pasticci da bere

Per un regalo tutto al maschile (ma anche no..) liquore alla genziana

image_pdfimage_print
 
 
 
 

 

Ieri qua in Lombardia è stata una giornata umida grigia e piovosa.
Mi sono svegliata con la pioggia, incalzante, incessante e continua…e sono andata a letto con lo stesso ed identico tempo fuori….
Non c’è stato un minuto di tregua in tutta la giornata, fra l’altro freneticissima, piena di impegni scolastici della figlia e personali…ho preso tanta di quell’acqua che non vi potete immaginare!
Ieri sera ero davvero cotta, come si suol dire…
E’ stato davvero un piacere ad un certo punto, scivolare sotto le coperte del lettone, al calduccio, stringendo fra le mani la mia copia di Good Living autunno, da leggere avidamente nel tepore e nella calma della sera.

 

 

Questo numero è dedicato in particolar modo all’uomo…tanti begli articoli che parlano di lui, di come lo vorremmo, come ci piace…di cosa gli piace….

“Forte ma gentile, ironico ma non comico, spensierato eppure serio.
Capace di tenerci testa, ma non di dirci no.
Irriverente e sensuale, l’uomo ideale è solo nella nostra testa.
Quello vero, invece è molto cambiato….”                        

                                                                          Da Good Living

Io trovo che un uomo debba anche essere preso per la gola e comunque sempre gratificato un pò…agli uomini piace molto avere una compagna che gli fa dei complimenti e gli dice…ecco, questo l’ho preparato per te, pensando a te.
Anche il più duro dei machi, secondo me, non può non capitolare di fronte a questo…non trovate?
Io e mio marito siamo sposati da vent’anni, con alti e bassi ovviamente come per tutti…ma credo che il segreto di questa durata sia comunque dovuto al rispettarci e rispettare le nostre passioni, nel cercare di trovare sempre un modo per gratificare l’altro e farlo in qualche modo sentire importante.
Devo ammettere che l’uomo in generale fa molta più fatica a far questo di quanta non ne facciamo noi donne…per noi è più spontaneo e naturale metterci in gioco completamente per amore (almeno io la penso così!)…io prima di pensare a me stessa metto sempre avanti le persone care che amo.
E voi?
Cosa ne pensate?

 

 

 

Questo liquore è pensato per un uomo per me molto importante…il mio papà, a cui devo sempre dire grazie perchè gli voglio bene e per la disponibilità che ha sempre nel correre ad aiutarmi qualora io ne abbia bisogno, incondizionatamente.

E’ un liquore pò particolare, il gusto amarognolo della genziana di sente in sottofondo, ma è piacevole anche per chi non ama alcoolici forti e decisi come la sottoscritta..(che è praticamente quasi astemia, direi!).
Le sue proprietà sono molteplici…è un ottimo tonico digestivo. La ricetta mi è stata passata dalla zia che ha acquistato la radice in montagna direttamente in un’erbositeria.
E poi ha uno splendido colore, un rubino meraviglioso…….perchè non provate anche voi come ho fatto io?

Ingredienti:
mezzo litro di vino rosso non frizzante
15 gr di radice di genziana (la trovate in erboristeria)
mezzo litro di alcool a 95° per liquori
1 litro d’acqua
750 gr zucchero semolato

Preparazione:
Mettere in infusione le radici di genziana nel vino rosso. Io ho lasciato macerare per 2 giorni. Otterrete un vino amarissimo e scuro.
Bollire l’acqua unendo lo zucchero e lasciar raffreddare alla perfezione lo sciroppo ottenuto.
Aggiungere lo sciroppo freddo al vino filtrato bene dalle radici (che verranno buttate via), e successivamente aggiungere l’alcool. Mescolare molto bene, filtrare ulteriormente ed imbottigliare.

