Risotto al limone rosmarino e pepe rosa

Questo risotto al limone rosmarino e pepe rosa è fresco e pungente, un po’ insolito ma goloso ed originale, perfetto da servire in questa stagione!

Pian piano, le temperature calano (anche se in questi giorni alcuni sprazzi di caldo l’han fatta ancora da padrone…) e la voglia di rimettermi ai fornelli arriva prepotentemente.
Sulla mia tavola il risotto non manca mai; devo ammettere che, talmente lo amo, che me lo preparo anche ad agosto, però, quando fa meno caldo è ovvio che lo si gusta con maggior piacere…
Così, qualche giorno fa ho pensato ad una variante più estiva e fresca, perfetta da gustare anche in questa stagione….spinta dalla voglia di provare un riso speciale, trovato nell’ultima Degustabox appena aperta, ecco che ne è scaturito ciò che vedete. Un risotto al limone rosmarino e pepe rosa, un insieme di sapori freschi e leggermente pungenti; un mix che forse non a tutti può piacere, ma da noi sicuramente gradito, tanto che mia figlia mi ha fatto i complimenti con la promessa di rifarglielo quanto prima. Io adoro gli agrumi (ed in particolar modo il limone) nei miei piatti…li utilizzo spesso e altrettanto spesso sperimento qualcosa di nuovo, come in questo caso; mio marito non ne va matto, ma io e mia figlia sì.
Oltretutto, questo splendido agrume ha un sacco di ottime proprietà, quali ad esempio le sue vitamine (la c soprattutto), sali minerali ed altre sostanze benefiche perfette per aiutare la digestione e per rinforzare le difese immunitarie.
Quindi che altro dirvi?! Provatelo e secondo me vi piacerà…




Print Recipe
Risotto al limone rosmarino e pepe rosa
Un risotto dall'insolito accostamento di sapori, fresco e leggermente pungente, perfetto per la stagione estiva
risotto al limone rosmarino e pepe rosa
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
persone
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
persone
risotto al limone rosmarino e pepe rosa
Istruzioni
  1. In una casseruola sciogliere la noce di burro con un goccio d'olio ed aggiungere lo scalogno tritato finemente; far imbiondire a fiamma vivace, poi aggiungere il riso e tostarlo per alcuni minuti. Con un rigalimoni ottenere dalla scorza del limone delle piccole striscioline fini che andranno momentaneamente da parte, poi spremere il limone per ottenerne il succo.
  2. Sbollentare in un pentolino con dell'acqua bollente le striscioline di scorza del limone per alcuni minuti; scolarle e tenerle da parte per poi aggiungerle successivamente al risotto in cottura.
  3. Unire al riso nella casseruola gli aghi di rosmarino ben lavati ed asciugati finemente tritati al coltello; continuare ancora qualche minuto la tostatura poi sfumare col limone, abbassare un pochino la fiamma ed iniziare ad aggiungere un poco alla volta il brodo vegetale, cuocendo il risotto e mescolandolo ogni tanto per non farlo attaccare.
  4. A circa metà cottura aggiungere più della metà delle scorze di limone (le altre serviranno per decorare il piatto) e una decina di bacche di pepe rosa pestate al mortaio; regolare di sale a piacere e continuare la cottura, sempre aggiungendo del brodo e mescolando. Una volta pronto aggiungere il formaggio spalmabile, mantecare, coprire con un coperchio e lasciar riposare per alcuni minuti a fiamma spenta.
  5. Impiattare e servire caldissimo, aggiungendo sopra ad ogni piatto alcune scorzette di limone tenute da parte, qualche fogliolina di rosmarino fresco ed un pizzico di bacche di pepe rosa in quantità a piacere.

risotto al limone rosmarino e pepe rosa

Una versione ancora più golosa di questo risotto potrebbe essere con l’aggiunta di gamberi leggermente scottati e sfumati con del succo di limone, oppure anche con una tartare sempre di gambero crudo…noi abbiamo gradito questa variante così, semplice semplice, ma son certa che prima o poi sperimenterò anche qualcuna di queste idee che mi son venute 😉
Ovviamente anche qui metto in pratica questo motto, che è diventato un po’ il lei motiv della mia cucina: “largo alla fantasia!”

risotto al limone rosmarino e pepe rosa

Ora scappo, non prima di avervi ringraziato per il positivissimo riscontro che abbiamo avuto io ed Ely in merito alla nuova rubrica “libri in cucina”, presto però ritornerà anche la bellissima rubrica “il giro del mondo con i dolci alle mele”...stavolta, con un’atmosfera tutta Hygge (che adorooooooo) vi porterò…beh, non voglio dirvi dove, solo vi anticipo, nel Nord Europa; a prestissimo quindi!
Qui su queste pagine pasticcione le idee sono sempre in fermento, e la cucina non si ferma mai!
Vi abbraccio




Pancakes alla ricotta e miele, ed una nuova rubrica!

