Biscotti bicolori al tè matcha

I biscotti bicolori al tè matcha sono realizzati con farina di farro e tè matcha, friabili e perfetti da inzuppare a colazione o all’ora del tè.

Cara Gabriella, questa quarantena ha scombinato un po’ i nostri piani….ci saremmo dovute incontrare per pianificare le prossime uscite della nostra ormai longeva rubrica “In cucina con il tè” (eh, si, ormai ne è passata di acqua sotto ai ponti…correva l’anno 2012!) ma tutto è saltato…
Come sempre avrei gustato con piacere il tè che come ogni volta mi offrivi al tavolino del tuo piccolo ma affascinante Atelier, in una zona di Milano che adoro, fra chiacchiere di ogni genere, senza accorgerci del tempo che passava.
Ci siamo sentite comunque, anche perchè da questa piccola collaborazione, è nata una bella amicizia, sincera e spontanea, una delle tante cose belle che questo piccolo blog ha saputo regalarmi nell’arco di questi dodici anni di vita.
Anche se nulla è stato pianificato, dalla mia piccola cucinetta pasticciona è nata comunque una ricetta, a prima vista forse semplice e scontata, ma assolutamente golosissima e molto particolare.
Questi biscotti bicolori al tè matcha, hanno allietato alcuni dei pomeriggi di questo lockdown; quando, con la mia famiglia, chiusi in casa con il cuore pesante come un macigno e la testa piena di pensieri, cercavamo un po’ di normalità facendo pausa dagli impegni di lavoro e di scuola, per gustarci una merenda.
Sono dei biscotti cucinati col cuore innanzitutto; biscotti belli anche da vedersi, che si mangiano forse prima con gli occhi: quel bel colore verde mette allegria e poi, un tocco di verde speranza nella vita non ci sta male dai…
Biscotti che ti dedico amica mia, e vedrai che presto ci ritroveremo a quel tavolino per mettere nero su bianco tutte le mille idee che ci passano per la testa!



Vi consiglio di provarli, sono davvero deliziosi e si conservano a lungo in una scatola ermetica ben chiusa, nella dispensa di casa; sono buonissimi con il tè ma anche inzuppati in una bella tazza di latte bianco, perchè no…
Anche sgranocchiati così non sono niente male però!
Passo la parola a Gabriella che come sempre ci parlerà di questo tè, che in tanti conoscete e che è speciale anche in pasticceria, oltre che particolare da bere…

Il Matcha è ormai un famosissimo tè verde giapponese, lavorato in polvere finissima, molto utilizzato in pasticceria e in cucina da chef di tutto il mondo; si abbina particolarmente bene al cioccolato bianco, a creme a base di mascarpone e uova e a formaggi cremosi.
Da secoli è poi protagonista nella Cha No Yu, l’affascinante cerimonia del tè nipponica.

Una tazza di tè Matcha, disciolto in acqua utilizzando il tradizionale frustino in bambù (il chasen), contiene una maggiore quantità di composti fenolici antiossidanti, rispetto ad una tazza di tè preparata per infusione: un vero alleato della salute.

Per la preparazione si consiglia:
acqua: 70° – 80° C
quantità: 1 grammo ogni 150 ml

Il Matcha è l’unico tè che si prepara per discioglimento e non per infusione.
Versate la polvere in una ciotola.
Aggiungete acqua alla giusta temperatura e quindi mescolate energicamente con il tradizionale frustino in bambù (il chasen) fino ad ottenere una schiuma in superficie, la famosa “spuma di giada”.


Print Recipe
biscotti bicolori al tè matcha
I biscotti bicolori al tè matcha sono realizzati con farina di farro e tè matcha, friabili e perfetti da inzuppare a colazione o all’ora del tè.
biscotti bicolori al tè matcha
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 15-18 minuti
Tempo Passivo 40 minuti
Porzioni
pezzi circa
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 15-18 minuti
Tempo Passivo 40 minuti
Porzioni
pezzi circa
Ingredienti
biscotti bicolori al tè matcha
Istruzioni
  1. Versare in un robot da cucina la farina addizionata al lievito ed il burro, azionando la lama a più scatti (per non scaldare troppo il tutto) sino ad ottenere un composto piuttosto sabbioso. Aggiungere lo zucchero, alcune gocce di estratto di vaniglia, l'uovo leggermente sbattuto col pizzico di sale e la ricotta, sempre azionando a scatti: si otterrà una palla di impasto morbido e malleabile, qualora dovesse essere troppo appiccicoso, aggiungere qualche pizzico di farina.
  2. Dividere l'impasto in due parti uguali: una parte avvolgerla in pellicola alimentare e mettere in frigo a riposare; l'altra riporla di nuovo nel mixer ed aggiungere il tè matcha, dando di nuovo qualche colpo di lama per amalgamarlo al composto ed ottenere un impasto verde. Avvolgere anche questo in pellicola alimentare e riporre in frigo a riposare insieme all'impasto chiaro.
  3. Una volta trascorsa una mezz'oretta, riprendere i due impasti e posizionarli entrambi su due fogli di carta forno ben infarinati; con un mattarello stenderli in modo da ottenere due rettangoli di misura il più possibile uguale fra loro e con spessore di circa mezzo centimetro. Sovrapporre delicatamente il rettangolo al tè matcha sopra a quello chiaro; usando i lembi della carta forno arrotolare ottenendo un bel rotolo di forma cilindrica, che andrà avvolto in carta forno e messo in freezer per una decina di minuti, a ricompattarsi nuovamente.
  4. Accendere il forno e portarlo ad una temperatura di 180°. Una volta trascorsi dieci, quindici minuti, estrarre dal freezer il cilindro bicolore e , con un coltello affilatissimo tagliare delle rondelle di circa 1 cm di spessore, posandole su una leccarda ricoperta di carta forno, ben distanziate fra loro.
  5. Infornare e cuocere i biscotti con funzione statica per 18 minuti a 180° ; una volta cotti, spegnere il forno e lasciarli raffreddare completamente prima di riporli in una scatola ermetica ben chiusa.

biscotti bicolori al tè matcha

Un bel tea time come si deve, appena si potrà cara Gabriella, non ce lo leverà nessuno…
Intanto pensiamo a riguardarci ancora per non tornare alla situazione di qualche mese fa 😉
Spero che voi tutti abbiate passato un sereno weekend e siate pronti a ricominciare la settimana nel migliore dei modi; io non mi lamento, per me non è cambiato molto da prima, ma va bene così!
Vi abbraccio e a presto…
…la prossima ricetta sarà sofficiosissima…piccolo spoiler ehehehe 😉

simona




Focaccia al tè Hojicha

Questa focaccia al tè Hojicha, ottima da gustare da sola come spuntino sfizioso, è perfetta se servita con salumi, formaggi e frutta secca

Ci credereste che un tè potrebbe essere un perfetto ingrediente per una tradizionale focaccia, di quelle croccanti e piene di bolle al suo interno? Bene, ecco, è proprio così!
Per l’appuntamento con la rubrica mensile “in cucina con il tè“, scritta a quattro mani con Gabriella dello Chà Tea Atelier, ecco che vi presento questa deliziosa focaccia al tè Hojicha, una focaccia perfetta da mangiare così da sola ma anche farcita con prosciutto e formaggio, ed anche con frutta secca.
Questa ricetta non ha bisogno di dilungarsi troppo nella sua descrizione….fa gola solo a vederla.
E questo tè che ho utilizzato ha la caratteristica di avere un profumo molto particolare, un gusto tostato che dà un tocco di carattere alla focaccia tradizionale…io vi dico di provarla, voi che ne dite?
Volete rubarne un pezzetto?



