi hai fatto venir voglia di rifarlo! buona giornata!

  • Reply
    titty
    6 Aprile 2011 at 12:33

    Quanto mi incuriosisce questo pane che profuma di cocco!
    E anche il libro…quando finisco il mio quasi quasi..

  • Reply
    sweet_eli
    6 Aprile 2011 at 6:20

    Adoro il cocco, devo assolutamente farla.
    Un bacio,
    Eli

  • Reply
    Valentina
    5 Aprile 2011 at 20:23

    Deve essere carinissimo questo libro….ed anche il pane è perfetto..bravissima Simooooo!!
    :-))

  • Reply
    rebecca
    5 Aprile 2011 at 19:56

    interessantissimo il tuo post, quando parli di libri ti illumini e illumini noi, grazie! il cibo e le emozioni e i ricordi sono strettamente connessi , profumi sapori sensazioni…..
    interesante anche questo pane, un abbraccio
    ciao Reby

  • Reply
    SONIA
    5 Aprile 2011 at 16:12

    Ah Simo che post delizioso ^_^

  • Reply
    soleluna
    5 Aprile 2011 at 15:17

    Simo la recensione come sempre è eccellente, la ricetta favolosa mi piace questo cake a metà strada con il pane poco dolce e poco pane ciao Luisa

  • Reply
    Roxy
    5 Aprile 2011 at 12:13

    Buonissimo questo pane dolce….poi con quel velo di marmellata, una vera golosità!

  • Reply
    Solema
    5 Aprile 2011 at 10:40

    Oggi è la giornata del cocco!!!
    Ha un aspetto sofficioso che fa venire voglia di affondare i denti!!

  • Reply
    pensieriepasticci
    5 Aprile 2011 at 10:08

    Grazie a tutte amiche mie, scusate la latitanza ma ho un'emicrania solita delle mie che mi impedisce di stare al pc, mi viene pure la nausea.
    A presto grazie e bacioni

  • Reply
    terry
    5 Aprile 2011 at 9:54

    Ma che bel post ricco di ispirazioni, dalla ricetta al libro… della reichl ho letto aglio e zaffiri che mi era proprio piaciuto..quindi ora mi segno questo di sicuro!
    baci

  • Reply
    www.deliziadivina.it
    5 Aprile 2011 at 9:16

    ottimo questo pane…

  • Reply
    sissi
    5 Aprile 2011 at 9:07

    mamma mia che bontà deve essere squisito

  • Reply
    Angela
    5 Aprile 2011 at 8:12

    Cocco e albi-coccole così le chiamo io , per una tenerissima coccola che ti abbraccia fin dal mattino.. ottimo !!! Buona giornata, che te sicuramente avrai cominciato alla grande con queste coccole, bacino angela

  • Reply
    silvia
    5 Aprile 2011 at 6:49

    Simo, il tuo libro mi piace, mi rcorda il romanzo che ho letto anni fa: "dolce come il cioccolato".
    Grazie per il suggerimento, l'iniziativa e per l'originale ricetta!
    Silvia

  • Reply
    Stefania
    5 Aprile 2011 at 6:41

    Come è bello questo post Simo, bravissima ciao un abbraccio

  • Reply
    ilcucchiaiodoro
    4 Aprile 2011 at 22:43

    Non sapevo di questa iniziativa… amo leggere anche se devo ammettere che lo faccio poco :((
    Un pane al cocco? Ma sai che potrebbe essere un'idea davvero leggera per la colazione? Grazie!
    Donatella

  • Reply
    LaMagicaZucca
    4 Aprile 2011 at 21:37

    Che delizia il pane al cocco!!!

  • Reply
    viola
    4 Aprile 2011 at 20:46

    Ciao simo….mi hai fatto ricordare l'uovo sbattuto con il caffè….guarda è come se in questo momento ne sentissi il sapore. Che bello quando all'improvviso ci si ricorda ci certi episodi della nostra vita legati ad un ricetta!
    Queto pane è molto interessante, il profumo esotico del cocco ha sempre un grande gìfascino su di me!
    Dev'essere molto buono.
    Un bacione… e ti faccio sapere 😉

  • Reply
    Sachertorte
    4 Aprile 2011 at 20:32

    Sublime….e sicuramente da provare…Anche sul libro direi che potrei farci un pensierino…mi sfrucuglia proprio…e poi l'abbinamento ricordi e ricette è sempre un'accoppiata vincente. Un bacione, Nadia

  • Reply
    BARBARA
    4 Aprile 2011 at 20:31

    M'intriga questo pane al cocco!

