libri che ho letto/ pasticci dolci- biscotti

Di biscotti, letture e buon inizio settimana…

image_pdfimage_print
 
 
 

E così un’altra settimana è iniziata. Il week end è praticamente volato via….
Dalle belle temperature primaverili di qualche giorno fa, siamo improvvisamente ritornati al freddo, umido, pioggia…insomma al vero e proprio inverno…pazienza, d’altronde se è così che deve andare…
Oggi ho un pò di cose da raccontare. Forse qualcuno potrà trovare questo post noioso o lungo, ma oggi ho tanto da dire e quindi…pigliatevelo così, ehehehe!
Innanzitutto volevo ringraziare Sabrina e Luca che hanno pensato a me per questo piccolo meme sulla lettura, ed anche se ultimamente faccio un pò fatica a rispettare questo tipo di impegno, ho promesso che lo farò…quindi eccomi qua!

Quanti libri hai letto nel 2010?

Penso una quindicina, una ventina…sinceramente non ne ho tenuto il conto! Se poi vogliamo metterci anche i ibri di cucina…beh, allora chi lo sa??! Superiamo la quarantina!

Quanti erano romanzi e quanti no?

A questo punto i libri di cucina li escludo…si, praticamente tutti romanzi, forse qualche saggio…ma sicuramente romanzi. Anche qua devo dire che poi vado a momenti…ci sono momenti in cui prediligo delle letture più impegnative, altri in cui preferisco evadere con qualcosa di leggero e divertente…anche ridere fa bene, no??!

Il miglior libro letto?

Sinceramente non saprei, in quanto tutti, dico tutti  i libri che ho letto mi sono piaciuti. Generalmente se una lettura non mi appassiona, mollo dalla terza o quarta pagina….
Mi è piaciuto molto “la bambina con i sandali bianchi”, letto questa estate…forse ero anche in un particolare momento di relax, non so…anche quest’ultimo di cui parlerò sotto e che ho da poco terminato, mi è piaciuto tantissimo.

Il libro più brutto?

Mah, mi riallaccio al discorso di prima…se non mi attirano neanche comincio a leggerli…forse questo, che ho finito a fatica (ovviamente rimane un discorso personalissimo, eh?!) ” Il cottage sull’oceano” di Doroty Hewett

Il libro più vecchio?

Recentemente mi sono rimessa a leggere un pò la Divina Commedia…

Quello col titolo più corto?

Ohmamma…e chi se lo ricorda?..forse Luisito!! ma è stato letto nel 2009? vabbè…..

Quello col titolo più lungo?

Sinceramente non lo so….

Quanti libri hai riletto?

Solo uno l’ho riletto varie volte, lo trovo bellissimo e mi ha toccato dentro…è “cinque quarti d’arancia” di J.Harris

I libri più letti dello stesso autore quest’anno? (per me sempre il 2010…il nuovo anno è davvero appena cominciato…)

Quasi tutti di autori diversi….cerco possibilmente di leggere libri dello stesso autore con un certo distacco temporale, mi piace così.

Quanti libri scritti da autori italiani?

Sinceramente pochissimi. Forse due…

E quanti di questi libri sono stati presi in biblioteca?

Praticamente il novanta per cento….

Dei libri letti quanti erano nel formato e-book?

nessuno…adoro la cara vecchia carta, da sfogliare, toccare, annusare…

Ecco, qua avete letto un pò di me!!! Mi piacerebbe passare questo meme alla Ely e alla Lo, che so essere anche loro grandi lettrici…ragazze se vorrete farlo ne sarò felice!

 
 
…e questo è l’ultimo libro letto, che mi è piaciuto tantissimo, di cui vi parlavo sopra….
 
Ho già letto diverse cose della stessa autrice che apprezzo tantissimo…sono però letture abbastanza forti, perchè toccano spesso il tema della malattia e degli affetti famigliari, ed avendo comunque una figlia piccola, potete capire che non mi lasciano assolutamente indifferente…preferisco leggere di lei con un certo stacco temporale, per metabolizzare bene la storia (sono molto sensibile, a volte mi immedesimo e soffro io stessa con i protagonisti!).
Ecco dal sito il libraio.it la recensione:
 
 
”Le cose si rompono in continuazione. Bicchieri, piatti, unghie. Le promesse. I cuori”
Il miglior libro di Jodi Picoult insieme alla Custode di mia sorella. Un legal thriller scritto con uno stile asciutto ed elegante.
Stephen King
La bambina di vetro
Jodi Picoult
CORBACCIO, Romance