Prima però, come sempre passo la parola a Gabriella che vi parlerà di questo speciale tè, che io passato avevo già utilizzato ad esempio qui

L’Hojicha, è un tè verde giapponese prodotto con le foglie del raccolto autunnale, le migliori per produrre questo particolare tipo di tè tostato, provenienti dalle piantagioni di Fukuroi, nella zona costiera del sud-ovest di Shizouka. 
E’ un tè molto delicato con un bassissimo contenuto di teina, adatto, quindi, ad essere consumato da grandi e piccoli in qualsiasi momento della giornata e, soprattutto, durante i pasti.  

Per la preparazione si consiglia: acqua: 85° quantità: 2-3 grammi ogni 150 ml  tempo di infusione: 3’


Print Recipe
Focaccia al tè Hojicha
Questa focaccia al tè Hojicha, ottima da gustare da sola come spuntino sfizioso, è perfetta se servita con salumi, formaggi e frutta secca
Focaccia al tè Hojicha
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 15-20 minuti
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
teglia
Ingredienti
Per l'impasto della focaccia
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 15-20 minuti
Tempo Passivo 2 ore
Porzioni
teglia
Ingredienti
Per l'impasto della focaccia
Focaccia al tè Hojicha
Istruzioni
  1. Sciogliere lievito e zucchero in 80 ml acqua e lasciar riposare circa una decina di minuti, finchè il composto non diventa della consistenza di una mousse. Mescolare le farine e il sale in una ciotola, aggiungere la mousse di lievito e la rimanente acqua tiepida con due cucchiai di olio extravergine di oliva.
  2. Amalgamare, ed iniziare ad impastare, a mano oppure con l’impastatrice, per una decina di minuti circa, in modo da ottenere una bella palla di impasto liscio e morbido. Adagiare la palla ottenuta in una ciotola leggermente unta con dell’olio extravergine, coprirla con uno strofinaccio e lasciar riposare per un’oretta e mezza circa: deve raddoppiare il suo volume.
  3. Attenzione, io realizzo molto spesso la focaccia anche con la macchina del pane, mettendo tutti gli ingredienti all'interno secondo l'ordine prestabilito dalla macchina stessa, poi aziono il programma di solo impasto e lievitazione, e quando è pronto stendo la focaccia sulla teglia.
  4. Una volta trascorso il tempo della prima lievitazione, ungere d'olio una teglia, stendere il composto delicatamente con le mani, facendo attenzione a non far scoppiare le bolle che si saranno formate. Coprire con pellicola alimentare e far lievitare nel forno spento per un'altra mezz'ora.
  5. Dopo questo ulteriore tempo di lievitazione, accendere il forno ad una temperatura di 220°; prima di infornare la focaccia, praticare con il dito indice infarinato dei buchi a distanza piuttosto regolare. In una piccola ciotola creare la salamoia amalgamando 4 cucchiai d'acqua e due cucchiai d'olio; con questo composto spennellare la superficie della focaccia.
  6. Cospargere con un pizzico di fleur de sel ( a piacere) e spolverizzare con del tè Hojicha leggermente pestato al mortaio, poi infornare. E'possibile anche aggiungere il tè Hojicha a fine cottura; in questo caso, dopo aver spennellato la salamoia, spolverizzare a piacere solo col sale ed infornare.
  7. Cuocere per circa una quindicina-ventina di minuti, finchè comunque la superficie diventa ben dorata (controllatela dopo questo tempo, ogni forno poi ha la sua resa…magari è necessario lasciarla dentro qualche minuto in più o in meno....). Sfornare e lasciar raffreddare completamente prima di tagliarla a quadrotti.
  8. Servire con del prosciutto crudo o culatello, della ricotta freschissima e molto cremosa, una bella spolverizzata di granella di pistacchio e qualche pistacchio intero o spezzettato grossolanamente.

Io ho preferito spolverizzare il tè direttamente sulla focaccia, ma è anche possibile tenere la focaccia neutra e spolverizzare il tè sopra al prosciutto/culatello, oppure al formaggio.
Il sapore leggermente tostato di questo tè, rende tutti questi sapori nell’insieme davvero speciali e che dire…provatela!
La focaccia mette sempre d’accordo tutti, almeno a casa mia è così… 😉
Vi saluto e vi lascio un abbraccio…in questi giorni siamo tutti un po’ frastornati dalle notizie sul Coronavirus; io voglio essere positiva e pensare che tutto si sistemerà quanto prima: usiamo il buonsenso e non facciamoci prendere dall’ansia, questa è la strategia migliore!
A prestissimo con altre ricette golose…

simona




Spaghetti al radicchio e tè affumicato

Questi spaghetti al radicchio e tè affumicato, sono squisiti e davvero saporiti, con il tocco speciale dato dalla crema di formaggio che li avvolge.

Questo mese per l’appuntamento con la rubrica in cucina con il tè, vi voglio andare a presentare un piatto che ha stupito me per prima, per la sua deliziosa squisitezza.
Un piatto semplice e veloce da realizzare, ma che ha in sè un connubio di sapori che si sposano assolutamente alla perfezione e che davvero vi consiglio…si tratta di un primo, degli spaghetti al radicchio e tè affumicato Lapsang Souchong, avvolti in una deliziosa crema al formaggio.
Una sorta di cacio e pepe senza pepe, ecco…al posto del pepe troviamo una spolverizzata di tè affumicato, e anche del croccante radicchio tardivo appena spadellato e aggiunto a dare un tocco davvero speciale al tutto.
Non è facile per me e Gabriella dello Chà Tea Atelier ogni mese trovare sempre nuove idee per mostrarvi come il tè può essere utilizzato in cucina e non solo bevuto come tutti sappiamo fare; il tè è versatile, ed è un ingrediente prezioso e speciale per tantissimi piatti in cucina.
E questa pasta ne è la riprova.
Il tocco dato da questa spolverata di tè affumicato in superficie, dà veramente quel tocco caratterizzante e particolare che proprio non mi aspettavo. Provare per credere….



Passo come sempre la parola a Gabriella, che vi racconterà qualcosa in più in merito a questo tè molto pregiato e speciale.

Tè Lapsang Souchong

Zheng Shan Xiao Zhong  è il vero nome di questo particolarissimo tè rosso che viene affumicato con legno di pino.
Più famoso nei Paesi Occidentali che nella madrepatria, il Lapsang Souchong originale proviene da un piccolo villaggio che sorge tra le montagne del Wu Yi Shan (Fujian, Cina). 
Con un caratteristico sapore di affumicato, questo tè non ammette compromessi: può risultare ricercatissimo dagli estimatori o detestato da chi non ama questo gusto così marcato e particolare. Le note affumicate coprono completamente gli aromi presenti nelle foglie.
Per questo motivo, viene prodotto con il Souchong, una foglia di grandi dimensioni, povera di composti aromatici e a basso contenuto di teina.

Per la preparazione si consiglia:
acqua : 95°
quantità: 3 g. per 150 ml
tempo di infusione: 3’


Print Recipe
Spaghetti al radicchio e tè affumicato
spaghetti al radicchio e tè affumicato
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
spaghetti al radicchio e tè affumicato
Istruzioni
  1. Lavare e mondare il radicchio, asciugarne le foglie delicatamente. Ungere una padella antiaderente e scottare le foglie di radicchio, cuocendole ma mantenendole comunque ancora un poco croccantine. Polverizzare al mortaio il tè Lapsang Souchong.
  2. Portare ad ebollizione una pentola con abbondante acqua salata per la cottura degli spaghetti, e, mentre si cuociono, preparare la crema di formaggio.
  3. In una padella antiaderente, sciogliere la noce di burro con la ricotta. Aggiungere il Parmigiano, un pizzico di sale e un po' di acqua di cottura della pasta, con un mestolino, poca alla volta, amalgamando con una frusta, sino a raggiungere una bella cremina densa, perfetta per condire la pasta.
  4. Scolare gli spaghetti una volta cotti, ed aggiungerli alla padella con la crema di formaggio, girandoli ed amalgamandoli al condimento con delle pinze da cucina, mantecandoli alla perfezione. Unire il radicchio, impiattare e spolverizzare ogni piatto con un pochino di tè affumicato polverizzato. Servire caldissimi!

