Home pasticci salati - secondi Trippa alla lombarda con fagioli – Fojoeu cunt i fasoeu

Trippa alla lombarda con fagioli – Fojoeu cunt i fasoeu

di Simona Milani
trippa alla lombarda con fagioli

La trippa alla lombarda con fagioli (detta anche Fojoeu cunt i fasoeu) in questa ricetta è realizzata alla maniera della mia mamma

E’ con immenso piacere che, da questo mese faccio parte di un bellissimo gruppo di blogger e contribuisco alla rubrica “L’Italia nel piatto”…
La regione di cui mi occuperò sarà la Lombardia, regione che mi ha dato i natali; sono nata infatti in un paese della provincia di Milano, da genitori lombardi anch’essi.
Mio papà con mamma mantovana e papà varesotto….mamma con padre milanesissimo e nonna (Gina) dalle origini comasche.
Insomma un bel mix direi…ehehehe!
Quando mi hanno proposto questa cosa, all’inizio sono stata un po’ titubante, ma poi ho deciso di lanciarmi nell’impresa…
E’ da un po’ che pensavo di creare una sezione di ricette tradizionali regionali nel mio blog, e quindi quando mi si è presentata l’occasione, ci ho provato!
Inizio col botto, in quanto il tema di questo mese è quello dei legumi…
I legumi sono molto utilizzati nelle ricette lombarde, in particolare i fagioli e le lenticchie.
Ho pensato subito a questo piatto, che mia mamma prepara sempre (io lo ammetto un po’ meno perchè lo mangia solo mio marito) con una vecchia ricetta di famiglia.
Questa volta mi sono fatta forza (le frattaglie non le amo particolarmente) e con il suo aiuto, mi ci sono cimentata.
Che dire: ecco qui il mio stupendo piatto di trippa alla lombarda con fagioli; ha ricevuto i complimenti di marito e genitori, quindi ho passato la prova alla grande direi!
I fagioli che ho utilizzato sono quelli bianchi di Spagna coltivati nella val Codera (Valtellina) che sono riuscita a trovare ad un mercatino; si possono però usare anche i borlotti, famosissimi quelli della Lomellina.

trippa alla lombarda con fagioli

La trippa alla lombarda è realizzata con il foiolo o fogliolo, e trippa ricciolotta. Il foiolo è la parte più magra della trippa (detta anche quinto quarto o ancora frattaglia), quella dell’omaso.
La sua struttura è a lamelle come fossero pieghe di un libro, e il colore è bianco; la ricciolotta invece è la parte relativa al vero e proprio stomaco del bovino, l’abomaso.
Ha una forma tipo dei nastri arricciati insieme, è più scura come colore, ed è sicuramente più grassa rispetto al foiolo; insieme però creano un piatto prelibato ed unico.
I fagioli utilizzati in questo piatto sono sicuramente fondamentali; si possono usare i borlotti ma anche i fagioli bianchi, sempre prodotti nella regione.
Mia mamma segue una ricetta che le è stata tramandata dalla nonna Gina; questo infatti è un piatto della tradizione nella mia famiglia cucinato da secoli.
Un piatto povero (mia mamma ha origini contadine) che era preparato spesso, proprio perchè le frattaglie sono sempre state economiche da acquistare…
I fagioli ognuno se li coltivava nell’orto o nelle campagne (erano ovviamente sempre a km 0), le patate idem e la salsa di pomodoro si preparava per l’inverno.
Qualche erba aromatica per profumare e…voilà.
Ecco pronto un piatto saziante, leggero e completo, povero ma ricco al contempo, tipico della tradizione contadina.

trippa alla lombarda con fagioli

Trippa alla lombarda con fagioli – Fojoeu cunt i fasoeu

Simona Milani
La trippa alla lombarda con fagioli (detta anche Fojoeu cunt i fasoeu) in questa ricetta è realizzata alla maniera della mia mamma
Preparazione 35 min
Cottura 2 h
Cottura fagioli pentola a pressione 30 min
Portata piatto unico, Portata principale, secondo piatto
Cucina Italiana, lombarda, povera, tradizionale
Porzioni 4 porzioni