Questi pancakes alla ricotta e miele sono deliziosi e morbidissimi, perfetti per un brunch o una colazione, da abbinare sia al dolce che al salato!

Buon lunedì amici ed amiche, una nuova settimana ricca di cose belle è arrivata…
Io sono attivissima, il tempo è ancora bello, le giornate soleggiate ma non troppo calde e soffocanti, la voglia di fare c’è, ed io ne approfitto per fare mille cose!
Adoro la fine dell’estate, adoro queste giornate così luminose ma non torride, vorrei che restasse sempre così, ma ahimè non è possibile….pazienza dai.
Ma torniamo a noi e alla novità di cui vi parlavo nello scorso post che è qui, sotto ai vostri occhi: io e la Ely del blog Nella cucina di Ely, abbiamo pensato di regalarvi una nuova rubrica mensile dedicata ai libri e alla cucina…che ne dite, vi piace l’idea?!
Si chiamerà Libri in cucina…ebbene sì, ci siamo rese conto, così, chiacchierando al telefono come ogni tanto facciamo, di avere una libreria di cucina ehm…a dir poco immensa, con un sacco di volumi (tutti meravigliosi) dai quali però, non abbiamo estrapolato neppure una ricetta.
Quale occasione migliore per condividerli con voi allora?!
Ogni mese prenderemo un libro che tutte e due possediamo, lo leggeremo con voi e vi regaleremo una delle ricette che contiene!
Che ne pensate?! Noi siamo gasatissime!
Ely ha anche creato un bellissimo banner che vi mostro e che apposteremo nel nostro blog, dove raccoglieremo, volta per volta, tutte le ricette realizzate…



pancakes alla ricotta e miele

Il libro che abbiamo scelto questo mese, (il primo di una lunga serie) che vogliamo presentarvi e dal quale abbiamo deciso di cucinare una ricetta, è “Un cucchiaio di miele” di Hattie Ellis, edito da Guido Tommasi.
Un libro bellissimo, stampato su bellissima carta lucida ed impaginato divinamente, corredato da foto meravigliose e quasi eteree; le ricette sono diverse e tutte davvero semplici da fare ed irresistibili….
Sfogliandolo, insieme alla Ely, ci siam dette…”non possiamo fermarci solo a due ricette, qui almeno dovremmo farne due ciascuna, è assolutamente il minimo sindacale, ehehehe”…beh, vedremo…
Intanto io , come prima scelta, ho optato per questa ricetta di pancakes alla ricotta e miele, con del bacon glassato sempre al miele.
Ricetta questa, perfetta per la colazione o il brunch, pasto che personalmente adoro e che mi stuzzica sempre la fantasia nel preparare cosine sfiziose ed appaganti!
Ely, dal canto suo ha realizzato delle pesche burro e miele alla francese, che potrete vedere cliccando qui…insomma, se potete, vi consiglio di dare un’occhiata a questo libro che, son certa, se amate il miele in cucina, vi colpirà dritto al cuore…
Due ricettine queste che vi proponiamo quindi, da realizzare anche per la colazione dei vostri ragazzi, in procinto di ricominciare l’avventura scolastica, come ogni anno 😉

Se le api non vi sono mai state molto simpatiche, immaginate per un attimo come sarebbe amara la vita senza il loro dolcissimo miele…Anche solo a guardarlo, con quel suo colore che è una cangiante sinfonia di note dorate, si capisce al volo che è un tesoro prezioso.
Mangiarne una cucchiaiata quando si è giù di morale restituisce il sorriso, ma accontentarvi di sfruttarlo semplicemente per dolcificare al posto dello zucchero sarebbe pura eresia!
Potete usarlo per realizzare un’infinità di ricette, e non solo dolci,perché con il salato si sposa che è una meraviglia. Potete farci una deliziosa marinata, guardarlo colare lentamente su fagottini di pasta fillo al formaggio di capra o magari usarlo per preparare una maionese super originale.
E poi c’è anche molto altro… Il miele imparerete a conoscerlo e comprenderlo, oltre che ad apprezzarlo e a usarlo in cucina. Ma ora basta, non ci piacciono le spie, quindi non saremo certo noi a rovinarvi la sorpresa.
Se volete scoprire cosa stanno confabulando nell’alveare… il libro giusto èa portata di mano, non ronzategli troppo intorno e portatevelo a casa!