Qualche notizia in più sulla genziana, dal sito erbecedario.it:

Genziana
Nome Scientifico
Genziana lutea L. (fam. Genzianaceae)
Nomi Comuni
Genziana maggiore
Nomi Stranieri
Inglese: Gentian
Francese: Gentiane
Tedesco: Gelber Enzian
Spagnolo:Genciana
Storia e tradizioni
La radice di Gentiana Lutea produce uno degli amari tonici più forti di origine vegetale.
Il suo nome deriva da Gentius, re dell´Illiria dal 180 al 167 a.C. Secondo Dioscoride, fu colui che introdusse la pianta nella medicina, apprezzata ed utilizzata nella preparazione di sostanze curative e soprattutto di tonici. In passato, in tutta Europa, era molto utilizzata come febbrifugo prima della introduzione del chinino.
Descrizione
Pianta con grossa radice cilindrica assai lunga di color bruno-giallastro. Il fusto è eretto. Le foglie di grandi dimensioni sono ovali, opposte, peduncolate corte quelle inferiori, sessili quelle superiori, solcate da nervature convergenti all´apice. I fiori di colore giallo sono posti in numero da 3 a 10 all´ascella foliare. La fioritura avviene in estate. La pianta può raggiungere i 120 centimetri d´altezza.
Parti utilizzate
La radice
Habitat
La genziana cresce nei prati e nei pascoli delle Alpi e degli Appennini, dall´alta collina fino ai 2500 metri di altezza. La radice della Genziana è gialla , a differenza di quella del Veratro (velenoso), col quale può essere confusa, che è nerastra
Tempo e modalità di raccolta o Coltivazione
Si utilizza la radice raccolta in primavera (marzo-aprile), oppure in autunno (settembre-ottobre) ed essiccata finché spezzandola non riveli all´interno il tipico colore giallo. Le radici vengono pulite dalla terra, ma non lavate, quindi spezzettate e fatte essiccare al sole rapidamente. Si conservano in sacchetti di carta o tela, in luogo asciutto.
Principali componenti
La genziopicrina (un eteroside amaro) altri glucosidi amari, alcaloidi mucillagini, olio essenziale.
Proprietà salutari ed utilizzo
Di essa si utilizza la radice essiccata che ha un caratteristico sapore amarognolo conferitole da alcune sostanze amare in essa contenute, in particolare da un eteroside amaro, la genziopicrina. Ha proprieta stomachiche, tonico stimolanti, vermifughe ed antifermentetive. La radice di genziana presa prima dei pasti, in macerazione di acqua o vino, ha funzione tonica aperitiva: Presa dopo i pasti facilita la digestione, combatte la costipazione e la diarrea. Inoltre stimola la produzione di leucociti utili per combattere le astenie e le convalescenze da malattie.
Indicazioni
Anoressia, affaticamento generale, dispepsia atonica gastrica e intestinale, convalescenza, anemia.
Controindicazioni
In dosi elevate la genziana danneggia la digestione e causa vomito. Sconsigliato l´uso alle gestanti. Mai usare la radice di genziana maggiore fresca, perché velenosa. Mai confondere la genziana maggiore con il veratro bianco o l´elleboro bianco che sono velenosi. Controindicata nei casi di ulcera gastroduodenale, gastrite acuta, iperacidità gastrica, ernia iatale, esofagite.
In cosmetica
l´infuso di genziana si usa per detergere le pelli grasse e lentigginose
In cucina
la radice fermentata è utilizzata nella preparazione di bevande alcoliche.
Note
Nei rimedi popolari la genziana veniva usata per combattere la febbre del cane.

Buona giornata, alla prossima!

