Spatzle di zucca con funghi e nocciole

Questi spatzle di zucca con funghi e nocciole, sono ricchi di sapore e di colore; un primo piatto autunnale perfetto per stupire i vostri commensali!

Buon lunedì amici ed amiche…è arrivato così anche il mese di novembre (mese che io non amo particolarmente), e con esso è scattato in pieno l’autunno con le sue giornate uggiose, i suoi primi freddi, le giornate corte e buie.
Ma anche, se vogliamo guardare l’altra faccia della medaglia, il periodo dove si ritrova il piacere dello stare in casa, il periodo dei colori sgargianti delle foglie sugli alberi, dei cibi confortanti e caldi, coccola per lo stomaco e per l’anima.
Il periodo delle mie amatissime zucche, dei miei adorati funghi, delle desiderate castagne, e di tanto altro ancora…
Proprio per questi motivi, quando ho visto che la bravissima Barbara Torresan aveva pubblicato un nuovo libro, beh…l’ho immediatamente acquistato; come potermi lasciar scappare un libro sulla cucina del bosco?! Giammai!!!
Ammetto di essermi innamorata all’istante di questo libro, ancor prima di averlo fra le mani…forse per la copertina, forse per i suoi colori, forse perchè pensando al bosco ho immaginato tutte le ricette strepitose che ci sarebbero potute stare al suo interno…
Così, insieme ad Ely, abbiamo deciso di eleggerlo libro del mese per la nostra rubrica “Libri in cucina” (a proposito, vi siete persi i primi appuntamenti?! Cliccando sul banner laterale li trovate tutti!).
Io ho scelto una ricetta che racchiude in sè tutto ciò che mi piace alla follia; e per la prima volta mi sono cimentata nella realizzazione degli spatzle, ottenendo un discreto risultato (migliorerò, ne sono certa!).
Quindi, tadannnnn….ecco a voi i miei spatzle di zucca con funghi e nocciole, profumati da un tocco di maggiorana fresca che adoro e che aggiungo in tantissimi dei miei piatti: che ne dite, non vi viene voglia di prenderne una bella forchettata?!
Pensate che non sono mai stata in Trentino Alto Adige; adoro però la cucina di montagna, e l’idea di provare a fare questi gnocchetti meravigliosi mi balenava in mente già da un po’, avendo anche l’attrezzino apposito da collaudare!



spatzle di zucca con funghi e nocciole

Ho fatto qualche piccola modifica rispetto alla ricetta originale (non avendo i cardoncelli, ho utilizzato i funghi pioppini); torno però a parlarvi un attimo deli libro, perchè è doveroso, visto che me ne sono innamorata.
Tanto detesto l’autunno come stagione in sè, tanto amo i suoi frutti in cucina….chi come me adora tutto ciò non può non avere questo libro davvero speciale.
Mi piacciono le sue foto, calde e bellissime; la carta ruvida e un po’ grezza, i titoli scritti in corsivo ed alcuni disegni e decorazioni che lo ravvivano, realizzati ad acquerello.
E che dire delle ricette?! Tutte nelle mie corde, fattibilissime e squisite…ci credete che ho fatto fatica a sceglierne una da realizzare?
Le avrei fatte tutte, dalla prima all’ultima!

“La cucina del bosco” – Barbara Torresan – Edit. Gribaudo

Nei boschi si va soprattutto per funghi, ma anche alla ricerca di castagne e tartufi.
I più fantasiosi, o i più esperti, sanno poi che si possono trovare anche bacche e frutti, noci e nocciole.
Esiste, insomma, una vera e propria cucina del bosco, ed è a questa che si ispirano le ricette del libro, attingendo sia a un passato contadino sia a nuovi sapori e accostamenti.
Dall’antipasto al dolce, un vero e proprio menu autunnale (ma non solo) pensato per gli amanti dei sapori umili, e al tempo stesso generosi, che i nostri boschi offrono da sempre.
Qui il post dell’autrice, sul suo blog, Chez Babs

Il libro è suddiviso in cinque capitoli, uno più interessante dell’altro: si parte con il pranzo nel bosco, per passare poi ai dolci da giorno; successivamente abbiamo il bosco a cena ed i relativi dolci, finendo con le idee da regalare o da conservare, sempre ai profumi e sapori d’autunno.