Dal sito di Guido Tommasi


Print Recipe
Pancakes alla ricotta e miele
Questi pancakes alla ricotta e miele sono deliziosi e morbidissimi, perfetti per un brunch o una colazione, da abbinare sia al dolce che al salato!
Pancakes alla ricotta e miele
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
pancakes
Ingredienti
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
pancakes
Ingredienti
Pancakes alla ricotta e miele
Istruzioni
  1. In una capiente ciotola sbattere con la frusta elettrica i tuorli delle due uova con la ricotta e il latte, insieme al pizzico di sale. Unire pian piano la farina e continuare ad amalgamare. Montare a neve gli albumi ed unirli all'impasto con delicatezza dall'alto in basso, senza smontare.
  2. Ungere leggermente una padella antiaderente con una goccia d'olio, scaldarla per bene e versare una abbondante cucchiaiata di impasto, cercando di dare una forma più tonda possibile del diametro di circa 6-7 cm, senza però spanderla. Cuocere il pancake su un lato finchè non iniziano a comparire delle piccole bollicine, poi girarlo delicatamente con una spatola e continuare per lo stesso tempo la cottura anche sull'altro lato.
  3. Una volta pronto, toglierlo dalla padella tenendolo al caldo, ungere di nuovo leggermente il tutto e procedere come sopra con un altro cucchiaio di pastella, continuando così a produrre e cuocere pancakes fino all'esaurimento di tutto l'impasto.
  4. Intanto in un'altra padella cuocere il bacon senza condimento (ne rilascerà in gran parte lui!), rendendolo ben croccante su entrambi i lati e versandoci un goccio di miele per glassarlo leggermente. Servire i pancake ben caldi con una noce di burro e una bella colata di miele liquido insieme al bacon.
Recipe Notes

Questi pancake sono perfetti anche con del cream cheese, formaggio morbido e frutta fresca a fette o leggermente sciroppata, sempre accompagnati da un buon goccio di miele; sono ottimi sia col dolce che col salato, quindi largo alla fantasia!


pancakes alla ricotta e miele

Che ne dite, non è bella questa ricetta?
Io la trovo deliziosa nella sua semplicità, resa speciale dal tocco di miele che la rende irresistibile, insieme a questo libro, che secondo me vale la pena avere nella propria libreria culinaria!
Io vi abbraccio e vi auguro una serena settimana, sempre e solo piena di cose belle e di tanta positività!
A presto




Ciabattine a lievitazione naturale (licoli)

Queste ciabattine a lievitazione naturale hanno una crosta croccante e all’interno sono soffici e ben lievitate: irresistibili!

Il 2019 sarà l’anno che, nel mio blog, verrà ricordato come l’anno della panificazione…
Ahahaha eh sì, fra pane lievitato con lievito secco, cotto nella macchina del pane e quello ottenuto con il licoli HyLario, beh…diciamo che ci ho dato abbastanza dentro!
Quando mi metto in testa una cosa, devo riuscire nel mio intento, e questa volta è stato proprio così.
Nonostante il caldo torrido, non ho mai smesso di provare e sperimentare…l’avventura del Licoli mi ha preso davvero tanto, ed ho deciso che, prima o poi, sarei assolutamente riuscita ad ottenere il pane dei miei sogni, croccante fuori e morbido dentro, pieno di bei buchi e lievitato alla perfezione.
Beh, ci sono riuscita con questa ricetta di Elena, a sua volta presa da lei, la mia micuzza Damiana.
Devo dire che queste ciabattine a lievitazione naturale, saranno replicate ancora più e più volte nella mia cucina pasticciona…
La crosta croccante e l’interno soffice e ben alveolato le hanno rese irresistibili, perfette farcite ma anche divorate così da sole o come complemento ad un buon secondo piatto.
Appena tolte dal forno sprigionavano un profumo quasi celestiale…ah, com’è vero il detto che ” I due odori più buoni e più santi son quelli del pane caldo e della terra bagnata dalla pioggia. ” (frase di Ardengo Soffici)…



ciabattine a lievitazione naturale (licoli)

Non saranno forse perfette, non saranno forse bellissime; ma per me essere riuscita ad ottenerle come volevo, è una delle soddisfazioni più grandi!
Grazie HyLario e grazie a Molini Lario per avermelo donato!

ciabattine a lievitazione naturale (licoli)