 

You Might Also Like

30 Comments

  • Reply
    Chiara
    28 Ottobre 2011 at 5:31

    sto cominciando a pensare ai regalini di Natale homemade, mi segno la ricetta di questo liquore, sembra buonissimo! Un bacione e buon weekend…

  • Reply
    viola
    27 Ottobre 2011 at 21:44

    che colore meraviglioso Simo! dev'essere molto buono….io però non sono un'intenditrice di liquori 😀 Un bacione

  • Reply
    mariatem
    27 Ottobre 2011 at 21:08

    No conocía este licor, tiene un color que invita a probarlo.
    Besos

  • Reply
    Stefania
    27 Ottobre 2011 at 11:24

    Che bella idea questo tuo liquore, ciao

  • Reply
    Carlottalittlekitchen
    27 Ottobre 2011 at 9:49

    ma sai che é una bella idea regalo per Natale?…qui a Lux si vedono già preparazioni natalizie…

  • Reply
    Sarah CHIC NEVERLAND
    27 Ottobre 2011 at 9:44

    Ciao!
    Giuro che di solito non lascio questo tipo di commenti fastidiosi, ma sto cercando di autopromuovermi 😛

    Ti piacerebbe vincere 300 euro da spendere in shopping? Allora vieni a votarmi, puoi votare fino a 10 volte consecutive così da avere 10 possibilità! mi faresti felicissssimisssima 😛

    https://app-goldenpoint.it/Vota/Sarah.aspx

  • Reply
    elenuccia
    27 Ottobre 2011 at 7:37

    Si hai ragione, agli uomini piace essere coccolati dalle donne e sentire che ci prendiamo cura di loro con amore. E i papà adorano essere coccolati dalle proprie figlie ^__^

  • Reply
    pensieriepasticci
    27 Ottobre 2011 at 7:12

    Grazie amiche e amici…un bicchierino per tutti voi!!!!!!!!!!!!
    Buonissima giornata

  • Reply
    Valentina
    27 Ottobre 2011 at 6:23

    bravissima!davvero molto originale!

  • Reply
    Micaela
    26 Ottobre 2011 at 20:20

    non ho mai assaggiato il liquore alla genziana, sarei proprio curiosa di provarlo… mi copio la ricetta!

  • Reply
    Ale
    26 Ottobre 2011 at 15:53

    Mi hai dato una bella idea…ieri sera io ho fatto l'uva sotto grappa per Natale…potrei provare anche questo…mi piacciono i pensieri home made! Grazie

  • Reply
    soleluna
    26 Ottobre 2011 at 13:54

    Il liquore per il tuo papà mi sembra ottimo e sono certo che lo gradirà…per quanto riguarda l'uomo beh io non sono sposata perciò sono a corto di idee, l'uomo ideale invece non l'ho mai avuto, sono certo che l'uomo che si sposa è quello ideale altrimenti non lo si sceglie ciao luisa

  • Reply
    l'albero della carambola
    26 Ottobre 2011 at 13:30

    Si si sono d'accordo con te: la cucina scioglie anche gli animi più duri. o, almeno, a me piace pensarla così… Mi piace molto il tuo liquore, molto molto. Un saluto simo

  • Reply
    Claudia
    26 Ottobre 2011 at 13:25

    Non mi intendo di liquori.. non li amo molto!!! chiederò al mio fidanzato! intanto complimenti.. bacioni .-)

  • Reply
    dolci a ...gogo!!!
    26 Ottobre 2011 at 12:07

    In effetti hai ragione penso che qualsiasi uomo anche il piu duro, in cucina si riesce ad addolcirlo sopartutto se facciamo dei piatti dedicati esclusivamente a loro ma un sorso di questo liquore farebbe piacere anche a me:-)!!!!!bacioni,Imma

  • Reply
    Damiana
    26 Ottobre 2011 at 11:06

    Il mio certamente si fa prendere per la gola,anche nelle giornate più"nere",il suo umore cambia repentinamente,soprattutto se c'è un bel piatto di pasta!!E magari sarebbe felice anche di assaggiare questo liquore così particolare!!Intanto il colore è molto"femminile",quindi piace tanto anche a noi belle fanciulle!!
    Baci tesò!!