spatzle di zucca con funghi e nocciole


Print Recipe
Spatzle di zucca con funghi e nocciole
Questi spatzle di zucca con funghi e nocciole, sono ricchi di sapore e di colore; un primo piatto autunnale perfetto per stupire i vostri commensali!
spatzle di zucca con funghi e nocciole
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Tempo Passivo 30 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Per gli spatzle
Per il condimento
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Tempo Passivo 30 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Per gli spatzle
Per il condimento
spatzle di zucca con funghi e nocciole
Istruzioni
  1. Per prima cosa accendere il forno e portarlo a 200° circa. Tagliare la zucca a fette, levando semi e filamenti eventuali; adagiarla sulla placca del forno antiaderente e farla cuocere finchè non sarà diventata morbida e punzecchiabile con i rebbi di una forchetta. Tenere da parte circa 100 gr di polpa cotta, e farne dei piccoli cubetti regolari (serviranno per condire il piatto alla fine).
  2. Far raffreddare il resto della zucca, e poi eliminare la buccia, tenendo la polpa e schiacciandola prima con una forchetta, poi ottenendo una purea con il frullatore ad immersione dentro ad una capiente ciotola. Unire le uova leggermente sbattute con pepe e sale, aggiungere ache la farina ed iniziare ad amalgamare, ottenendo un composto morbido; se dovesse rimanere troppo sodo, unire qualche goccio di latte. Coprire con un canovaccio e lasciare a riposare per mezz'ora circa.
  3. Nel frattempo preparare il condimento; mondare e lavare i pioppini, sbollentandoli poi per qualche minuto in acqua a bollore; scolarli e metterli su un canovaccio, per asciugarli un po'. In una capace padella antiaderente far rosolare il burro e l'olio con lo scalogno tritato finemente, unire i pioppini ben asciugati, facendoli saltare a fiamma vivace per alcuni minuti. Unire i dadini di zucca e continuare la cottura ancora per qualche minuto, salando e pepando a piacere.
  4. Portare ad ebollizione una casseruola con abbondante acqua salata; munirsi dell'apposito attrezzo e far cadere nell'acqua che bolle il composto, in modo da formare gli spatzle che saranno cotti una volta venuti a galla, proprio come gli gnocchi. Scolarli e passarli immediatamente in padella col condimento di funghi e zucca, spadellando per qualche minuto delicatamente in modo da legarli con tutto il condimento.
  5. Impiattare e finire ogni piatto con una spolverizzata di foglioline di maggiorana fresca e le nocciole frantumate grossolanamente. Servire gli spatzle ben caldi.
Recipe Notes

Ho variato la ricetta originale, omettendo le scaglie di Parmigiano (che se vorrete, potrete assolutamente aggiungere in fase di condimento) e cambiando la tipologia di funghi (ho usato dei pioppini al posto dei cardoncelli che non ho trovato al mercato) ed unendo lo scalogno, che con i funghi adoro letteralmente!


spatzle di zucca con funghi e nocciole

Ecco la proposta di questo mese di Ely del blog “Nella cucina di Ely” mia compagna in questa avventura dei libri in cucina…
Riso morbido con latte e castagne

libri in cucina

Quindi che ne dite, non vi è venuto appetito?!
Anche se le giornate sono uggiose, beh…con un piatto come questo, il sole, se non c’è, lo portiamo in tavola!
Zucca: ricca di vitamine, povera di calorie dal potere diuretico ed antiinfiammatorio oltre che calmante…
Funghi: profumati regali del bosco, ricchi di selenio e di vitamine del gruppo B…
Nocciole: fonte di vitamine, minerali, acidi grassi essenziali ed antiossidanti…
E per finire, un tocco di maggiorana: profumatissima dalle proprietà diuretice, digestive, carminative ed antiinfiammatorie…
Un piatto completo e ricco sotti tutti gli aspetti!
Adesso però vi lascio, felicissima di avervi ritrovato oggi con questo piatto che ho tanto amato; ringrazio Babs per il bellissimo libro che ho amato dalla prima all’ultima pagina (vi dò un’anticipazione…non è finita qui 😉 )
Buona settimana, spero piena di cose belle!
A presto




Camembert al forno con toast integrale al miele

Questo camembert al forno con toast integrale al miele, è un piatto saporito, sfizioso perfetto per un pranzo autunnale o un aperitivo fra amici