Tutti i genitori in attesa vi diranno che non vogliono un bambino perfetto, ma che vogliono un bambino sano. Anche Charlotte e Sean O’Keefe avrebbero chiesto un bambino sano, se avessero potuto scegliere.
Invece, la loro vita è fatta di preoccupazioni, di notti insonni, di conti che si accumulano, degli sguardi pietosi dei genitori «più fortunati» e, peggio ancora, di «e se…». E se la loro bambina fosse nata sana?
Ma vale la pena di affrontare tutto questo, perché Willow è perfetta, per quanto strano possa sembrare. È intelligente e carina, gentile e coraggiosa e, per avere solo cinque anni, è inaspettatamente e profondamente saggia. Willow è Willow, in salute e in malattia.
Ma quel «e se…» scava a fondo nel cuore e nella mente di Charlotte, che proprio in nome di Willow e dell’amore che ha per lei, decide di affrontare un processo contro la ginecologa che non ha diagnosticato prima la malattia della bambina: osteogenesi imperfetta, un termine asettico che descrive una fragilità ossea incompatibile con uno sviluppo e una vita «normali».
Questo significa per lei cercare risposta a una serie di domande che forse una madre non dovrebbe mai essere costretta a rivolgersi.
E se Sean e Charlotte avessero saputo prima della malattia di Willow? E se la loro amata Willow non fosse mai nata?

“Partorii poco dopo le tre del pomeriggio, ma non ti vidi più fino alle otto di sera. Ogni mezzora, Sean usciva per un aggiornamento: Stanno sottoponendola ai raggi X. Le fanno un prelievo di sangue. Pensano che potrebbe avere anche una caviglia rotta. Poi, alle sei in punto, mi portò la notizia più bella: Tipo III, annunciò. Ha sette fratture in via di guarigione e quattro nuove, ma respira bene. Distesa nel letto d’ospedale, mentre sorridevo incontenibilmente, ero certa di essere l’unica madre del Centro Nascite che si fosse mai sentita allietata da una simile notizia.”
 

 
 
…cosa c’è di meglio in una giornata uggiosa, insieme ad un buon libro che ci tiene compagnia…di una bella infornata di biscotti da sgranocchiare?
 
Oggi vi voglio regalare questi, cicciotti e dalla crosta croccante, ma leggeri, (comunque golosissimi), presi da una vecchia ricetta di Cindy, che ogni tanto faccio anche da regalare e trovo spettacolari! Ottimi anche da inzuppare, si conservano bene in scatole di latta, ammorbidendosi leggermente.
 
 
Palline con ricotta e cioccolato
 
La ricetta è presa pari pari dal blog Cindystar
 
 

Ingredienti:

350 g. di farina
1 uovo
100 g. di latte
125 g. di ricotta
200 g. di zucchero (per me questo di canna di A tutto bar)
1/2 bustina lievito
100 g. di gocce di cioccolato
1 bustina di vanillina (io non l’ho messa, ho aggiunto mezzo cucchiaino di vaniglia bourbon in polvere)
(oppure buccia di limone o arancia grattugiata)

Preparazione:
Amalgamare bene l’uovo con lo zucchero, il latte e la ricotta. Aggiungere quindi la farina, il lievito e la vanillina (o vaniglia bourbon) setacciati insieme. Alla fine aggiungere le gocce di cioccolato. Formare delle palline e disporle sulla teglia ricoperta con carta forno (io ho avuto delle difficoltà a formare delle palline perchè il composto era un po’ appiccicaticcio, per cui mi sono aiutata col cucchiaino). Lasciare in frigorifero a riposare per 30 minuti. Cuocere infine in forno a 200° per 15 minuti.
Sfornare e una volta freddi spolverare leggermente con zucchero a velo. (io non l’ho fatto!)

Perdonate il post un pò lunghetto, buon inizio settimana a tutti, magari con un bel libro, perchè no??!

Alla prossima….

You Might Also Like

30 Comments

  • Reply
    elisa
    2 marzo 2011 at 17:24

    ciao simo! questi biscotti sono bellissimiiiiiii!!!!!! li proverò di certo…mi piacerebbe dire lo stesso per il libro, ma il libro sul comodino potrebbe offendersi, se continuo a prenderlo in mano solo per spolverarlo…dai, metto in coda! grazie di tutto (ricetta, libro, quanto scritto, blog…) e complimenti per il blog, è veramente molto bello.