Che dirvi se non: provatela!
Secondo me è perfetta, in stagione, anche da realizzare con delle zucchine novelle a rondelle leggermente spadellate e croccanti, al posto del radicchio; l’affumicato del Tè Lapsang sta benissimo anche con loro: in questa ricetta l’avevo già proposto tempo fa!
Ora io e Gabriella dello Chà Tea Atelier vi salutiamo e vi diamo appuntamento al prossimo mese, con un’altra ricetta sempre a base di tè…non mancate mi raccomando.
Un grande abbraccio e buon fine settimana, che sia rilassante e meraviglioso per tutti voi!

simona




Stelline soffici al tè Chai e buon 2020!

Queste stelline soffici al tè chai sono profumate e deliziosamente aromatiche, perfette per una dolce coccola golosa in qualsiasi momento della giornata

In questi giorni me la sto prendendo davvero comoda, lo ammetto…non tanto con le cose da fare a casa che, beh, quelle non diminuiscono, anzi: sembra che con le feste triplichino, pure!
Più che altro sto un po’ lasciando da parte tutto ciò che ruota intorno al web, al blog, ai social…un po’ di distacco ci vuole ogni tanto.
Attenzione, non è che io sia dipendente da tutto ciò o che ci stia appiccicata per gran parte della giornata, assolutamente no! E’anche giusto staccare un po’ la spina, dedicarsi di più alla famiglia, allo svago, a fare quello che ci fa stare bene.
Questo era uno dei miei propositi lo scorso anno…che in parte ho mantenuto, ma che ancora non ha raggiunto i risultati che vorrei.
Ecco, insieme ad una tazza di tè profumato e ad un bel blocco bianco, voglio scrivere nuovamente i miei buoni propositi, gustandomi una di queste stelline soffici al tè Chai, realizzate per l’appuntamento con la rubrica “In cucina con il tè” del mese di dicembre.
Soffici, profumate e perfette da gustare quando ci si vuole prendere una piccola pausa golosa; perfette per la colazione di fine anno o di quella di inizio dell’anno nuovo, le voglio regalare e dedicare a tutti voi, miei lettori, che siete preziosissimi per me!
E voi, ne avete di buoni propositi per il nuovo anno?
Raccontatemeli che sono curiosa….



Ecco la descrizione del tè Chai, scritta da Gabriella dello Chà Tea Atelier che insieme a me partecipa alla stesura di questa rubrica tanto amata sia da me, ma anche da voi; il tè Chai è uno dei miei tè preferiti anche da bere così in purezza, e dentro a questi dolcetti deliziosi ci sta davvero alla grande.

CHAI TEA
Ispirato alla tradizionale ricetta indiana, è un tè nero miscelato a spezie, che porta alla mente i colori e i profumi dell’India in tutte le sue sfumature.
Ne esistono infinite varianti, questa è quella selezionata da Chà Tea Atelier: tè nero Assam, cannella, zenzero, chiodi di garofano, cardamomo, finocchio, anice.
Come tutti i Chai indiani si presta anche ad essere assaporato con zucchero o miele e un’aggiunta di latte.

Per la preparazione del tè caldo si consiglia:
2-3 grammi ogni 150 ml di acqua
acqua a 90-95°
3-5 minuti d’infusione


Print Recipe
Stelline soffici al tè Chai
Queste stelline soffici al tè chai sono profumate e deliziosamente aromatiche, perfette per una dolce coccola golosa in qualsiasi momento della giornata
stelline soffici al tè Chai
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
pezzi
Ingredienti
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
pezzi
Ingredienti
stelline soffici al tè Chai
Istruzioni
  1. Polverizzare il tè Chai con un po' di pazienza pestandolo al mortaio. Accendere il forno e portarlo ad una temperatura di 180° con funzione ventilata, ungere ed infarinare sei stampini a forma di stellina.
  2. In una ciotola sbattere con lo sbattitore elettrico le uova con lo zucchero sino a renderle spumose; unire l'olio e continuare ad amalgamare. Setacciare la farina col cacao ed aggiungerla poco alla voltra al composto sempre con le fruste in azione; unire poi il tè, la vaniglia, e poco alla volta il latte, sempre amalgamando ed ottenendo un composto morbido e soffice. La quantità del latte stabilitela voi, iniziando con un goccio e poi aumentando sino al raggiungimento della giusta consistenza (nè troppo liquida nè troppo compatta).
  3. Versare il composto negli stampini a stella riempiendoli per circa tre quarti della loro capienza; infornare e cuocere per 25-30 minuti, facendo la prova dello stecchino per verificarne l'avvenuta cottura (punzecchiare i dolcetti al centro con uno stuzzicadenti: se lo stecchino esce asciutto, sono cotti, altrimenti aumentare di poco i tempi di cottura).
  4. Una volta pronti, spegnere il forno, sfornarli e lasciarli raffreddare completamente. Sformarli e tagliare la calottina superiore formatasi in cottura, pareggiandone la superficie. Con un piccolo stampino ricavare dalla calottina tagliata una stellina o una formina a piacere, che servirà come decorazione finale.
  5. Decorare ciascun dolcetto con un abbondante ciuffo di soffice panna montata, un pizzico di tè chai polverizzato e con la stellina (o altra formina) ricavata in precedenza. Servire immediatamente.
Recipe Notes

é possibile anche a piacere aggiungere come ulteriore decorazione, qualche scaglia di cioccolato fondente, qualche chicco di melagrana o di ribes...largo alla fantasia!

Queste stelline senza panna montata (che va aggiunta solo al momento di servire) si possono conservare per tre o quattro giorni in un contenitore ben chiuso ermeticamente, in luogo fresco ma non umido


Che dire quindi?! Provatele!
Come avrete visto, sono davvero semplicissime da realizzare, deliziose e profumate, direi la giusta soluzione per quando avete voglia di regalarvi una coccola in poco tempo, e regalarne una anche alla vostra famiglia.
Il tocco speciale è dato proprio dal tè Chai con le sue spezie all’interno e fidatevi, se siete amanti dei sapori un po’ etnici, beh, siete nel posto giusto!
Per altre idee, vi ricordo sempre di andare a fare un giretto sul capitolo “Ricette per festività e ricorrenze”...vi aspetto lì con tante belle proposte simpatiche e facili da fare.
Io adesso vi saluto, e auguro a ciascuno di voi una buona fine ed un altrettanto buon inizio…
Sui buoni propositi soprassediamo…come sempre so che me ne scriverò un bel po’, sul mio blocco bianco mentre sorseggio un buon tè e mi gusto una tortina, ma alla fine dell’anno prossimo le spunte su ciò che ho realizzato, beh…saranno pochissime.
Una cosa certa però, è che voglio augurare a tutti voi (ma anche a me stessa) tante cose belle per il nuovo anno: in primis salute e serenità, poi coraggio e grinta per affrontare tutte le sfide e le novità che ci si porranno davanti.
E un pizzico di fortuna, che non guasta mai! (vedete, ho messo anche le monetine di cioccolato portafortuna in questo post, chi lo sa che non portino bene…)
Impariamo a guardare avanti sempre con positività, come dice il mio amato libro “The secret”: tutto torna, nel bene e nel male.
Un abbraccio grande con l’augurio che ci possano essere solo cose belle per tutti e che si possano avverare i desideri di ciascuno di voi!
Buon 2020

simona




Toast al tè affumicato per il brunch della domenica

Questi toast al tè affumicato sono perfetti per un brunch della domenica in famiglia o con amici; il tocco dato da questa particolare tipologia di tè, li rende speciali ed unici!

