libri che ho letto/ pasticci da bere

Buona domenica fra libri e relax…la felicità per me è fatta di piccole cose…

image_pdfimage_print

Mattina presto…
La casa è ancora immersa in un silenzio ovattato e caldo.
Mi sveglio, presto, purtroppo…mannaggia a me e alla sveglia biologica che mi porto dentro!
Resto per un pò accoccolata sotto le coperte…rimango lì come una farfalla nel suo bozzolo, quasi immobile, coccolata dai  respiri regolari di chi, vicino a me è ancora immerso nel sonno..
E’ così bello rimanere lì a pensare, ad assaporare il momento del risveglio senza avere l’assillo della sveglia e dell’orario da rispettare. Certo, bello sarebbe riuscire a dormire anche un pò di più, ma…
E’ bello anche così…il rimanere lì, semplicemente immersi in un letto di quiete e di sogni.

Mi piace pensare, programmare, immaginare…cosa farò oggi ma anche nelle prossime giornate…come mettere in pratica qualcosa che mi frulla in testa, come affrontare un problema che mi sta assillando e che non mi dà pace…
Spesso proprio in questi momenti riesco ad essere tranquilla ed obiettiva, riesco a trovare la soluzione che cercavo, riesco a trovare la parola che non mi veniva, la soluzione che mancava, l’idea che non arrivava…

Poi mi alzo, e mi piace andare in cucina a prepararmi qualcosa di caldo e profumato, magari anche mettere le mani in pasta per improvvisare una colazione coccolosa per la mia famiglia.
Se è troppo presto però non voglio fare rumore…mi sposto in salotto, sul divano insieme a un bel libro e ad una tazza di tisana bollente.
E’ un momento di puro piacere che assaporo con gioia…due dei miei piaceri più grandi uniti insieme!
Il relax e la lettura di un buon libro… insieme al profumo di una bevanda deliziosa e corroborante…

La felicità a volte è davvero fatta di piccole cose e vi auguro di riuscire ad assaporarla come faccio io, nel mio piccolo, in semplicità.

 

 

Eccomi qui dunque… pigramente accoccolata sul divano, all’alba, avvolta da un caldo abbraccio di pile, con una fumante tazza di tisana Feng Shui (aromatica e ricca di ottimi antiossidanti davvero perfetti per l’organismo)a farmi compagnia,  pronta a immergermi nella lettura.
Il mio momento di relax preferito!

Innanzitutto vi consiglio davvero questa tisana…(ringrazio Terza Luna che mi ha dato la possibilità di assaggiarla): è calmante, dolce e particolarmente profumata, grazie alle bacche di Goji, i pezzetti di mela, il lemongrass, le scorze d’arancia, i petali di fiordaliso…se vorrete potrete anche acquistarla on line!
A me è piaciuto sorseggiarla leggermente appena addolcita da un goccio di miele all’arancia…il profumo ne è uscito ancora più esaltato!

Ed ora immergiamoci nel magico mondo della lettura…
un libro è un viaggio, è un sogno, è un modo per rilassarsi ed arricchirsi, insomma mai senza leggere…sia una rivista, sia un romanzo, sia un libro di cucina, sia un saggio….
Io senza qualcosa da leggere mi sento persa ed impoverita al contempo.

Sapete anche che non sono quella che ama leggere le ultime novità; scelgo le mie letture in base all’umore del momento e alla voglia o meno di evasione.
Non mi interessa se un romanzo non è nuovissimo…se in quel momento mi incuriosisce allora inizio a sfogliarlo e a perdermici…come è stato per questi due romanzi, diversi fra loro ma per me ugualmente appassionanti.

 

 

