pasticci salati - primi

La mia prima cenetta per lui…….

image_pdfimage_print
…mi sono sposata molto giovane, avevo 23 anni e correva l’anno 1991….lui ne aveva 25 e fino ad allora avevamo vissuto entrambi in famiglia con i nostri genitori…
 
Prima del fatidico sì, non mi era mai capitato di dover cucinare qualcosa per lui…e per la verità non mi era capitato di farlo proprio per nessun altro, eheheheheh…
 
..infatti, di ritorno dal viaggio di nozze…zac! Ecco che inizia per me il periodo più difficile…quello infatti, dove devo iniziare ad essere una brava mogliettina-padrona-di-casa…arghhh….
 
All’inizio non è stato facile. Proprio per niente!
 
Partita con le buone intenzioni, comprando giornali di cucina a tutto spiano da leggere durante il tragitto casa-lavoro e viceversa, qualche incidente di percorso si è verificato….
 
…mi ricordo ad esempio una pasta all’amatriciana talmente pepata che è stato necessario e doveroso l’abbandono dopo qualche forchettata…oppure il pesce talmente bruciacchiato (mi ero dimenticata di puntare il timer del forno…eh, suvvia, capita…!!!) che è finito direttamente in pattumiera senza passare neppure dalla tavola……..
 
Beh, però, finalmente…un bel giorno…ecco!
Ecco finalmente la “prima vera cenetta ben riuscita per lui”….
 
…ho preparato questo piattino….(di una semplicità mostruosa, direte voi)…ma mi era davvero venuto bene, saporito al punto giusto, tanto che il mio maritino (allora era davvero “ino”!! Un giovincello venticinquenne, hihihihihi…..) mi ha stretto la mano e mi ha fatto i complimenti……Ah l’amoreeeeeeee…..
Cavatelli ai broccoletti
 
Ingredienti per 2 persone:
 
170 gr.circa di pasta formato cavatelli o similare
 
1 cima di broccolo verde
 
olio d’oliva
 
sale – pepe
 
1 spicchio d’aglio
 
pancetta dolce a dadini
 
pecorino grattuggiato
 
Preparazione:
 
Ho sbollentato per qualche minuto in una pentola con dell’acqua salata le cimette di broccolo, ho scolato e lasciato un attimo da parte.
 
Nel frattempo ho messo a bollire dell’altra acqua salata per la cottura dei cavatelli.
 
Ho messo sul fuoco una capace padella antiaderente con dell’olio d’oliva ed uno spicchio d’aglio che ho rosolato per bene e poi eliminato: a questo punto ho aggiunto i dadini di pancetta ed ho continuato a soffriggerli leggermente…
 
…ho infine aggiunto le cime di broccoli, ho salato e pepato ed ho continuato la cottura per una decina circa di minuti,aggiungendo solo qualche cucchiaiata di acqua della pasta.
 
Nel frattempo, al bollore dell’acqua, ho messo a cuocere i cavatelli…una volta cotti ben al dente, li ho scolati e aggiunti nella padella del condimento con i broccoletti e la pancetta…fatto saltare per qualche minuto, aggiunto un pò di pecorino grattuggiato per la mantecatura e…voilà!
 
Serviti in tavola…….
 

….ancora oggi li preparo…come una volta, eheheheh…..solo per lui e me…che romantica…
…no….. è solo perchè la figliola non ama questa verdura!!!!!
…..qualche volta, aggiungo anche un pizzico di peperoncino…
 
Elga…..sono ancora in tempo a partecipare alla tua raccolta? Un bacio!

You Might Also Like

32 Comments

  • Reply
    Ade
    10 Febbraio 2009 at 18:40

    Ottimi i cavatelli!!! L’aspetto è super buono
    Che ricordi leggere il racconto delle tue prime esperienze in cucina .. considerando che io ho lasciato casa alla piccola e immatura età di 32 anni. Puoi immaginare che caos dover iniziare a fare la donnina conoscendo ben poco la cucina.
    Il mio piatto bomba (povero marito mio non ce la fa più) per tempo e facilità sono le Trofie al pesto con patata lessa. Proverò a fargli i Cavatelli ai broccoletti. Chissà!!! La ricetta sembra semplicissima
    Ciao
    Torna a trovarci.
    Le sorelle matassine

