Zuppa di noodles e verdure al tè Genmaicha con Matcha

Questa calda e confortante zuppa di noodles con verdure al tè Genmaicha con Matcha, vi stupirà per il suo gusto delicato e speciale

Siamo alla serata del 31 ottobre, festa di Halloween, che qui, nella cucina pasticciona non si festeggia ahimè…è una festa che non sento assolutamente mia e che fatico ad apprezzare.
Capisco che ai tempi, quando mia figlia era ancora piccola, dovevo, per forza di cose, farmela piacere…ma lo ammetto faccio ora outing: è una festa che non mi piace per nulla, non condivido e che mi rifiuto di festeggiare.
Già so che qualcuno mi lascerà qualche commento al vetriolo, ma così è…la Simo è sempre molto sincera e non ama girare troppo intorno alle cose, preferisce dirle e basta, prendendosi tutte le responsabilità del caso!
Sono credente e prefersico pensare alla commemorazione dei Santi e successivemente dei nostri cari defunti, il giorno 2…intanto passerò questo fine settimana lungo, chiamiamolo così, in totale relax a casa con la mia famiglia, senza fare nulla di speciale, solo tanta tranquillità, che ogni tanto ci vuole proprio, non mancando di fare comunque una visita ai cimiteri dai miei cari che non ci sono più.
Proprio in tema relax e comfort food, vi voglio parlare di questa zuppa di noodles e verdure al Tè Genmaicha con Matcha; è un piatto dal nome lungo ed altisonante, che però altro non è che un caldo piatto corroborante e che mi ha stupita, perchè…al posto del brodo ho usato il tè!
Stupiti anche voi?! Lo immagino!
Anche io lo ero, lo ammetto.
Quando con Gabriella dello Chà tea Atelier abbiamo pensato ad una zuppa a base di verdure, noodles e tè, beh…lo confesso…ero moooolto scettica al riguardo…
Poi ho provato, e…devo dire che mi è piaciuta!
La eleggo ricettina di ottobre (anche se mi scuso per l’estremo ritardo!!!) della mitica rubrica “In cucina con il tè”



tè Genmaicha con Matcha

Voi lo conoscete questo tè?!
Passo come sempre la parola a Gabriella, che vi spiegherà meglio le sue caratteristiche e proprietà…

Genmaicha con Matcha

Tè Genmaicha con matcha
La sua origine è legata ad una leggenda: nel XV secolo un samurai, mentre studiava un piano d’attacco con le sue truppe, sorseggiava il suo tè. In modo maldestro, un suo servitore di nome Genmai fece cadere alcuni chicchi di riso nella sua tazza. Per la rabbia, il samurai gli tagliò la testa.
Tornata la calma, continuò a sorseggiare questa nuova bevanda, resa ancora più piacevole dal profumo del riso. Pentito per il gesto compiuto, da quel giorno bevve sempre il tè con l’aggiunta di riso, che chiamò Genmaicha, in onore del suo servitore ucciso. Molto più probabilmente, la popolazione che viveva lontano dalle piantagioni, aveva l’abitudine di “tagliare” il tè con il riso per prolungare le scorte.
Qualunque sia la sua origine, oggi il Genmaicha è uno dei tè più diffusi in Giappone; dall’inconfondibile gusto di nocciola, viene anche chiamato il “tè popcorn”.
Questa  combinazione molto gustosa, arricchita con il Matcha cerimoniale,  è realizzata con Sencha Primaverile di alta qualità, riso tostato e popcorn: una delizia per il palato e per l’organismo grazie ai ricchi antiossidanti e aminoacidi.In tazza presenta un colore verde intenso.
Il sapore dolce e delicato del Matcha si combina, in perfetto equilibrio, con le note erbacee del Sencha e la tostatura del riso. Regala un retrogusto persistente di nocciole tostate.
Da provare!
Preparazione 2 grammi per 150 ml 
Tempo di infusione: 2’ 40’’acqua 75° 

zuppa di noodles e verdure al tè genmaicha con matcha


Print Recipe
Zuppa di noodles e verdure al tè Genmaicha con Matcha
Delicata e profumata questa insolita zuppa di noodles e verdure al tè Genmaicha con matcha, che vi stupirà!
zuppa di noodles e verdure al tè Genmaicha con matcha
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Porzioni
zuppierine
Ingredienti
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 25 minuti
Porzioni
zuppierine
Ingredienti
zuppa di noodles e verdure al tè Genmaicha con matcha
Istruzioni
  1. Mondare e lavare la verza, togliere la costa più dura e fare a striscioline le foglie più tenere. Sbollentarle in acqua leggermente salata per 7/8 minuti, poi scolarle e metterle da parte. Pelare e lavare la carota e farla a julienne molto sottile; io ho usato una mandolina.
  2. Preparare il tè in modo da ottenerne 600 ml circa, secondo le dosi ed i tempi sopra specificati da Gabriella nella descrizione; filtrarlo e tenerlo in caldo. In una capace padella antiaderente, meglio ancora se un wok, far scaldare un po' d'olio e poi rosolare il porro ben lavato e fatto a rondelle sottili, finchè non inizia a dorarsi appena.
  3. Aggiungere a questo punto la carota a julienne e continuare a saltare le verdure, mescolando con un cucchiaio di legno per non farle attaccare; aggiungere anche la verza a striscioline ben strizzata dall'acqua dove è stata sbollentata, salare e pepare a piacere e continuare a cuocere a fiamma media, facendo attenzione a non far attaccare al fondo della pentola.
  4. In un'altra casseruola portare dell'acqua ad ebollizione e cuocere i noodles secondo il tempo riportato sulla confezione; una volta pronti, prelevarli ed aggiungerli nel wok con le verdure, facendoli saltare anch'essi per diversi minuti.
  5. Aggiungere il tè bollente, assaggiare e regolare di sale e pepe a piacere; aggiungere un goccio d'olio a crudo e servire in piccole zuppiere individuali.

zuppa di noodles e verdure al tè genmaicha con matcha

So che non è un piatto scontato nè tantomeno facile forse da capire, ma…il tè oltre che ad essere bevuto of course, si presta davvero volentierissimo ad essere utilizzato come ingrediente in tantissimi piatti, con dei risultati assolutamente incredibili e inaspettati…provate questa zuppa e mi saprete dire!
Io vi lascio, scusatemi per il mostruoso ritardo nello scrivere questo post, ma è stata una settimana bella tosta in molti sensi, e spero davvero di potermi un po’ rilassare in questi futuri giorni di festa…magari con qualche piatto comfort food come questo.
Vi mando un abbraccio e a presto!




Healty breakfast toast al tè matcha e frutta

Healty breakfast toast al tè matcha e frutta: una simpatica e golosa idea per una sana prima colazione o uno spuntino leggero!