  • Reply
    Giovanna
    26 Ottobre 2011 at 10:49

    Come te sono astemia, però il gusto della genziana mi intriga.
    Brava, davvero un bel regalo!
    Baci

  • Reply
    marifra79
    26 Ottobre 2011 at 10:28

    Sarebbe davvero un bel regalo per Natale! L'uomo ideale per me? Credo di non averlo! Un abbraccio Simo

  • Reply
    Kitty's Kitchen
    26 Ottobre 2011 at 10:05

    Sono d'accordo, anche io metto davanti la persona che amo, l'importante è questa persona capisca cosa stiamo facendo, lo apprezzi e ricambi. Nelle mie storie passate non è stato così… Speriamo adesso di aver trovato la persona giusta. Tanto c'è poco da fare io ci ricasco sempre in questo modo di comportarmi! 🙂

    Il liquore alla genziona ha un colore incantevole!

  • Reply
    Francesca
    26 Ottobre 2011 at 10:02

    uhuhuuuuuuuuuuuu, questo piacerebbe al papà!!

  • Reply
    Mary
    26 Ottobre 2011 at 9:01

    non conosco questo liquore dev'essere buonissima!

  • Reply
    Max
    26 Ottobre 2011 at 8:58

    bello il tuo post e ottimo il liquore…mi piacerebbe anche a me…ciao.

  • Reply
    Francesca
    26 Ottobre 2011 at 8:33

    Ultimamente non ho più preparato liquorini e invece dovrei pensarci, anche in vista del Natale e un pensierino così è perfetto!!
    Franci

  • Reply
    Maria
    26 Ottobre 2011 at 8:28

    Un'idea originale e poco costosa.. di questi tempi pultroppo pure questo è importante…
    un bacione

  • Reply
    Serena
    26 Ottobre 2011 at 8:26

    Prendere il mio uomo per la gola significherebbe chiudere il blog, potrei preparare soltanto pasta con le polpettine, salsiccie alla griglia, pizza bianca e torte alla panna… quindi mi rifiuto di coccolarlo e lascio che sia lui a farlo con me…
    E'un po' che non faccio liquori, mi hai messo voglia di ricominciare!
    NB: mi chiedevi della consistenza della mia tarte: il fondo rimane friabile, io temevo proprio che si sgretolasse, in realtà, come vedi dalla foto della fetta, è compatto abbastanza da tagliarla agevolmente, ma un po' più sbricioloso della frolla o della brisée classiche

  • Reply
    Ros
    26 Ottobre 2011 at 8:19

    concordo pienamente con te Simo alla base di una rapporto ci vuole prima di tutto rispetto reciproco e poi si anche io penso sempre prima alle persone che amo e poi a me stessa 🙂 questo liquore non lo conosco ma in verità essendo astemia ho una conoscenza molto vaga di liquori :-))

  • Reply
    Patrizia
    26 Ottobre 2011 at 8:04

    Un liquore che conosco molto bene perchè l' estate in abruzzo dei nostri amici ci offrono proprio quello home-made!!! Ottima ricetta e speriamo che oggi smetta di piovere presto!! Un bacio…

  • Reply
    Nani e Lolly
    26 Ottobre 2011 at 7:53

    mmm questo liquorino non è niente male!Buono buono!Qui in Piemonte fanno il liquore con la genzianella!Complimenti

  • Reply
    pensieriepasticci
    26 Ottobre 2011 at 7:52

    vero Ely!!!! Mia nonna diceva sempre che se vai al mercato per vendere il marito e comprarne un altro….ritorni ancora al casa col tuo!
    baci

  • Reply
    Ely
    26 Ottobre 2011 at 7:47

    Un liquore molto particolare che piacerebbe come gusto al mio papà e a mio marito. Sono d'accordo su quello che scrivi sull'uomo, io l'uomo ideale non ce l'ho ma posso dire che quello che ho sposato mi piace per comè è anche i suoi difetti fanno parte dell'amroe che mi lega a lui… uomo ideale… non ce l'ho… diciamo che mi tengo il mio :-)))) baciii

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.