libri in cucina/ Pasticci di frutta e verdura

Patè di funghi misti

Patè di funghi misti
image_pdfimage_print

Questo patè di funghi misti è facilissimo da realizzare; saporito e versatile, è perfetto da servire come antipasto accompagnato da crostini, ma anche utilizzato come condimento di una pasta speciale!

Buongiorno amici ed amiche, innanzitutto buon lunedì…lo scorso, è stato un fine settimana difficile, caratterizzato dal maltempo e da tante tragedie successe a causa delle avversità climatiche.
Avrete sentito tutti i tg, e letto i quotidiani…io sono senza parole, questo clima sta diventando sempre più devastante.; ormai ogni volta che piove c’è da aver paura.
MI stringo intorno alle persone che stanno avendo grossi disagi: a loro va tutto il mio affetto e appoggio, per quel che posso.
Ieri avrei voluto scrivere il post per poterlo pubblicare prima, ma un terribile raffreddore mi sta mettendo k.o; rare volte sono stata così male (sarà anche l’età che avanza, ahahaha!) sta di fatto che anche stare al pc mi è stato impossibile, per il forte mal di testa e male agli occhi.
Arrivo quindi adesso, regalandovi una piccola ricettina sempre tratta dal bellissimo libro di Barbara Torresan “La cucina del bosco”, che io ed Ely vi avevamo mostrato nello scorso appuntamento con la rubrica “Libri in cucina“.
E’ una ricetta, questa del patè di funghi misti, come spiego nel sottotitolo, semplicissima da realizzare, ma che, son certa, vi conquisterà; è versatile e perfetta da servire in varie circostanze….
Ottima come patè vero e proprio, da servire in un antipasto o in un brunch insieme a tanto buon pane tostato, crostini o grissini da intingerci in allegria.
O ancora da utilizzare come cremosissimo e profumato condimento per una pasta avvolgente (magari dei fusilli o similari).
O ancora come condimento a scaloppine di vitello o pollo, carni delicate che hanno bisogno di un tocco di sapore…lascio a voi, con la fantasia, la possibilità di cercare ancora nuovi abbinamenti.
Per non parlare del fatto che potete conservare questo patè in vasetti ermetici per poterlo regalare, perchè no, magari in prossimità delle prossime feste…

Avevo dei freschissimi funghi pioppini e qualche cardoncello, quindi pensavo di utilizzare solo quelli; poi in realtà non mi bastavano, così ci ho aggiunto degli champignons che a casa mia vanno sempre alla grande.
La ricetta originale prevedeva dei porcini, devo però dire che il patè mi è venuto ugualmente buonissimo e delicato…da rifare quanto prima!
Voglio precisare che questa ricetta è priva di grassi animali, quindi la dedico alla mia amica Laura ed a tutti coloro che sono vegani e vegetariani.

Print Recipe
Patè di funghi
Questo patè di funghi è facilissimo da realizzare; saporito e versatile, è perfetto da servire come antipasto accompagnato da crostini, ma anche utilizzato come condimento di una pasta speciale!
Patè di funghi misti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
vasetti
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
vasetti
Ingredienti
Patè di funghi misti
Istruzioni
  1. Far cuocere le lenticchie nel brodo vegetale, scolarle e lasciarle raffreddare; nel frattempo in una casseruola mettere un filo d'olio, rosolare gli scalogni tritati finemente insieme allo spicchio d'aglio (che poi io ho eliminato, ma è possibile anche lasciarlo).
  2. Aggiungere i funghi ben lavati ed affettati al soffritto di scalogni, facendo cuocere a fiamma vivace, mescolando in modo da far evaporare l'acqua formatasi. Unire le lenticchie, le foglioline di timo, la noce moscata, il sale e il pepe a piacere. Una volta cotto il tutto, spegnere la fiamma e lasciar intiepidire.
  3. Versare il tutto in un blender ( o è possibile anche usare il frullatore ad immersione ) e tritare in modo da ottenere un bel patè morbido e vellutato. A questo punto è pronto per essere servito in tavola.
  4. Se invece vorrete conservarlo o regalarlo, riempite dei vasetti precedentemente sterilizzati in acqua bollente, battendo leggermente sul piano da lavoro per far fuoriuscire eventuali bolle d'aria. Coprite con olio a crudo e conservate in frigo per una settimana al massimo.
Recipe Notes

Ricetta tratta dal Libro "La cucina del bosco di Barbara Torresan, Gribaudo edit. con qualche mia piccola variazione.

Provatela e vi conquisterà!
A noi è piaciuto moltissimo e ringrazio davvero Barbara perchè questo libro è davvero speciale, tutte le sue ricette sono replicabilissime e gustose: nella lista dei regali di Natale (auto-regali of course) ne ho messi altri due suoi 😉 …
Poi ve ne parlerò, spero presto anche con Ely, mia compagna in questa avventura di libri e cucina, alla quale va il mio abbraccio e tutto il mio sostegno in questo momento di difficoltà del suo papà.
Io vi saluto, scappo a fare l’aerosol e vi dò appuntamento alla prossima ricettina pasticicona!
A prestissimo

simona

You Might Also Like

19 Comments

  • Reply
    Ivana
    2 Dicembre 2019 at 11:12

    Cara la mia Simo, questa idea te la “rubo” e la farò per Natale, ho già un’ideuzza su come utilizzarla, è molto versatile e si presta a diverse preparazioni, ma grazieeeeeeeeeee

  • Reply
    Susanna
    27 Novembre 2019 at 15:44

    Uhmmm ma che bontà, cara Simo! Dev’essere una vera prelibatezza questa crema di funghi.
    Un abbraccio Susanna