  • Reply
    le pupille gustative
    9 Febbraio 2009 at 15:13

    Ciao SImo, bello il tuo racconto, che teneri, eri davvero giovanissima quando ti sei sposata! E che bella questa pasta, sono certa che è rimasta nel vostro cuore…ci sono ricette che hanno radici porprio lì! Un abbraccio

  • Reply
    tarta
    9 Febbraio 2009 at 13:15

    Grande poetessa si ^___^
    brava clap clap
    e anche per la prima cena …. niente male
    io non ricordo nemmeno cosa gli ho cucinato

  • Reply
    Camomilla
    9 Febbraio 2009 at 13:10

    Ti capisco, io cucinavo già prima della convivenza, ma per lo più dolci e primi piatti… quando ho dovuto pensare ai secondi lì sì che sono stati dolori!
    Ottimi i tuoi cavatelli, un bacione!

  • Reply
    Giovanna
    9 Febbraio 2009 at 12:44

    Buonissimi! Anch’io li faccio spesso, però non aggiungo la pancetta. Baci e buona giornata.

  • Reply
    essenza di vaniglia
    9 Febbraio 2009 at 9:56

    Che tenerezza la tua storia! Si, a 23 anni eri davvero molto, molto giovane!
    Buoni i cavatelli con i broccoli e la pancetta!
    un bacione!

  • Reply
    Claudia
    9 Febbraio 2009 at 9:00

    Che bella storia dai!!!! comunque nessuno nasce imparato.. e dal tuo piatto vedo che non ci hai messo tanto! :-)))) un bacione

  • Reply
    Mariarita
    9 Febbraio 2009 at 8:27

    Che meraviglia di racconto!!!
    La ricetta che hai fatto è deliziosa.
    Le mie cavie sono stati invece i miei genitori…
    Cucino da quando avevo 13 anni.
    (mamma lavorava più di 8 ore)
    Baciuz
    Mariarita

  • Reply
    pensieriepasticci
    9 Febbraio 2009 at 8:20

    Grazie grazie e tutti…provatela, semplice, rustica, buonissima!
    E adesso che l’ho conquistato…speriamo riesca a tenermelo ben stretto, eheheheh!!!
    Manuela: sto meglio, direi completamente guarita ormai…ma che mazzata!La mia era quella gastrointestinale…arghhhh

    Bacione e buon lunedì a tutti!!!!!!!

  • Reply
    Manuela
    9 Febbraio 2009 at 8:12

    ma che bel post … come va con l’influenza? io molto meglio anche se sono ancora un pochino raffreddata ed ho la testa in bambola, sono un po’ fuori dal pianeta, ma almeno oggi c’è il sole!
    Manuela

  • Reply
    Mirtilla
    9 Febbraio 2009 at 7:38

    che meraviglia mamma mia!!

  • Reply
    NIGHTFAIRY
    9 Febbraio 2009 at 7:04

    Che fortunatooo..io avrei fatto il bis, tris, quatris..deliziosa!

  • Reply
    Rossa di Sera
    9 Febbraio 2009 at 0:58

    Ma guarda però che brava “autodidatta” che sei! Complimenti, un piattino proprio stuzzicante!

  • Reply
    twostella il giardino dei ciliegi
    8 Febbraio 2009 at 20:35

    Mica si nasce “imparati”! E poi l’amore è una grande fonte d’ispirazione 🙂 Bravissima!

  • Reply
    princicci
    8 Febbraio 2009 at 17:16

    io e i broccoli siamo moooooooooolto in sintonia!!!!!che bel piatto saporito e pieno d’amore……..un abbraccio claudia

  • Reply
    andrea matranga
    8 Febbraio 2009 at 16:44

    da quel momento sicuramente non ti ha più lasciato.sei fantastica.

  • Reply
    Antonella
    8 Febbraio 2009 at 15:58

    Buonissimi questi cavatelli!
    Simoooo…io una volta sono stata capace di bruciare il minestrone!!! :-X 😀

  • Reply
    Lo
    8 Febbraio 2009 at 14:29

    eheh la prima cenaaaaaaa…ma sei stata bravissima!!! e poi è davvero buona…mi sa che con quel pizzico di peperoncino la provo anche io!