  • Reply
    pagnottella
    16 febbraio 2011 at 7:35

    Wè ma che bel vestitino candido indossa il tuo blog! 🙂
    starei ore a leggere pagine di libri deliziando di tanto in tanto(direi di poco in poco 😉 ) queste palline!
    Bacioni cara

  • Reply
    anna the nice
    15 febbraio 2011 at 19:36

    ciao Simo, finalmente riesco a passare da te, sempre con l'affanno, ma ci son riuscita…
    E' stato bello leggerti, a lungo, e scoprire tutte queste cose di te…
    E' stato come passare un pò di tempo insieme parlando del più e del meno, sorseggiando qualcosa di buono e parlando di noi.
    Belle e utili anche le indicazioni per i libri
    Sono stata invitata anch'io a rispondere a queste domande ma ancora non ci sono riuscita a postare le risposte.
    Biscottini da provare, ho giusto un fuscello di ricotta.
    a prestissimo
    baci
    Anna

  • Reply
    soleluna
    15 febbraio 2011 at 10:53

    Che post meraviglioso Simo..sai tradurre perfettamente in parole le emozio che provi quando leggi…questi biscotttini sono perfetti per accompagnare una la lettura di un bel libro ciao Luisa

  • Reply
    Onde99
    15 febbraio 2011 at 9:52

    L'avevo visto in biblioteca… e non ho avuto il coraggio di prenderlo. Ma, come sempre, se me lo recensisci tu, correrò il rischio lacrime…
    NB: le tue colazioni sono sempre molto speciali!

  • Reply
    Pagnottina
    14 febbraio 2011 at 20:54

    Ciao Simo agguanterei al volo questi splendidi biscotti!! 😀 Un bacio cara e a presto!

  • Reply
    pensieriepasticci
    14 febbraio 2011 at 19:56

    Grazie amici e amiche mie, le vostre parole mi hanno toccato, grazie davvero.
    Mi fa piacere riuscire a trasmettere qualcosa a qualcuno…vi mando un fortissimo abbraccio!
    E..buona lettura!
    P.s:Vero:..non vergognarti mai di quello che scrivi…sei dolcissima.

  • Reply
    Lo
    14 febbraio 2011 at 19:09

    cara Simo il tuo post un po' lunghetto è molto piacevole….ti ringrazio per il meme…lo prendo e lo lascio decantare e vediamo cosa ne esce….i tuoi biscotti sono davvero meravigliosi!!! un bacione e bella settimana

  • Reply
    Flavia
    14 febbraio 2011 at 19:07

    Questo libro l'ho inserito tempo fa nella lista dei desideri consegnata alla biblioteca, speriamo mi accontentino presto mi hai fatto tornare la voglia di leggerlo.
    Per quel che riguarda la Harris… hai ragione "Cinque quarti d'arancia" è favoloso, ma lo sono quasi tutti i suoi libri.

  • Reply
    twostella il giardino dei ciliegi
    14 febbraio 2011 at 18:55

    Bene, bene mi serviva un titolo per tuffarmi in un altro libro che mi faccia emozionare.

  • Reply
    kristel
    14 febbraio 2011 at 18:47

    Ma che carini questi biscottini! Ricotta é cioccolato insieme sono deliziosi!! baci! 🙂

  • Reply
    rebecca
    14 febbraio 2011 at 18:47

    quando si parla di libri è sempre interessante ,poi tu sei preziosa con i tuoi consigli.
    i biscotti sono super proprio golosi e belli , viene voglia di morderli…brava!abbracci abbracci
    ciao Reby

  • Reply
    Damiana
    14 febbraio 2011 at 18:08

    Mamma,queste palline ricottose sono delle delizie irresistibili,devo provare sicuramente!!
    Amo anch'io leggere tanto,è un'altra passione dove trovo sempre una gran pace!!
    UN baciotto bella Simo!!

  • Reply
    viola
    14 febbraio 2011 at 17:32

    ma cosa sono ste meraviglie? Solo a giuardarli m'è venuta una voglia incredibile di provarli! Sono stupendi….Me li segno!
    Col post precedente mi hai fatto venire talmente voglia di calamari che me li sono preparati il giorno dopo! E non è mica facile eh..io non sono un'amante del pesce, ma tu mi hai assolutaemnte convinta e così ho scoperto un piatto delizioso!
    Grazie Simo, se non ci fossi bisognerebbe inventarti 😀
    Un bacione

  • Reply
    Mammazan
    14 febbraio 2011 at 16:52

    SE dovessi rispondere a queste domande circa il numero dei libri letti in un anno,che non lo potrei quantificare…
    Praticamente ho sempre un libro tra le mani…Qualche volta mi è capitato di non riuscire ad andare oltre la leturra di un libro proprio perchè non mi piaceva lo stile dello scrittore….
    Solo una volta ho trovato orribile la traduzione delle "Due città" di Dikens , spesso dovevo rileggere la frase per capirne il senso…
    Ma i tuoi dolcetti non mi creano perplessità alcuna..lo ho amati a prima vista!!!!