Ed eccoci qui, dopo un fine settimana all’insegna dell’amicizia e delle belle giornate; ahimè c’è stato anche qualche imprevisto ma nulla di grave, basta sempre trovare la positività e si va avanti.
Incasinatissima come sempre io so essere, (sì, perchè mi vado anche a cacciare nelle avventure, ahahaha!) non manco però all’appuntamento mensile con la nuova e bella rubrica che io e la Ely abbiamo inaugurato lo scorso mese, “Libri in cucina” e che, devo dire, ha riscosso un notevole successo!
Per questo mese di ottobre, abbiamo pensato di riproporre ancora una ricetta tratta dal libro “Un cucchiaio di miele”perchè ci era piaciuto tantissimo e sinceramente una sola ricetta a testa ci sembrava proprio misera…a dire il vero avremmo rifatto tutte le ricette (non ci sarebbe bastato un anno, ehehehe!), però qualcosa bisogna scegliere, e così…ecco che la mia scelta è ricaduta su questo “Camembert al forno con toast integrale al miele“.
Amo alla follia questo formaggio (che ultimamente ho dovuto bandire dalla mia dieta causa problemi di colesterolo); mi è piaciuta l’idea di servirlo in questa versione, proponendolo come antipasto o durante un brunch / aperitivo, accompagnato da ottima frutta fresca e secca autunnale (uva, fichi, noci, nocciole…) ed un buon pane integrale croccante affettato, perfetto per farci scarpetta!
Un filo di miele a completare il tutto e voilà…provare per credere!
Messo in forno e reso morbidissimo e filante, è stato un piacere immergerci le fettine di pane croccante tostato, insieme a qualche fogliolina di timo fresco e a qualche gheriglio di noce….
Provate ad immaginare un piatto come quello che vedete in foto gustato sul divano, avvolti in una copertina calda, confortevole ed avvolgente, davanti alla tv o con un buon libro ed il caminetto acceso e scoppiettante: per me l’immagine della pura felicità!



camembert al forno con toast integrale al miele

Già lo scorso mese vi avevo parlato della bellezza e della ricercatezza di questo splendido libro…per chi se lo fosse perso, lascio qui di nuovo alcune info al riguardo, qualora vogliate acquistarlo o prenderlo in biblioteca; non ve ne pentirete, sia a me che ad Ely è piaciuto un sacco e l’abbiamo trovato bellissimo anche solo da sfogliare per ammirare le meravigliose immagini e ricette che contiene.

“Un cucchiaio di miele” autrice Hattie Ellis – editore Guido Tommasi

Se le api non vi sono mai state molto simpatiche, immaginate per un attimo come sarebbe amara la vita senza il loro dolcissimo miele.
Anche solo a guardarlo, con quel suo colore che è una cangiante sinfonia di note dorate, si capisce al volo che è un tesoro prezioso.
Mangiarne una cucchiaiata quando si è giù di morale restituisce il sorriso, ma accontentarvi di sfruttarlo semplicemente per dolcificare al posto dello zucchero sarebbe pura eresia!
Potete usarlo per realizzare un’infinità di ricette, e non solo dolci,perché con il salato si sposa che è una meraviglia. Potete farci una deliziosa marinata, guardarlo colare lentamente su fagottini di pasta fillo al formaggio di capra o magari usarlo per preparare una maionese super originale.
E poi c’è anche molto altro… Il miele imparerete a conoscerlo e comprenderlo, oltre che ad apprezzarlo e a usarlo in cucina.
Ma ora basta, non ci piacciono le spie, quindi non saremo certo noi a rovinarvi la sorpresa.
Se volete scoprire cosa stanno confabulando nell’alveare… il libro giusto èa portata di mano, non ronzategli troppo intorno e portatevelo a casa!

camembert al forno con toast integrale al miele

Qui la ricetta di Ely, una favolosa e dolcissima torta con glassa al miele e limone