E mentre piove e piove….
…mi metto al pc per parlarvi di questa proposta (non posso definire ricetta!) legata ad uno dei momenti che più amo e che ogni tanto organizzo anche qui a casa, la domenica mattina: il brunch!
In questa stagione poi, è così bello svegliarsi un po’ più tardi (ammetto che per me non è così…ho una sveglia biologica perfetta che all’alba suona nella mia mente, ahimè!), prendere le cose con calma, godere del tepore della propria casa e…trovarsi tutti attorno alla tavola per godere di un brunch preparato con tante cose buone.
Insieme a Gabriella di Chà tea Atelier, abbiamo quindi pensato, come idea da proporvi in questo mese novembrino piovosissimo, per la rubrica “In cucina con il tè”, proprio qualche idea per questo tipo di colazione.
Questi toast al tè affumicato semplicissimi e veloci da realizzare, acquistano un tocco davvero speciale dato da una spolverata di questo tè pregiatissimo e particolare, il Lapsang Souchong per l’appunto.
Già su queste mie pagine tempo fa, ed in particolare qui, ed anche qui, ho realizzato ricettine speciali utilizzandolo…



tè Lapsang Souching

Come sempre lascio la parola a Gabriella che vi dirà qualcosa in più in merito a questo tè davvero particolare…

LAPSANG SOUCHONG

E’ una specialità della regione cinese del Fujian, conosciuta anche con il nome Zheng Shan Xiao Zhong.
Questo tè ossidato (chiamato tè nero in Occidente e tè rosso in Asia) è conosciuto in tutto il mondo per il suo caratteristico ed intenso aroma affumicato, di legni di pino o cedro, dovuto al particolare processo di essicazione.
Si presenta con foglie intere, leggermente arricciate e di colore molto scuro.
E’ un tè perfetto per gli abbinamenti con i pesci di grandi dimensioni (tonno, merluzzi) oppure usato come “spezia” al posto della pancetta nelle ricette vegetariane.

Per la preparazione si consiglia:
acqua : 95°
quantità: 3 g. per 150 ml
tempo di infusione: 3’

toast al tè affumicato

Per preparare questi toast, serve innanzitutto del pane in cassetta; io adoro quello ai cereali, ma potete optare anche per un normalissimo pane bianco, oppure anche integrale, come preferite.
Tostatelo leggermente, poi prendete della polpa di avocado maturo, schiacciatela ben bene in una ciotolina con i rebbi di una forchetta ottenendo una bella crema morbida; uniteci un pizzico di sale e pepe, un goccio d’olio e amalgamate, in modo da ottenere una consistenza cremosa.
Mettete questa mousse in una sac a poche con la punta tonda in modo da creare dei bellissimi ciuffetti per decorare il vostro toast; se preferite una cosa molto più easy, spalmatelo tranquillamente sul pane senza troppi fronzoli 😉
Nel frattempo procuratevi una tartare freschissima di salmone (potete farvela preparare direttamente dal vostro pescivendolo di fiducia, oppure la trovate anche nel banco sushi del vostro supermercato!), aggiungete un goccio di limone ed un briciolo di pepe nero, poi adagiatela al centro dell’avocado toast; date sul salmone una bella spolverata di tè Lapsang Souchong polverizzato al mortaio, e…. il vostro primo toast è pronto!

Passiamo poi alla preparazione del secondo toast; prendete del pane ai cereali leggermente tostato, e con un coppapasta praticate un foro nella parte centrale.
Ungete di burro un pentolino andiaderente, e scaldatelo sul fuoco; appena inizia a sfrigolare leggermente, adagiateci la fetta di pane e rompeteci all’interno l’uovo; spolverizzate con un pizzico di sale e fate cuocere a fiamma vivace per alcuni minuti: il bianco si dovrà rapprendere, ma il tuorlo rimanere semi-cotto, ancora abbastanza morbido al suo interno.
Spegnete a questo punto la fiamma, adagiate il toast su un piatto da portata insieme a quello con avocado e salmone, poi servite spolverizzandolo anch’esso con tè Lapsang Souching polverizzato al mortaio.

Che ne dite, non la trovate un’idea carina?!
Questo tè, così aromatico e profumato, col suo gusto affumicato davvero particolare, renderà il vostro brunch o la vostra colazione davvero speciale.
Provare per credere!
In pochi minuti riuscirete a rendere speciale una preparazione abbastanza normale…sulla vostra tavola farà comunque un figurone.

Io ora vi lascio, augurandovi un sereno fine settimana, sperando senza pioggia…
Un abbraccio a tutti voi!

simona




Zuppa di noodles e verdure al tè Genmaicha con Matcha

Questa calda e confortante zuppa di noodles con verdure al tè Genmaicha con Matcha, vi stupirà per il suo gusto delicato e speciale

Siamo alla serata del 31 ottobre, festa di Halloween, che qui, nella cucina pasticciona non si festeggia ahimè…è una festa che non sento assolutamente mia e che fatico ad apprezzare.
Capisco che ai tempi, quando mia figlia era ancora piccola, dovevo, per forza di cose, farmela piacere…ma lo ammetto faccio ora outing: è una festa che non mi piace per nulla, non condivido e che mi rifiuto di festeggiare.
Già so che qualcuno mi lascerà qualche commento al vetriolo, ma così è…la Simo è sempre molto sincera e non ama girare troppo intorno alle cose, preferisce dirle e basta, prendendosi tutte le responsabilità del caso!
Sono credente e prefersico pensare alla commemorazione dei Santi e successivemente dei nostri cari defunti, il giorno 2…intanto passerò questo fine settimana lungo, chiamiamolo così, in totale relax a casa con la mia famiglia, senza fare nulla di speciale, solo tanta tranquillità, che ogni tanto ci vuole proprio, non mancando di fare comunque una visita ai cimiteri dai miei cari che non ci sono più.
Proprio in tema relax e comfort food, vi voglio parlare di questa zuppa di noodles e verdure al Tè Genmaicha con Matcha; è un piatto dal nome lungo ed altisonante, che però altro non è che un caldo piatto corroborante e che mi ha stupita, perchè…al posto del brodo ho usato il tè!
Stupiti anche voi?! Lo immagino!
Anche io lo ero, lo ammetto.
Quando con Gabriella dello Chà tea Atelier abbiamo pensato ad una zuppa a base di verdure, noodles e tè, beh…lo confesso…ero moooolto scettica al riguardo…
Poi ho provato, e…devo dire che mi è piaciuta!
La eleggo ricettina di ottobre (anche se mi scuso per l’estremo ritardo!!!) della mitica rubrica “In cucina con il tè”



tè Genmaicha con Matcha

Voi lo conoscete questo tè?!
Passo come sempre la parola a Gabriella, che vi spiegherà meglio le sue caratteristiche e proprietà…