  • Reply
    l'albero della carambola
    14 febbraio 2011 at 16:38

    Post delizioso, simo. E splendide le palline…amo la ricotta nei dolci…ma generalmente la metto nel ripieno: proverò questa ricetta. Mi ispira! Complimenti,
    simo

  • Reply
    letrecivette
    14 febbraio 2011 at 16:37

    ho letto tutto!
    Complimenti dalla A alla Zeta per ciò che fai e sei!
    Monica

  • Reply
    Vero
    14 febbraio 2011 at 16:17

    Complimenti per il post! io abbandono impunemente un libro se non mi piace (la vita già ci obbliga a fare cose che non ci piacciono, non vale la pena crearsene altre!) il libro che suggerisci deve essere meraviglioso, ma sono troppo emotivamente fragile in questo momento per poterlo affrontare…
    (mi vergogno quasi di quanto scritto…)
    un bacio
    Vero
    ps
    i biscotti ti sono riusciti perfettamente!

  • Reply
    dario
    14 febbraio 2011 at 15:40

    ciaoooo Simo!!!!
    scusa la mia latitanza, ma sono davvero incasinato in questo periodo!!!
    i biscotti ti sono venuti benissimo!!!
    tanti auguroni di S. Valentino a Tutti voi!
    baci

  • Reply
    Giovanna
    14 febbraio 2011 at 12:45

    Simo, mi sembra la giornata ideale per "biscottare", è grigio, è umido, il forno acceso riscalda, i biscotti col loro profumino, sono ancora più allettanti.
    Ottimi i tuoi biscotti.

    Baci Giovanna

  • Reply
    valerioscialla
    14 febbraio 2011 at 11:58

    molto buoni i dolcetti che hai preparato!!! Complimenti per la bella ricetta

  • Reply
    Ely
    14 febbraio 2011 at 11:57

    il libro sembra davvero interessante e ci provo Simo giuro che ci provo ma ad alcune domande mica sò rispondere sai? biscotti meravigliosi e aiutano a cominciare bene la settimana!
    ti chiamo dopo! baci Ely

  • Reply
    Claudia
    14 febbraio 2011 at 11:19

    Ciao Simo che bel post oggi!!!!! ottimi anche i biscottini.. adatti per oggi!! bacioni e buon San Valentino!!!

  • Reply
    Cey
    14 febbraio 2011 at 10:58

    I post con consigli sulla lettura sono sempre graditi =)

  • Reply
    Cristina
    14 febbraio 2011 at 10:15

    Mi hai fatto venir voglia di leggere quel libro, e i biscotti sono superbi.
    barava e buona settimana

  • Reply
    marifra79
    14 febbraio 2011 at 9:45

    Carissima che buoni devono essere i biscotti… che gran voglia di prendere in mano un libro e iniziare a leggerlo, è da troppo tempo che non lo faccio! Dev'essere bellissimo, segno il titolo
    Un abbraccio e buona settimana

  • Reply
    Federica
    14 febbraio 2011 at 9:44

    ciao carissima!è sempre un piacere leggerti!!!!!!!!!deliziosi questi biscottini!baci!

  • Reply
    Federica
    14 febbraio 2011 at 8:56

    Questi biscotti devono essere buonissimi. Mi sembrano di quelli belli inzupposi e il tocco goloso delle gocce di cioccolato li rende super. Un bacio, buona settimana

  • Reply
    dolci a ...gogo!!!
    14 febbraio 2011 at 8:49

    bellisimo post simo ricco di emozioni come solo tu sai raccontare attraverso i libri che leggi e poi nn ci dimentichiamo del dolcetto meraviglioso!!baci imma

  • Reply
    I fiori di loto
    14 febbraio 2011 at 8:42

    Che lungo questo post … ma l'ho letto tutto 🙂 .
    Carino il libro ma non so se avrei il coraggio di leggerlo. Mi commuovo facilmente.
    e buonissimi questi biscottini, sono proprio uno tira l'altro…

  • Leave a Reply