  • Reply
    Federica
    4 Aprile 2011 at 15:28

    è sempre un piacere passare nel tuo blog..che bontà!!!complimenti!

  • Reply
    Flavia
    4 Aprile 2011 at 15:07

    A me questo libro era piaciuto un sacco, ma non ho mai sperimentato questa ricetta.
    Ora la terrò presente.

  • Reply
    sonia
    4 Aprile 2011 at 13:48

    Complimenti che squisitezza!tutto ciò che è a base di cocco in casa mia finisce in men che non si dica!!Foto meravigliose e iniziativa molto interessante Kisses

  • Reply
    Giovanna
    4 Aprile 2011 at 12:47

    Veramente una bella ricetta! Si mangia con gli occhi.
    Complimenti davvero!
    Vado a dare un'occhiata all'iniziativa.

    Baci e buona settimana

    Giovanna

  • Reply
    arabafelice
    4 Aprile 2011 at 10:37

    Ottimo!!!! Mi sembra di sentirne quasi il profumo!

  • Reply
    Michela
    4 Aprile 2011 at 10:29

    Il tuo bel racconto e le tue belle foto mi hanno fatto venire voglia di leggere il libro e di assaggiare questo profumato pane! 🙂

  • Reply
    Ely
    4 Aprile 2011 at 10:23

    Sai che io non l'ho provato? quando mi ritorna il libro lo rileggo, è stato davvero bellissimo e ancor più bello che l'abbia letto tu per prima 🙂 pane davvero goloso goloso! baci

  • Reply
    marifra79
    4 Aprile 2011 at 9:37

    Dev'essere una meraviglia questo pane proprio come il libro! Un abbraccio cara SImo e buona settimana

  • Reply
    Cey
    4 Aprile 2011 at 9:01

    Quando ho letto il titolo ho subito sperato che ti riferissi a quel libro che hp trovato di una tenerezza immensa =) Poi le scene con Fina sono bellissime quasi quanto il tuo pane =)

  • Reply
    dolci a ...gogo!!!
    4 Aprile 2011 at 8:55

    aaaaaaaaa che visione amica mia ha un aspetto decisamnete incantevole e le tue recenzioni sono sempre perfette!!bacioni imma

  • Reply
    Claudia
    4 Aprile 2011 at 8:28

    Pane al cocco???? qusta si che è buona.. interessante come ricetta.. io intanto me la salvo!!!! baci buona giornata 😀

  • Reply
    elenuccia
    4 Aprile 2011 at 8:27

    Solo guardando le foto di questo pane e leggendo questo post mi è venuta voglia di sperimentare tutte le ricette del libro…deve essere proprio bello!!

  • Reply
    NIGHTFAIRY
    4 Aprile 2011 at 8:01

    Quanto deve essere buono e profumato…Buon inizio settimana Simo!

  • Reply
    marsettina
    4 Aprile 2011 at 7:40

    splendidi racconto,foto e ricetta,bravissima!

  • Reply
    Simona
    4 Aprile 2011 at 6:55

    questo pane è impresso a fuoco nella memoria favoloso………

  • Reply
    Patrizia
    4 Aprile 2011 at 6:49

    Questo pane deve essere buonissimo e il cocco deve starci proprio bene!!!
    Credo che mi metterò in lista per questo libro…dalla tua descrizione sembra essere bellissimo!!!Un baciotto e buona settimana!!!

  • Reply
    Manuela e Silvia
    4 Aprile 2011 at 6:41

    Ciao! buonissimo questo pantetto! delicato e dal sapore freschissimo!! con una bella marmellata o anche da solo è una pausa perfetta!
    bacioni

  • Reply
    Francesca
    4 Aprile 2011 at 6:27

    Simo Simo Simo…ma quanto è bella 'sta fettonza di dolce al cocco???????^_____^

  • Reply
    sulemaniche
    4 Aprile 2011 at 6:02

    ottima la ricettina, io ho appena comprato confortatemi con le mele della stessa autrice, credo sia il suo secondo libro…bhè abbiamo molti gusti in comune!

  • Reply
    Federica
    4 Aprile 2011 at 5:21

    Profuma di buono! Tanto! E arriva giusto giusto a soddisfare la mia vena "cocco"losa ^__^
    La consistenza dell'impasto finale dev'essere tipo quella della pasta da pane per caso?
    Un bacione, buona settimana

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.