La stanza è invasa dalla polvere e dalla luce. 
Sono passati anni, ma a casa della nonna Elsa non è cambiato nulla: la bambola, il cavallo a dondolo e poi il vecchio armadio. Ad Anna, sua nipote, basta aprirlo per tornare di colpo bambina, quando insieme alla nonna giocava a vestirsi da grande. Gli abiti ci sono ancora tutti e Anna li riconosce: stoffe che sanno di festa, di ricordi e di risate. Eppure c’è un vestito che la giovane non ricorda: ha la gonna ampia e un nastro alto in vita. Uno stile molto diverso da quello della nonna. Anna lo prova. Basta quel semplice gesto perché il suo mondo cambi per sempre. Quando sua nonna la vede con quell’abito, bella come non mai, capisce che è giunto il momento sfuggito tanto a lungo. 
Ora che le rimangono pochi giorni di vita, non può più mentire. Lo deve a sé stessa ma anche a sua nipote, deve dirle la verità. Deve confessare a chi appartiene quell’abito, deve pronunciare quel nome taciuto da anni, Eeva. 
Un nome che Anna non conosce. Il nome di una donna dimenticata nel silenzio, di cui non esistono nemmeno fotografie. Un nome che affonda le radici in un segreto forse incomprensibile. 
Spetta ad Anna capirlo. 
Ma per farlo deve tornare indietro a un tempo antico, a una storia di perdono, di tradimento e di bugie. Ma soprattutto alla storia di un amore unico come quello che lega indissolubilmente una madre e una figlia, nel bene e nel male. Un amore in cui tutto, a volte, può essere perdonato. 
Un romanzo potente, uscito in sordina in Finlandia, ha rapidamente scalato tutte le classifiche, dove è rimasto per molti mesi, consacrando Riikka Pulkkinen come la nuova regina del romanzo nordico e scatenando gli editori di tutto il mondo per l’acquisizione dei diritti. 
In uscita contemporanea in tutto il globo, sullo sfondo della capricciosa luce del Nord racconta una storia di perdono e amore, di memoria e di colpa, di menzogna e redenzione.

Recensione dal sito Garzanti-libri e immagine presa dal web

 

 

Delia e Gaetano erano una coppia. Ora non lo sono più, e stasera devono imparare a non esserlo. 
Si ritrovano a cena, in un ristorante all’aperto, poco tempo dopo aver rotto quella che fu una famiglia. Lui si è trasferito in un residence, lei è rimasta nella casa con i piccoli Cosmo e Nico. La passione dell’inizio e la rabbia della fine sono ancora pericolosamente vicine. Delia e Gaetano sono ancora giovani, più di trenta, meno di quaranta, un’età in cui si può ricominciare. Sognano la pace ma sono tentati dall’altro e dall’altrove. 
Ma dove hanno sbagliato? Non lo sanno. Tre anni dopo “Venuto al mondo”, Margaret Mazzantini torna con un romanzo che è l’autobiografia sentimentale di una generazione. La storia di cenere e fiamme di una coppia contemporanea con le sue trasgressioni ordinarie, con la sua quotidianità avventurosa. 
Una coppia come tante, come noi. Contemporaneamente a noi.

 «Stasera lo sa. Le persone dovrebbero lasciarsi prima di arrivare a quel punto. Dove sono arrivati loro. Perché poi ti resta addosso troppo male.»

Scava nella coppia Margaret Mazzantini in questo nuovo romanzo. Scava brutalmente nel rapporto di una coppia che non vuole più essere tale, che dopo un grande amore vive una grande separazione. Una scrittura forte e intensa, come è nelle corde dell’autrice di Venuto al mondo e Non ti muovere, che scaraventa in faccia al lettore sentimenti squartati, corpi disuniti, volti stanchi, anime distrutte. Sono quelle di Delia e Gaetano, i due protagonisti ancora giovani, puri e rabbiosi, pronti a duellare sul ring dell’amore perduto, – «due ragazzi, si direbbe a vederli passare nei vetri di una macchina parcheggiata» -, da poco tempo divenuti genitori.
Chi si è separato lo sa, chi non l’ha fatto può immaginarlo. Può immaginare quanto sia doloroso, faticoso, a volte esaltante e in altri momenti terribilmente deprimente la separazione. Specie se non avviene da un momento all’altro, specie se è frutto di giorni, mesi, anni di logoramento, di disfacimento, di emotività negativa che volge al peggio. Specie se i sentimenti che restano sono incerti e se il legame mantiene una sua forza, anche incomprensibile, ma pericolosa: «è facile distrarsi, non sapere più a che punto della vita sono».
Proteggere i figli – «non voglio che somiglino a noi… voglio che siano migliori… ma ho paura che finiranno per assomigliarci» – cercare un equilibrio che permetta a tutti di vivere serenamente. Non è facile, ci saranno altre donne e altri uomini, ma non è facile. Si parlerà di soldi, mantenimento, affido, case, mobili, ma tangenzialmente rispetto ai sentimenti che restano, in modo a volte straziante, al centro della scena. Nessuno si salva da solo, appunto, nemmeno Delia e Gaetano.
Questa storia di un amore accartocciato potrebbe essere una commedia dark all’italiana, adatta alla trasposizione cinematografica. È già successo con il romanzo Non ti muovere e non è casuale: la scrittura della Mazzantini – hanno scritto i critici – «tira la lingua via dalle parole verso un altro genere di comunicazione». Anche in queste pagine la lingua del romanzo è brusca, a tratti brutale, vuole assomigliare il più possibile alla vita vera: le frasi spesso sono tagliate, i dialoghi lasciati a metà, in certi passaggi cala un velo di freddezza, in altri trasuda la rabbia.
L’autrice, in una recente intervista, ha dichiarato: «Dopo l’epopea straziante sulla guerra a Sarajevo, volevo scrivere una storia minimale: due trentenni, una cena storta malgrado il buon vino, il corpo morto del loro amore sul tavolo. L’infelicità coniugale». E come sempre, ci è riuscita al meglio.