Print Recipe
Ciabattine a lievitazione naturale (licoli)
Leggere e soffici all'interno, ma con una bella crosta croccante all'esterno: irresistibili!
ciabattine a lievitazione naturale (licoli)
Tempo di preparazione 45 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 11 ore
Porzioni
teglia
Ingredienti
Per il poolish
Per l'impasto
Tempo di preparazione 45 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 11 ore
Porzioni
teglia
Ingredienti
Per il poolish
Per l'impasto
ciabattine a lievitazione naturale (licoli)
Istruzioni
  1. Iniziare con la preparazione del poolish la sera, sciogliendo in una grande ciotola il lievito nell’acqua; aggiungere poi la farina e mescolare bene con una frusta, in modo da non avere dei grumi. Coprire con pellicola alimentare e porre in frigorifero per tutta la notte. L'impasto risulterà molto morbido, quasi liquido, ma deve essere proprio così.
  2. Al mattino riprendere il poolish che sarà quasi triplicato di volume; metterlo un attimo da parte. Nella planetaria sciogliere gli altri 70 g di licoli con l'acqua, aggiungere il malto, poi pian piano la farina miscelata col sale fino (sempre impastando), e infine sopra a tutto versare il poolish.
  3. Impastare per un po' sino ad ottenere un impasto bello morbido ed incordato, che si staccherà dalle pareti della ciotola. Adagiare delicatamente la palla d'impasto in una ciotola, coprirla con pellicola e lasciarla lievitare per circa due ore.
  4. Trascorso questo tempo, spolverare un piano da lavoro con abbondante semola di grano duro e rovesciarci sopra l'impasto lievitato, spolverandone abbondantemente anche la superficie. Dividerlo in strisce di circa 15 cm di lunghezza e 5 di larghezza, poi con un tarocco tagliarle in tre pezzi ciascuna, formando dei quadrotti.
  5. Posizionare delicatamente le ciabattine ottenute su una teglia da forno con il taglio rivolto verso l'alto, ben distanziate fra loro; coprire e lasciar lievitare sino al raddoppio. Cuocere in forno a 220° con funzione statica per 15 minuti, mettendo sul fondo del forno una ciotola contenente alcuni cubetti di ghiaccio, per formare del vapore.
  6. Lasciar raffreddare completamente le ciabattine su una gratella, prima di consumarle.
Recipe Notes

Grazie a Elena del blog Saltando in padella per la ricetta.


E con queste immagini che fan venire voglia di rubarne un pezzetto e scappare via, vi saluto e vi auguro un sereno fine settimana…vi lascio un’anteprima: lunedì io e la Ely vi aspetteremo con una nuova rubrica mensile che, son certa, vi piacerà!
Tante belle sorprese su questi schermi, a breve… mi raccomando, non mancate 😉
A presto!




Costine di maiale alle pesche e rosmarino

Queste costine di maiale alle pesche e rosmarino sono tenere, succose e saporite: da provare!

Conoscete Lizi qi?!
No, non sono impazzita…Lizi qi è una ragazza bellissima cinese di 29 anni, che vive in una regione del Sichuan insieme all’anziana nonna…realizza video su you tube dove racconta, con musica ed immagini la sua vita, coltivando, raccogliendo e cucinando ortaggi e frutti, erbe e rizomi selvatici, ma non solo: sa ricamare, costruire mobili in bambù, dipingere…ha persino costruito da sè il forno dove cuoce tutte le sue pietanze!
Io la adoro…mi sono iscritta al suo canale e seguo tutti i suoi video, che guardo e riguardo….mi danno una serenità ed inizio a sognare ad occhi aperti di essere lì con lei e far parte delle sue innumerevoli avventure in quei luoghi meravigliosi e lussureggianti.
Spesso cerco di carpire qualcose delle sue ricette che ahimè, non sono descritte da nessuna parte e, se compare qualche scritta, è solo in lingua cinese!
Qualche giorno fa, il video che è arrivato riguardava le pesche...
Frutto che, chi mi conosce lo sa, adoro letteralmente ma non posso più mangiare fresco perchè mi provoca problemi di allergia. Lizi qi ne raccoglieva tantissime con le sue ceste direttamente dalla pianta, e poi ne impiegava un po’ per farci delle confetture, un po’ per conservarle allo sciroppo, e le altre per realizzare tanti piatti davvero particolari.
E poi ecco che improvvisamente vedo questa ricetta e…beh, mi colpisce all’istante…Non so da quanto non mangiavo costine di maiale (col colesterolo le devo bandire dalla mia tavola) ma mi è venuta una voglia, ma una voglia.. e così ho peccato, anandole a comprare dal macellaio il giorno stesso, e cucinandole il giorno dopo.
Intanto che le pesche sono ancora buone…approfittiamone, dai…e poi cotte non mi hanno dato nessun problema, evviva!



costine di maiale alle pesche e rosmarino

Devo dire che la ricetta è semplicissima e sinceramente ero un po’ titubante sul risultato…beh, mi son detta, proviamo!
E devo dire che ciò che ne è uscito fuori mi ha piacevolmente colpita, ed anche un po’ stupita…semplicissime da fare, queste costine di maiale alle pesche e rosmarino, sono perfette per una cena estiva; mio marito che solitamente è molto difficile come gusti, le ha mangiate e le ha gradite, spolpandole sino all’osso e non lasciando nemmeno una briciola di quello che gli avevo messo nel piatto (mia figlia non fa testo, mangia praticamente tutto, sempre!).
Provatele…. spero piacciano anche a voi come son piaciute a me!

