pasticci salati - primi

Pasta agli spinacini, pinoli e camembert profumata al timo

image_pdfimage_print

 

E tanto per cambiare….stamattina piove!
A dire il vero meglio così, infatti da come si era messo a nevicare ieri sera tardi, non prevedevo davvero nulla di buono. Già mi immaginavo stamane tutta bardata insieme al marito a spalare il cortile per poter uscire in macchina a portare a scuola la ragazza…e poi per permettere a marito e suocero di poter uscire per andare al lavoro…
Invece grazie al cielo, nulla di tutto questo…disagio, freddo, umido e grigiore quelli si e in abbondanza, ma niente pale rosse, che gioia!
Qualcuno dirà che sono terrorizzata e fissata con lo spalamento, beh vi rispondo che si è vero, odio fare questa cosa, anche perchè poi per alcuni giorni resto bloccata con il collo e il braccio e, vi assicuro non è per nulla divertente!!
Comunque, tornando a noi, l’inverno sembra essere prepotentemente ritornato a farci compagnia e quindi anche sulle mie paginette virtuali compare ancora qualche ricetta abbastanza corposa, che effettivamente quando fa freddo si consuma volentieri.
Non saprei dire se è il caso di questa pasta….molto sostanziosa e saporita, è un connubio fra gli spinacini freschi e teneri, il profumo del timo e la corposità di un formaggio come il camembert.
I colori potrebbero richiamare la primavera, ma la sua corposità potrebbe dirsi tipica di un piatto invernale…non so, vedete voi!
A noi è molto piaciuta, è un primo che comunque è molto sostanzioso e lo consiglio abbinato ad una bella insalata o macedonia di frutta, senza altro….
La ricetta l’ho vista sfogliando un libro preso in biblioteca, la mia scuola di cucina di Jamie Oliver; mi piacciono tanto i suoi libri, scritti in maniera semplice, ruspante ed accattivante come in effetti è la sua personalità…mi piace guardarlo anche su Gambero Rosso, sempre comunque quando mi è concesso di farlo……Jamie però, a differenza della Lorraine, è una presenza praticamente costante su quella rete, e quindi  in qualche modo riesco sempre a trovare qualche momentino per dedicarmici!

Dicevo quindi , (mamma mia quanto chiacchiero!) che questa ricetta mi ha colpita…già avevo visto (e l’idea mi aveva stuzzicato parecchio) in altre trasmissioni  e in altre ricette, che il camembert veniva messo in forno e servito caldo e colante per accompagnare delle verdure o altro…l’idea di provare mi allettava, poi dentro ad una pasta…beh, il massimo!
Sapete che adoro pasticciare e così ho provato.
Il risultato…?!
Beh…giudicate voi…vi dico solo che il piatto è stato spazzolato!

 

 

Ingredienti per noi 3:
Ricetta presa come spunto da La mia scuola di cucina di Jamie Oliver, con qualche mia modifica in corso d’opera
1 camembert in confezione originale con scatoletta in legno
alcuni rametti di timo fresco
150 gr spinacini freschissimi
una manciata di pinoli
olio extravergine d’oliva per me Dante 100% italiano q.b
sale e pepe nero macinati al momento
240 gr pasta formato torchietti del pastificio Le Gemme del Vesuvio

Preparazione:
Per prima cosa in un padellino antiaderente tostare i pistacchi, spegnere la fiamma e lasciare da parte.
Mondare, lavare bene gli spinacini, lasciarli un pò asciugare e poi farli appassire in un saltapasta antiaderente con olio, sale e pepe.
Una volta cotti, spegnere la fiamma e tener pronto poi per l’assemblamento del piatto.
Preparare l’acqua e cuocere la pasta…nel frattempo, prendere il camembert, toglierlo dalla confezione di legno e levare qualsiasi carta ed etichetta presenti sul formaggio.
Praticare un taglio a croce e da qui togliere spicchio per spicchio, solo la crosta della superficie superiore: per capire guardate la foto qui sotto.
Ecco come deve venire il camembert:

 

prima……

….e dopo, una volta tolto dal forno!

Riposizionare il formaggio nella scatoletta di legno, con la parte senza calotta rivolta verso l’alto
Aggiungere sulla superficie del formaggio sale, pepe,
un filo d’olio extravergine d’oliva e una generosa
spolverata di foglioline di timo freschissime (va bene anche il timo secco, ma quello fresco ha assolutamente una marcia in più!)
Jamie nella ricetta originale usa il rosmarino….comunque scegliete voi!