Buon lunedì amici ed amiche, sembra che l’autunno sia arrivato…e se devo dirla tutta, ne sono anche un po’ contenta.
Sto imparando ad apprezzare questa stagione soprattutto nella sua parte iniziale, dove le temperature sono ancora miti e piacevolissime, dove di giorno si sta bene e la sera ancor di più, magari accoccolati sul divano e coperti da un leggero e morbido plaid…
Apprezzo dell’autunno, i colori meravigliosi, fatti di foglie che cadono, di terra brulla, di frutti succosi e di tramonti infuocati. Apprezzo la voglia di rimettermi ai fornelli e soprattutto di ri-accendere il forno, (dopo la torrida pausa estiva) per preparare cose buone e piatti caldi, coccolosi e confortanti…
La ricettina di oggi è assolutamente speedy, veloce ma d’effetto e perfetta per il rientro a scuola dei nostri ragazzi: la colazione, si sa, è il pasto più importante nella giornata e, con questi Healty breakfast toast al tè matcha e frutta, si parte davvero col piede giusto.
Si preparano velocemente ed è un modo colorato ed energizzante per iniziare al meglio la giornata: trovare in tavola di primo mattino qualcosa di sano e salutare, ma anche coloratissimo e allegro, beh…direi che fa la differenza!
Basterà procurarvi un buon tè Matcha: io come sempre mi avvalgo di quello di Gabriella dello Chà Tea Atelier, che ha pensato questa ricettina insieme a me per la consueta rubrica “In cucina con il tè”; per il resto, tutta la frutta di stagione andrà benissimo…largo come sempre alla fantasia!



healty breakfast toast al tè matcha e frutta

Passo come sempre a Gabriella la parola, perchè ci parli di questo profumato tè, e ci spieghi come utilizzarlo al meglio.

Il Matcha è il più noto tè verde giapponese, lavorato in polvere finissima, molto utilizzato in pasticceria e in cucina da chef di tutto il mondo. Del resto si abbina particolarmente bene al cioccolato bianco, a creme a base di mascarpone e uova e a formaggi cremosi. Da secoli è poi protagonista nella Cha No Yu, l’affascinante cerimonia del tè nipponica.
Una tazza di tè Matcha, disciolto in acqua utilizzando il tradizionale frustino in bambù (il chasen), contiene una maggiore quantità di composti fenolici antiossidanti, rispetto ad una tazza di tè preparata per infusione. Un vero alleato della salute.

Per la preparazione si consiglia:
acqua: 70° – 80° C
quantità: 2 grammi per 70 ml di acqua

Il Matcha è l’unico tè che si prepara per discioglimento e non per infusione. Versate la polvere in una ciotola. Aggiungete acqua alla giusta temperatura e quindi mescolate energicamente con il tradizionale frustino in bambù (il chasen) fino ad ottenere una schiuma in superficie, la famosa “spuma di giada”.

healty breakfast toast al tè matcha e frutta


Print Recipe
Healty breakfast toast al tè matcha e frutta
Healty breakfast toast al tè matcha e frutta: una simpatica e golosa idea per una sana prima colazione o uno spuntino leggero!
healty breakfast toast al tè matcha e frutta
Tempo di preparazione 15 minuti
Porzioni
porzione
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Porzioni
porzione
Ingredienti
healty breakfast toast al tè matcha e frutta
Istruzioni
  1. Tostare le fette di pane e farle raffreddare su una gratella. Lavare ed asciugare sia gli acini d'uva che i frutti di bosco, molto delicatamente.
  2. In una ciotola amalgamare con una piccola frusta o una spatola lo yogurt con il quark, lo zucchero a velo ed il tè Matcha in polvere, ottenendo una morbida crema vellutata. Versare il composto in una piccola sac a poche con la bocchetta a stella (ma in alternativa si può anche usare la bocchetta tonda, oppure non usare proprio la sac a poche!) e creare tanti piccoli ciuffetti sopra alle fette di pane, ricoprendole per intero.
  3. Su una delle due fette di pane, adagiare gli acini d'uva alcuni bianchi altri neri, sopra ai ciuffetti, spolverizzando il tutto con dei pinoli qua e là, e guarnendo con qualche fogliolina di menta fresca.
  4. Sull'altra fetta di pane, al posto dell'uva adagiare i frutti di bosco, intervallandoli con semi di zucca qua e là, e finendo il tutto sempre decorando con foglioline di menta. Servire subito!
Recipe Notes

Potete anche non usare la sac a poche, se non ne siete in possesso o se avete fretta; in questo caso basterà spalmare la crema al matcha sulla fetta di pane, ed adagiare poi i frutti a piacimento, magari creando dei disegni geometrici o piacevoli alla vista!


healty breakfast toast al tè matcha e frutta

Avete visto com’è facile preparare questa delizia?!
Mia figlia li ha apprezzati, mangiandone uno a colazione con un buon succo fresco ed uno per merenda…meglio delle merendine o dei prodotti commerciali, non trovate anche voi?!
Potete se preferite e se avete poco tempo, spalmare la vostra crema al matcha senza creare i ciuffetti come ho fatto io…certo, al mattino il tempo è sempre poco!
Inoltre potrete anche affettare delle mele, pere, pesche, kiwi, irrorando con un goccio di limone e spolverizzando con semini o frutta secca grossolanamente spezzettata…insomma tutto ciò che la stagione e la fantasia vi permettono di utilizzare 😉
Otterrete dei toast davvero salutari e deliziosi, coloratissimi e graditi!
Provare per credere…
Buon inizio di settimana quindi all’insegna della leggerezza e del colore..io vi dò appuntamento fra qualche giorno sempre qui, su queste pagine pasticcione!
Un abbraccio




Mini ice cream sticks apple pie

Oggi, di corsissima, visto che sono al mare, per l’appuntamento mensile con la rubrica “In cucina con il tè”, vi lascio la ricetta di questi piccoli ice cream sticks, gelatini con all’interno della mela grattugiata, cotta in un infuso speziato al profumo di apple pie…
…delle piccole chicche freschissime e golose, adatte ad un intermezzo leggero e profumato, o ad una sana merenda estiva per grandi e piccini!
Come sempre questa ricettina è stata pensata insieme alla mia cara Gabriella dello Chà Tea Atelier, e devo dire che la trovo perfetta anche da dare ai vostri figli per merenda, perchè contiene solo ingredienti totalmente naturali.
Per rendere un po’ particolari questi originali mini ice cream sticks apple pie, ho voluto usare come bastoncino una piccola stecca di cannella, ma è possibile anche usare dei normalissimi bastoncini da ghiacciolo, se a mangiarli saranno dei bimbi piccini…largo come sempre alla fantasia!



Infuso APPLE PIE

Gli infusi di frutta sono delle miscele a base di frutta, ibisco, rosa canina, bacche, fiori e aromi naturali.
I vari ingredienti vengono combinati sapientemente ottenendo una bevanda piacevole e rilassante che può essere consumata in ogni momento della giornata, grazie all’assenza di caffeina.
Gli infusi possono essere consumati tutto l’anno, ma alcuni di essi a base di frutta, se serviti con ghiaccio, sono degli ottimi dissetanti durante l’estate.
L’infuso “Apple Pie” ci riporta ai sapori dell’infanzia, ai pomeriggi trascorsi a cucinare golose torte di mele con le nostre nonne. Dal profumo avvolgente, contiene pezzi di mela, petali di rosa canina, fiori di ibisco, uva passa, cannella e aromi naturali.

Per la preparazione a caldo si consiglia:
3 grammi ogni 150 ml,
acqua a 90-95°,
5 minuti d’infusione.

Per la preparazione a freddo:
lasciare in infusione circa 15 grammi di infuso di frutta in un litro di acqua fredda, riporre in frigorifero per almeno 6 ore e poi filtrare. 