costine di maiale alle pesche e rosmarino


Print Recipe
Costine di maiale alle pesche e rosmarino
Un secondo piatto dal gusto un po' insolito, ma ricco di colore e molto gustoso!
Costine di maiale alle pesche e rosmarino
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 40 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 40 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Costine di maiale alle pesche e rosmarino
Istruzioni
  1. In un wok o in una casseruola capiente, far bollire dell'acqua e unirci le costine di maiale per sgrassarle, facendole sobbollire per una decina di minuti. Scolarle, ed asciugarle con carta da cucina. Accendere il forno e portarlo ad una temperatura di 180° con funzione statica.
  2. Lavare e sbucciare le pesche, eliminare il nocciolo e farle a spicchi di media misura. Lavare i rametti di rosmarino ed ottenerne le foglioline, che andranno spezzettate grossolanamente con le mani. Prendere una grossa pirofila ed adagiarci le costine, unire il rosmarino, una bella spolverizzata di sale e pepe a piacere, ed aggiungerci le pesche. Irrorare con un filo d'olio e con le mani amalgamare il tutto, in modo da condirlo bene.
  3. Mettere la pirofila in forno e cuocere per mezz'ora con funzione statica a 180°, poi gli ultimi dieci minuti con funzione ventilata, in modo da dorare le costine ed ottenere una bella crosticina croccante. Servirle ben calde aggiungendo qualche rametto e fogliolina di rosmarino fresco.

costine di maiale alle pesche e rosmarino

Che ne dite?
E’ vero, questo è un piatto poco leggero e sicuramente non adatto a chi è a dieta ( me compresa) …ho sgarrato e lo ammetto, però era troppo buono e qualche volta trasgredire è d’obbligo!
Fra l’altro, la bollitura delle costine prima della cottura ha fatto perdere una buona parte di grasso, rendendole ancora più morbide e meno pesanti dopo la cottura in forno; provatele e poi ditemi che ne pensate…
E seguite come me Lizi qi….vi entrerà nel cuore e non riuscirete a smettere di guardarla…anche solo per i paesaggi meravigliosi che compaiono nei suoi bellissimi video!
Buona giornata di solo cose belle per voi 🙂

A presto!




Crema di ceci e zucchine con popcorn e pomodorini

Questa crema di ceci e zucchine con popcorn e pomodorini è davvero deliziosa e con quel tocco croccante ed originale che la rende unica!

Adoro le zucchine e, d’estate, è bello farne scorpacciate quando sono belle tenere e succose, fresche di orto direi…
Spesso me ne vengono anche regalate da vicini e amici: la produzione è sempre abbastanza elevata in estate, questi ortaggi crescono alla velocità della luce e, chi ha un pezzetto di orto, spesso si ritrova ad averne in quantità industriale anche nel giro di un paio di giornate!
Le amo cucinate in tutti i modi…trifolate, semplicemente spadellate con olio ed erbe aromatiche, trasformate in un pesto delizioso e cremoso, oppure anche in polpette (su queste pagine pasticcione le ricette con le zucchine abbondano!).
Stavolta ho realizzato una deliziosa crema con un tocco davvero speciale, che io e mia figlia abbiamo gustata tiepida, molto apprezzata e che sicuramente riproporrò sulla mia tavola anche in futuro.
L’aggiunta insolita di croccanti popcorn (i miei di mais rosso Melandripop di Melandri Gaudenzio, che ringrazio per avermeli fatti provare!) ha reso questa semplicissima ed anche un po’ banale crema di verdure, qualcosa di particolare e molto gradita…provare per credere (l’idea l’ho presa in prestito da Anna de L’ennesimo Blog di Cucina).
Nulla di specialissimo e ricercato quindi, ma un tocco di fantasia che ha reso una semplice preparazione qualcosa di sfizioso e particolare!



crema di ceci e zucchine con popcorn e pomodorini

I ceci ridotti in crema sono perfetti anche per me che tendenzialmente con i legumi debbo fare attenzione (nonostante li adori!) …vista la mia colite infatti, tendono a darmi dei disturbi poco piacevoli a livello intestinale.
Ahimè, dovrei mangiarne tanti (visto il colesterolo alto) al posto della carne…ma spesso mi creano fastidio, uffa!
Questa soluzione, così, direi che è perfetta per risolvere il problema, non trovate anche voi?
Tornando al mais rosso, questo scoppiettante prodotto distribuito da Melandri, si chiama Ruby Red; è biologico, di colore rosso rubino ed è caratterizzato da fiocchi bianchi di piccola dimensione, con gusto croccante e raffinato (indicatissimo per creare contrasto in una crema soffice e voluttuosa come la mia!)….
Presto proverò anche gli altri tipi di mais, quello blu e giallo per vedere le differenze, anche se so che sono tutti comunque top.
Bella l’idea di utilizzare dei pop corn anzichè i soliti crostini, sicuramente più pesanti per dare un tocco di croccante ad un passato o a una vellutata…ho trovato la soluzione anche per le prossime sperimentazioni pasticcione di casa mia!