Mettere la scatoletta con il formaggio nel forno (senza coperchio!!!) precedentemente portato a 180°, e fare sciogliere l’interno per circa 7-8 minuti…successivamente spegnere e lasciare al caldo sino al momento di servire.
Una volta cotta la pasta, scolarla e versarla nel saltapasta con gli spinacini cotti, se serve amalgamando bene con un cucchiaio di acqua di cottura.
Saltare per qualche minuto a fiamma vivace, aggiungere i pinoli e a piacere un filo d’olio extravergine.

A questo punto togliere il camembert dal forno e versare il formaggio, che all’interno della crosta si è fuso morbidamente, nel saltapasta, amalgamando bene col resto degli ingredienti, (aggiungendo anchei pinoli tostati) e rendendo il piatto cremosissimo.
Servire immediatamente… altrimenti la crema si solidifica, e…addio!!

Noi non abbiamo utilizzato per tre tutto il morbidissimo e filante camembert fuso…..è stato bello per un golosone in particolare poi,  intingere delle fette di croccante pane dentro al formaggio per fare scarpetta e svuotare lo scrigno di crosta rimasto.
Non sarà stato fine, ma…beh, quando ce vò ce vò!

 

 

Allora…che ne dite?! Non vi viene voglia di prenderne una forchettata?!

Ancora per un pò vedrete l’alternarsi delle foto fatte con la mitica macchina nuova ed altre realizzate ancora con la vecchia (che poverella, poi proprio vecchia non è, ma tant’è….)…queste ad esempio….
La luce fra l’altro non era delle migliori, ma visto che l’inverno ci toglie la luce naturale, dobbiamo purtroppo usare quella artificiale, sob……
So che voi non vi formalizzarete tanto per questo, ma guarderete il contenuto, vero?!

Ora vi saluto…buon lunedì piovoso e grigio a tutti.
Io con la mia emicrania che mi perseguita ormai da giorni, me ne vò a fare varie faccende…e voi?
Un abbraccio

 

You Might Also Like

46 Comments

  • Reply
    Carmela
    24 marzo 2013 at 9:47

    Una forchettata, dici? No, la voglio tutta! ^^ Morbida e cremosa, irresistibile e invitante:) Il camembert, poi, mi lascia senza fiato, lo adoro *_* Bravissima!

  • Reply
    Zonzo Lando
    20 marzo 2013 at 7:54

    Simoooo me la sto mangiando con gli occhi e quel camambert è da urlo!!! Bravissima 🙂

  • Reply
    Emanuela - Pane, burro e alici
    19 marzo 2013 at 22:48

    Ma quant'è cremosa!!! Qui finirebbe in un batter d'occhio! 🙂
    Un bacio!

  • Reply
    Nadji
    19 marzo 2013 at 19:20

    Une recette originale. Camembert/pâtes : ça doit être délicieux. Je testerai bien.
    A bientôt

  • Reply
    Mammazan
    19 marzo 2013 at 19:05

    Potessi trovare al ritorno dall'ospedale un piattino come questo ti bacerei sulle ciglia!!!
    Per ora tutto bene..forse domani tornano a casa..
    Poi ci sentiamo al telefono.
    Un bacione grande

  • Reply
    Ros Mj
    19 marzo 2013 at 13:23

    Da te imparo sempre qualcosa. Meraviglioso il formaggio fuso nel forno e poi versato sulla pasta. Tu lo sai che quando un formaggio fonde io sono lì con la mia forchettina a far la maleducata :-D. La scarpetta finale nella crosta ha riscontrato la mia ammirazione e profonda solidarietà :-). Un bacio, carissima!!

  • Reply
    Carmen
    19 marzo 2013 at 11:07

    Ciao Simo, oggi per fortuna qui splende il sole ma già domani sembra che tornerà la pioggia. Uff! Bellissima ricetta. I colori sono molto primaverili come dici tu, poi uno magari la associa all'insalata come avete fatto voi…
    Baci baci baci
    Carmen

  • Reply
    Simona Roncaletti
    19 marzo 2013 at 7:26

    Sono le 8.30 del mattino e ci credi che mangerei un piatto di questa pasta??? È favolosa!!!! Un bacione carissima e buona giornata!

