Le mie brioches “cu zuccuru” di Paoletta

Come già dicevo l’altro giorno, è troppo bello accendere il forno in questi giorni…un pò perchè fa freddo…
..a proposito, siamo sepolti dalla neve, mi sembra di ricordare quella nevicata dell’epifania dello scorso anno…
…questo è il mio povero pino, stracarico di neve…
..comunque dicevo, è bello preparare qualcosina di buono buono, magari morbido e profumato, magari per la colazione…
Ecco qua, ho voluto preparare queste brioches viste da Paoletta..era da tempo che  facevo loro un filo spietato, e così mi sono decisa.
Beh, devo dire, sono superbe!
Grazie Paoletta!
Ricetta presa pari pari dal suo blog
Ingredienti
g 250 farina manitoba
 g 250 farina 00
g 75 zucchero
g 5 sale
g 75 di strutto
g 20 di lievito di birra
170 ml d’acqua
170 ml di latte
Preparazione:
Se si vogliono fare in giornata.
Fare un impasto con gli ingredienti indicati, lo strutto alla fine.
Porre a lievitare per un’ora e mezza in luogo tiepido, e comunque fino al raddoppio. Sgonfiare un poco l’impasto, fare le pieghe del secondo tipo (quelle di Adriano, per intenderci) e lasciar riposare circa 15/20 minuti.
Quindi formare i maritozzi a forma di treccine, senza rilavorare eccessivamente l’impasto.
Allinearli man mano distanziati sulla placca foderata di carta forno, pennellarli con una miscela di latte e acqua e lasciarli lievitare fino al raddoppio.
In estate bastano circa 40 minuti, in inverno ci vorrà anche più di un’ora.
Pennellarli di nuovo con la miscela di latte e acqua e cuocere in forno a 180/190° circa finchè non saranno belli dorati.
Non appena sfornati si spennelano di nuovo e subito si spolverano con abbondante zucchero semolato.
Io ho seguito pari pari la sua ricetta…e mi sono venuti splendidamente soffici e delicati….
Ora vi lascio….vado a vedere se mio marito ha finito di spalare, altrimenti gli dò una mano…arghhhhhhhhh