Equipment

  • pentola a pressione per cuocere i fagioli

Ingredienti
  

  • 600 g foiolo
  • 200 g trippa ricciolotta
  • 250 g fagioli bianchi secchi
  • 1 foglia alloro
  • 1/2 cipolla bianca
  • 1 gamba sedano
  • 1 carota
  • 1 patata grossa
  • 30 g pancetta dolce
  • 2 cucchiai concentrato di pomodoro
  • 1 litro brodo
  • 1/2 bicchiere vino rosso
  • 1 noce burro
  • q.b olio extravergine di oliva
  • q.b sale e pepe nero

Istruzioni
 

  • La sera prima mettere a bagno i fagioli secchi e lasciarli ad ammorbidire tutta la notte (meglio se anche più di dodici ore); al mattino scolarli e lessarli, ci vorra' circa 1/2 ora in pentola a pressione, dopo il fischio.
  • Lavare le trippe e sbollentarle per alcuni minuti; scolarle e tagliare il foiolo a striscioline sottilissime, la ricciolotta in pezzi un poco più grossi.
    Pelare e lavare la patata, facendola a dadini di circa 2 cm di lato.
    In una casseruola dal fondo spesso (io ho utilizzato quella in ghisa), far rosolare l'olio e il burro con la pancetta tagliata a striscioline finissime e la cipolla, anch'essa tritata finemente.
  • Unire anche il sedano e la carota tagliati a dadini piccoli al coltello, e rosolare bene.
    Unire le due trippe, amalgamare il tutto sempre a fiamma vivace rosolando, poi sfumare col vino rosso a fiamma vivace per far evaporare l'alcool.
  • Aggiungere i dadini di patata, il concentrato di pomodoro, 1 foglia di alloro e coprire con il brodo; deve arrivare a tre quarti del contenuto.
    Salare e pepare a piacimento.
    Mettere il coperchio, abbassare un poco la fiamma ed iniziare la cottura, mescolando ogni tanto per non far attaccare al fondo; il brodo si deve asciugare un pochino, ma non troppo.
  • Dopo circa 1 ora e mezza di cottura, aggiungere i fagioli già cotti; amalgamare ed aggiungere qualche goccio di brodo se nel frattempo è diventata troppo asciutta, poi continuare la cottura per un'altra mezz'ora.
    Una volta pronta, servire ben calda accompagnata da abbondante pane per fare anche scarpetta!

Note

Mia mamma cuoce anche tutto il piatto in pentola a pressione; dopo aver soffritto e preparato il tutto come sopra, copre con il brodo e lascia andare a fiamma bassa, per un’ora dal fischio.  La trippa già cotta si può conservare in frigo se avanza anche un paio di giorni ben chiusa ermeticamente,  poi consumandola ben calda al momento.  A piacere si può anche cospargere di Parmigiano grattugiato prima di servire.
Keyword fagioli, lombardia, trippa
trippa alla lombarda con fagioli
banner lombardia L'Italia nel piatto

Qualche altra ricetta con i fagioli?!
Ecco questo risotto, tipica della zona di Pizzighettone, realizzata con i fasulin da l’oeucc, altra tipologia di legume coltivata in Lombardia

Le proposte delle altre regioni, oltre alla mia Trippa alla lombarda con fagioli:
Valle d’Aosta – Vellutata di fagioli
Piemonte – Busecca con Fasòi: Trippa e Fagioli alla Piemontese
Liguria – Trofie al pesto con patate e fagiolini
Trentino Alto Adige – Minestrone di pasta e fagioli
Veneto – Pasta e fagioli di Lamon “stellato”
Friuli Venezia Giulia –
Emilia Romagna – Seppie con piselli alla romagnola
Toscana – Caciucco di ceci
Marche – Ceci e verdure
Umbria – Pasta e lenticchie di Castelluccio di Norcia IGP
Lazio – Burger di ceci
Abruzzo – Gnocchetti con i ceci – ricetta tipica abruzzese
Molise – Calcioni molisani
Campania – Zuppa di fagioli Tondino del Sannio
Puglia – Ceci neri della Murgia con vongole
Basilicata – Pasta di Legumi il Mischiglio
Calabria – Lenticchia di Mormanno con salsiccia di Polmone
Sicilia – Pasta e ceci per San Giuseppe
Sardegna – Gnoccone di lenticchie con sugo di guanciale e scaglie di pecorino