 
Dal sito Ibs Libri – Immagine presa dal web
 
 
Che altro dire quindi se non che sono assolutamente due romanzi bellissimi, completamente diversi fra loro, ma che mi hanno appassionata e che ho letto tutti d’un fiato.
 
Ecco, con questo post voglio augurarvi buona domenica…che anche voi possiate trovare un momento di relax per assaporare le vostre passioni, in tutta calma, senza fretta….
 
A presto, vi aspetto
 
 

You Might Also Like

36 Comments

  • Reply
    La Comtesse
    19 Gennaio 2014 at 21:46

    Sono una fan scatenata di tisane e thé…e i libri che consigli li ho letti tutti e due!
    Ah, che bello trovare persone con i nostri stessi gusti!
    Loredana

  • Reply
    Ros Mj
    14 Gennaio 2014 at 17:58

    Che delizia questi ultimi due post…i fagottini mi hanno acceso una lampadina, oltre alla fame, e la tua coccola domenicale sul divano, con la tisana e il libro…bellissima! Solo che io non mi sveglio mai prestissimo, sono una dormigliona tremenda e l'ultima a lasciare il letto. Sempre stato così. Posso far finta che sia mattina presto intorno alle 10 ;-)? Un bacione, cara

  • Reply
    I SOGNI DI CLAUDETTE
    14 Gennaio 2014 at 16:41

    basta veramente poco per coccolarsi…..
    ciao Claudette

  • Reply
    Emanuela Martinelli
    14 Gennaio 2014 at 15:45

    Piccoli momenti di piacere, anche io amo la casa avvolta nel silenzio, ed assaporo, un tè caldo un dolcetto, un buon libro!!! La felicità è fatta assolutamemte di piccole cose, un abbraccio Manu

  • Reply
    Anna Luisa e Fabio
    14 Gennaio 2014 at 10:49

    Spesso capita anche a me alzarmi presto anche nei giorni di festa, quando vorrei dormire un po' in più, ma non c'è niente da fare. Fare qualcosa, spesso comporta fare rumori che potrebbero disturbare gli altri, ma anche io amo dedicarmi alla preparazione di una colazione più particolare e perché no, alla lettura di un buon libro.

    Fabio

  • Reply
    monica
    14 Gennaio 2014 at 10:36

    ciao tesoro, te si magnata il mio commento?? mi sa che ho fatto casino con il tablet!
    se mi aggiungi anche qualche biscotto croccante direi che per me è perfetto.
    anch'io sto leggendo la mazzantini, ma questo qui arranca un pò rispetto agli altri..
    sempre meravigliosa, comunque!
    un bacio

  • Reply
    Serena
    14 Gennaio 2014 at 8:22

    Al contrario di te, al risveglio mi sento molto ansiosa… al contrario, amo fare il punto della situazione prima di addormentarmi… ma anch'io dormo poco e, una volta superato il trauma con una tazza di caffè, mi godo la casa ancora addormentata.
    Credo di amare il primo libro di cui parli, lo cercherò stasera in biblioteca, quando andrò a restituirne un altro, che penso piacerebbe anche a te, "La rilegatrice del fiume"…
    Bacio

  • Reply
    Chiara Setti
    14 Gennaio 2014 at 7:03

    Sono entrambi nella mia lista dei desideri su amazon…spero di averli presto tra le mani! 😉 un bacione

  • Reply
    Vaty ♪
    13 Gennaio 2014 at 22:02

    tesoro, bellissimo il tuo incipit che condivido in pieno e lo sai <3
    questi libri non li conosco e mi sento cosi in colpa che non riesco piu a leggere.. 🙁
    un abbraccio tesoro grazie per questo momento delizioso

  • Reply
    eli
    13 Gennaio 2014 at 17:10

    anche io sono un'allodola. Mi sveglio presto, anzi prestissimo. E come te mi godo questi momenti di quiete assoluta leggendo.
    In genere riviste, i libri li dedico alla sera e sono lentissima :))))))))
    Buona settimana cara Simo, a presto!!!

