pasticci salati - primi

Spaghetti integrali ai germogli e crema di pecorino

spaghetti integrali ai germogli e crema di pecorino
image_pdfimage_print

Buon lunedì amici ed amiche, siamo finalmente in primavera, sia a livello di calendario, che a livello di temperature, di fioritura e risveglio della natura che ci circonda.
Ovunque in questi giorni sbocciano fiori, l’erba si colora di un fresco tono di verde, le giornate sono più calde e lunghe, il sole illumina tutto, e….io sono felice!
Sì, mi sento pienamente me stessa in questa stagione, sto così bene che vorrei fare mille cose, buttarmi in nuove avventure…una di queste è proprio quella di cui vi vado a parlare, e cioè la mia nuova voglia di provare a coltivare i germogli.
Sì, i germogli…da tempo ho in casa un germogliatore che mi era stato regalato ma che mai era stato utilizzato; complice la mia ultima gita alla fiera “fa’ la cosa giusta“, ho deciso di acquistare dei semini e di lanciarmi nella sperimentazione.
Questi spaghetti integrali ai germogli e crema di pecorino sono la prova che volere è potere: la Simo quando decide di lanciarsi in un progetto ci si butta a capofitto, ed ecco che la mia prima autoproduzione è stata questa, di questi favolosi piccantini e croccantissimi germogli di ravanello rosa, che hanno arricchito, colorato e caratterizzato questo primo piatto.

Germogli di ravanello rosa

Ottenere i germogli è facile e divertente…una volta che vi sarete procurati un germogliatore (ma anche no; ho visto in rete tanti modi semplici ed economici per ottenere dei germogli con tanti attrezzi da cucina che avete in casa senza dover acquistare nulla: uno scolapasta ad esempio 😉 ) e soprattutto che abbiate acquistato dei semini biologici, sarà un gioco da ragazzi..
Credetemi sarà bello osservare i vostri semini germogliare a vista d’occhio, se poi avete bambini in casa, sarà coinvolgente ed istruttivo anche per loro!
I germogli sarebbero da consumare perchè sono dei “superfood” ricchi di ottime sostanze nutritive, un concentrato di sali minerali e vitamine, praticamente…fanno parte di quella che viene definita “alimentazione viva”, perché vengono consumati al massimo della loro vitalità biologica e della loro concentrazione energetica, integri, e per questo considerati alimenti dinamici e “biogenici”.
Quindi che volere di più?!

spaghetti integrali ai germogli e crema di pecorino

Ho utilizzato come vi dicevo i germogli di ravanello (che, fra quelli che ho provato finora, son quelli che ho gradito di più in assoluto!) di un colore rosa meraviglioso, con ciuffetto verde: rappresentano secondo me proprio la primavera appena arrivata! In più ho voluto provare gli spaghetti integrali di Barilla che ho trovato nell’ultima Degustabox ricevuta…insieme a questa cremina di pecorino che li ha avvolti in maniera perfetta, il tocco croccante e piccantino dei germogli ha dato davvero quel quid in più che ha caratterizzato questo piatto.
A me è piaciuto un sacco, e credo proprio che lo rifarò molto presto!

spaghetti integrali ai germogli e crema di pecorino
Print Recipe
Spaghetti integrali ai germogli e crema di pecorino
Questi spaghetti integrali ai germogli e crema di pecorino, sono buonissimi e il tocco dei germogli croccanti in superficie rende il tutto davvero speciale!
spaghetti integrali ai germogli e crema di pecorino
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
spaghetti integrali ai germogli e crema di pecorino
Istruzioni
  1. Lavare ed asciugare delicatamente i germogli di ravanello rosa, mettendoli un attimo da parte. Preparare l'acqua di cottura degli spagnetti ed, una volta a bollore, salare e buttare gli spaghetti per cuocerli.
  2. Mentre la pasta cuoce, in una casseruolina dal fondo spesso sciogliere la noce di burro, poi aggiungere il formaggio spalmabile ed il pecorino grattugiato, amalgamando e creando, con l'aggiunta di qualche cucchiaio di acqua della pasta, una bella cremina densa, alla quale andrà aggiunto un pizzico di pepe nero macinato al momento.
  3. Scolare gli spaghetti una volta cotti al dente e condirli con la cremina di formaggio, se serve utilizzando ancora qualche cucchiaio di acqua della pasta, in modo che sia bella nappante e vellutata...una volta impiattati, cospargere con i germogli freschissimi e portare in tavola.
Recipe Notes

Se il sapore del pecorino dovesse non piacere, si può utilizzare del Parmigiano Reggiano grattugiato o del Grana Padano.