  • Reply
    rebecca
    18 marzo 2013 at 23:10

    tanto vale consolarsi con un bel piatto fumante e fondente come questo …….aspettando primavera….
    ti abbraccio
    ciao Reby

  • Reply
    marinella
    18 marzo 2013 at 22:45

    Mi sono sempre riproposta di eseguire questa ricetta, ho il libro ed è una di quelle 'sfiziosità' che mi attirano tipo calamita. Approvo, il libro, la scelta della ricetta e le bellissime foto (meglio di quelle originali, secondo me). Davvero un bellissimo post, il premio sarà forse che ha smesso di nevicare in tempo per evitare il temuto spalamento? 🙂

  • Reply
    Vaty ♪
    18 marzo 2013 at 21:09

    Ma le tue foto sono belle anche con la macchina di prima.. Ciò che conta e' proprio la sostanza e qui c'è n'è molta!!! Anch'io volentieri avrei fatto quelle scarpette! Hai ragione con questo freddo a neve (io come te non sopporto spalare la neve ed Ho sempre trauma della rampa dal box!) ci sta proprio, camembert con i pinoli poi deve essere prelibatissimo! Bacione stellina.
    Arrivo ora ma mi piace leggermi i post lunghi per intero 🙂

  • Reply
    Sara Cecchetto
    18 marzo 2013 at 19:36

    Devo proprio provarla questa pasta..

    Not Only Sugar

  • Reply
    Chiara Setti
    18 marzo 2013 at 18:28

    Io adoro sia lui che la Lorraine…. :-)))
    Io posso prendere tutto il piatto anziché solo una forchettata?? 🙂

  • Reply
    Giovanna
    18 marzo 2013 at 18:23

    Caspita se ho voglia di una forchettata, anche di due e di tre!
    Un bacione cara Simo, buona settimana

  • Reply
    La cucina di Esme
    18 marzo 2013 at 17:33

    A roma piove, tira un vento fortissimo e fa pure freddo, dai lasciamo perdere il tempo non se ne può più! Mi hai fatto venire voglia altro che di una sola forchettata io me lo finirei volentierissimo questo bel piatto!
    baci
    Alice

  • Reply
    pensieriepasticci
    18 marzo 2013 at 17:16

    grazie a tutti…provatela e ne resterete estasiati come è stato per noi! Grazie anche a Jamie!

  • Reply
    Valentina Minibonbons
    18 marzo 2013 at 16:59

    il cammembert nella pasta?? mai usato.. ma ti giuro.. guardando le tue foto mi viene una gran voglia di prendere una forchetta e mangiare tutto il piatto di pasta!!!

  • Reply
    kiara
    18 marzo 2013 at 16:48

    mmmm come mi gusta questo piattino di pasta

  • Reply
    Dani
    18 marzo 2013 at 16:24

    Caliamo un velo pietoso sul tempo…
    Questa ricetta già la adoro, bella cremosa come piace a me! Non vedo l'ora di provarla! 😀
    Un abbraccio

  • Reply
    Ely Valsecchi
    18 marzo 2013 at 16:13

    Maròòòòòòòòòòòòòòòòòòòòò che strabontà, un piatto assolutamente da copiare tesoro mio! Baci

  • Reply
    Aria
    18 marzo 2013 at 15:53

    non c'è un solo ingredeinte che non mi piaccia in questa pasta, il profumo di timo, poi, mi ha conquistata letteralmente!

  • Reply
    Serena
    18 marzo 2013 at 14:51

    Anch'io faccio spesso il camembert fuso come dici tu, ma, appunto, poi lo sfrutto stile fondue, non ho mai provato a colarlo sulla pasta. Certo che è tornato un bel freddo, una spaghettata filante ci sta da Dio!

  • Reply
    sara
    18 marzo 2013 at 14:41

    Che goduriosa!!!
    Arrivoooooo,anche perchè qui continua a nevicare..

  • Reply
    l'albero della carambola
    18 marzo 2013 at 14:02

    Potrei svenire davanti a una pasta così…la trovo delicata ma grintosa allo stesso tempo. Insomma…mi piace!
    baci simo

  • Reply
    Fr@
    18 marzo 2013 at 13:57

    Che bontà! La pasta fa venire voglia, ma io immagino di inzuppare il pane il quel camembert sciolto in forno.

  • Reply
    Valentina
    18 marzo 2013 at 13:21

    io non amo i formaggi ma la tua pasta ha un aspetto stupendo!

  • Reply
    Clara pasticcia
    18 marzo 2013 at 12:46

    wow simo ho decisamente l'acquolina in bocca! Uno spettacolo di semplicità e gusto questo primo piatto e le foto secondo me sono meravigliose!!!
    Un caro abbraccio!

    ps sai che per un soffio non ci siamo conosicute venerdì dall'hobby Show, mi è spiaciuto da matti!