Print Recipe
Mini ice cream sticks apple pie
Questi piccoli gelatini al gusto di mela e spezie, sono davvero golosi e leggeri, freschi e perfetti per una merenda o un intermezzo speciale!
mini ice cream sticks apple pie
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 4 ore in freezer
Porzioni
pezzi
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 4 ore in freezer
Porzioni
pezzi
Ingredienti
mini ice cream sticks apple pie
Istruzioni
  1. Per prima cosa preparare l'infuso caldo come da istruzioni e dosi sopra riportate di Gabriella; filtrarlo, dolcificarlo con lo zucchero di canna e mettelo un attimo da parte. Lavare, detorsolare e sbucciare le mele, grattugiarle con una grattugia a fori grossi direttamente in un pentolino antiaderente dai bordi alti.
  2. Accendere la fiamma e portare il pentolino sul fuoco, aggiungendo le spezie in polvere e l'infuso apple pie ben caldo; portare ad ebollizione e poi iniziare a cuocere, mescolando, e facendo restringere il tutto: si deve ottenere la consistenza di una composta. Spegnere la fiamma e far raffreddare completamente.
  3. Versare la composta di mele in una ciotola ed aggiungere lo yogurt, amalgamando ed ottenendo una morbida crema densa; a piacere aggiungere ancora un pizzico di spezie, poi versare il tutto negli stampini precedentemente spennellati con un goccio di olio di cocco.
  4. Mettere gli stampini in freezer su un ripiano ben dritto per una mezz'oretta, poi estrarli ed inserire al centro di ciascuno il bastoncino di cannella. Riposizionare nel congelatore e lasciar indurire il tutto per almeno 4 ore (ma anche di più...) prima di consumarli.
Recipe Notes

Si mantengono in freezer per qualche settimana, se ben congelati e protetti da pellicola alimentare.


mini ice cream sticks apple pie

Che dire, quindi di questi mini ice cream sticks apple pie?!
Che sono davvero super golosi e profumati…potrete dar loro la forma che preferite; io ho voluto utilizzare per formarli questi piccoli stampini da creme caramel, ma andranno bene anche stampini in silicone; se li preferite più grandi aumentate ovviamente gli ingredienti in proporzione, e sistemateli dentro a formine per ghiaccioli, utilizzando sempre il bastoncino di cannella se vi va oppure gli stecchi in dotazione.
Bell’idea, no?!
Io ora vi saluto, le mie vacanze procedono, ed io me le sto godendo appieno..
Un abbraccio anche a tutti voi, che possiate vivere queste calde giornate in piena serenità e in compagnia di chi amate!




Ghiaccioli al mango e tè Black Vanilla

Finalmente è estate, quella che intendo io , calda ma sopportabile, dalle giornate lunghe e soleggiate, le sere fresche e non afose, dove è piacevole stare fuori e non si soffoca dal caldo.
Dove alla sera è anche bello uscire per fare una lunga camminata, oppure inforcare una bici e scorrazzare sino al calar del sole…l’estate che piace a me è proprio questa, quando al pomeriggio si sentono le cicale che friniscono sugli alberi, fuori in giardino…dove è piacevole ogni tanto fare una pausa fresca e golosa, che non ci appesantisca troppo, magari proprio con un bel ghiacciolo.
Questi che vedete oggi li ho realizzati io….non ci credete?!
Eh sì, è proprio così!
Buoni, leggeri, freschi e succosi, realizzati senza zuccheri ma solo con ingredienti totalmente naturali…primo fra tutti il mango, dolce ed irresistibile, poi… indovinate un po’…il tè!
Eh, si, per questi ghiaccioli al mango e tè è stato utilizzato un ottimo tè nero alla vaniglia di Chà Tea Atelier, dall’intenso profumo di terre lontane, che unito a quello di questo frutto esotico ha dato un tono davvero speciale a questi ghiaccioli…provateli.
Per mia figlia che è a dieta, sono stati una merenda davvero perfetta!



ghiaccioli al mango e tè

Passo la parola a Gabriella dello Chà Tea Atelier che vi racconterà anche questa volta qualcosa in merito a questo delizioso e profumatissimo tè nero…

Il Tè Black vanilla è un grande classico dal gusto avvolgente, ottimo
per regalarsi un momento di coccole e di relax; una miscela sensuale che
unisce il gusto rotondo e delicato dei tè neri cinesi e l’aroma
naturale di vaniglia.

Per la preparazione: 2/3 g. per 150 ml di acqua naturale
Infusione 3 minuti a 90°

ghiaccioli al mango e tè

Come li ho realizzati?!
Per prima cosa ho preparato un bel tè con la miscela Black Vanilla, ho lasciato in infusione per il tempo necessario (come da istruzioni sopra indicate da Gabriella), ho filtrato e lasciato completamente raffreddare.
Ho preso un bel mango succoso e ne ho ottenuto la polpa, la mia pesava 130 g al netto degli scarti.
L’ho messa in un frullatore insieme a 100 g di tè, 1 pizzico di vaniglia bourbon in polvere, e due cucchiaini di sciroppo d’agave; ho frullato per bene ottenendo un composto morbido e semiliquido.
Ho messo il composto in uno stampo in silicone da sei piccoli ghiaccioli, ho inserito i bastoncini in legno ed ho messo in freezer per una notte intera (bastano anche 6 ore); ecco che il giorno dopo erano pronti i miei ghiaccioli al mango e tè, super deliziosi!

ghiaccioli al mango e tè

Questi ghiaccioli li potete dare senza problemi anche ai vostri bambini, sono davvero sani e senza coloranti o conservanti di qualsiasi genere!
E se volete avere qualche altra fresca idea a base di tè….perchè non provare queste golosissime e dissetanti granite?!
Oppure questi altri ghiaccioli dai gusti strepitosi….vi stupiranno!
Io vi aspetto qui fra qualche giorno con un’altra golosa ricetta…nel frattempo mi godo queste giornate d’estate cercando anche di staccare un po’ dal web per dedicarmi a me stessa, alla mia casa e ai miei piaceri, riprendendomi il mio tempo con calma…
Un abbraccio, buon fine settimana e buone vacanze a chi partirà!
A presto




Gelato all’infuso “crema di mirtilli”

Questo gelato all’infuso “Crema di mirtilli”, è profumatissimo, delizioso e molto delicato al palato; un dessert al cucchiaio davvero raffinato e speciale!

Da quando ho la gelatiera, chi mi conosce sa che ho realizzato tanti buoni e deliziosi gusti di gelato; alcuni li ho pubblicati anche qui sul blog, e, più giù vi lascerò qualche link, qualora abbiate voglia di replicarli (fidatevi, non ve ne pentirete!).
Sapete forse anche che sono una amante dei tè e degli infusi alla follia, quindi un bel giorno, insieme alla mia amica Gabriella dello Chà Tea Atelier, abbiamo pensato…perchè non provare a coniugare le due passioni, ottenendo qualcosa di speciale?! Detto fatto: potrà sembrare incredibile ma questo gelato è stato profumato da un infuso alla frutta, per la precisione il “Crema di Mirtilli” , delizioso a base di ibisco, rosa canina, mirtilli ed altri frutti di bosco, bacche ed aromi naturali…una meraviglia insomma.
E’ davvero da provare, credetemi…ed è anche facilissimo da fare questo gelato all’infuso “Crema di mirtilli” (come tutte le ricette della Simo, del resto…); Io l’ho servito con una macedonia di mirtilli insaporita da succo e scorza di limone, foglioline di erba limoncina e un pizzico di zucchero, spolverizzando infine la superficie con del cioccolato bianco spezzettato, per dare un tocco di croccantezza davvero particolare e gradito al palato.
Quindi che dirvi…munitevi di questo infuso speciale, latte panna, zucchero ed una bella gelatiera: siete pronti?!
Partiamo con la ricetta!



gelato all'infuso crema di mirtilli

Prima di lasciarvi la descrizione della ricetta, passo come sempre la parola a Gabriella, TAC Tea Sommelier e titolare dello Chà Tea Atelier di Milano, che vi racconterà qualcosa in più in merito a questo delizioso infuso dal profumo inebriante!