    • Reply
      Simona Milani
      27 Novembre 2019 at 21:03

      questa è da provare amica mia….se ti piacciono i funghi, ti consiglio di farci un pensierino!
      Un abbraccio grande grande

  • Reply
    notedicioccolato
    26 Novembre 2019 at 18:52

    che spettacolo quei pioppini 🙂 trovarli da queste parti! questo paté è una chicca irresistibile, da non smettere di spalmare fetta dopo fetta. un bacione, buona serata

    • Reply
      Simona Milani
      26 Novembre 2019 at 19:45

      Hai proprio ragione, è irresistibile…io che vado matta per i funghi, me ne faccio scorpacciate…
      Provalo amica mia!
      Un bacio grande e buonissima serata <3

  • Reply
    SABRINA RABBIA
    26 Novembre 2019 at 17:43

    sono ghiottissima di queste cremine, quando inizio a gustarle non mi fermo piu’, penso che la faro’ quanto prima, grazie. Baci Sabry

    • Reply
      Simona Milani
      26 Novembre 2019 at 19:45

      io esattamente come te mia cara! 😉
      Provala e poi dimmi…. 😉
      Un bacione

  • Reply
    saltandoinpadella
    26 Novembre 2019 at 15:49

    Questo per me è proprio pericolosissimo. Alle cremine da spalmare sul pane non so resistere. Se poi sono anche leggere, e sane come questa non ho proprio limiti 😀

    • Reply
      Simona Milani
      26 Novembre 2019 at 19:46

      Pericolosissimo veramente…da non smettere di mangiarselo!
      A noi è piaciuto un sacco ma anche come condimento per la pasta….mmmmmm!!!!
      bacione

  • Reply
    carmen
    26 Novembre 2019 at 10:24

    Ciao Simo, che bella ricettina e come sempre che belle foto! Mi unisco a te nell’abbraccio alle persone che stanno subendo disagi a causa del mal tempo. Ogni volta che piove c’è da temere! Mi raccomando, rimettiti dal raffreddore: anche io quest’autunno ne ho avuto uno devastante!
    Un bacio

    • Reply
      Simona Milani
      26 Novembre 2019 at 10:29

      Grazie di cuore cara, per tutto <3
      Ti mando un abbraccio grandissimo 🙂

  • Reply
    tizi
    26 Novembre 2019 at 8:46

    molto originale questa ricetta… e anche bilanciata dal punto di vista nutrizionale dato che come hai fatto giustamente notare non ci sono grassi animali e ci sono, invece, le lenticchie che sono buone, sane e che io non mangio spesso quanto vorrei! assolutamente da provare 😉
    grazie simo!

    • Reply
      Simona Milani
      26 Novembre 2019 at 10:30

      Esatto, mi è piaciuta proprio per quello…ti consiglio il libro di Barbara, è bellissimo e ci sono un mare di idee fantastiche!
      Grazie per le tue belle parole, un bacione grande e ti aspetto sempre su questi schermi 😉

  • Reply
    Elisa Cecilia
    25 Novembre 2019 at 17:43

    Ciao Simo, mi unisco a te nell’abbraccio a chi sta subendo disagi altissimi per il maltempo. 🙏 mi piace il paté e questo con in funghi deve essere di una golosità unica. 😋 Mi dispiace che stai lottando con i malesseri di stagione. Sono tremendi. Metticela tutta e guarisci in fretta. Buon inizio settimana. Un grande abbraccio. 💕

    • Reply
      Simona Milani
      26 Novembre 2019 at 8:21

      Guarda, ieri ho avuto una brutta ricaduta, son stata malissimo, ma non mollo, ovviamente!
      Questo patè è buonissimo ed anche facilissimo da fare, provalo e vedrai che goduria…io ci ho immerso non so quanto grissini, ehm… 😉
      Bacione

  • Reply
    Daniela
    25 Novembre 2019 at 15:24

    Qua stiamo attendendo la piena del Po e stiamo tutti incrociando le dita. Abbiamo già le nostre splendide vallate martoriate da frane e smottamenti. Speriamo che finisca tutto questo tempaccio, ma le previsioni non promettono nulla di buono, purtroppo!
    Questo patè mi piace tantissimo e dopo il pesto di carote che ha avuto un grande successo in casa mia, credo che proverò anche questo 😉
    Un bacione e buona settimana

    • Reply
      Simona Milani
      26 Novembre 2019 at 8:22

      Mamma mia, davvero…ogni regione è martoriata a modo suo…speriamo che ci dia un po’ di tregua questo tempo pazzo.
      Devi assolutamente provare questo patè, ti assicuro che è davvero irresistibile e una volta provato, lo rifarai ancora e ancora….te lo dico perchè io ho fatto proprio così!
      Un abbraccio grande ed incrociamo le dita…

  • Reply
    ipasticciditerry
    25 Novembre 2019 at 14:12

    Quanto mi piace questa salsa … sarà che amo i funghi ma la mangerei anche adesso, che ho appena finito di mangiare! Brava. Mannaggia Simo, con questo tempo da schifo, il minimo è avere il raffreddore 🙁 Un abbraccio grande e spero ti possa rimettere in fretta.

    • Reply
      Simona Milani
      25 Novembre 2019 at 14:45

      Grazie di cuore cara, spero di riprendermi presto perchè la voglia di fare se ne è andata ahimè…
      Un abbarccio e prova questo patè….vedrai che delizia!
      Un bacione e buona settimana anche a te <3

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.