Ringrazio le ragazze che mi hanno accolta con piacere nel gruppo, ringrazio voi che mi seguite sempre con affetto e vi ricordo anche la mia pagina Pinterest, Facebook e Istagram!
Ringrazio tutti davvero, tutti voi che in tutti questi anni non mi avete mai abbandonata e che dire…avanti sempre, mai mollare.
Nonostante le brutte notizie di questi giorni, teniamo duro e portiamo avanti queste paginette che parlano di cose buone e belle…dobbiamo pensare positivo e circondarci di tutto questo!
A presto con nuove ricettine e pensieri pasticcioni

simona

You may also like

21 commenti

sabrina 16 Marzo 2022 - 17:49

Arrivo in ritardissimo e ti chiedo perdono!
Questa trippa dev’esser davvero strepitosa ricettata con i legumi!
Mi piace molto la tua ricetta!

Rispondere
Simona Milani 17 Marzo 2022 - 10:46

Tranquilla, mi fa molto piacere che tu sia passata!
Grazie ed un abbraccio

Rispondere
Gnocchetti con i ceci: ricetta tipica abruzzese - unamericanatragliorsi 7 Marzo 2022 - 1:54

[…] Lombardia: Trippa alla lombarda con fagioli […]

Rispondere
Laura - Profumo di Sicilia 6 Marzo 2022 - 8:00

Non mangio la trippa ma la cucino spesso per la famiglia e questa ricetta voglio proprio provarla! A presto LA

Rispondere
Simona Milani 6 Marzo 2022 - 21:31

Grazie di cuore, se poi la proverai…fammi sapere 😉
Un caro saluto e buona serata

Rispondere
barbara 5 Marzo 2022 - 19:11

Benvenuta Simona, seguirò con piacere le tue ricette della tradizione. Nel nostro gruppo si imparano tante cose! Anche in Calabria la trippa va tanto e non soltanto in inverno, in estate ci sono tante sagre e la mangiamo nella pitta. Però la nostra è più rossa e poi … tanto tanto piccante.

Rispondere
Simona Milani 6 Marzo 2022 - 21:33

Grazie di cuore ancora per l’accoglienza!
Secondo me, sto vedendo che ogni regione ha la propria ricetta di trippa, sarebbe bello fare un confronto…chissà, magari prima o poi 😉
Sul piccante comunque non avevo dubbi, ehehehe…
Buona serata e buona settimana!

Rispondere
Elena 5 Marzo 2022 - 17:45

che bello averti qui tra noi, sono felicissima! poi visto le tue origini lombarde, con avi di diverse province, potrai spostarti da nord a sud (Varese-Pavia) senza problema alcuno…. complimenti per questo piatto della tradizione, molto simile alla nostra ricetta piacentina… in fondo siamo vicini di casa 😉

Rispondere
Simona Milani 6 Marzo 2022 - 21:35

Grazie mi fa davvero piacerissimo!!!
Ahahah i miei cari sono un miscuglio di province ma sempre tutti lombardi DOC eheheh 😉
P.s: ho una zia a Ziano Piacentino, comunque…il mondo è piccolo!
Un abbraccio e buona serata

Rispondere
Manu 4 Marzo 2022 - 17:20

Ciao Simona ben arrivata ad arricchire questo bellissimo progetto.
La trippa qui purtroppo si trova poco, non ne vado matta ma quando la preparo un piatto me lo gusto molto volentieri
Non avrei mai pensato di abbinarla ai fagioli, ma questo piatto della tua famiglia è talmente invitante che lo proverò sicuramente
Ciao Manu