Crema
di mirtilli

Gli infusi di frutta sono delle miscele a base di ibisco, rosa canina, bacche, fiori, frutta e aromi naturali. I vari ingredienti vengono combinati sapientemente ottenendo una bevanda piacevole e rilassante che può essere consumata in ogni momento della giornata, grazie all’assenza di caffeina.
Gli infusi possono essere consumati tutto l’anno, ma alcuni di essi a base di frutta, se serviti con ghiaccio, sono degli ottimi dissetanti durante l’estate.
L’infuso al gusto di crema di mirtilli contiene fiori di ibisco, pezzi di mela, petali di rosa canina, uva passa, mora, mirtilli e aromi naturali; ottimo sia preparato caldo che freddo da portare con voi in spiaggia o in montagna per un insolito pic nic.

Per la preparazione a caldo si consiglia:
3 grammi ogni 150 ml,
acqua a 90-95°,
5 minuti d’infusione.

Per la preparazione a freddo: lasciare in infusione circa 15 grammi di infuso di frutta in un litro di acqua fredda, riporre in frigorifero per almeno 6 ore e poi filtrare. 

Per la preparazione di un mocktail, quindi analcolico e adatto anche per i bambini, bisogna aggiungere limone e frutti di bosco tagliati a pezzi solo dopo che è terminata l’infusione a freddo; lasciare riposare ancora per due ore circa in frigorifero, prima di servire in ampi calici.


Print Recipe
Gelato all'infuso "crema di mirtilli"
Un gelato fresco, dal gusto delizioso e profumatissimo, perfetto da servire con mirtilli freschi e granella di cioccolato bianco
gelato all'infuso crema di mirtilli
Tempo di preparazione 35 minuti
Tempo Passivo 2 ore in freezer
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Per finire le coppe
Tempo di preparazione 35 minuti
Tempo Passivo 2 ore in freezer
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Per finire le coppe
gelato all'infuso crema di mirtilli
Istruzioni
  1. Mettere a scaldare in un pentolino antiaderente il latte ed aggiungere l'infuso crema di mirtilli; appena caldo (attenzione; non deve bollire!) spegnere la fiamma e lasciare in infusione fino a completo raffreddamento. Filtrare bene e rimettere il latte ormai freddo in una ciotolina, a parte.
  2. Refrigerare la gelatiera in anticipo per il tempo necessario riportato sulle istruzioni di funzionamento. In una capiente ciotola amalgamare lo zucchero, la vaniglia, il latte profumato dall'infusione e la panna, mescolando ben bene.
  3. Versare il composto nella gelatiera refrigerata e in funzione, montandolo per circa 30 minuti; una volta pronto servirlo, oppure metterlo (come faccio solitamente io) in freezer per un paio d'ore, in modo che si rassodi ben bene. Mentre il tutto si rassoda, preparare la macedonia di mirtilli.
  4. Lavare, mondare ed asciugare bene i mirtilli, irrorarli con del succo di limone e lo zucchero a velo, unire le foglioline di erba limoncina spezzettate ed amalgamare; porre in frigo ad insaporire per circa una mezz'oretta, anche più, coprendo la ciotola con pellicola alimentare.
  5. Servire il gelato porzionandolo in coppa, unire la macedonia di mirtilli privata delle foglioline di limoncina, e spolverizzare con il cioccolato bianco a pezzetti, scaglie o granella; decorare con qualche altra fogliolina di erba limoncina fresca a piacere.

Che ne dite?!
Non lo trovate delizioso?!
Come promesso sopra, lascio qualche altro link di gelati da me realizzati nella cucina pasticciona, e che vi consiglio davvero di provare come questo qui al limone, questo alla vaniglia, o ancora questo al pistacchio, che è la fine del mondo.
Se non avete ancora una gelatiera, beh…vi consiglio di prenderne una; con poca spesa realizzerete un gelato casalingo genuino con ingredienti naturali, davvero ottimo e perfetto anche per la merenda dei più piccini!
Ora scappo che, il fine settimana è arrivato prepotentemente anche questa volta: qualcuno mi sa spiegare perchè il tempo scorre così veloce?!
Mah…
Un grande abbraccio a voi tutti, alla prossima




Composta di ciliegie al tè con gelato alla vaniglia

Composta di ciliegie al tè con gelato alla vaniglia: un fresco dessert al cucchiaio perfetto da gustare in ogni momento!

Ed eccoci arrivati un’altra volta alla fine della settimana….i giorni volano ed io non capisco come facciano a correre via così velocemente.
In un battibaleno siamo già arrivati a giugno, e quasi non me ne sono accorta, complice anche questo tempo pazzerello che non si è ancora stabilizzato, ahimè!
Comunque sia, io sono speranzosa, e voglio esserlo ancor di più, scaramanticamente preparando un dolce fresco e goloso al cucchiaio: ecco la composta di ciliegie al tè con gelato alla vaniglia, in occasione dell’appuntamento mensile con la rubrica “In cucina con il tè”.
La composta, oltre ad essere a base di rosse e golose ciliegie, è stata profumata dal tè Black Vanilla, una miscela strepitosa che come sempre potrete trovare da Chà Tea Atelier, il paradiso dei tè a Milano.
Una ricetta semplicissima, che vi consiglio di preparare quando le ciliegie sono di stagione e quando sui mercati ne trovate in abbondanza; conservate la composta ottenuta poi in vasetti sottovuoto e utilizzatela quando vorrete, anche nella stagione più fredda, per profumare d’estate qualche dolce al cucchiaio (magari una panna cotta, del semplice gelato, un budino o perchè no, anche uno yogurt bianco a colazione).
E questa composta posso mangiarla anche io; da qualche tempo infatti le ciliegie fresche mi creano allergia, ma cotte non mi fanno nulla, quindi…



composta di ciliegie al tè con gelato

Passo come sempre la parola a Gabriella che ci spiegherà qualcosa in più riguardo a questo tè super profumato che, gli amanti della vaniglia, non dovranno assolutamente lasciarsi sfuggire!

Il Tè Black vanilla è un grande classico dal gusto avvolgente, ottimo per regalarsi un momento di coccole e di relax; una miscela sensuale che unisce il gusto rotondo e delicato dei tè neri cinesi e l’aroma naturale di vaniglia.

