Le Creuset/ pasticci salati - secondi/ Senza categoria

Arrosto di lombo di maiale all’uva, in cocotte

lombo di maiale all'uva in cocotte
image_pdfimage_print
 
  Cocotte in Ghisa Le Creuset 
 
 
 
La Simo in merito alla scelta della carne non è una grande esperta…a parte i tagli canonici per arrosto, ossobuco, brasato e quant’altro, non è che si lanci molto nella sperimentazione selvaggia, ehehehe…
 
Infatti, se voglio osare qualcosa di diverso in fatto di carne, generalmente mi affido al macellaio; chiedo consigli e mi fido ciecamente: finora, per fortuna, è sempre andato tutto bene.
 
Si, sono solita affidarmi ad un macellaio di fiducia; raramente prendo carne al super, solo mi azzardo a comperare fettine da bistecca, o trita per polpette e ragù, se ne rimango senza e mi servono al volo…
Mi piace andare dal macellaio in questione e fare anche qualche scorta, che poi congelo e utilizzo al bisogno; in questo negozio dove mi reco, la carne è allevata e macellata da loro direttamente, è molto buona e non ho mai avuto delusioni.
 
Recentemente mi sono lasciata consigliare nell’acquisto di un bel pezzo di lombo di maiale; avrei voluto prendere la lonza o arista per farla alle mele o magari alla maniera Toscana, poi il signore mi ha mostrato questa parte e pian piano mi ha convinto ad acquistarla. In realtà la lonza è molto più magra, mentre il lombo ha piccole parti di grasso che in cottura rendono il pezzo di carne gustoso e morbidissimo.
 

Una volta a casa però ecco il dilemma: come lo faccio?
L’idea era quella di cuocerlo in cocotte, pian piano, in modo da renderlo morbido e saporitissimo (ultimamente la carne da lenta cottura, qua si cuoce solo ed esclusivamente nella ghisa!), però volevo dargli un tocco diverso dal solito e così…ecco che ho pensato all’uva!
Avevo un ritaglio di giornale strappato non so quando e dove e tenuto nella mia scatola del guazzabuglio (dovreste vedere quanti ritagli ci sono, appunti di ogni genere…riuscirò mai a far tutto?! Boh!), dove una succulenta ricettina mi tentava e non poco…

Beh, credetemi sono stata ( ed anche i miei commensali!) assolutamente soddisfatta, sia del taglio di carne che della ricetta.
Purtroppo non ho altre foto in quanto avevo gente a pranzo e non ho avuto il tempo di allestire un set  fotografico come si deve…però credetemi sulla parola, era squisito: provatelo e non ve ne pentirete.
Tenero, profumato e saporito…insomma il lombo, nella mia cucina è stato assolutamente promosso a pieni voti, e credo proprio di ricomprarlo quanto prima!

 

 

Ingredienti:
un bel pezzo di lombo di maiale del peso di un chilo circa
600 g di uva bianca o nera…o anche di entrambi i colori ( io l’ho utilizzata mista!)
1 spicchio d’aglio
sale aromatico alle erbe fresche miste ricetta qui 
pepe nero macinato al momento q.b
tre cucchiai di olio extravergine d’oliva

Preparazione:
Pulire ben bene l’uva, asciugarla e staccare gli acini dal grappolo. Spremerne metà passando gli acini con un passaverdura, in modo da ottenere solo il succo senza bucce e semini; l’altra metà tenerla da parte.
Prendere il lombo, salarlo e peparlo, massaggiandolo bene con le mani su tutti i lati.
Metterlo poi nella cocotte con l’olio extravergine, e farlo rosolare a fiamma viva per alcuni minuti su tutti i lati, in modo da sigillarlo ben bene. 
Aggiungere lo spicchio d’aglio sbucciato, ed irrorare col succo di uva. 
Regolare ancora di sale e pepe se necessario, abbassare la fiamma e cuocere col coperchio per un’oretta circa, rigirando ogni tanto il pezzo di carne su tutti i lati.
A questo punto aggiungere gli acini d’uva tenuti da parte e far cuocere ancora per una decina di minuti.
Spegnere il fuoco, far raffreddare un attimo e affettare la carne, servendola col suo sughetto d’uva e con gli acini cotti.

