Il giro del mondo coi dolci alle mele/ Pasticci di frutta e verdura/ pasticci dolci - muffins e dolcetti

Mele in crosta alla giapponese (Ki ni naru ringo)

mele in crosta alla giapponese

Le mele in crosta alla giapponese sono dolci tipici della prefettura di Aomori: un croccante scrigno di pasta contenente una dolcissima mela ripiena.

Buongiorno amici ed amiche, spero stiate bene…
Come ogni giorno 20 del mese, rieccoci qui con un interessante e goloso appuntamento!
Eh sì, ogni mese questa bella rubrica de “il giro del mondo con i dolci alle mele” ci porta a scoprire ricette che magari neppure avremmo mai immaginato….
Ogni volta infatti, io e le mie compagne d’avventura, Miria e Mary, andiamo alla ricerca dei modi più diversi per cucinare dolci speciali a base di mela, scoprendo sempre nuove e belle tradizioni del nostro bel pianeta.
L’oriente mi ha sempre affascinata ed incuriosita; ho avuto davvero poche possibilità di visitare questa parte di mondo, ma dove posso mi piace approfondire qualcosa della sua cultura attraverso letture, documentari, video…
Così, facendo le mie ricerche in rete, è saltata fuori questa ricetta che ho visto su un bellissimo sito che si chiama “pasticceria asiatica“(che ringrazio!), dove ho trovato un sacco di interessanti ricette; tra le tante, anche questa giapponese, che mi ha immediatamente colpita.
L’idea di coprire la mela con un bello scrigno di pasta croccante non è nuova; questa ricetta però, è diversa da tutte le solite che avevo visto prima d’ora: mi ha incuriosita e detto fatto, la mostro anche a voi!
Quindi, ecco a voi le “mele in crosta alla giapponese” o Ki ni naru ringo…siete pronti a preparale con me?!

Dalle notizie che ho reperito in rete, mi risulta che questo dolce, da loro definito come torta di mele intera, ha ricevuto la medaglia d’oro alla ventiquattresima Mostra nazionale dei dolci, ed è un tipico souvenir di Aomori, nel nord del Giappone.
Viene utilizzata la mela Fuji, che è il prodotto di punta della regione; da questa prefettura arrivano circa la metà di tutte le mele coltivate nell’intero paese.
La stagione della raccolta della frutta inizia intorno ad agosto di ogni anno; visitando Aomori in primavera per il Sakura, è possibile trovare oltre a succhi e mele fresche , come regalo o souvenir proprio questo dolce, il Ki ni naru ringo.

Notizie reperite qui e qui

Print Recipe
Mele in crosta alla giapponese (Ki ni naru ringo)
Le mele in crosta alla giapponese sono dolci tipici della prefettura di Aomori: un croccante scrigno di pasta contenente una dolcissima mela ripiena.
mele in crosta alla giapponese
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 40 minuti
Tempo Passivo 12 ore
Porzioni
mele
Ingredienti
Per le mele
Per la crosta
Per il ripieno
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 40 minuti
Tempo Passivo 12 ore
Porzioni
mele
Ingredienti
Per le mele
Per la crosta
Per il ripieno
mele in crosta alla giapponese
Istruzioni
  1. Preparare lo sciroppo di zucchero: mettere in un pentolino antiaderente l'acqua e lo zucchero, accendere la fiamma e portare ad ebollizione. Mescolare e restringere per alcuni minuti, poi spegnere la fiamma. Lavare ed asciugare le mele; con un levatorsoli, detorsolarle, poi sbucciarle e metterle in una ciotola; versarci sopra lo sciroppo bollente fino a coprirle, tutte.
  2. Far raffreddare, poi coprire con pellicola e lasciar macerare per 12 ore (una notte). Mentre le mele restano a mollo nello sciroppo, preparare la pasta per avvolgerle; tagliare il burro a pezzettini molto piccoli, unirlo alla farina, all’acqua, al sale ed al lievito, ed impastare in planetaria (o a mano). Formare un panetto, avvolgerlo in pellicola e farlo raffreddare in frigo.
  3. Dopo le ore di macerazione, scolare le mele dal liquido ed asciugarle un pochino con carta da cucina (il liquido avanzato potrebbe essere utilizzato come bagna per dolci o per irrorare una macedonia...).
  4. Dividere la pasta in tre porzioni, stendere la prima con il mattarello formando un cerchio, ad uno spessore di circa mezzo cm; spolverizzarla con della cannella, in quantità a piacere. Adagiare la mela nel centro e riempire la cavità con il pandispagna, premendo bene (servirà ad assorbire il liquido in eccesso), richiudere poi la pasta intorno alla mela e rimuoverne l'eccedenza.
  5. Girare la mela lasciando la parte chiusa nel fondo ed adagiarla su una teglia ricoperta di carta forno; formare con l'eccesso di pasta delle piccole foglioline o decorazioni per abbellire la superficie. Proseguire allo stesso modo con le altre due mele, spennellandole poi tutte con l'uovo sbattuto prima di infornarle.
  6. Infornare e cuocere in forno pre-riscaldato a 180° con funzione statica per circa 40 minuti; la pasta deve diventare ben croccante e dorata. Le mele in crosta sono ottime mangiate calde ma anche a temperatura ambiente; si conservano per 1 giorno, in luogo fresco ma non umido, dentro ad un contenitore ermetico ben chiuso.
Recipe Notes