Per la preparazione: 2/3 g. per 150 ml di acqua naturale
Infusione 3 minuti a 90°

composta di ciliegie al tè con gelato


Print Recipe
Composta di ciliegie al tè con gelato
Questi bicchierini di composta di ciliegie al tè con gelato, soo un dessert al cucchiaio davvero fresco, profumato e goloso!
composta di ciliegie al tè con gelato
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 30 minuti
Porzioni
vasetto
Ingredienti
Per la composta di ciliegie
Per il gelato aalla vaniglia
Per decorare
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 30 minuti
Porzioni
vasetto
Ingredienti
Per la composta di ciliegie
Per il gelato aalla vaniglia
Per decorare
composta di ciliegie al tè con gelato
Istruzioni
  1. Per prima cosa preparare il gelato alla vaniglia, magari anche qualche ora prima, in modo da tenerlo un po' in freezer per rassodarlo. Accendere la gelatiera per pre- raffreddare il cestello del gelato; intanto in una ciotola mescolare il latte appena intiepidito con lo zucchero, in modo da scioglierlo. Unire la panna, sempre amalgamando con una spatola in silicone, poi il pizzico di sale ed i semini della bacca di vaniglia.
  2. Versare il composto nel cestello della gelatiera ed azionarla per circa 30-40 minuti, in modo da montarlo per bene ed ottenere il gelato alla vaniglia. Versarlo in una vaschetta da gelato, coprirla e mettere in freezer a compattare. Intanto preparare le ciliegie; lavarle, asciugarle, denocciolarle e togliere il picciolo.
  3. Versarle in una ciotola cospargendole con un goccio di succo di limone; unire lo zucchero di canna ed amalgamare bene; coprire con pellicola alimentare e mettere in frigo per una mezz'oretta circa. Preparare una tazza di tè black vanilla con dosi e tempi come da istruzioni di Gabriella, filtrare e lasciar intiepidire.
  4. Dopo mezz'ora di riposo in frigo, riprendere le ciliegie, versarle in una casseruola dal fondo spesso, unire il tè e la vaniglia, portando ad ebollizione; abbassare la fiamma e cuocere a fiamma lenta per circa 20-30 minuti, mescolando e spegnendo una volta che il liquido si sarà ristretto, formando una consistenza sciropposa.
  5. Invasare la composta dentro ad un vasetto ermetico ben sterilizzato in precedenza, e conservare in luogo fresco. Servire come dessert i bicchierini con il gelato alla vaniglia, irrorare con abbondante composta e qualche fogliolina di menta per decorare.
Recipe Notes

La composta si conserva in frigo o in un luogo fresco per qualche settimana; qualora si volesse mantenere per più tempo, è necessario invasare la composta bollente in vasetti dal tappo a vite (tipo bormioli) ben sterilizzati, mettendoli a raffreddare a testa in giù per una giornata, in modo da creare il sottovuoto.

Il gelato si conserva in freezer per una decina di giorni massimo.


composta di ciliegie al tè con gelato

Oltre alla composta di ciliegie, come avrete visto, vi ho voluto dare anche la ricetta del mio amatissimo gelato alla vaniglia; a casa mia lo adorano, e, da quando ho la gelatiera, l’ho già praticamente fatto e rifatto innumerevoli volte!
Potrete realizzarlo anche da servire con una bella macedonia di stagione, con una colata di cioccolato fuso, con pezzetti di frutta fresca, con scaglie di cioccolato croccante, frutta secca, insomma quello che vi va…fidatevi, è sano e buonissimo, altro che quelli comperati.
Se ne siete amanti, beh, vi consiglio di fare un piccolo investimento comprando come ho fatto io , una gelatiera refrigerante: otterrete in pochissimo tempo e con poca spesa, dell’ottimo ed irresistibile gelato fatto in casa con ingredienti sani e genuini. Parola!

composta di ciliegie al tè con gelato

E se cercate qualche altra ricetta a base di tè e ciliegie, vi lascio qualche link….qui delle scaloppine profumatissime realizzate qualche tempo fa sempre con l’ottimo tè consigliato da Gabriella…qui invece un insolito risotto fruttato che vi stupirà.
Qui invece, se vi può interessare, una bella raccolta di cinque idee con le ciliegie…insomma, di idee ne avete, per sbizzarrirvi in cucina con questo frutto goloso!
Io ora vi saluto augurandovi un felice e sereno weekend…che, come sempre vi raccomando, sia pieno di cose belle e di tanto relax!
Un abbraccio




Fragole glassate al cioccolato e tè

Fragole glassate al cioccolato e tè: una semplice ricetta ricca di profumo!

Post veloce amici ed amiche, ma coloratissimo e ricco di profumi…per l’appuntamento mensile con la rubrica “in cucina con il tè” scritta a quattro mani con l’amica Gabriella dello Chà Tea Atelier, questo mese stiamo sulla semplicità con queste fragole glassate al cioccolato e tè.
Semplicità non scontata però…infatti abbiamo voluto dare a questa ricetta, che può sembrare magari banale, oltre che vista e rivista, un tocco particolarissimo dato dal tè Sharazad, una miscela primaverile, floreale e deliziosa, che io personalmente conosco da tempo, e che adoro da sorseggiare in infusione.
In questa ricetta il tè l’abbiamo polverizzato ed aggiunto al cioccolato della glassa, in modo da dare alla frutta un gusto unico e fiorito davvero delicato e delizioso; successivamente poi anche spolverizzato insieme ai petali di fiori essiccati come tocco finale….
Che dire? Va provata!



tè sharazad

Passo come sempre la parola a Gabriella, per la descrizione di questo stupendo tè….
La miscela di tè Sharazad, è dedicata ai viaggiatori ed ai sognatori; a base di tè nero Ceylon, contiene zenzero, boccioli di ibisco, boccioli di gelsomino, fiori di malva, petali di rosa, cardamomo e vaniglia.
Al gusto di gelsomino.
Per la preparazione:
2-3 g/150 ml
90°
3 minuti di infusione

fragole glassate al cioccolato e tè

Come fare per realizzare tutto ciò?
Ma è semplicissimo….innanzitutto dovrete procurarvi delle belle fragole succose e non troppo mature, grandi più o meno tutte allo stesso modo; lavatele, asciugatelele mondatele da foglioline e picciolo.
Sciogliete in una ciotolina a bagnomaria o al microonde, o ancora nella casseruolina tipica per fonduta di cioccolato, una tavoletta di ottimo cioccolato fondente; polverizzate al mortaio un cucchiaino colmo di tè Sharazad ed unitelo al cioccolato, amalgamandolo bene.
A questo punto potete decidere se creare dei piccoli spiedini di frutta e versarci il cioccolato sopra creando delle volute…oppure se immergerci le fragolone per metà e successivamente spolverizzarle con altro tè Sharazad, o con foglioline essiccate di fiori eduli (anche i fiori sbriciolati contenuti nella miscela del tè sono perfetti!)

fragole glassate al cioccolato e tè

Potete utilizzare petali di fiori eduli freschi o secchi: renderanno comunque le vostre fragole glassate ancora più profumate e belle da vedere e da servire! Che ne dite?!

fragole glassate al cioccolato e tè

Immaginate che bella una tavola colorata e piena di frutti e fiori golosi e profumati, insieme ad un buon tè…che ne dite, apparecchio per la merenda?
Ora scappo, come vi dicevo sono passata un po’ velocemente perchè mi sto concedendo volutamente un periodo di relax, ma un saluto come potevo non lasciarvelo…grazie, perchè siete sempre presenti in questo spazio pasticcione che io tanto amo 🙂
Grazie anche a nome di Gabriella… ci tengo a dirvi che nel suo Atelier troverete sempre miscele profumatissime ed eccellenti che lei vi saprà consigliare al meglio!