Print Recipe
Crema di ceci e zucchine con popcorn e pomodorini
Una crema morbida, deliziosa e voluttuosa, con un tocco insolito e croccante che vi conquisterà
crema di ceci e zucchine con popcorn e pomodorini
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
crema di ceci e zucchine con popcorn e pomodorini
Istruzioni
  1. In una capace casseruola, insieme ad un paio di cucchiai d'olio, rosolare lo scalogno finemente tritato, facendolo appena dorare. Unire i ceci sgocciolati dall'acqua di cottura, e continuare a rosolare a fiamma vivace per alcuni minuti.
  2. Unire le zucchine ben lavate, asciugate e tagliate a piccoli dadini. Salare e pepare a piacere, poi far rosolare ancora il tutto per alcuni minuti a fiamma viva; sfumare col vino bianco e proseguire la cottura per altri 5 minuti.
  3. Unire il brodo vegetale e proseguire la cottura con il coperchio, mescolando ogni tanto, per altri 15-20 minuti circa, unendo solo alla fine, le foglioline di rosmarino tritate al coltello e le foglioline di maggiorana spezzettate.
  4. Una volta cotto il tutto spegnere la fiamma e lasciar intiepidire un attimo; mentre la verdura si raffredda, fare i popcorn scaldando con un filo d'olio un padellino antiaderente. Unire i chicchi di mais, coprire bene con un coperchio ed attendere lo scoppiettamento e la conseguente creazione dei popcorn.
  5. Passare la verdura con il frullatore ad immersione, ottenendo una bella crema morbida; distribuirla in due ciotole, versando un filo d'olio extravergine, e aggiungere i pomodorini fatti a tocchetti ed una bella manciata di croccanti popcorn, decorando a piacere.
Recipe Notes

Qui la ricetta che ho utilizzato per il sale aromatizzato


Buon fine settimana quindi ( i giorni volano sempre di più, ahimè!)…
Solo cose belle per tutti voi, e buon inizio di scuola o di lavoro a chi inizierà…che il vostro rientro sia pieno di ottimi propositi e di positività, ve lo auguro di cuore!




Ciambelle ai frutti di bosco

Queste soffici e deliziose ciambelle ai frutti di bosco, sono leggere e golose, perfette per merenda e colazione di tutta la famiglia!

Cos’è l’amicizia?
E’ qualcosa di incredibile e prezioso, un tesoro inestimabile che, quando si trova, bisogna tenersi ben stretto.
A seguito di alcune vicende che mi avevano fatto perdere la fiducia in questa parola così piccola ma così importante e preziosa, avevo quasi smesso di crederci.
In alcuni casi ero stata giudicata…io avevo creduto in questi rapporti e dato tanto, ma chi stava dall’altra parte in realtà non mi ascoltava per il puro piacere di farlo, ma per giudicare senza pietà.
Invidia? Chi lo sa… ma quanto ho sofferto quando mi sono sentita tradita…
In altri casi, avevo ascoltato a cuore aperto, aiutando e consigliando come solo le amiche sanno fare, con parole gentili, incoraggiamenti…per poi rimanere con un pugno di cenere fra le mani quando ad aver bisogno di una parola di conforto sono stata io.
Sì, a quel punto (sbagliando su tutti i fronti) mi ero incattivita e chiusa in me stessa, facendo prendere il sopravvento alla paura: sì, la paura di rimettermi in gioco di nuovo.
Il bene però trionfa sempre sul male, la luce sul buio (cit. Laura M., amica e preziosa “mentore”)…senza un apparente motivo, sulla mia strada improvvisamente sono apparse delle persone meravigliose, che mi hanno fatto capire tante cose e mi hanno fatto guardare me stessa e il rapporto con gli altri in maniera diversa; mi hanno illuminato il cammino e di nuovo fatto credere che nella vita l’amicizia incondizionata esiste; il bene, se elargito a piene mani, può fare grandi cose e innescare grandi cambiamenti.
Così voglio dedicare queste ciambelle ai frutti di bosco alle mie Amiche, non tantissime in verità, ma preziose e importanti; persone con le quali so di potermi aprire senza essere giudicata, alle quali posso tendere una mano ed essere aiutata, che mi vogliono bene per quello che sono, con tutti i miei mille difetti.



Non mi metterò ad elencare i loro nomi, ma …sono tutte qui, all’interno del mio cuore e le custodisco gelosamente come uno dei tesori più preziosi che ho.
Ringrazio chi me le ha fatte incontrare sulla strada della vita…ad ognuna di loro voglio dire grazie perchè, ciascuna a modo proprio, riesce a rendere la mia esistenza luminosa e piena di cose belle.
E a rendermi riconoscente verso Dio ogni giorno, per questo!