  • Reply
    alessandra purificato
    18 marzo 2013 at 11:29

    Proverei subito se fosse possibile ma mi tocca aspettare di avere il camembert a casa…
    E' un piatto di transizione inverno-primavera perfetto!
    A presto,
    Alessandra

  • Reply
    Patalice
    18 marzo 2013 at 11:24

    un formaggio dal profumo inebriante per una pasta particolarmente golosa

  • Reply
    Love at every bite!
    18 marzo 2013 at 11:00

    che primo cremoso! sbav sbav. un bacione

  • Reply
    Danja | Un pinguino in cucina
    18 marzo 2013 at 10:58

    Ecco un piatto che con la giornata di oggi ci vorrebbe proprio!!! Credo che nel camembert fuso riuscirei a inzupparci una baguette intera, anche dopo un piatto di questa favolosa pasta! 😀

  • Reply
    elenuccia
    18 marzo 2013 at 10:50

    Ahhhhhh cosa vedono i miei occhi!!! quella cremina di camambert deve essere FA-VO-LO-SAAAAAAA. Sii questa pasta deve essere una vera goduria. Bravissima

  • Reply
    Claudia
    18 marzo 2013 at 10:23

    Piove a dirotto anche a Roma.. fa freddo.. e tira anche vento .-(.. Vabbè.. Ottimo quel formaggio.. e con spinacine per condire una pasta. chissà che buono! baci e buon inizio settimana 🙂

  • Reply
    Ketty Valenti
    18 marzo 2013 at 10:09

    Giuro che ho l'acquolina in bocca a vedere tanta bontà!
    Z&C

  • Reply
    Geillis
    18 marzo 2013 at 9:57

    Anche qui, pioggia a vento e freddo, come si mi sono stufata di questo inverno interminabile! non abbiamo il problema della neve, a Roma, qui nevica ogni vent'anni, però piove tantissimo. Ci sta ancora benissimo un piatto corposo come questa pasta filante, davvero invitante!

  • Reply
    Monica
    18 marzo 2013 at 9:52

    Tesoro mio….ne voglio un piatto!!!!! Adoro il Camambert…!!! brava! Buona settimana 😉

  • Reply
    Manuela e Silvia
    18 marzo 2013 at 9:47

    ciao, ma che pasta sublime ci presenti oggi??
    Non sono ancora le 11 e già fa vernire fame! Davvero particolare come hai messo il camembert, certo molto più gustoso.
    E la scarpetta finale…ci sta tutta!
    baci baci

  • Reply
    Mamma Papera
    18 marzo 2013 at 9:27

    Simooooo che buonaaaaaaaaaaaa mi hai fatto venire vogliaaaaaaaaaaa

  • Reply
    Emanuela Ricami di pastafrolla
    18 marzo 2013 at 9:06

    Mamma mia che squisistezza questa pasta!!! e ancora di più la scatoletta di camembert al forno. Con queste temperature sono assolutamente perfette. Buona settimana Manu

  • Reply
    Federica
    18 marzo 2013 at 9:01

    E tanto per cambiare piove anche qui…uff! Non è proprio un modo allegro di iniziare la settimana ma di sicuro un piatto così gustoso renderebbe migliore anche una grigia giornata di pioggia. Altro che voglia di una sola forchettata…il BIS :D! Specie con quel formato che abbraccia ben bene il cremoso condimento. Un bacione tesoro, buona settimana

  • Reply
    Memole
    18 marzo 2013 at 8:52

    Squisita!!!

  • Reply
    sabina
    18 marzo 2013 at 8:49

    non parlarmi di freddo, sono qui con le mani gelate, qui continua a nevicare
    quando vedo formaggio fuso non capisco più nulla e il tuo piatto è semplicemte meraviglioso
    bacioni

  • Reply
    Federica Simoni
    18 marzo 2013 at 8:49

    che piatto bellissimo Simo, mette l'acquolina!! buona settimana!

  • Reply
    Mamilu
    18 marzo 2013 at 8:48

    Buongiorno Simo che stress sto tempo nn ne posso piu' di virus e pioggia!!! Finalmente oggi ho voglia di ricominciare il giro dei blog dopo dieta ferrea in bianco x tutti! Qst piattino mi ispira molto e Jamie piace molto anche a me lo vedo e rivedo sempre volentieri :)! Ciao luisa

  • Reply
    Dolci a gogo
    18 marzo 2013 at 8:39

    Una sola forchetta tesoro??ma tutto il piatto direi….che delizia e che vera goduria questa pasta è una visioneeeeee!!!
    Tesoro le foto sono davvero bellissime, per aiutarti con la luce puoi usare qualche programma che aiuta tipo Monkey..io mi trovo molto bene anche perchè casa mia di luce ne ha 0 e mi rompo di allestire ogni volta un set fotografico per un piatto;-)!!!
    Bacioni,Imma

  • Reply
    Ely
    18 marzo 2013 at 8:12

    Tesoro mio ma scherzi?? La luce è perfetta e.. si, viene proprio voglia di dargli una forchettata!! 😀 Complimenti amica mia, è proprio unica. E serve per dimenticare la tristezza di questa neve che non vuole andar via.. TVTTTB, buon lunedì di cuore!

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.