Buona giornata a tutti




Crema dessert al tè Bancha Fiorito

E siccome mercoledì è stato il compleanno del mio piccolo e amatissimo blog (undici anni ormai, sembra ieri…), ecco che un dolcetto per festeggiare ve lo dovevo proprio regalare!
Che ne dite di uno di questi adorabili bicchierini di Crema dessert al tè Bancha Fiorito?
Li ho preparati in occasione della rubrica “in cucina con il tè” che ormai da diversi anni ogni mese vi fa compagnia, realizzata a quattro mani da me e da Gabriella dello Chà tea Atelier di Milano.
Trovo che siano primaverili, delicati e deliziosi; perfetti da offrire ad amici in visita, da gustare come merenda pomeridiana o anche dopo una cena leggera o un pranzo…sono adattissimi ad ogni occasione!
Io ho voluto dargli un tocco ancora più speciale aggiungendo appena un pizzico di vaniglia bourbon, ma questo tè è davvero delicato e profumatissimo, tanto che la mia aggiunta si può tranquillamente evitare.
Che ne dite, vi piacciono?!



crema dessert al tè Bancha Fiorito

Passo come sempre la parola a Gabriella che vi parlerà di questo tè che io adoro e che trovo stupendo anche da bere…

crema dessert al tè bancha fiorito

Il Bancha fiorito è una miscela di tè verde giapponese, tè verde al gelsomino, pezzi di ciliegia, rosa canina, fiori di gelsomino, peonie e rose.
Dal profumo inebriante della primavera.
Per la preparazione:
2-3 g/150 ml acqua naturale
a 80° infusione per 2’30” – 3’

crema dessert al tè bancha fiorito


Print Recipe
Crema dessert al tè Bancha Fiorito
Questi bicchierini di crema dessert al tè Bancha fiorito, sono delicati e deliziosi, da gustare in qualsiasi momento
crema dessert al tè bancha fiorito
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 1 ora in frigo
Porzioni
bicchierini monoporzione
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 1 ora in frigo
Porzioni
bicchierini monoporzione
Ingredienti
crema dessert al tè bancha fiorito
Istruzioni
  1. Scaldare il latte in un pentolino antiaderente senza portarlo ad ebollizione; spegnere la fiamma, aggiungere le foglie di tè e lasciare in infusione 7-8 minuti, o ancora meglio sino a completo raffreddamento. Filtrare, eliminare il tè e mettere da parte un attimo il latte in una ciotola.
  2. In un'altra ciotola sbattere con una frusta vigorosamente 1 uovo intero ed un tuorlo, aggiungere lo zucchero ed ottenere una bella crema spumosa; unire successivamente anche la farina e continuare ad amalgamare con la frusta.
  3. Aggiungere il latte a filo sempre amalgamando, unire anche la vaniglia e mettere sul fuoco, a fiamma bassa, mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi. Il composto si addenserà pian piano e, una volta arrivato a bollore, sempre mescolando lasciar sobbollire per circa 3 minuti, poi spegnere la fiamma .
  4. Distribuire la crema ottenuta dentro a sei bicchierini monoporzione e lasciar raffreddare a temperatuta ambiente, poi mettere 1 ora in frigo a solidificare appena (la consistenza rimarrà comunque cremosa e morbida). Una volta trascorso questo tempo, decorare a piacere con fiori commestibili e servire.

crema dessert al tè bancha fiorito

Non trovate che siano anche molto romantici, oltre che delicati e profumati, questi bicchierini di Crema dessert al Tè Bancha Fiorito?
Decorati poi con qualche fiore commestibile, beh….saranno ancora più belli, perfetti per festeggiare, come nel mio caso, un anniversario o un’occasione speciale.
Ora scappo e vi auguro un sereno fine settimana, che sia ricco di sole e di cose belle, relax e serenità 🙂
A presto




Blinis con mousse di formaggio, tè e salmone

Buon mercoledì amici ed amiche, e così anche febbraio pian piano se ne sta andando…
Ammetto che ne son solo felice, non sopporto i mesi invernali e non vedo l’ora che arrivi la primavera. Sì, lo so, sono un po’ un disco rotto, ma che ci posso fare se non mi piace l’inverno?!
In questi giorni le temperature più tiepide mi han fatto ben sperare, e messo un po’ di voglia di fare in più, quindi mi son messa all’opera ed ho preparato questi blinis con mousse di formaggio, tè e salmone, per l’appuntamento mensile con la rubrica “In cucina con il tè”, realizzato insieme all’amica Gabriella Lombardi dello Chà Tea Atelier.
Già in passato avevamo sperimentato l’accostamento tè e formaggio, qui, e devo dire che mi era piaciuto un sacco… stavolta però ho realizzato una sorta di crema/mousse amalgamando il tè polverizzato direttamente col formaggio, che poi abbiamo gustato insieme a del freschissimo salmone sopra a questi deliziosi blinis di farina di ceci.
Un accostamento non particolarmente usuale per una tradizionalista come me, ma che in realtà ho apprezzato e che probabilmente ripeterò 😉



Per questa ricetta ho utilizzato il tè Russian Caravan, un blend che mi è piaciuto un sacco anche da bere e sorseggiare così in purezza.
Un tè che si accompagna benissimo a tanti piatti secondo me…ebbene sì, potrà sembrare insolito, ma bere tè ai pasti in accompagnamento a piatti salati, beh, è possibile ed assolutamente gradevole.
Ce lo vedo perfettamente anche con un buon taglio di carne magari cotta in umido o arrosto…

Tè Russian caravan

Ecco che come sempre passo la parola a Gabriella che ci descriverà questo tè nei dettagli…

Il tè Russian Caravan, è una miscela di tè neri che rievoca i tempi passati, quando il tè veniva trasportato dalla Cina alla Russia a bordo di carovane, seguendo una rotta lunga 11 mila miglia e oltre 16 mesi necessari per percorrerla.
Esistono diverse varianti in commercio di questa gradevole miscela; quella scelta da noi è a base di Keemun cinese, Darjeeling e Assam indiani.
Al gusto vivace di moscatello e alle dolci note maltate dei tè indiani, si uniscono in modo equilibrato le delicate e piacevoli note affumicate del Keemun cinese.

Per la preparazione:
2-3 g/150 ml
90°
3’ infusione

blinis con mousse di formaggio, tè e salmone


Print Recipe
Blinis con mousse di formaggio, tè e salmone
Questi blinis con farina di ceci, abbinati ad una mousse di formaggio e tè con del salmone, sono golosi, saporiti e perfetti per uno spuntino con amici, un brunch o per accompagnare un aperitivo!
Blinis con mousse di formaggio, tè e salmone
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 1 ora
Porzioni
blinis piccoli- 4 un pochino più grandi
Ingredienti
Per i blinis
Per la mousse
Per finire
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 1 ora
Porzioni
blinis piccoli- 4 un pochino più grandi
Ingredienti
Per i blinis
Per la mousse
Per finire
Blinis con mousse di formaggio, tè e salmone
Istruzioni
  1. Preparare i blinis versando in una ciotola la farina di ceci, aggiungendo l'acqua ed amalgamando bene con una frusta per evitare grumi: si dovrà ottenere una morbida pastella, che andrà coperta con un foglio di pellicola alimentare e lasciata riposare per circa un'ora - un'ora e mezza.
  2. Una volta trascorso questo tempo, unire il sale ed il bicarbonato, sempre amalgamando bene. Ungere leggermente d'olio un padellino antiaderente e versare il composto con il cucchiaio, formando una piccola frittatina; quando in superficie si sarà riempita di bollicine, girarla e cuocerla dall'altro lato. Continuare così sino all'esaurimento della pastella. Lasciar intiepidire.
  3. Preparare la mousse amalgamando il formaggio morbido con una piccola frusta per renderlo bello spumoso, aggiungendo un buon pizzico di tè polverizzato al mortaio (tenerne un pochino da spolverizzare poi sui blinis alla fine). Creare con due cucchiaini delle quenelle di formaggio, che andranno adagiate su ciascun blini, finendo poi con un po' di salmone arrotolato come a formare una piccola rosa.
  4. Servire spolverizzando ogni blini con un altro pizzico di tè e, a piacere accompagnando con un'insalatina di radicchio tenero o cicorino rosso.

