pasticci salati - secondi

Ossibuchi in gremolada….ricetta della tradizione lombarda per il contest di Imma…e per la Pupattola!

image_pdfimage_print
 
 
 
 

La Simo è lombarda da generazioni, ed è orgogliosa di esserlo, eheheheh!
Da sempre, in casa dei miei genitori si sono mantenute determinate tradizioni culinarie lombarde, quali il risotto “giallo”, la cassoeula preparata rigorosamente con la verza dopo la prima gelata, o i luganeghini con la polenta…o ancora questi magnifici ossibuchi da gustare rigorosamente anch’essi con polenta, che sulla mia tavola ancora adesso non manca mai…si perchè amo la polenta anche in primavera, d’estate, sempre, ecco, l’ho detto!
Questa ricetta è la mia che mi è stata tramandata dalla mamma, sinceramente credo sia quella tradizionale, mi scuso se ho omesso qualche cosa o ne ho aggiunta qualcun’altra, ma da sempre io li faccio così! (e me li pappo in tutte le stagioni…eheheh!)

Con questa ricetta mi piacerebbe partecipare al contest di Imma, in collaborazione con Illa “La perla della cucina Italiana”

 

Ecco allora la mia ricetta per 3 persone

Ingredienti:
3 begli ossibuchi di vitello
farina bianca q.b
Burro 30 gr
un pezzettino di cipolla bianca
mezzo bicchiere di vino bianco secco
la scorza di un limone biologico
prezzemolo q.b
sale pepe
1 spicchio d’aglio
brodo vegetale qualche mestolo

Preparazione:
In una casseruola mettere il burro ed aggiungerci la cipolla tritata finissimamente in modo da farla imbiondire per circa una decina di minuti.
Nel frattempo prendere delle forbici e praticare nella pellicina che avvolge gli ossibuchi dei taglietti, in modo che non si arriccino durante la cottura; batterli leggermente col batticarne e infarinarli con la farina bianca ben bene da ambo i lati.
Aggiungere al soffritto di cipolla nella casseruola gli ossibuchi e rosolarli per bene da entrambi i lati; sfumare col vino bianco, alzare la fiamma per far evaporare l’alcool.
Aggiungere il brodo ben caldo, salare e pepare e lasciar cuocere col coperchio a fiamma bassa per circa un’oretta..
Rigirateli ogni tanto per cuocere uniformemente la carne.
Se serve, aggiungete altro brodo, a me di solito ne bastano due mestoli, ma vedete voi…il sughetto di brodo, si deve restringere sino a diventare ben fluido e vellutato (questo grazie alla farina degli ossibuchi!), assolutamente non denso.
Ora preparate la gremolada:
In un tritatutto (io uso il Bimby!) mettere la scorza del limone (solo la parte gialla, mi raccomando! Io uso il pelapatate…), lo spicchio di aglio e le foglioline di prezzemolo ben lavate ed asciugate, ed azionate in modo da tritare gli ingredienti, ma attenzione, deve rimanere un trito grossolano, non finissimo (nel caso del Bimby bastano alcuni colpi di turbo)…proprio una gremolada, ecco!
Aggiungere la gremolata sopra gli ossibuchi a pochi minuti dalla fine cottura, non importa se una parte va a finire nel sughetto….
Serviteli caldissimi sopra un letto di polenta. Per me, in questo caso, la polenta istantanea della Molino Rossetto.

 
 
 
Sono divini………
Ottimi anche se abbinati ad un bel risotto alla milanese con zafferano, a del purè…insomma, fate voi!
 
Vorrei anche partecipare con questa ricetta al contest “Una ricettola per la pupattola” di Luca e Sabrina
…quale miglior tributo alla pupattola se non con una ricetta tradizionale per me?!
Alla piccola Alice Ginevra con tanto affetto…
 
Auguro a tutti una bella e buona domenica…ieri qua il tempo è stato tremendo, forti acquazzoni e vento hanno caratterizzato la giornata…e si che siamo quasi in estate, cavolo!
 
Alla prossima
08E2796ECBC9AA89D26349E6FB14FA4C 

You Might Also Like

24 Comments

  • Reply
    Luca and Sabrina
    20 Giugno 2011 at 21:19

    Simo, anche a noi piacciono tantissimo i tuoi ossobuchi, non li abbiamo mai cucinati così e siamo felici di inserire questa ricetta nel nostro contest, poi sapere che è un piatto della tradizione ce li fa apprezzare ancora di più, il senso della nostra raccolta è molto basata sul concetto del cibo che sa di casa! Grazie mille per il tuo contributo, per esserci anche tu!
    Un grosso abbraccio
    Sabrina&Luca

  • Reply
    Damiana
    20 Giugno 2011 at 19:44

    Mi sembra già di addentare quella carne umida,tenera e saporita!!Mi piace Simo,la tua cucina della tradizione è super!!
    UN bacio cara!!

  • Reply
    Mari e Fiorella
    20 Giugno 2011 at 17:13

    Anch'io non li mangio da tanto…..un bel piatto con il sapore della tradizione!!!!!!In bocca al lupo per i contest!!!!!!!