Noi l’abbiamo abbinata a delle patate al vapore.

 

 

Ed ora scappo….
Volevo avvisare che purtroppo fb mi ha bloccato l’account relativo al blog, e in questi giorni sono un pò assente, non per mia volontà ma ovviamente per cause indipendenti dal mio volere. 
Sono, lo ammetto, piuttosto demoralizzata per questo inconveniente, anche perchè francamente non ne capisco la ragione… ho provato a trovare qualche soluzione alternativa,non voglio dire nulla ma ho speranza.
Non ci voglio pensare, ieri ero disperata,ma grazie ad alcune amiche probabilmente ce la farò….non voglio arrendermi, stay tuned!
A presto quindi, buona giornata

 

You Might Also Like

41 Comments

  • Reply
    Laura Carraro
    23 Ottobre 2014 at 16:30

    Le foto rendono benissimo l'idea dell'ottimo risultato!!! Di solito anch'io uso la lonza mai provato il lombo, sicuramente tra la lenta cottura e quel poco grasso la carne sarà stata morbidissima!!!
    Baci

  • Reply
    Ivana
    23 Ottobre 2014 at 11:34

    Ciao Simo, sai che non ho mai provato l'abbinamento carne/uva? Rimedierò al più presto 🙂
    Un piatto sicuramente buono e bellissimo da presentare.
    Poi… tu sei una garanzia.
    Bacione ^.^

    • Reply
      pensieriepasticci
      23 Ottobre 2014 at 13:40

      devi assolutamente rimediare…anche io non avevo mai provato, ma ora questo abbinamento…non lo lascio più!
      Buon pomeriggio e grazie di tutto 😉
      Baci

  • Reply
    Vaty ♪
    23 Ottobre 2014 at 10:05

    un abbinamento per me nuovissimo ma che mi intriga assai simo!

    • Reply
      pensieriepasticci
      23 Ottobre 2014 at 10:08

      mia cara provalo: ti stupirà assolutamente! E poi è facilissimo da fare….
      bacioni

  • Reply
    pensieriepasticci
    23 Ottobre 2014 at 10:02

    ciao cara, sto abbastanza bene, anche se il vento per la schiena non fa bene, anzi…
    grazie x tutto!
    E che dire di quel colore…?!
    Un incanto! Impossibile resistergli….anche se ero indecisa, mi piaceva molto anche il cotton, tutto bianco!
    Baci

  • Reply
    monica
    23 Ottobre 2014 at 9:33

    ciao simomia, bbbona questa ricetta, l'uva con carne è una favola! vedo che anche tu non hai resisto al nuovo colore ametist….. meraviglia! come stai? ti mando un abbraccio e mi complimento anche qui per la tua vittoria: strameritata! baci

  • Reply
    Mary
    22 Ottobre 2014 at 17:19

    Ciao Simona, anch'io cerco di andare dal macellaio di fiducia, anche perché con la carne non sono bravissima…tendo a cucinarla sempre in modo un pochino banale…Questo arrosto è fantastico! Il maiale sposa benissimo con la frutta e con l'uva dev'essere squisito! Un abbraccio forte, Mary

    • Reply
      pensieriepasticci
      23 Ottobre 2014 at 6:36

      si, anche io sono un pò come te, con la carne non ho fantasia, ma prediligo comunque ricette semplici…e questa lo è, fidati!
      Semplice ma dal risultato sorprendente…
      bacioni

  • Reply
    Ketty Valenti
    22 Ottobre 2014 at 16:25

    ti è riuscito benissimo,ha un'aspetto molto ghiotto nel suo letto profumato dentro la cocotte fa davvero venire un'acquolina……
    buona serata cara!
    Z&C

  • Reply
    Betty
    22 Ottobre 2014 at 16:04

    fa venire tanta fame solo a guardarlo, immagino poi che profumino in casa 😛
    un abbraccio

    • Reply
      pensieriepasticci
      23 Ottobre 2014 at 6:40

      si, Betty…era profumatissimo…e anche molto tenero e saporito. Provalo non te ne pentirai! 😉
      Buona giornata, bacioni

  • Reply
    elisa cecilia
    22 Ottobre 2014 at 15:29

    Ciao Simo, la foto e' splendia, mostra chiaramente un bel pezzo di carne cucinato divinamente.
    L'uva rende il piatto molto chic. Sei stata bravissima. Un bacio.