ciambelle ai frutti di bosco

Queste ciambelle sono soffici, profumate e perfette per una merenda o un tè in compagnia…perfette per la colazione in famiglia, per ogni bel momento che la vita ci riserva.
Ringrazio Rigoni di Asiago che mi ha dato modo di provare questi succhi biologici ai frutti di bosco…oltre ad essere perfetti da bere così in purezza, sono anche meravigliosi nei dolci, e questo non è poco! 😉

ciambelle ai frutti di bosco


Print Recipe
Ciambelle ai frutti di bosco
Queste soffici e deliziose ciambelle ai frutti di bosco, sono leggere e golose, perfette per merenda e colazione di tutta la famiglia!
ciambelle ai frutti di bosco
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
ciambelle
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
ciambelle
ciambelle ai frutti di bosco
Istruzioni
  1. Accendere il forno e portarlo a 180° con funzione ventilata. Ungere ed infarinare uno stampo antiaderente da sei ciambelle, in alternativa usare uno staccante spray.
  2. In una capiente ciotola sbattere le uova con lo zucchero e l'olio usando delle fruste elettriche ( o in una planetaria), ottenendo una bella emulsione morbida; unire le farine setacciate poco alla volta, sempre con le fruste in azione e aggiungere i semini della bacca di vaniglia.
  3. Unire in ultimo, sempre amalgamando, il succo di frutta un poco alla volta, sino ad ottenere un composto fluido e morbido; versarlo negli stampini precedentemente unti ed infarinati, livellarli ben bene e metterli in forno a cuocere per circa 30-35 minuti con funzione ventilata (effettuando la prova stecchino per verificarne l'avvenuta cottura).
  4. Una volta cotti, farli raffreddare alla perfezione e poi sformarli, lasciandoli ancora un poco su una gratella affinchè si uniformino bene. Spolverizzare prima di servire con abbondante zucchero a velo.
Recipe Notes

Si conservano alcuni giorni in un contenitore ermetico ben chiuso al riparo dall'umidità.


ciambelle ai frutti di bosco

Quindi, amiche mie, a rapporto!
Che ne dite di una bella merenda insieme?!
Non è la prima volta che realizzo qualche dolce con del succo di frutta… qui avevo già realizzato altre ciambelline favolose, e qui un perfetto dolce da colazione…qui ancora dei cupcakes favolosi, e di questa mousse…ne vogliamo parlare?!
Ringrazio mio marito e mia figlia che, per il mio scorso compleanno mi hanno regalato questo stampo della Nordic al quale facevo il filo da un bel po’… che ne dite, non sono venute splendidamente?!
Le adoro!!!
Ora vi saluto augurandovi una giornata luminosa e piena di cose belle, e vi dò un consiglio: cercate sempre il bello e il positivo ogni giorno, siate luminose e grate…nel bene e nel male…basta davvero poco, sapete?!
Per vedere tutto sotto un’altra prospettiva!
Questo percorso a me sta cambiando la vita e mi sta facendo incontrare tante belle persone che hanno tanto da dare e da insegnare, dei tesori preziosi da conservare gelosamente!
Amiche mie…vi voglio bene.
A presto




Mousse di tonno e patate al finocchietto

Questa morbida e voluttuosa mousse di tonno e patate al finocchietto, è perfetta da servire come aperitivo o antipasto, su crostini o canapè.

Quando fa caldo, la voglia di cucinare ( come succede del resto a tutti) lascia a desiderare…eh sì, succede ahimè anche a me, che in questo frangente ho solo voglia di cose fresche, sfiziose, leggere e veloci da preparare…
La cena a casa, così, a volte si trasforma in una sorta di apericena, fatto di cosine stuzzicanti e di facile realizzazione (giusto per tappare il vuoto allo stomaco), che non richiedono particolare tempo di permanenza in cucina.
Quando nell’ultima Degustabox ho trovato questo tonno al naturale, lì per lì ho pensato di impiegarlo in una bella insalatona, magari con cereali e verdure; idea però un po’ scontata e ormai già trita e ritrita nella mia cucina pasticciona.
Così, inizialmente è venuto in mente di farci un patè; poi ho pensato ad un pesce al tonno (ricetta vintage della mia mamma)…successivamente, ripensandoci, la fantasia mi ha portato a creare questa mousse assolutamente golosa e profumata, che mi ha dato modo una sera in famiglia, di poter cenare a crostini, verdure in pinzimonio ed una bella macedonia!
Già in passato avevo sperimentato una crema molto fresca e sfiziosa, e la potete vedere qui.…stavolta ho voluto renderla ancora più cremosa, e così eccovi la mia mousse di tonno e patate al finocchietto, aromatica che le ha conferito un aroma ed un profumo davvero speciali.



Vi consiglio, se potete, di utilizzare del finocchietto fresco…io non ce l’avevo ahimè, ma ho utilizzato quello secco che mi sono comprata in Calabria durante la mia ultima vacanza ( e vi garantisco che era favoloso anche così!).
A proposito di Calabria…chissà mai che in futuro vi faccia un post dove vi parli della bellissima località dove sono stata…merita davvero!
Finisco col dirvi che, per dare un piccolo tocco di croccantezza a questi crostini con la mia mousse, ho voluto spolverizzarli di semini misti, che ultimamente metto un po’ ovunque nelle mie ricette 😉