Beh, che altro dirvi se non: provateli!
E provate anche voi a sperimentare la germogliazione, son certa che vi appassionerà e troverete presto il vostro germoglio preferito che otterrete da soli con grandissima soddisfazione 😉
Ora scappo perchè ho un po’ di cose da fare e il tempo, ahimè, è sempre tiranno…
Un abbraccio a tutti e buon inizio di settimana

You Might Also Like

18 Comments

  • Reply
    Giovanna
    28 Marzo 2019 at 19:47

    I germogli piacciono tanto anche a me. Devo riprendere a farli è un sacco di tempo che non li faccio più. Gran bel piatto. Un abbraccio

    • Reply
      Simona Milani
      28 Marzo 2019 at 22:18

      Grazie di cuore cara, mi fa piacere che ti sia piaciuto il mio piattino primaverile! Un bacione

  • Reply
    Elisa Cecilia
    27 Marzo 2019 at 8:42

    WOW! Che bell’aspetto ha questo piatto. Ti sei buttata a capofitto nello sperimentare, e il risultato è stupefacente. Un piatto di spaghetti diverso dal solito. Bello colorato e appetitoso. Buona settimana. Un bacione. 🌝💕

    • Reply
      Simona Milani
      28 Marzo 2019 at 8:16

      Grazie cara, sì…sai che sperimentare mi piace sempre e devo dire che questa volta mi sono anche proprio divertita 😉
      Un bacione e buona giornata a te 🙂

  • Reply
    lapiccolaquaglia
    26 Marzo 2019 at 17:36

    Anche io adoro i germogli, mi sto appassionando ultimamente, qui non si trovano… Quindi sono tornata al vecchio metodo delle elementari dell’ovatta bagnata ahahahah questo piatto è super invitante!

    • Reply
      Simona Milani
      26 Marzo 2019 at 18:17

      Ma perfetto, guarda che in rete ci sono tante idee su come coltivarli in casa in maniera semplice e veloce, anche con un normale barattolo o uno scolapasta 😉
      prova e ti appassionerai….e poi fanno davvero tanto bene!
      Bacioni

  • Reply
    grazia
    26 Marzo 2019 at 16:38

    Come al solito prepari sempre piatti deliziosi e di facile esecuzione anche perchè sono ben spiegati e curatissimi!!
    Ho giurato per una settimana non avrei acceso il forno.
    Vediamo se ce la faccio..siamo solo a martedi!

    • Reply
      Simona Milani
      26 Marzo 2019 at 18:18

      Grazie amica mia, e che dire di te….sei bravissima!!! (secondo me una settimana senza forno per te è un’impresa impossibile ahahahahah 😉 )
      Un bacione

  • Reply
    saltandoinpadella
    26 Marzo 2019 at 9:58

    Tu sei una forza della natura SImo. Mi stupisci sempre, ora anche i germogli 🙂 sono bellissimi questi germogli, hanno un colore stupendo

    • Reply
      Simona Milani
      26 Marzo 2019 at 18:19

      ma va là, mi piace solo sperimentare cose nuove e se mi intrippo, mi ci butto a capofitto 😉
      Dovresti provarci anche tu!
      Bacione

  • Reply
    Laura De Vincentis
    25 Marzo 2019 at 22:40

    No va beh, un piatto che è uno spettacolo e si mangia con gli occhi. Il germogliatore mi manca sai? E da come ne parli mi intriga e non poco. Un bacio

    • Reply
      Simona Milani
      26 Marzo 2019 at 18:24

      Laura guarda ne ho visti parecchi anche davvero convenienti…però se posso consigliarti, prima prova con qualcosa di home made, tipo uno scolapasta o un vaso di vetro…in rete ci sono un sacco di spiegazioni su come farli germogliare utilizzando degli oggetti basici di casa 😉 se ci prendi gusto e se la cosa ti intriga, beh allora prova a prendere qualcosa di più “professionale 😉
      bacio grande a te <3

  • Reply
    Susanna
    25 Marzo 2019 at 15:08

    Ah ma questa mi mancava, cara Simo: anche dedita alla produzione di germogli. Ma sei davvero vulcanica!
    Insomma hai fatto uno spaghettino niente male, che mi ricorda le mie origini romane (“cacio & pepe”) con l’innovativa e curiosa aggiunta dei germogli. Che dire? Da provare, anche se son sicura che difficilmente mi metterò a fare coltura di germogli
    Un baciotto Susanna

    • Reply
      Simona Milani
      25 Marzo 2019 at 20:32

      beh, credimi….credevo fosse complicato, invece…è di una facilità incredibile e poi son così buoni…e fanno tanto bene!
      Beh, alla fine ho dato un tocco di prmavera ad una pasta piuttosto usuale, dai… 😉
      Baciotto

  • Reply
    antonella
    25 Marzo 2019 at 13:52

    Non ho l’abitudine di usare i germogli e non saprei tanto nemmeno dove acquistarli così freschi come quelli che hai fotografato tu. Ma il tuo piatto mi piace davvero moltissimo. Ciao.

    • Reply
      Simona Milani
      25 Marzo 2019 at 20:31

      Io li ho coltivati da sola…è facilissimo e dà tanta soddisfazione! Al supermercato so che vendono quelli di soia freschi, magari anche loro si sposano bene con questo primo piatto, chissà…
      Un caro saluto 🙂

  • Reply
    Ivana
    25 Marzo 2019 at 9:15

    Ma che buona questa pasta… ha quel “qualcosa in più”, l’ utilizzo dei germogli mi intriga moltissimo, conoscere sapori e combinazioni nuovi mi piace tantissimo….. quindi, tassativamente da fare!
    Buona settimana, ciao bella stella

    • Reply
      Simona Milani
      25 Marzo 2019 at 13:28

      Io mi sono appassionata alla loro coltivazione, è facile veloce e intrigante…poi son così buoni! E fanno un sacco di bene all’organismo…
      Provala, magari usando pasta senza glutine 😉
      Bacione e buon lunedì

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.