    • Reply
      pensieriepasticci
      23 Ottobre 2014 at 6:38

      Grazie Elisa!!! Se foste state più vicine, avrei invitato te e la fanciulla a pranzo… 😉

  • Reply
    Anna Luisa e Fabio
    22 Ottobre 2014 at 15:27

    Mi sembra fondamentale avere un macellaio di fiducia che semmai ci consigli anche il pezzo migliore per quello che vogliamo preparare. Mi piace un sacco questa tua scelta. Si vede dal risultato che è ottimo.

    Fabio

    • Reply
      pensieriepasticci
      23 Ottobre 2014 at 6:37

      Grazie Fabio! Son contenta che si noti…. 😉
      Buona giornata a voi!

  • Reply
    Luisa
    22 Ottobre 2014 at 15:01

    Mannaggia Simo che ricetta superlativa. Anch'io mi fido del macellaio e finora non mi sono mai pentita, anzi sto anche imparandomi vari tagli di carne e relative cotture ma non è facile. Ora scappo altrimenti mi foìiondo nel pc dalla gola un abbraccio Luisa

    • Reply
      pensieriepasticci
      23 Ottobre 2014 at 6:37

      Brava Luisa, io i tagli di carne li conosco ben poco…buona giornata, un abbraccio carissima!

  • Reply
    Cinzia
    22 Ottobre 2014 at 13:45

    No mai io ti credo …le foto parlano chiaro…che idea originale sei sempre bravissima ….ciao a presto

    • Reply
      pensieriepasticci
      22 Ottobre 2014 at 13:58

      guarda amica mia è di un facile che neppure te lo immagini…prova!!!!!!!!!!!
      baci grandi

  • Reply
    Mammazan
    22 Ottobre 2014 at 13:20

    BREVE volevo scrivere…

  • Reply
    Mammazan
    22 Ottobre 2014 at 13:19

    Berve il commento..il mio nipotino si sta svegliando e quindi…
    Bellissimo il tuo lombo di maiale sia da crudo che da cotto…
    Sei fortunata ad avere un macellaio di fiducia che in più vende carne macellata direttamente….
    Io da un po di tempo non cucino molto la carne anche perchè la famiglia si è ridotta e quindi tendo a velocizzare le preparazioni!!
    Un bacione grandissimo cara amica mia!

  • Reply
    Fr@
    22 Ottobre 2014 at 13:12

    A me piace il lombo di maiale proprio quel grasso lo rende morbido e gustoso, immagino la bontà. L'abbinamento uva e carne di maiale e manzo lo sperimentato e mi piace molto.

    • Reply
      pensieriepasticci
      22 Ottobre 2014 at 13:34

      ecco, invece pensa che io non lo conoscevo ma ora che l'ho scoperto, non lo abbandonerò più!
      Proverò anche col manzo…
      bacioni

  • Reply
    Mamilu
    22 Ottobre 2014 at 12:43

    Ciao Simo avevo scritto un super commento ma è' spariti uff!!! Bellissima e da copiare questa preparazione quando si hanno ospiti…sono sempre un po' magari in difficoltà sulle quantità! I vantaggi del paesello sono anche questi…come dei miei la carne rigorosamente dal macellaio, ma a Mi è difficile trovare un macellaio di fiducia…al super mi fido solo di quella della coop, che ha anche carne italiana di razza piemontese a differenza di altri dove sintetica quella della Polonia mah!!! Meglio poca ma buona…che bella la pentola! Buona giornata super ventosa baci Luisa

    • Reply
      pensieriepasticci
      22 Ottobre 2014 at 13:33

      mi spiace, ultimamente sia fb che blogger mi sa che hanno qualche problemuccio… 🙁
      L'importante in fatto di carne è che se ne sappia la tracciabilità. Anche io son del parere che poca ma buona…
      Un abbraccio e buon pomeriggio

  • Reply
    Aria
    22 Ottobre 2014 at 11:54

    ho la stessa pentola, ma non la stessa cena…ahimè! davvero originale con l'uva!