Genmaicha con Matcha

Tè Genmaicha con matcha
La sua origine è legata ad una leggenda: nel XV secolo un samurai, mentre studiava un piano d’attacco con le sue truppe, sorseggiava il suo tè. In modo maldestro, un suo servitore di nome Genmai fece cadere alcuni chicchi di riso nella sua tazza. Per la rabbia, il samurai gli tagliò la testa.
Tornata la calma, continuò a sorseggiare questa nuova bevanda, resa ancora più piacevole dal profumo del riso. Pentito per il gesto compiuto, da quel giorno bevve sempre il tè con l’aggiunta di riso, che chiamò Genmaicha, in onore del suo servitore ucciso. Molto più probabilmente, la popolazione che viveva lontano dalle piantagioni, aveva l’abitudine di “tagliare” il tè con il riso per prolungare le scorte.
Qualunque sia la sua origine, oggi il Genmaicha è uno dei tè più diffusi in Giappone; dall’inconfondibile gusto di nocciola, viene anche chiamato il “tè popcorn”.
Questa  combinazione molto gustosa, arricchita con il Matcha cerimoniale,  è realizzata con Sencha Primaverile di alta qualità, riso tostato e popcorn: una delizia per il palato e per l’organismo grazie ai ricchi antiossidanti e aminoacidi.In tazza presenta un colore verde intenso.
Il sapore dolce e delicato del Matcha si combina, in perfetto equilibrio, con le note erbacee del Sencha e la tostatura del riso. Regala un retrogusto persistente di nocciole tostate.
Da provare!
Preparazione 2 grammi per 150 ml 
Tempo di infusione: 2’ 40’’acqua 75° 

zuppa di noodles e verdure al tè genmaicha con matcha


Print Recipe
Zuppa di noodles e verdure al tè Genmaicha con Matcha
Delicata e profumata questa insolita zuppa di noodles e verdure al tè Genmaicha con matcha, che vi stupirà!
zuppa di noodles e verdure al tè Genmaicha con matcha
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Porzioni
zuppierine
Ingredienti
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Porzioni
zuppierine
Ingredienti
zuppa di noodles e verdure al tè Genmaicha con matcha
Istruzioni
  1. Mondare e lavare la verza, togliere la costa più dura e fare a striscioline le foglie più tenere. Sbollentarle in acqua leggermente salata per 7/8 minuti, poi scolarle e metterle da parte. Pelare e lavare la carota e farla a julienne molto sottile; io ho usato una mandolina.
  2. Preparare il tè in modo da ottenerne 600 ml circa, secondo le dosi ed i tempi sopra specificati da Gabriella nella descrizione; filtrarlo e tenerlo in caldo. In una capace padella antiaderente, meglio ancora se un wok, far scaldare un po' d'olio e poi rosolare il porro ben lavato e fatto a rondelle sottili, finchè non inizia a dorarsi appena.
  3. Aggiungere a questo punto la carota a julienne e continuare a saltare le verdure, mescolando con un cucchiaio di legno per non farle attaccare; aggiungere anche la verza a striscioline ben strizzata dall'acqua dove è stata sbollentata, salare e pepare a piacere e continuare a cuocere a fiamma media, facendo attenzione a non far attaccare al fondo della pentola.
  4. In un'altra casseruola portare dell'acqua ad ebollizione e cuocere i noodles secondo il tempo riportato sulla confezione; una volta pronti, prelevarli ed aggiungerli nel wok con le verdure, facendoli saltare anch'essi per diversi minuti.
  5. Aggiungere il tè bollente, assaggiare e regolare di sale e pepe a piacere; aggiungere un goccio d'olio a crudo e servire in piccole zuppiere individuali.

zuppa di noodles e verdure al tè genmaicha con matcha

So che non è un piatto scontato nè tantomeno facile forse da capire, ma…il tè oltre che ad essere bevuto of course, si presta davvero volentierissimo ad essere utilizzato come ingrediente in tantissimi piatti, con dei risultati assolutamente incredibili e inaspettati…provate questa zuppa e mi saprete dire!
Io vi lascio, scusatemi per il mostruoso ritardo nello scrivere questo post, ma è stata una settimana bella tosta in molti sensi, e spero davvero di potermi un po’ rilassare in questi futuri giorni di festa…magari con qualche piatto comfort food come questo.
Vi mando un abbraccio e a presto!




Healty breakfast toast al tè matcha e frutta

Healty breakfast toast al tè matcha e frutta: una simpatica e golosa idea per una sana prima colazione o uno spuntino leggero!

Buon lunedì amici ed amiche, sembra che l’autunno sia arrivato…e se devo dirla tutta, ne sono anche un po’ contenta.
Sto imparando ad apprezzare questa stagione soprattutto nella sua parte iniziale, dove le temperature sono ancora miti e piacevolissime, dove di giorno si sta bene e la sera ancor di più, magari accoccolati sul divano e coperti da un leggero e morbido plaid…
Apprezzo dell’autunno, i colori meravigliosi, fatti di foglie che cadono, di terra brulla, di frutti succosi e di tramonti infuocati. Apprezzo la voglia di rimettermi ai fornelli e soprattutto di ri-accendere il forno, (dopo la torrida pausa estiva) per preparare cose buone e piatti caldi, coccolosi e confortanti…
La ricettina di oggi è assolutamente speedy, veloce ma d’effetto e perfetta per il rientro a scuola dei nostri ragazzi: la colazione, si sa, è il pasto più importante nella giornata e, con questi Healty breakfast toast al tè matcha e frutta, si parte davvero col piede giusto.
Si preparano velocemente ed è un modo colorato ed energizzante per iniziare al meglio la giornata: trovare in tavola di primo mattino qualcosa di sano e salutare, ma anche coloratissimo e allegro, beh…direi che fa la differenza!
Basterà procurarvi un buon tè Matcha: io come sempre mi avvalgo di quello di Gabriella dello Chà Tea Atelier, che ha pensato questa ricettina insieme a me per la consueta rubrica “In cucina con il tè”; per il resto, tutta la frutta di stagione andrà benissimo…largo come sempre alla fantasia!



healty breakfast toast al tè matcha e frutta

Passo come sempre a Gabriella la parola, perchè ci parli di questo profumato tè, e ci spieghi come utilizzarlo al meglio.

Il Matcha è il più noto tè verde giapponese, lavorato in polvere finissima, molto utilizzato in pasticceria e in cucina da chef di tutto il mondo. Del resto si abbina particolarmente bene al cioccolato bianco, a creme a base di mascarpone e uova e a formaggi cremosi. Da secoli è poi protagonista nella Cha No Yu, l’affascinante cerimonia del tè nipponica.
Una tazza di tè Matcha, disciolto in acqua utilizzando il tradizionale frustino in bambù (il chasen), contiene una maggiore quantità di composti fenolici antiossidanti, rispetto ad una tazza di tè preparata per infusione. Un vero alleato della salute.

Per la preparazione si consiglia:
acqua: 70° – 80° C
quantità: 2 grammi per 70 ml di acqua

Il Matcha è l’unico tè che si prepara per discioglimento e non per infusione. Versate la polvere in una ciotola. Aggiungete acqua alla giusta temperatura e quindi mescolate energicamente con il tradizionale frustino in bambù (il chasen) fino ad ottenere una schiuma in superficie, la famosa “spuma di giada”.

healty breakfast toast al tè matcha e frutta


Print Recipe
Healty breakfast toast al tè matcha e frutta
Healty breakfast toast al tè matcha e frutta: una simpatica e golosa idea per una sana prima colazione o uno spuntino leggero!
healty breakfast toast al tè matcha e frutta
Tempo di preparazione 15 minuti
Porzioni
porzione
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Porzioni
porzione
Ingredienti
healty breakfast toast al tè matcha e frutta
Istruzioni
  1. Tostare le fette di pane e farle raffreddare su una gratella. Lavare ed asciugare sia gli acini d'uva che i frutti di bosco, molto delicatamente.
  2. In una ciotola amalgamare con una piccola frusta o una spatola lo yogurt con il quark, lo zucchero a velo ed il tè Matcha in polvere, ottenendo una morbida crema vellutata. Versare il composto in una piccola sac a poche con la bocchetta a stella (ma in alternativa si può anche usare la bocchetta tonda, oppure non usare proprio la sac a poche!) e creare tanti piccoli ciuffetti sopra alle fette di pane, ricoprendole per intero.
  3. Su una delle due fette di pane, adagiare gli acini d'uva alcuni bianchi altri neri, sopra ai ciuffetti, spolverizzando il tutto con dei pinoli qua e là, e guarnendo con qualche fogliolina di menta fresca.
  4. Sull'altra fetta di pane, al posto dell'uva adagiare i frutti di bosco, intervallandoli con semi di zucca qua e là, e finendo il tutto sempre decorando con foglioline di menta. Servire subito!
Recipe Notes