  • Reply
    Ivana
    13 Gennaio 2014 at 17:09

    Dolce Simo, anche a me il tuo post ha rilassato e per questo ti ringrazio!
    Grazie per i consigli dei libri, sono sempre preziosi. Baciotti e buana settimana ^.^

  • Reply
    una pinguina in cucina
    13 Gennaio 2014 at 16:02

    Leggere il tuo post mi ha fatta rilassare! La tisana sarà buonissima! Buona settimana!

  • Reply
    Daniela
    13 Gennaio 2014 at 15:57

    Bellissimo questo post. Il primo libro non lo conosco, ma il secondo sì, l'ho letto e mi è piaciuto tanto 🙂
    Buon inizio di settimana e un bacio

  • Reply
    Fr@
    13 Gennaio 2014 at 14:39

    Io mi sveglio molto presto, amo quei momenti di silenzio. Comprendo benissimo cosa scrivi.
    Grazie per i suggerimenti di lettura.

  • Reply
    Lauradv
    13 Gennaio 2014 at 14:24

    E' proprio vero, la felicità sta nelle piccole cose e il tuo post, così caldo e avvolgente rende perfettamente l'idea. Grazie per i preziosi titoli ne farò tesoro per le prossime letture!

  • Reply
    Clara pasticcia
    13 Gennaio 2014 at 12:59

    Anche io maledico la mia sveglia biologica ogni tanto … specie i fine settimana quando la testa orprio non la smette di andare veloce come un frullatore.

    Sai che il tuo post è una coccola vera? Mi sento così riscaldata dalle tue tazze, da questi propfumi e da questi libri. Un meraviglioso post Simona!!
    ti abbraccio fortissimo

  • Reply
    Antonella
    13 Gennaio 2014 at 12:32

    Ciao Simo, anche io adoro leggere, sempre e in qualsiasi situazione. Con una tisana come la tua e un libro, la domenica inizia in modo perfetto. Buona settimnana! P.S. bellissime le foto. ciao!

  • Reply
    Chiarapassion
    13 Gennaio 2014 at 11:49

    Quanto mi piacciono queste coccole e quanto mi piace la tua tisana e le foto luminose e belle.
    Grazie per i consigli sui libri prendo subito nota.
    Baci
    Enrica

  • Reply
    LaRicciaInCucina
    13 Gennaio 2014 at 11:39

    Che bello il tuo post, Simo
    Adoro la domenica proprio per quello: per potermi concedere il lusso di stare lì, tranquilla, ad occhi anche aperti nel letto ad ascoltare il respiro di chi è ancora immerso nel sonno profondo senza dover pensare ad una tabella di marcia fatta di orari da rispettare.
    Buona lettura! La prossima domenica mattina tra i miei pensieri ci sarai anche tu 🙂
    A presto,
    LaGio'

  • Reply
    Kittys Kitchen
    13 Gennaio 2014 at 11:21

    Ciao simo,
    arrivo un pochino in ritardo a farti gli auguri di buon anno.
    Prendo nota dei consigli sui libri, mi sembrano letture adatte a me soprattutto il secondo.

    Hai descritto perfettamente il momento del tuo risveglio e io mi sono ritrovata tantissimo nelle tue parole, perchè anche io non riesco a dormire molto e mi sveglio troppo presto, troppo spesso quindi mi rigiro con calma e resto letto al caldo, gustandomi anche questo momento che tanto male non è! 🙂

  • Reply
    Michela Sassi
    13 Gennaio 2014 at 8:17

    Una coccola questo post, in mezzo ai libri ed una tazza fumante!
    Buona settimana!
    Michela

  • Reply
    cucinaincontroluce
    13 Gennaio 2014 at 8:13

    E' una meraviglia questo post…mi rilassa il vedere quella bellissima tazza di the e il leggere le recensioni di due libri che mi attirano non poco… specie il primo… ho già preso nota dei titoli e che dirti se nonringraziarti per le bellissime proposte?
    Buona giornata!
    Tatiana