    • Reply
      pensieriepasticci
      22 Ottobre 2014 at 13:32

      Aria, guarda…è vero che tuo marito non mangia carne, ma solo se volessi provare per te o per ospiti…non lo devi neppure curare, in questa meraviglia di cocotte praticamente si cuoce da solo, eheheheh…
      baci

  • Reply
    l'albero della carambola
    22 Ottobre 2014 at 11:10

    Adoro la frutta nei secondi, crea un ventaglio di possibilità e di sapori pazzesco…brava simo!
    simo

    • Reply
      pensieriepasticci
      22 Ottobre 2014 at 13:31

      ecco io invece con la frutta son sempre un pò titubante, mannaggia a me…
      Un bacione cara e grazie

  • Reply
    Dolci a gogo
    22 Ottobre 2014 at 9:01

    Tesoro io se posso vado sempre in macelleria perché mi consigliano sempre nel modo giusto e devo dire che questa carne cosi preparata mi piace davvero tantissimo!! Proverò a riproporre la ricetta anch'io il prossimoweekend,mi ispira moltissimo!! Un bacione cara

    • Reply
      pensieriepasticci
      22 Ottobre 2014 at 13:30

      ottimo cara…provalo e non resterai delusa! Un bacione a te

  • Reply
    Carmen
    22 Ottobre 2014 at 8:59

    Bella ricetta, Simo! Anche io preferisco comprare dal macellaio… intanto che mi taglia la carne, chiacchieriamo e sua moglie, la signora Lucia, mi dà sempre dei consigi e delle ricette. Però mi capita spesso anche di approfittare dell'offerta al super o di comprare lì quando ho fretta. Un bacio e buona giornata

    • Reply
      pensieriepasticci
      22 Ottobre 2014 at 13:29

      Anche a me a volte capita di comperarla al super, generalmente però preferisco, come te, il rapporto di fiducia col macellaio.
      Un bacio a te e buona giornata amica mia

  • Reply
    elenuccia
    22 Ottobre 2014 at 8:18

    Anche io vado dal macellaio, quelle poche volte che compro carne. Quella di pollo invece la prendo direttamente al super. L'uva sta benissimo con gli arrosti e sicuramente questo doveva essere ottimo

    • Reply
      pensieriepasticci
      22 Ottobre 2014 at 13:26

      pensa io invece il pollo lo compro al mercato…c'è una bancarella km 0 dove mi trovo benone.
      Effettivamente l'uva con la carne ci sta alla grande…alla perfezione, direi!

  • Reply
    Claudia
    22 Ottobre 2014 at 7:43

    Ciao Simo…. io lo ammetto mi rifornisco al supermercato per quanto concerne la carne.. ma mi trovo bene..la carne è davero buona.. Però immagino dal macellaio sia tutt'altra cosa.. Questo pezzo non lo conoscevo ad essere sincera.. Mi piace l'idea dell'uva, feci anche io un abbinamento carne/uva per un arrosto anni fa… Invece di Fb che cosa è successo?????? mi dispiace non esserti stata di aiuto.. ieri non ci son stata…. Questi giorni son sempre di corsa.. mi alzo.. sistemo casa e scappo da mamma… ma qualsiasi cosa.. non esitare a chiedere… ok? un abbraccio

    • Reply
      pensieriepasticci
      22 Ottobre 2014 at 13:24

      sai non è sempre così, ci sono anche delle macellerie dove la carne non è speciale. L'importante è trovare un posto di fiducia dove trovarsi bene…sia negozio che super, non è importante!
      Per fb…non parliamone, mi ha cancellato completamente il profilo vecchio. Se ci penso mi viene ancora il nervoso.
      Certo, c'è di peggio, molto peggio.
      Però che nervi…
      baci stella!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.