Go Back
polpette di risotto dal cuore filante

polpette di risotto dal cuore filante

Simona Milani
Le polpette di risotto dal cuore filante sono perfette per utilizzare del risotto avanzato: una ricetta del riciclo davvero golosa
Preparazione 30 min
Cottura 15 min
cottura arancini 10 min
Portata Aperitivo, brunch, picnic, Portata principale
Cucina cucina del riciclo, facile
Porzioni 15 polpettine

Equipment

  • fornetto ad aria
  • friggitrice ad aria

Ingredienti
  

Per il risotto

  • 230 g riso originario
  • 1 porro solo la parte bianca
  • 8 asparagi puliti e mondati
  • 1 litro brodo vegetale
  • 2 cucchiai parmigiano grattugiato
  • 1/2 bicchiere vino bianco secco
  • q.b olio extravergine d'oliva
  • q.b sale e pepe nero

Per creare le polpette

  • q.b provola
  • q.b farina 00
  • q.b pangrattato
  • 2 uova
  • 1 pizzico sale fino
  • q.b olio d'oliva in uno spruzzatore

Istruzioni
 

  • Io ho usato una dose di risotto avanzato come questa che adesso vi mostro; preparare un risotto tradizionale affettando il porro finemente e facendolo un attimo rosolare in una casseruola insieme ad un filo d'olio extravergine.
    Aggiungere il riso e tostarlo per alcuni minuti a fiamma vivace; sfumare col vino bianco, aggiungere gli asparagi a rondelle sottilissime, regolare di sale e pepe a piacere ed iniziare ad aggiungere il brodo bollente, sempre mescolando e cuocendo sino a completa cottura.
  • Mantecare il riso con il parmigiano, e lasciarlo riposare con il coperchio a fiamma spenta per qualche minuto.
    Versarlo successivamente su una teglia larga e bassa poi stenderlo con una spatola in silicone per farlo raffreddare (ci vorrà circa un'oretta).
  • Una volta raffreddato il risotto, preparare in un piatto una generosa dose di pangrattato e in un altro versare abbondante farina 00.
    Sbattere le uova con un pizzico di sale fino in una ciotola e mettere anch'essa sul piano di lavoro insieme agli altri ingredienti.
    Tagliare a dadini la provola e metterla anch'essa da parte; preparare un piatto con dell'acqua ed aggiungerlo sul piano di lavoro con gli altri ingredienti.
  • Inumidendo le mani, prendere una dose di risotto grande più o meno come una pallina da ping pong; creare una piccola cavità al centro ed inserire un dadino di provola.
    Chiudere bene la polpettina creata, rotolarla prima nella farina, poi nell'uovo sbattuto ed infine nel parmigiano; posarla sulla teglia del fornetto e proseguire così creandone altre sino ad esaurimento del risotto. A me ne sono venute una quindicina circa...
  • Pre-riscaldare il fornetto con funzione airfry per cinque minuti, più o meno; una volta arrivato in temperatura, spruzzare gli arancini con un velo d'olio, inserire la teglia (il mio fornetto ne dà in dotazione una forata, in modo che le polpettine di risotto si possano cuocere bene su tutti i lati) e impostare la cottura per 10 minuti circa con la funzione Airfry.
    Per chi non avesse questo fornetto, basterà mettere la teglia nel forno di casa a 180° con funzione ventilata, cuocendo per una decina di minuti circa.
    LE POLPETTINE DOVRANNO DORARSI BENE SU TUTTI I LATI; con il forno tradizionale, è necessario girare le polpette dopo circa 5 minuti .
  • Una volta pronte, togliere le polpette di risotto dal fornetto e gustarle ben calde; il formaggio all'interno sarà filante e bollente, attenzione a non scottarvi!

Note

Io vi ho dato le dosi di un risotto per tre persone; ma essendo una ricetta del riciclo, dosate poi voi gli ingredienti necessari per realizzare le polpette (farina, uova e pangrattato), nel caso fossero di più o di meno.
Le polpette di risotto si possono realizzare e conservare in frigo per un giorno prima di cuocerle; anche cotte si conservano un paio di giorni circa al fresco (ovviamente vanno scaldate molto bene prima di consumarle).
Per la farcitura, potrete usare anche della scamorza, del caciocavallo o della mozzarella.
Keyword polpette, risotto