libri in cucina


Print Recipe
Camembert al forno con toast integrale al miele
Questo camembert al forno con toast integrale al miele, è un piatto saporito, sfizioso perfetto per un pranzo autunnale o un aperitivo fra amici
Camembert al forno con toast integrale al miele
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
persone
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
persone
Camembert al forno con toast integrale al miele
Istruzioni
  1. Scaldare il forno e portarlo ad una temperatura di 200° con funzione statica. Togliere il camembert dalla scatola in midollino eliminando la carta ed eventuali etichette; sfregarlo poi con il mezzo spicchio d'aglio (a piacere). Rimetterlo nella scatola senza coperchio e posizionarlo in una teglia in forno, cuocendolo per 15 minuti (l'interno dovrà ammorbidirsi e fondersi).
  2. Tagliare nel frattempo il pane a fette e tostarlo su una griglia o in un tostapane. Tagliare poi le fette tostate in piccoli bastoncini larghi qualche centimetro, spalmargli sopra un velo di miele ed adagiarli su un piatto da portata che possa poi contenere frutta e formaggio, una volta cotto. Lavare, mondare ed asciugare la frutta; sgusciare le noci.
  3. Togliere il camembert dal forno, con un coltellino affilato eliminare la calotta superiore e versarci dentro il vino bianco insieme a qualche fogliolina di origano fresco. Servire subito ancora caldissimo, in modo da fare scarpetta con i bastoncini di pane al miele, accompagnandoli alla frutta fresca e secca precedentemente preparata.
Recipe Notes

Ho effettuato qualche piccola modifica rispetto alla ricetta originale non avendo in casa del pane alle noci, ma utilizzando del pane ai cereali.

Potete servire, come sul libro, il formaggio accompagnandolo anche a dei cetriolini sottaceto e a del prosciutto crudo dolce.

Ottimo anche con del miele di castagno, per un tocco più aromatico e particolare; al posto del vino bianco potrete utilizzare anche del Kirsch.


camembert al forno con toast integrale al miele

Diciamo che non è una vera e propria ricetta, ma una simpatica e sfiziosa idea per un momento conviviale originale e saporito; amo queste ricette-non-ricette, che possono rendere un semplicissimo pasto, qualcosa di veramente speciale.
Io vi lascio dandovi appuntamento al prossimo mese con una nuova ricetta super autunnale…io ed Ely stiamo già pianificando e cercheremo di stupirvi anche questa volta!
Un caro abbraccio, grazie per essere sempre presenti su queste mie pagine, vi aspetto…




Pancakes alla ricotta e miele, ed una nuova rubrica!

Questi pancakes alla ricotta e miele sono deliziosi e morbidissimi, perfetti per un brunch o una colazione, da abbinare sia al dolce che al salato!

Buon lunedì amici ed amiche, una nuova settimana ricca di cose belle è arrivata…
Io sono attivissima, il tempo è ancora bello, le giornate soleggiate ma non troppo calde e soffocanti, la voglia di fare c’è, ed io ne approfitto per fare mille cose!
Adoro la fine dell’estate, adoro queste giornate così luminose ma non torride, vorrei che restasse sempre così, ma ahimè non è possibile….pazienza dai.
Ma torniamo a noi e alla novità di cui vi parlavo nello scorso post che è qui, sotto ai vostri occhi: io e la Ely del blog Nella cucina di Ely, abbiamo pensato di regalarvi una nuova rubrica mensile dedicata ai libri e alla cucina…che ne dite, vi piace l’idea?!
Si chiamerà Libri in cucina…ebbene sì, ci siamo rese conto, così, chiacchierando al telefono come ogni tanto facciamo, di avere una libreria di cucina ehm…a dir poco immensa, con un sacco di volumi (tutti meravigliosi) dai quali però, non abbiamo estrapolato neppure una ricetta.
Quale occasione migliore per condividerli con voi allora?!
Ogni mese prenderemo un libro che tutte e due possediamo, lo leggeremo con voi e vi regaleremo una delle ricette che contiene!
Che ne pensate?! Noi siamo gasatissime!
Ely ha anche creato un bellissimo banner che vi mostro e che apposteremo nel nostro blog, dove raccoglieremo, volta per volta, tutte le ricette realizzate…