  • Reply
    cucinaincontroluce
    13 Gennaio 2014 at 8:13

    E' una meraviglia questo post…mi rilassa il vedere quella bellissima tazza di the e il leggere le recensioni di due libri che mi attirano non poco… specie il primo… ho già preso nota dei titoli e che dirti se nonringraziarti per le bellissime proposte?
    Buona giornata!
    Tatiana

  • Reply
    Ely Mazzini
    13 Gennaio 2014 at 7:04

    Grazie carissima per il consiglio letterario, ispirano molto anche a me questi due romanzi!!!
    Buon inizio settimana… bacioni

  • Reply
    Aria
    13 Gennaio 2014 at 6:57

    Quanto condivido quel che dici, eppure…da un pò di tmpo a questa parte, una strana ansia non mi fa più essere la stessa, e la notte diventa nemica, di giorno sono stanca, e non riesco più a scorgere facilmente la stessa felicità. Devo farmi forza, e magari immergermi in un bel libro!

  • Reply
    Brunella Marsalli
    12 Gennaio 2014 at 21:09

    Sento il profumo della tua tisana da qua…meraviglioso mix di sapori!
    Cosa c'è di meglio del silenzio,un bel libro e una tazza fumante?
    Credo che sia il massimo!

  • Reply
    Valentina
    12 Gennaio 2014 at 20:19

    Ciao amica, come stai? 🙂 Che bello stare accoccolati nel letto o sul divano nel silenzio della casa, eh? 🙂 A me piace tantissimo, è un momento tutto mio e poi è vero che spesso arrivano soluzioni e idee che in altri momenti è difficile che facciano capolino! Tesoro, io adoro le tisane, ne vado matta… e questa qui deve essere deliziosa! Grazie per i consigli letterari, mi ispira molto il libro della Mazzantini. Un abbraccio forte forte e buona settimana! <3

  • Reply
    laroby
    12 Gennaio 2014 at 19:56

    invece io stamattina sono stata pigramente nel letto fino a tardi!! quando posso cerco di recuperare le ore di sonno che mi mancano! che bello questo tuo momento solitario! e poi l'abbinata tisana e libri è fantastica! (i libri non li ho letti, me li segno…) baciiii

  • Reply
    cispiolina
    12 Gennaio 2014 at 19:08

    Il primo lo avevo letto e confermo la tua recensione positiva, il secondo me lo segno, grazie per gli spunti che ci dai.

  • Reply
    Manuela e Silvia
    12 Gennaio 2014 at 18:50

    Che bello questo tuo racconto della tua domenica mattina 🙂
    Hai proprio ragione, l'unico momento in cui quasi ognuno di noi può pensare a se e ad una coccola….magari anche per altri!
    un bacione

  • Reply
    Valentina
    12 Gennaio 2014 at 18:15

    che voglia mi hai messo di leggere questi libri!!!

  • Reply
    Ketty Valenti
    12 Gennaio 2014 at 16:42

    Condivido pienamente….oggi poi è diventato quasi un "dono" sentirsi felici con poco,io ringrazio Dio di riuscirci e di farlo davvero con poco! Complimenti
    Z&C

  • Reply
    Claudia
    12 Gennaio 2014 at 14:50

    Io invece faccio il ragionamento inverso.. vorrei dormire di meno!!!! a quando sono disocupata è stato un aumentare progressivo delle mie ore di sonno.. dalle 8 sveglia biologica..sino ad arrivare alle 10.30 passate!!!! troppo!!! chi dorme non piglia pesci dice mia mamma.. 😀 Per il resto condivido..la felicità è fatta di picole cose… smackk e buona domenica

  • Reply
    Monsieur Tatin
    12 Gennaio 2014 at 12:44

    La felicità è sempre fatta di piccole cose.
    E per fortuna ognuno è felice per piccole cose diverse.
    Un abbraccio e buona domenica.
    Leo

  • Reply
    Roberta
    12 Gennaio 2014 at 11:03

    La domenica a volte è veramente un toccasana!!! E sono curiosissima di leggere anche io il libro della Mazzantini!

  • Reply
    Valealcioccolato
    12 Gennaio 2014 at 10:06

    Leggendo questo tuo post mi sono sentita coccolata anch'io… Buona domenica :*

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.