Rispondere
Simona Milani 6 Marzo 2022 - 21:37

In merito alla trippa, confesso che ne vado poco matta pure io, ho un po’ faticato a farla, ma la felicità di mio marito nel portargliela in tavola mi ha ripagato di tutto.
In merito all’utilizzo dei fagioli in questo piatto, spesso si varia…. a volte sono i borlotti, a volte quelli bianchi, a volte quelli con l’occhio.
Grazie a voi per avermi accolta nel gruppo con tanto calore, mi fa davvero un piacere immenso e spero di essere all’altezza…ce la metterò tutta!
Buonissima serata!

Rispondere
marina 3 Marzo 2022 - 15:25

5 stars
Benvenuta nella rubrica Simona, mi fa tanto piacere che tu sia qui con noi. Che bel piatto di fagioli! anch’io in realtà non amo particolarmente la trippa ma adoro le zuppe e le minestre, specie con i legumi! E poi mi piace un sacco quando sono piatti della tradizione, secondo me sono i più buoni di tutti! Un abbraccio

Rispondere
Simona Milani 3 Marzo 2022 - 18:03

Grazie davvero di cuore, ha fatto un immenso piacere anche a me!
E sono d’accordo con te, su tutto…manteniamo le tradizioni, è un nostro patrimonio importante!
Grazie ancora per tutto e ricambio l’abbraccio 🙂

Rispondere
carla emilia 3 Marzo 2022 - 15:02

Ciao Simona benvenuta! Mi piace molto la tua ricetta, la trippa è nelle mie corde fin da piccola 😉

Rispondere
Simona Milani 3 Marzo 2022 - 18:02

Grazie di cuore, il piacere è tutto mio!
A differenza tua io non ne vado matta, ma mio marito ha fatto festa quando gliel’ho portata in tavola, ehehehe 😉
Un caro saluto

Rispondere
edvige 3 Marzo 2022 - 9:52

La trippa molto usata a Trieste ora non più tanto ma gl8 anziani la fanno spesso. Molto consumata e cin tanto formaggio e polenta. Personalmente mai piaciuta anche se una volta ho fatto le polpette di trippa. Buon piatto il tuo.passo ricetta a figlia a mio genero piace. Bu8na giornata

Rispondere
Simona Milani 3 Marzo 2022 - 18:04

Ecco vedi?! In ogni regione c’è una variante speciale che sarebbe tanto bello conoscere!
Le polpette di trippa devono essere speciali…mi hai molto incuriosito 😉
Un abbraccio carissima e grazie come sempre

Rispondere
Natalia Piciocchi 2 Marzo 2022 - 15:44

Carissima sono felice di averti con noi!!!! Sono certa che ci farai conoscere tantissime ricette della tradizione proponendole con la tua caratteristica eleganza e precisione! E infatti questo piatto di oggi non ti smentisce. Una vera delizia per gli occhi e per il palato.

Rispondere
Simona Milani 3 Marzo 2022 - 18:06

Grazie carissima, sono felice anche io di essere in questo bel gruppo, e spero davvero di esserne all’altezza…
le tue parole mi riempiono di gioia ed orgoglio.
Mi hai quasi commosso!
Grazie ancora

Rispondere
Mary Vischetti 2 Marzo 2022 - 11:58

Benvenuta nella rubrica Simo, sono davvero felicissima di averti nel gruppo! <3 Sono certa che ci regalerai tante ricette lombarde meravigliose! La tua trippa lombarda con i fagioli dev'essere strepitosa, mio marito la divorerebbe all'istante! Bravissima amica mia, come sempre!
Un grande abbraccio,
Mary

Rispondere
Simona Milani 3 Marzo 2022 - 18:07

Ahahaha amica mia, i mariti vanno pazzi per la trippa, ma com’è sta cosa?!
Regione che vai….trippa che trovi!
E che dire: sono felicissima anche io di far parte del gruppo, credimi….sono quasi emozionata <3
Ti abbraccio

Rispondere

Lascia un commento

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.