pancakes alla ricotta e miele

Il libro che abbiamo scelto questo mese, (il primo di una lunga serie) che vogliamo presentarvi e dal quale abbiamo deciso di cucinare una ricetta, è “Un cucchiaio di miele” di Hattie Ellis, edito da Guido Tommasi.
Un libro bellissimo, stampato su bellissima carta lucida ed impaginato divinamente, corredato da foto meravigliose e quasi eteree; le ricette sono diverse e tutte davvero semplici da fare ed irresistibili….
Sfogliandolo, insieme alla Ely, ci siam dette…”non possiamo fermarci solo a due ricette, qui almeno dovremmo farne due ciascuna, è assolutamente il minimo sindacale, ehehehe”…beh, vedremo…
Intanto io , come prima scelta, ho optato per questa ricetta di pancakes alla ricotta e miele, con del bacon glassato sempre al miele.
Ricetta questa, perfetta per la colazione o il brunch, pasto che personalmente adoro e che mi stuzzica sempre la fantasia nel preparare cosine sfiziose ed appaganti!
Ely, dal canto suo ha realizzato delle pesche burro e miele alla francese, che potrete vedere cliccando qui…insomma, se potete, vi consiglio di dare un’occhiata a questo libro che, son certa, se amate il miele in cucina, vi colpirà dritto al cuore…
Due ricettine queste che vi proponiamo quindi, da realizzare anche per la colazione dei vostri ragazzi, in procinto di ricominciare l’avventura scolastica, come ogni anno 😉

Se le api non vi sono mai state molto simpatiche, immaginate per un attimo come sarebbe amara la vita senza il loro dolcissimo miele…Anche solo a guardarlo, con quel suo colore che è una cangiante sinfonia di note dorate, si capisce al volo che è un tesoro prezioso.
Mangiarne una cucchiaiata quando si è giù di morale restituisce il sorriso, ma accontentarvi di sfruttarlo semplicemente per dolcificare al posto dello zucchero sarebbe pura eresia!
Potete usarlo per realizzare un’infinità di ricette, e non solo dolci,perché con il salato si sposa che è una meraviglia. Potete farci una deliziosa marinata, guardarlo colare lentamente su fagottini di pasta fillo al formaggio di capra o magari usarlo per preparare una maionese super originale.
E poi c’è anche molto altro… Il miele imparerete a conoscerlo e comprenderlo, oltre che ad apprezzarlo e a usarlo in cucina. Ma ora basta, non ci piacciono le spie, quindi non saremo certo noi a rovinarvi la sorpresa.
Se volete scoprire cosa stanno confabulando nell’alveare… il libro giusto èa portata di mano, non ronzategli troppo intorno e portatevelo a casa!

Dal sito di Guido Tommasi


Print Recipe
Pancakes alla ricotta e miele
Questi pancakes alla ricotta e miele sono deliziosi e morbidissimi, perfetti per un brunch o una colazione, da abbinare sia al dolce che al salato!
Pancakes alla ricotta e miele
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
pancakes
Ingredienti
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
pancakes
Ingredienti
Pancakes alla ricotta e miele
Istruzioni
  1. In una capiente ciotola sbattere con la frusta elettrica i tuorli delle due uova con la ricotta e il latte, insieme al pizzico di sale. Unire pian piano la farina e continuare ad amalgamare. Montare a neve gli albumi ed unirli all'impasto con delicatezza dall'alto in basso, senza smontare.
  2. Ungere leggermente una padella antiaderente con una goccia d'olio, scaldarla per bene e versare una abbondante cucchiaiata di impasto, cercando di dare una forma più tonda possibile del diametro di circa 6-7 cm, senza però spanderla. Cuocere il pancake su un lato finchè non iniziano a comparire delle piccole bollicine, poi girarlo delicatamente con una spatola e continuare per lo stesso tempo la cottura anche sull'altro lato.
  3. Una volta pronto, toglierlo dalla padella tenendolo al caldo, ungere di nuovo leggermente il tutto e procedere come sopra con un altro cucchiaio di pastella, continuando così a produrre e cuocere pancakes fino all'esaurimento di tutto l'impasto.
  4. Intanto in un'altra padella cuocere il bacon senza condimento (ne rilascerà in gran parte lui!), rendendolo ben croccante su entrambi i lati e versandoci un goccio di miele per glassarlo leggermente. Servire i pancake ben caldi con una noce di burro e una bella colata di miele liquido insieme al bacon.
Recipe Notes

Questi pancake sono perfetti anche con del cream cheese, formaggio morbido e frutta fresca a fette o leggermente sciroppata, sempre accompagnati da un buon goccio di miele; sono ottimi sia col dolce che col salato, quindi largo alla fantasia!


pancakes alla ricotta e miele

Che ne dite, non è bella questa ricetta?
Io la trovo deliziosa nella sua semplicità, resa speciale dal tocco di miele che la rende irresistibile, insieme a questo libro, che secondo me vale la pena avere nella propria libreria culinaria!
Io vi abbraccio e vi auguro una serena settimana, sempre e solo piena di cose belle e di tanta positività!
A presto