Ringrazio il sito Pasticceria asiatica per la ricetta

Come sempre potrete trovare tutte le ricette pubblicate finora cliccando sul banner a lato destro del blog che riporta l’immagine che vedete qui sotto, quella del “Giro del mondo con i dolci alle mele“.

il giro del mondo con i dolci alle mele

Questo mese Miria ci porterà in America con la tradizionale Apple Pie, Mary invece in Israele, con la Torta di mele israeliana

Mi raccomando, passate a fare un giretto anche da loro!

Noi tutte vi diamo appuntamento al mese prossimo con altre idee golose e dolcissime, nel frattempo io colgo l’occasione per augurarvi una giornata serena, e con tanta salute….ve lo auguro di cuore!
A prestissimo

simona

You Might Also Like

18 Comments

  • Reply
    Miria
    19 Aprile 2020 at 16:00

    Simo, che capolavoro, sono bellissime e immagino anche la bontà di queste mele, immagino il sapore del ripieno, che assorbe tutti succhi della mela.
    Un bacione.

    Miria

    • Reply
      Simona Milani
      20 Aprile 2020 at 10:41

      E’ stata davvero una dolce scoperta questo dolce, comunque sia sì, le rifarò, a noi son piaciute un sacco!
      Un abbraccio amica mia e grazie

  • Reply
    CLAUDIA
    23 Marzo 2020 at 11:25

    Mai sentita una ricetta simile.. ma che novità.. immagino che bontà! Si presenta pure benissimo! Ti abbraccio forte forte mia cara..

  • Reply
    Mary Vischetti
    20 Marzo 2020 at 21:46

    Che delizia questa ricetta Simo, mi piace tantissimo! Trovo che queste mele siano anche elegantissime! Bravissima amica mia!
    Baci,
    Mary

  • Reply
    edvige
    20 Marzo 2020 at 17:12

    Buona ma purtroppo troppo zucchero per me la passo a figlia. Buon pomeriggio e fine settimana. Attenta mi raccomando

    • Reply
      Simona Milani
      20 Marzo 2020 at 18:23

      Mangiatela con gli occhi allora 😉
      Buon pomeriggio e buon fine settimana a te <3

  • Reply
    zia Consu
    20 Marzo 2020 at 17:11

    Questa ricetta ha un aspetto proprio goloso! Anch’io amo la cucina orientale, quindi hai centrato i miei gusti ^_^

  • Reply
    Ivana
    20 Marzo 2020 at 16:30

    Ma che bella idea, diversa dal solito!!!
    Anch’io la faccio ripiena di amaretto, che conferisce un gusto che adoroooo.
    Devo provare però questa tua versione, nuova e diversa, topppp
    Ciao bella stella, buon w.e. , mega baciotti

    • Reply
      Simona Milani
      20 Marzo 2020 at 18:25

      Questa versione è davvero diversa da tutte quelle che finora avevo visto in rete e non…
      Mi è piaciuta l’idea di trovare una ricetta dell’oriente da proporvi 😉
      E che dire?! A noi è piaciuta un sacco!
      Baci cara e….speriamo bene per tutti <3

  • Reply
    Daniela
    20 Marzo 2020 at 14:58

    Quando mio figlio era piccolo ricordo che le facevo riempiendole con gli amaretti, ma lasciavo la buccia e non le ricoprivo con la pasta.
    Adesso devo provare questa versione che deve essere strepitosa.
    Bravissima, ottima proposta.
    Un bacio e buon fine settimana

    • Reply
      Simona Milani
      20 Marzo 2020 at 15:19

      Si, è una versione che ha stupito in primis anche me 🙂
      provala e poi fammi sapere 🙂
      Buon pomeriggio

  • Reply
    saltandoinpadella
    20 Marzo 2020 at 12:13

    Sono belline da matti Simo. Che carina la decorazione. Mi ispirano un sacco e la crosta deve essere ottima anche per altre preparazioni. Vedo che si taglia bene senza sbriciolare

    • Reply
      Simona Milani
      20 Marzo 2020 at 15:19

      Si, è molto buona e quella crosta davvero spaziale!
      La decorazione l’ho un po’ inventata, credo che facciano delle foglioline…chi lo sa, mi sono sbizzarrita con la fantasia…
      Un bacio grande

  • Reply
    ipasticciditerry
    20 Marzo 2020 at 9:59

    Che delizia anche questa ricetta che mi fa pensare che davvero la mela si presta a mille varianti, sempre golose e gustose, comunque la metti. Brava amica mia, un abbracico grande

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.