Potete anche non usare la sac a poche, se non ne siete in possesso o se avete fretta; in questo caso basterà spalmare la crema al matcha sulla fetta di pane, ed adagiare poi i frutti a piacimento, magari creando dei disegni geometrici o piacevoli alla vista!


healty breakfast toast al tè matcha e frutta

Avete visto com’è facile preparare questa delizia?!
Mia figlia li ha apprezzati, mangiandone uno a colazione con un buon succo fresco ed uno per merenda…meglio delle merendine o dei prodotti commerciali, non trovate anche voi?!
Potete se preferite e se avete poco tempo, spalmare la vostra crema al matcha senza creare i ciuffetti come ho fatto io…certo, al mattino il tempo è sempre poco!
Inoltre potrete anche affettare delle mele, pere, pesche, kiwi, irrorando con un goccio di limone e spolverizzando con semini o frutta secca grossolanamente spezzettata…insomma tutto ciò che la stagione e la fantasia vi permettono di utilizzare 😉
Otterrete dei toast davvero salutari e deliziosi, coloratissimi e graditi!
Provare per credere…
Buon inizio di settimana quindi all’insegna della leggerezza e del colore..io vi dò appuntamento fra qualche giorno sempre qui, su queste pagine pasticcione!
Un abbraccio




Mini ice cream sticks apple pie

Oggi, di corsissima, visto che sono al mare, per l’appuntamento mensile con la rubrica “In cucina con il tè”, vi lascio la ricetta di questi piccoli ice cream sticks, gelatini con all’interno della mela grattugiata, cotta in un infuso speziato al profumo di apple pie…
…delle piccole chicche freschissime e golose, adatte ad un intermezzo leggero e profumato, o ad una sana merenda estiva per grandi e piccini!
Come sempre questa ricettina è stata pensata insieme alla mia cara Gabriella dello Chà Tea Atelier, e devo dire che la trovo perfetta anche da dare ai vostri figli per merenda, perchè contiene solo ingredienti totalmente naturali.
Per rendere un po’ particolari questi originali mini ice cream sticks apple pie, ho voluto usare come bastoncino una piccola stecca di cannella, ma è possibile anche usare dei normalissimi bastoncini da ghiacciolo, se a mangiarli saranno dei bimbi piccini…largo come sempre alla fantasia!



Infuso APPLE PIE

Gli infusi di frutta sono delle miscele a base di frutta, ibisco, rosa canina, bacche, fiori e aromi naturali.
I vari ingredienti vengono combinati sapientemente ottenendo una bevanda piacevole e rilassante che può essere consumata in ogni momento della giornata, grazie all’assenza di caffeina.
Gli infusi possono essere consumati tutto l’anno, ma alcuni di essi a base di frutta, se serviti con ghiaccio, sono degli ottimi dissetanti durante l’estate.
L’infuso “Apple Pie” ci riporta ai sapori dell’infanzia, ai pomeriggi trascorsi a cucinare golose torte di mele con le nostre nonne. Dal profumo avvolgente, contiene pezzi di mela, petali di rosa canina, fiori di ibisco, uva passa, cannella e aromi naturali.

Per la preparazione a caldo si consiglia:
3 grammi ogni 150 ml,
acqua a 90-95°,
5 minuti d’infusione.

Per la preparazione a freddo:
lasciare in infusione circa 15 grammi di infuso di frutta in un litro di acqua fredda, riporre in frigorifero per almeno 6 ore e poi filtrare. 


Print Recipe
Mini ice cream sticks apple pie
Questi piccoli gelatini al gusto di mela e spezie, sono davvero golosi e leggeri, freschi e perfetti per una merenda o un intermezzo speciale!
mini ice cream sticks apple pie
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 4 ore in freezer
Porzioni
pezzi
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 4 ore in freezer
Porzioni
pezzi
Ingredienti
mini ice cream sticks apple pie
Istruzioni
  1. Per prima cosa preparare l'infuso caldo come da istruzioni e dosi sopra riportate di Gabriella; filtrarlo, dolcificarlo con lo zucchero di canna e mettelo un attimo da parte. Lavare, detorsolare e sbucciare le mele, grattugiarle con una grattugia a fori grossi direttamente in un pentolino antiaderente dai bordi alti.
  2. Accendere la fiamma e portare il pentolino sul fuoco, aggiungendo le spezie in polvere e l'infuso apple pie ben caldo; portare ad ebollizione e poi iniziare a cuocere, mescolando, e facendo restringere il tutto: si deve ottenere la consistenza di una composta. Spegnere la fiamma e far raffreddare completamente.
  3. Versare la composta di mele in una ciotola ed aggiungere lo yogurt, amalgamando ed ottenendo una morbida crema densa; a piacere aggiungere ancora un pizzico di spezie, poi versare il tutto negli stampini precedentemente spennellati con un goccio di olio di cocco.
  4. Mettere gli stampini in freezer su un ripiano ben dritto per una mezz'oretta, poi estrarli ed inserire al centro di ciascuno il bastoncino di cannella. Riposizionare nel congelatore e lasciar indurire il tutto per almeno 4 ore (ma anche di più...) prima di consumarli.
Recipe Notes

Si mantengono in freezer per qualche settimana, se ben congelati e protetti da pellicola alimentare.


mini ice cream sticks apple pie

Che dire, quindi di questi mini ice cream sticks apple pie?!
Che sono davvero super golosi e profumati…potrete dar loro la forma che preferite; io ho voluto utilizzare per formarli questi piccoli stampini da creme caramel, ma andranno bene anche stampini in silicone; se li preferite più grandi aumentate ovviamente gli ingredienti in proporzione, e sistemateli dentro a formine per ghiaccioli, utilizzando sempre il bastoncino di cannella se vi va oppure gli stecchi in dotazione.
Bell’idea, no?!
Io ora vi saluto, le mie vacanze procedono, ed io me le sto godendo appieno..
Un abbraccio anche a tutti voi, che possiate vivere queste calde giornate in piena serenità e in compagnia di chi amate!




Ghiaccioli al mango e tè Black Vanilla

Finalmente è estate, quella che intendo io , calda ma sopportabile, dalle giornate lunghe e soleggiate, le sere fresche e non afose, dove è piacevole stare fuori e non si soffoca dal caldo.
Dove alla sera è anche bello uscire per fare una lunga camminata, oppure inforcare una bici e scorrazzare sino al calar del sole…l’estate che piace a me è proprio questa, quando al pomeriggio si sentono le cicale che friniscono sugli alberi, fuori in giardino…dove è piacevole ogni tanto fare una pausa fresca e golosa, che non ci appesantisca troppo, magari proprio con un bel ghiacciolo.
Questi che vedete oggi li ho realizzati io….non ci credete?!
Eh sì, è proprio così!
Buoni, leggeri, freschi e succosi, realizzati senza zuccheri ma solo con ingredienti totalmente naturali…primo fra tutti il mango, dolce ed irresistibile, poi… indovinate un po’…il tè!
Eh, si, per questi ghiaccioli al mango e tè è stato utilizzato un ottimo tè nero alla vaniglia di Chà Tea Atelier, dall’intenso profumo di terre lontane, che unito a quello di questo frutto esotico ha dato un tono davvero speciale a questi ghiaccioli…provateli.
Per mia figlia che è a dieta, sono stati una merenda davvero perfetta!



ghiaccioli al mango e tè

Passo la parola a Gabriella dello Chà Tea Atelier che vi racconterà anche questa volta qualcosa in merito a questo delizioso e profumatissimo tè nero…

Il Tè Black vanilla è un grande classico dal gusto avvolgente, ottimo
per regalarsi un momento di coccole e di relax; una miscela sensuale che
unisce il gusto rotondo e delicato dei tè neri cinesi e l’aroma
naturale di vaniglia.