Blinis con mousse di formaggio, tè e salmone

Semplicissimi da fare, da comporre e da presentare…deliziosi da gustare sorseggiati insieme ad una buonissima tazza di tè, oppure anche con delle bollicine, per chi vuole stare più sul tradizionale! Ora scappo perchè in questi giorni sono particolarmente presa; sono tanto stanca, spero nel fine settimana di potermi riposare un po’…soprattutto di poter staccare con la mente, perchè quella lavora sempre troppo ahimè!
Sarò l’unica? Chissà…
Un grande abbraccio e a prestissimo!




Biscotti di frolla montata al tè Zagara

Buongiorno amici ed amiche, come state?
Spero tutto bene…io sono un po’ in crisi perchè non amo l’inverno ed il freddo di questi giorni mi sta provando parecchio.
La poca luce, le temperature bassissime, le gelate mattutine…no, non fanno per me, e mi scombussolano molto. L’unica cosa positiva è che le giornate si sono leggermente allungate e questo è abbastanza piacevole…ieri tornavo a casa ed erano le cinque, ancora il sole non era ancora sceso, e dentro di me ero felice nell’ ammirare un tramonto fatto di colori meravigliosi…arriverà la mia amata primavera, vero?! Non vedo l’ora, credetemi!
Cerco (per consolarmi un poco, quando posso), di trovare qualche momento tutto per me: amo sopra ogni cosa l’ora del tè pomeridiano (forse nella vita passata ero una nobildonna inglese?! ahahahah chi può saperlo!).
Amo godermi, sempre se posso e riesco, questo momento con tutti i riti del caso…teiera e tazze abbinate (ne ho una collezione, le adoro!), fiori sulla tavola (freschi o secchi), un buon libro per darmi l’ispirazione giusta e per trovare il giusto relax, magari una musica soft in sottofondo, e per finire un dolcetto particolare e goloso.
Questi biscotti di frolla montata al tè sono la mia coccola perfetta…non trovate anche voi?!

 

 

 

Come ogni mese, questa ricettina è stata ideata insieme a Gabriella dello Chà Tea Atelier, grande amica, esperta di tè e Tea Sommelier.
I biscotti di frolla montata, scioglievolissimi al palato e golosi all’ennesima potenza, vengono in questa ricetta resi ancora più profumati e speciali proprio grazie alla presenza di tè polverizzato nell’impasto, insieme ad un pizzico di scorza d’arancia grattugiata.
Già in passato avevo realizzato dei biscotti con il tè polverizzato all’interno: li potete trovare qui e qui, se volete creare qualche altra variante golosa 😉

Il tè utilizzato in questa ricetta è lo Zagara, profumato all’arancia, delicato ed aromatico…
Qui Gabriella ci spiegherà al meglio anche come prepararlo.

Il tè Zagara è una raffinata miscela di tè verde giapponese Sencha e di tè bianco cinese Bai Mu Dan, impreziosita con scorze e fiori d’arancio. Questo tè regala in tazza tutta la delicatezza e persistenza tipiche della Zagara, il fiore dell’arancio, e porta la primavera siciliana a casa nostra tutte le volte che lo infondiamo.

Per la preparazione si consiglia:

acqua : 85°
quantità: 2-3 grammi ogni 150 ml
tempo di infusione: 2’-3’

Per la preparazione a freddo si consiglia:
2 cucchiai ogni litro d’acqua, infusione a freddo in frigorifero per tutta la notte; al mattino filtrare.

 

 

Ringrazio Ale del blog “Dolcemente Inventando” perchè la ricetta base l’ho presa da lei…è una bravissima pasticcera ed un’amica speciale, grazie di cuore!

 

Biscotti di frolla montata al tè Zagara


Print Recipe
Biscotti di frolla montata al tè Zagara
Questi biscotti di frolla montata al tè Zagara, sono deliziosi, profumati e golosissimi, perfetti per una merenda all'ora del tè!
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 12-15 minuti
Porzioni
teglia
Ingredienti
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 12-15 minuti
Porzioni
teglia
Ingredienti
Istruzioni
  1. Accendere il forno e portarlo ad una temperatura di 180° statico. Rivestire con carta forno una leccarda. Polverizzare con un mortaio il tè Zagara ed amalgamarlo allo zucchero a velo.
  2. Lavorare a crema il burro col pizzico di sale (potete usare anche una planetaria col gancio a foglia) poi unire la scorza d'arancia grattugiata e lo zucchero a velo, sempre amalgamando. Unire il bianco d'uovo e mescolare sino a completo assorbimento; all'inizio potrà sembrare che l'impasto si smonti, ma non bisogna demordere, pian piano verrà inglobato alla perfezione.
  3. Unire alla fine la farina setacciata, sempre amalgamando, fino ad ottenere un morbido composto omogeneo. Io per formare i biscotti ho usato la sparabiscotti, ma è possibile anche usare la sac a poche con una bocchetta grande a stella o a vostro piacimento.
  4. Versare quindi l'impasto nella sparabiscotti o in una sac a poche come sopra descritto, e formare tanti biscottini direttamente sulla teglia rivestita; infornare quindi a 180° per circa 12-15 minuti, devono dorarsi appena. Molto importante controllare bene la cottura...dipende sempre dal forno, magari basta qualche minuto per rovinare la cottura, quindi teneteli d'occhio!
  5. Una volta cotti, spegnere il forno, farli raffreddare un poco, poi adagiarli su una gratella per completare il raffreddamento.
Recipe Notes

Si conservano in una scatola o in un vaso ermetico ben chiuso, lontano dall'umidità per una settimana, anche qualche giorno in più!
Grazie ad Alessandra per la ricetta originale, dalla quale ho preso spunto


 

Volevo anche parlarvi di questo delizioso libro in lingua inglese che mi ha accompagnata in questa merenda: si intitola “Making Winter”, l’autrice è Emma Mitchell ed è, come lei lo definisce, una piccola guida per sopravvivere ai mesi freddi dell’Inverno.
E’ bellissimo anche solo da sfogliare per le meravigliose foto e per i progetti al suo interno…infatti è possibile realizzare tanti piccoli lavoretti all’uncinetto, piccoli gioiellini fatti a mano, disegni, erbari, ricette comfort food.
Avevo visto questo libro da Paola e, me ne sono immediatamente innamorata…pensate che uno dei progetti è una simpatica mangiatoia per gli uccellini selvatici che rimangono senza cibo durante i mesi freddi, so che lei insieme ai suoi bimbi l’ha realizzata!
Io invece ho adocchiato una meravigliosa sciarpa che ho intenzione di uncinettare sicuramente, inoltre mi è venuta una voglia matta di riprendere in mano gli acquerelli per colorare foglie, fiori e bacche multicolori; o anche imparare a costruire una piccola ghirlanda per decorare la porta di casa…sfogliatelo anche voi e ve ne innamorerete (peccato solo per la lingua inglese, che io non mastico al meglio!).