  • Reply
    manu e silvia
    8 Febbraio 2009 at 13:50

    Insomma sei diventata sempre più brava con il tempo..e solo per preparare dei bei pranzetti per lui!
    come inizio questa pasta ci sembra davvero perfetta: innanzitutto non è così semplice come dici (bisogna pur prepararli i broccoli no??) e poi sicuramente c’è il tuo tocco pernonale nell’abbinamento con pancetta e formaggio!
    insomma…secondo noi te l’eri cavata alla grande!!
    Insolita la reazione di tuo marito…aveva proprio apprezzato!!
    un bacione

  • Reply
    dario
    8 Febbraio 2009 at 13:09

    sarà semplice…. ma non di meno buonissima!!!!!!!!
    da noi si mangia quasi tutte le settimane!!!!!!
    un abbraccio e buona domenica!!!!!

  • Reply
    dario
    8 Febbraio 2009 at 13:09

    sarà semplice…. ma non di meno buonissima!!!!!!!!
    da noi si mangia quasi tutte le settimane!!!!!!
    un abbraccio e buona domenica!!!!!

  • Reply
    Fiofiò
    8 Febbraio 2009 at 11:56

    Ciao Simo 🙂 lo sai che questo è il mio piatto preferito???? Ihihih

    Un bacione

  • Reply
    ღ Sara ღ
    8 Febbraio 2009 at 10:17

    che delizia questo piatto!!! maritino fortunato!!!

    bacini e buona domenica!

  • Reply
    Maya
    8 Febbraio 2009 at 9:58

    eheheh! a questo piatto non poteva dire niete tuo marito!!!Bacio

  • Reply
    Romy
    8 Febbraio 2009 at 9:47

    Ci credo che tuo marito ti ha stretto la mano….con un piattino così, chi non sarebbe rimasto ammaliato? Buona domenica, cara Simo! 🙂

  • Reply
    pensieriepasticci
    8 Febbraio 2009 at 8:28

    Che bello sapere che sono in compagnia, eheheheh! ragassuole però tutte abbiam recuperato alla grande, vero??!
    Un bacione e buona domenica!
    Elga…grazie!

  • Reply
    Elga
    8 Febbraio 2009 at 7:45

    Simo, hai azzeccato in pieno lo spirito della raccolta:))Grazie mille!

  • Reply
    Mammazan
    7 Febbraio 2009 at 23:17

    Come ti capisco!!
    Io mi sono sposata a 31 anni e non sapevo neanche cuocere le patate…ma poi ho recuperato!!!
    Ho fatto l’Amor polenta!!
    Lo posterò la settimana prossima!
    baci

  • Reply
    IL Cielo di Praga
    7 Febbraio 2009 at 23:09

    è stupendo conciliare amore e cucina….un connubio eccezionale!!!bravissima.buona domenica

  • Reply
    unika
    7 Febbraio 2009 at 23:06

    che bella ricettina…mi hai fatto ricordare la prima pasta e ceci che ho preparato…a vederla era deliziosa….io ero felicissima…ma…dopo qualche forchettatat abbiamo dovuto proprio rinunciare…era salata da morire:-) grazie per avermi votato
    Annamaria

  • Reply
    L'Antro dell'Alchimista
    7 Febbraio 2009 at 22:58

    Ma è una bella ricettina sfiziosa???? E chi l’ha detto che le cose complicate sono le più buone? Dove li lasciamo gli splendidi sapori semplici che creano vere e proprie cenette da re????
    Cmq io malgrado sia ormai alla soglia dei 40 e con due mariti (uno ex uno in essere) buone forchette all’attivo ti dirò in tutta verità che mi capita di spatasciare ancora ad oggi! eheheheh
    Buona serata Laura

  • Reply
    ines
    7 Febbraio 2009 at 21:21

    cara, sapessi io quanti pasticci ho fatto appena sposata, 30 anni fa? Per due persone ho buttato a cuocere un chilo di riso, ne ho avuto per tutto il paese. Non parliamo poi delle mutande di mio marito tutte rosa. Comunque piano piano sono migliorata, con l’esperienza si impara tanto. ciao ciao buona domenica

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.