Per la preparazione: 2/3 g. per 150 ml di acqua naturale
Infusione 3 minuti a 90°

ghiaccioli al mango e tè

Come li ho realizzati?!
Per prima cosa ho preparato un bel tè con la miscela Black Vanilla, ho lasciato in infusione per il tempo necessario (come da istruzioni sopra indicate da Gabriella), ho filtrato e lasciato completamente raffreddare.
Ho preso un bel mango succoso e ne ho ottenuto la polpa, la mia pesava 130 g al netto degli scarti.
L’ho messa in un frullatore insieme a 100 g di tè, 1 pizzico di vaniglia bourbon in polvere, e due cucchiaini di sciroppo d’agave; ho frullato per bene ottenendo un composto morbido e semiliquido.
Ho messo il composto in uno stampo in silicone da sei piccoli ghiaccioli, ho inserito i bastoncini in legno ed ho messo in freezer per una notte intera (bastano anche 6 ore); ecco che il giorno dopo erano pronti i miei ghiaccioli al mango e tè, super deliziosi!

ghiaccioli al mango e tè

Questi ghiaccioli li potete dare senza problemi anche ai vostri bambini, sono davvero sani e senza coloranti o conservanti di qualsiasi genere!
E se volete avere qualche altra fresca idea a base di tè….perchè non provare queste golosissime e dissetanti granite?!
Oppure questi altri ghiaccioli dai gusti strepitosi….vi stupiranno!
Io vi aspetto qui fra qualche giorno con un’altra golosa ricetta…nel frattempo mi godo queste giornate d’estate cercando anche di staccare un po’ dal web per dedicarmi a me stessa, alla mia casa e ai miei piaceri, riprendendomi il mio tempo con calma…
Un abbraccio, buon fine settimana e buone vacanze a chi partirà!
A presto




Gelato all’infuso “crema di mirtilli”

Questo gelato all’infuso “Crema di mirtilli”, è profumatissimo, delizioso e molto delicato al palato; un dessert al cucchiaio davvero raffinato e speciale!

Da quando ho la gelatiera, chi mi conosce sa che ho realizzato tanti buoni e deliziosi gusti di gelato; alcuni li ho pubblicati anche qui sul blog, e, più giù vi lascerò qualche link, qualora abbiate voglia di replicarli (fidatevi, non ve ne pentirete!).
Sapete forse anche che sono una amante dei tè e degli infusi alla follia, quindi un bel giorno, insieme alla mia amica Gabriella dello Chà Tea Atelier, abbiamo pensato…perchè non provare a coniugare le due passioni, ottenendo qualcosa di speciale?! Detto fatto: potrà sembrare incredibile ma questo gelato è stato profumato da un infuso alla frutta, per la precisione il “Crema di Mirtilli” , delizioso a base di ibisco, rosa canina, mirtilli ed altri frutti di bosco, bacche ed aromi naturali…una meraviglia insomma.
E’ davvero da provare, credetemi…ed è anche facilissimo da fare questo gelato all’infuso “Crema di mirtilli” (come tutte le ricette della Simo, del resto…); Io l’ho servito con una macedonia di mirtilli insaporita da succo e scorza di limone, foglioline di erba limoncina e un pizzico di zucchero, spolverizzando infine la superficie con del cioccolato bianco spezzettato, per dare un tocco di croccantezza davvero particolare e gradito al palato.
Quindi che dirvi…munitevi di questo infuso speciale, latte panna, zucchero ed una bella gelatiera: siete pronti?!
Partiamo con la ricetta!



gelato all'infuso crema di mirtilli

Prima di lasciarvi la descrizione della ricetta, passo come sempre la parola a Gabriella, TAC Tea Sommelier e titolare dello Chà Tea Atelier di Milano, che vi racconterà qualcosa in più in merito a questo delizioso infuso dal profumo inebriante!

Crema
di mirtilli

Gli infusi di frutta sono delle miscele a base di ibisco, rosa canina, bacche, fiori, frutta e aromi naturali. I vari ingredienti vengono combinati sapientemente ottenendo una bevanda piacevole e rilassante che può essere consumata in ogni momento della giornata, grazie all’assenza di caffeina.
Gli infusi possono essere consumati tutto l’anno, ma alcuni di essi a base di frutta, se serviti con ghiaccio, sono degli ottimi dissetanti durante l’estate.
L’infuso al gusto di crema di mirtilli contiene fiori di ibisco, pezzi di mela, petali di rosa canina, uva passa, mora, mirtilli e aromi naturali; ottimo sia preparato caldo che freddo da portare con voi in spiaggia o in montagna per un insolito pic nic.

Per la preparazione a caldo si consiglia:
3 grammi ogni 150 ml,
acqua a 90-95°,
5 minuti d’infusione.

Per la preparazione a freddo: lasciare in infusione circa 15 grammi di infuso di frutta in un litro di acqua fredda, riporre in frigorifero per almeno 6 ore e poi filtrare. 

Per la preparazione di un mocktail, quindi analcolico e adatto anche per i bambini, bisogna aggiungere limone e frutti di bosco tagliati a pezzi solo dopo che è terminata l’infusione a freddo; lasciare riposare ancora per due ore circa in frigorifero, prima di servire in ampi calici.


Print Recipe
Gelato all'infuso "crema di mirtilli"
Un gelato fresco, dal gusto delizioso e profumatissimo, perfetto da servire con mirtilli freschi e granella di cioccolato bianco
gelato all'infuso crema di mirtilli
Tempo di preparazione 35 minuti
Tempo Passivo 2 ore in freezer
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Per finire le coppe
Tempo di preparazione 35 minuti
Tempo Passivo 2 ore in freezer
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Per finire le coppe
gelato all'infuso crema di mirtilli
Istruzioni
  1. Mettere a scaldare in un pentolino antiaderente il latte ed aggiungere l'infuso crema di mirtilli; appena caldo (attenzione; non deve bollire!) spegnere la fiamma e lasciare in infusione fino a completo raffreddamento. Filtrare bene e rimettere il latte ormai freddo in una ciotolina, a parte.
  2. Refrigerare la gelatiera in anticipo per il tempo necessario riportato sulle istruzioni di funzionamento. In una capiente ciotola amalgamare lo zucchero, la vaniglia, il latte profumato dall'infusione e la panna, mescolando ben bene.
  3. Versare il composto nella gelatiera refrigerata e in funzione, montandolo per circa 30 minuti; una volta pronto servirlo, oppure metterlo (come faccio solitamente io) in freezer per un paio d'ore, in modo che si rassodi ben bene. Mentre il tutto si rassoda, preparare la macedonia di mirtilli.
  4. Lavare, mondare ed asciugare bene i mirtilli, irrorarli con del succo di limone e lo zucchero a velo, unire le foglioline di erba limoncina spezzettate ed amalgamare; porre in frigo ad insaporire per circa una mezz'oretta, anche più, coprendo la ciotola con pellicola alimentare.
  5. Servire il gelato porzionandolo in coppa, unire la macedonia di mirtilli privata delle foglioline di limoncina, e spolverizzare con il cioccolato bianco a pezzetti, scaglie o granella; decorare con qualche altra fogliolina di erba limoncina fresca a piacere.