  • Reply
    Onde99
    20 Giugno 2011 at 14:57

    Non ho mai assaggiato l'ossobuco, eppure anche in Toscana si usa molto: devo rimediare, magari quando farà più fresco!

  • Reply
    Manuela e Silvia
    20 Giugno 2011 at 14:51

    Una rivisitazione che ci sembra gustossisima e molto più estiva! un pitto di carne come piace a noi, saporito e cremoso!
    complimenti!
    baci baci

  • Reply
    soleluna
    20 Giugno 2011 at 12:34

    Simo che bel inizio di post…anch'io sono fiera di essere lombarda amo la mia regione e le sue corpose ricette, la polenta poi è la ricetta must che ne dici? Questi osso buchi sono una favola..buona settimana Luisa

  • Reply
    Le ricette dell'Amore Vero
    20 Giugno 2011 at 11:42

    sono davvero deliziosi, complimenti! fanno proprio gola! un bacione!

  • Reply
    ღ Sara ღ
    20 Giugno 2011 at 11:30

    che belli questi ossi buchi! non li ho mai nè cucinati nè mangiati!! bravissima Simo!

  • Reply
    Francesca
    20 Giugno 2011 at 10:31

    passo, ma a mio papà piacerebbero molto…brava!

  • Reply
    Ely
    20 Giugno 2011 at 9:05

    evviva i Lumbard :-)))) anche io ne sono orgogliosa e li faccio spesso gli ossibuchi, d'estate o in inverno per chi ama la polenta non c'è tempo 🙂 li faccio anche con il risotto :-))) la ricetta è simile alla tua io ci aggiungo il concentrato di pomodoro 🙂 baciii

  • Reply
    Le pellegrine Artusi
    20 Giugno 2011 at 7:16

    Le ricette della tradizione familiare sono sempre le migliori. A me gli ossibuchi piacciono solo cucinati in questo modo e la tua ricetta mi pare superba!!! Baci e buona settimana

  • Reply
    pensieriepasticci
    20 Giugno 2011 at 6:01

    Grazie a tutte amiche mie!

  • Reply
    elenuccia
    19 Giugno 2011 at 22:23

    Personalmente gli ossi buchi non mi fanno impazzire…certo che però non li ho mai mangiati fatti così :))
    mi sa che questi siano super, le ricette tramandate in famiglia non sbagliano mai!

  • Reply
    Patrizia
    19 Giugno 2011 at 21:22

    Buonissimi gli ossibuchi!!! Anche la mia mamma li faceva nonostante non fosse lombarda, ma ti assicuro li faceva proprio bene!!! Assaggerei volentieri i tuoi!!! Un bacione e buona settimana…

  • Reply
    sulemaniche
    19 Giugno 2011 at 20:05

    una ricetta semplicemente splendida!

  • Reply
    dolci a ...gogo!!!
    19 Giugno 2011 at 16:12

    Tesoro mio grazie mille davvero epr aver partecipato al contest…la ricetta è davvero spettacolare perfetta per il contest!!!!bacioni,tvbbbbbbbbbb,Imma

  • Reply
    Carla
    19 Giugno 2011 at 15:27

    Ciao Simo!

    fai bene a mantenere le tradizioni familiari 🙂 e questa ricetta deve essere molto gustosa!

    qui dalle mie parti si usano molto con i piselli e pomodori (molto buoni)

    per quanto riguarda il tempo qui è caldissimo e afoso e ieri sera si è alzato un forte vento caldo da far chiudere l'ombrellone in terrazzo!

    Un bacione 🙂

  • Reply
    Aria
    19 Giugno 2011 at 15:26

    spettacolo!!!! deve essere veramente buooono!buona domenica Simo!

  • Reply
    ~*~ saskia ~*~
    19 Giugno 2011 at 13:31

    Now I am hungry!

    Have a sweet Sunday, sweet Simo xx oo xx oo

  • Reply
    Federica
    19 Giugno 2011 at 13:15

    Questo è uno dei piatti che farebbe la gioia del mio babbo, polenta compresa ^__^ Un bacione, buona domenica

  • Reply
    Susanna
    19 Giugno 2011 at 9:16

    Gustosi gli ossibuchi. Ma mai provati con la polenta, sempre e solo accompagnati al risotto.
    Si vede che ho origini romane?
    Grazie Simo e buona domenica d'estate.
    Susanna Cerere

  • Reply
    Rosetta
    19 Giugno 2011 at 9:14

    E ci credo che sono divini, a noi piacciono parecchio.
    Buona domenica
    Mandi

  • Reply
    Claudia
    19 Giugno 2011 at 8:35

    Simo!!!!! la salvo questa ricetta della tua tradizione.. Sai che… me li ha preparati Riccardo una sera.. ma a parte la cottura come la tua.. non ha fatto la gremolada!! ma è quella la parte forte! te credo.. lui è di Roma! ahahaha quindi la prossima volta glieli farò cucinare così! smack.. buona domenica 😀

  • Reply
    °Glo83°
    19 Giugno 2011 at 7:59

    buoni gli ossi buchi! è tantissimo che non li mangio, ma me ne hai fatto tornare voglia! 😉

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.