 

 

Quindi che state aspettando?
Preparate il bollitore, apparecchiate la tavola, mettetevi comode e…mi raccomando godetevi al meglio questa merenda incantevole!
Io vi aspetto sempre qui; nel prossimo post volevo parlarvi delle mie ultime letture, per raccontarvi ciò che mi ha particolarmente colpito positivamente e che mi ha appassionato: è da un po’ che non lo faccio, e nel frattempo ho letto parecchio, quindi….

Alla prossima!

 




Rotolo al tè con crema di yogurt e ribes

Eccoci giunti all’antivigilia di Natale…siete pronti?
Con i regali e tutta la preparazione dei vari menù e buffet con parenti ed amici?
Io ancora ho un po’ di cose da sbrigare, ma sono direi a buon punto…per chi invece non è ancora pronto o è indeciso su cosa fare magari come dolce in questa giornata festiva, beh, ecco un’idea bella e golosa, un dolce al cucchiaio che si mangia prima con gli occhi!
Per l’appuntamento mensile con la rubrica “In cucina con il tè” ecco quindi il mio rotolo al tè con crema di yogurt e ribes, delicato e goloso, bello e scenografico oltre che buonissimo!
Son certa che portandolo in tavola lascerete i vostri ospiti stupiti ed affascinati dalla sua bellezza…ma anche dalla sua bontà, essendo davvero squisito.
Da quando Gabriella dello Chà Tea Atelier mi ha fatto scoprire questo favoloso tè Matcha Hojicha, comunemente chiamato Roasted Matcha, l’ho impiegato in diversi dolci golosi (come ad esempio questo ciambellone che è stato felicemente terminato inzuppandolo nel latte a colazione).
Questa volta l’ho messo nell’impasto del rotolo per creare un bellissimo contrasto con la crema dolce al suo interno, e poi ho voluto decorare il dolce finito con una cascata di ribes rossi e scintillanti, che oltre a renderlo ancora più goloso l’hanno vestito a festa, rendendolo più Natalizio che mai!
Può sembrare complesso da fare, ma credetemi non è così: è facilissimo e, se c’è riuscita una pasticciona come me, può farcela chiunque.

 

rotolo al tè con crema di yogurt e ribes

 

Passo la parola come sempre a Gabriella che vi parlerà di questo specialissimo tè che ho utilizzato, il tè Matcha Hojicha o Roasted Matcha.

 

tè roasted matcha

 

Il Matcha Hojicha (o Roasted Matcha) è una polvere di tè verde giapponese finemente macinata come il Matcha, ma a differenza di quest’ultimo che resta di un colore verde intenso, viene tostata e ha un colore marrone cioccolato.
Ha un profumo intenso ed è molto versatile nell’uso in cucina.
Il Matcha Hojicha può diventare un cappuccino dalle note di nocciola molto avvolgenti o può essere utilizzato negli impasti sia dolci che salati.
Si prepara per discioglimento e non per infusione.
Versate la polvere in una ciotola; aggiungete acqua a circa 80° e quindi mescolate energicamente con il chasen, il tradizionale frustino in bambù.

 

rotolo al tè con crema di yogurt e ribes

 

Print Recipe
Rotolo al tè con crema di yogurt e ribes
Il rotolo al tè con crema di yogurt e ribes è un dolce scenografico ma semplicissimo da fare, perfetto per la tavola delle feste e che vi stupirà!
rotolo al tè con crema di yogurt e ribes
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 12 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Per il rotolo
Per il ripieno e la decorazione
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 12 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Per il rotolo
Per il ripieno e la decorazione
rotolo al tè con crema di yogurt e ribes
Istruzioni
  1. Accendere il forno e portarlo ad una temperatura di 200° statico. Preparare la pasta biscotto: con delle fruste elettriche o nella planetaria con la frusta a filo, montare le uova con lo zucchero, sino a farle diventare spumosissime. Unire la farina pian piano setacciata con il lievito e il tè Roasted Matcha, sempre con la frusta in azione: dovrete ottenere un composto spumoso e morbidissimo.
  2. Rivestire una teglia di circa 30x 40 (ma anche leggermente più piccola va bene) con carta forno e versare l'impasto livellandolo ben bene; infornare per circa dieci-dodici minuti, poi spegnere. Sfornare, rovesciare la teglia su un panno umido e staccare delicatamente la carta forno; arrotolare il pan di spagna insieme al panno e far raffreddare.
  3. Lavare, asciugare con tanta delicatezza i rametti di ribes; tenerne alcuni interi per decorare il rotolo alla fine, e per gli altri, separare le bacche e metterle da parte. In una ciotola amalgamare lo yogurt col formaggio spalmabile, la vaniglia, lo zucchero a velo ottenendo una morbida crema.
  4. Srotolare la base di pasta biscotto ormai raffreddata e spalmare con la crema allo yogurt tutta la superficie, poi allo stesso modo cospargere con le bacche di ribes tenute da parte.
  5. Ri-arrotolare quindi la pasta biscotto farcita aiutandosi con il panno, poi avvolgere il rotolone ottenuto con carta forno o pellicola alimentare ben stretta, e fare riposare un'oretta in frigo. Prima di servire, togliere il rotolo dalla pellicola, adagiarlo su un bel piatto da portata, spolverizzarlo con zucchero a velo in quantità a piacere, e guarnire con i rametti di ribes e qualche zuccherino natalizio.
Recipe Notes

Se vi dovesse avanzare, conservate tranquillamente il vostro rotolo farcito in frigo per alcuni giorni, tenendolo in un contenitore ermetico ben chiuso.

 

 

rotolo al tè con crema di yogurt e ribes

 

Che ne dite, non è bellissimo?
Non vi viene voglia di rubarne una fetta dal monitor 😉 ???
Vi consiglio di provarlo, vi piacerà sicuraente….Gabriella vi aspetta come sempre nel suo Atelier per mostrarvi il tè che abbiamo utilizzato per la realizzazione, ma anche tantissime altre squisitissime e profumate varietà e miscele.
Ora vi saluto, ci rivediamo dopo Natale e colgo l’occasione per farvi il mio personale e sincero augurio…che possiate trascorrere un Natale sereno, in pace con chi amate, sperando soprattutto che possiate ricevere il regalo più bello (sia spirituale che materiale) che desiderate.
Io in cuor mio come sempre innanzitutto chiedo la salute e la serenità per me e la mia famiglia…se poi arriverà anche qualche bel regalino materiale, beh…non lo butto certo via, eh… ahahaha!

 

Il Natale è una sera di dicembre,
il silenzio che dilaga per le strade,
una fiamma custodita tra le nostre mani,
un fiume solitario che torna alla sua sorgente.
la gioia di donare qualcosa e la gioia di ricevere.
(Fabrizio Caramagna)

 

Un abbraccio e auguri davvero sinceri a tutti voi, che ogni giorno mi fate il regalo più bello e cioè quello di seguirmi con affetto!

Ancora Buon Natale