Che ne dite?!
Non lo trovate delizioso?!
Come promesso sopra, lascio qualche altro link di gelati da me realizzati nella cucina pasticciona, e che vi consiglio davvero di provare come questo qui al limone, questo alla vaniglia, o ancora questo al pistacchio, che è la fine del mondo.
Se non avete ancora una gelatiera, beh…vi consiglio di prenderne una; con poca spesa realizzerete un gelato casalingo genuino con ingredienti naturali, davvero ottimo e perfetto anche per la merenda dei più piccini!
Ora scappo che, il fine settimana è arrivato prepotentemente anche questa volta: qualcuno mi sa spiegare perchè il tempo scorre così veloce?!
Mah…
Un grande abbraccio a voi tutti, alla prossima




Composta di ciliegie al tè con gelato alla vaniglia

Composta di ciliegie al tè con gelato alla vaniglia: un fresco dessert al cucchiaio perfetto da gustare in ogni momento!

Ed eccoci arrivati un’altra volta alla fine della settimana….i giorni volano ed io non capisco come facciano a correre via così velocemente.
In un battibaleno siamo già arrivati a giugno, e quasi non me ne sono accorta, complice anche questo tempo pazzerello che non si è ancora stabilizzato, ahimè!
Comunque sia, io sono speranzosa, e voglio esserlo ancor di più, scaramanticamente preparando un dolce fresco e goloso al cucchiaio: ecco la composta di ciliegie al tè con gelato alla vaniglia, in occasione dell’appuntamento mensile con la rubrica “In cucina con il tè”.
La composta, oltre ad essere a base di rosse e golose ciliegie, è stata profumata dal tè Black Vanilla, una miscela strepitosa che come sempre potrete trovare da Chà Tea Atelier, il paradiso dei tè a Milano.
Una ricetta semplicissima, che vi consiglio di preparare quando le ciliegie sono di stagione e quando sui mercati ne trovate in abbondanza; conservate la composta ottenuta poi in vasetti sottovuoto e utilizzatela quando vorrete, anche nella stagione più fredda, per profumare d’estate qualche dolce al cucchiaio (magari una panna cotta, del semplice gelato, un budino o perchè no, anche uno yogurt bianco a colazione).
E questa composta posso mangiarla anche io; da qualche tempo infatti le ciliegie fresche mi creano allergia, ma cotte non mi fanno nulla, quindi…



composta di ciliegie al tè con gelato

Passo come sempre la parola a Gabriella che ci spiegherà qualcosa in più riguardo a questo tè super profumato che, gli amanti della vaniglia, non dovranno assolutamente lasciarsi sfuggire!

Il Tè Black vanilla è un grande classico dal gusto avvolgente, ottimo per regalarsi un momento di coccole e di relax; una miscela sensuale che unisce il gusto rotondo e delicato dei tè neri cinesi e l’aroma naturale di vaniglia.

Per la preparazione: 2/3 g. per 150 ml di acqua naturale
Infusione 3 minuti a 90°

composta di ciliegie al tè con gelato


Print Recipe
Composta di ciliegie al tè con gelato
Questi bicchierini di composta di ciliegie al tè con gelato, soo un dessert al cucchiaio davvero fresco, profumato e goloso!
composta di ciliegie al tè con gelato
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 30 minuti
Porzioni
vasetto
Ingredienti
Per la composta di ciliegie
Per il gelato aalla vaniglia
Per decorare
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 30 minuti
Porzioni
vasetto
Ingredienti
Per la composta di ciliegie
Per il gelato aalla vaniglia
Per decorare
composta di ciliegie al tè con gelato
Istruzioni
  1. Per prima cosa preparare il gelato alla vaniglia, magari anche qualche ora prima, in modo da tenerlo un po' in freezer per rassodarlo. Accendere la gelatiera per pre- raffreddare il cestello del gelato; intanto in una ciotola mescolare il latte appena intiepidito con lo zucchero, in modo da scioglierlo. Unire la panna, sempre amalgamando con una spatola in silicone, poi il pizzico di sale ed i semini della bacca di vaniglia.
  2. Versare il composto nel cestello della gelatiera ed azionarla per circa 30-40 minuti, in modo da montarlo per bene ed ottenere il gelato alla vaniglia. Versarlo in una vaschetta da gelato, coprirla e mettere in freezer a compattare. Intanto preparare le ciliegie; lavarle, asciugarle, denocciolarle e togliere il picciolo.
  3. Versarle in una ciotola cospargendole con un goccio di succo di limone; unire lo zucchero di canna ed amalgamare bene; coprire con pellicola alimentare e mettere in frigo per una mezz'oretta circa. Preparare una tazza di tè black vanilla con dosi e tempi come da istruzioni di Gabriella, filtrare e lasciar intiepidire.
  4. Dopo mezz'ora di riposo in frigo, riprendere le ciliegie, versarle in una casseruola dal fondo spesso, unire il tè e la vaniglia, portando ad ebollizione; abbassare la fiamma e cuocere a fiamma lenta per circa 20-30 minuti, mescolando e spegnendo una volta che il liquido si sarà ristretto, formando una consistenza sciropposa.
  5. Invasare la composta dentro ad un vasetto ermetico ben sterilizzato in precedenza, e conservare in luogo fresco. Servire come dessert i bicchierini con il gelato alla vaniglia, irrorare con abbondante composta e qualche fogliolina di menta per decorare.
Recipe Notes

La composta si conserva in frigo o in un luogo fresco per qualche settimana; qualora si volesse mantenere per più tempo, è necessario invasare la composta bollente in vasetti dal tappo a vite (tipo bormioli) ben sterilizzati, mettendoli a raffreddare a testa in giù per una giornata, in modo da creare il sottovuoto.

Il gelato si conserva in freezer per una decina di giorni massimo.


composta di ciliegie al tè con gelato

Oltre alla composta di ciliegie, come avrete visto, vi ho voluto dare anche la ricetta del mio amatissimo gelato alla vaniglia; a casa mia lo adorano, e, da quando ho la gelatiera, l’ho già praticamente fatto e rifatto innumerevoli volte!
Potrete realizzarlo anche da servire con una bella macedonia di stagione, con una colata di cioccolato fuso, con pezzetti di frutta fresca, con scaglie di cioccolato croccante, frutta secca, insomma quello che vi va…fidatevi, è sano e buonissimo, altro che quelli comperati.
Se ne siete amanti, beh, vi consiglio di fare un piccolo investimento comprando come ho fatto io , una gelatiera refrigerante: otterrete in pochissimo tempo e con poca spesa, dell’ottimo ed irresistibile gelato fatto in casa con ingredienti sani e genuini. Parola!

composta di ciliegie al tè con gelato

E se cercate qualche altra ricetta a base di tè e ciliegie, vi lascio qualche link….qui delle scaloppine profumatissime realizzate qualche tempo fa sempre con l’ottimo tè consigliato da Gabriella…qui invece un insolito risotto fruttato che vi stupirà.
Qui invece, se vi può interessare, una bella raccolta di cinque idee con le ciliegie…insomma, di idee ne avete, per sbizzarrirvi in cucina con questo frutto goloso!
Io ora vi saluto augurandovi un felice e sereno weekend…che, come sempre vi raccomando, sia pieno di cose belle e di tanto relax!
Un abbraccio