Print Recipe
Mousse di tonno e patate al finocchietto
Una mousse voluttuosa, perfetta per farcire tramezzini, crostini o canapè
mousse di tonno e patate al finocchietto
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
vasetto
Ingredienti
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Porzioni
vasetto
Ingredienti
mousse di tonno e patate al finocchietto
Istruzioni
  1. Pelare, lavare e fare a tocchetti le patate; lessarle per il tempo necessario, poi schiacciarle grossolanamente e lasciarle raffreddare. Aprire i vasetti di tonno e farli ben sgocciolare dal liquido di conservazione.
  2. In un contenitore dai bordi alti, versare le patate schiacciate, la ricotta, sale, finocchietto e tonno; con un frullatore ad immersione amalgamare e rendere cremoso il tutto, unendo pian piano l'olio extravergine sino al raggiungimento della consistenza desiderata (morbida e soda, non troppo liquida).
  3. A questo punto la vostra mousse è pronta; potete conservarla in un vaso ermetico in frigo sino all'utilizzo, o versare in una sac a poche per poi decorare i vostri crostini, tramezzini o canapè. Io ho fatto così, spolverizzando poi i crostini con dei semini misti per dare al tutto una nota croccante!
Recipe Notes

La mia ricotta era morbida e poco densa, quindi ne è bastato un cucchiaio colmo...
Se dovesse essere necessario, potete, per rendere la mousse più morbida e senza aggiungere ulteriore olio, usarne un tantino di più...regolatevi voi, deve risultare una consistenza cremosa ma non liquida!


Se dovesse avanzarvi un po’ di questa deliziosa e cremosa mousse, nessun problema; mettetela in un vasetto dal tappo ermetico oppure conservatela anche dentro alla sac a poche che avrete utilizzato per creare i crostini: resisterà in frigo al massimo un paio di giorni!
Io penso che anche dentro ad un panino con una base di formaggio cremoso, oppure come guarnizione a delle belle fette di verdura grigliata, ci dovrebbe stare alla grande…pensatela anche dentro a dei bei gambi di sedano bianco, tenero e croccante, o a delle foglie di indivia belga (che adoro!)…insomma, provate e poi ditemi!
Come sempre largo alla fantasia 😉

Io ora vi saluto e vi auguro un buon inizio di settimana ed un buon inizio di settembre…questo mese per me è da sempre un inizio, come se fosse un nuovo anno.
Penso e immagino nuovi progetti, mi stilo qualche piccola lista di desideri, e mi prefiggo qualche obiettivo da raggiungere….nulla di che, ma piccole cose e piccole tappe che sicuramente sapranno darmi soddisfazione.
Voglio ripartire alla grande, ma la cosa che mi sono ripromessa, ed alla quale non voglio assolutamente rinunciare, è quella di trovare più tempo per me e per le cose che mi fanno stare bene: voglio mettere me stessa in primo piano.
Sì, se ci vogliamo bene, riusciamo ad essere migliori, ed assolutamente più positivi anche verso chi ci circonda!
A presto quindi con nuove ideuzze golose ( e non!)




Budino al caffè e mandorla, con crumble

Questo budino al caffè e mandorla con crumble croccante, è un dessert al cucchiaio goloso ed irresistibile, perfetto anche per gli intolleranti al lattosio!

Ho sempre pensato che il budino è il dolce vintage per eccellenza…il dolce legato ai tempi della mia fanciullezza, quello che mamme e nonne sapevano sempre preparare per risolvere una merenda, l’arrivo di un ospite improvviso, la realizzazione di una mattonella o di qualche dolce a base di biscotti secchi…
Mia mamma ad esempio me lo faceva spesso sia realizzato totalmente da lei, oppure utilizzando la mitica busta già pronta, che stazionava sempre nella dispensa di casa, pronta ad ogni dolce evenienza o emergenza.
Ricordo che il compito di ripulire la pentolina e leccare il cucchiaio dopo la cottura era sempre mio; non vedevo l’ora di veder la mamma versare il fumante budino (rigorosamente al cioccolato, eh?!) nelle ciotoline, dove al centro ci ficcava non so perchè, un biscotto tondo: quello era il momento che preferivo, golosona com’ero, il momento della ripulita, ahahahah!
L’ho sempre adorato questo dessert…io mi ci sono cimentata spesso, anche pensando a delle varianti altrettanto golose ma meno scontate.
Una fra le proposte che piacciono tantissimo ai miei commensali sono i dolci al caffè, ecco quindi il mio budino al caffè e mandorla con crumble, delizioso e goloso quanto basta per terminare una cena in bellezza!
Ottimo anche per merenda o come spuntino, questo budino vi stupirà per la facilità di preparazione, ma anche per la velocità nel mangiarlo, fidatevi..



budino al caffè e mandorla con crumble

Io ho utilizzato l’ottimo caffè di Lui l’Espresso nel morbido gusto “vellutato”...
Una miscela di caffè 100% Arabica sudamericani e africani, dal gusto dolce e fruttato, per un aroma perfetto.


Print Recipe
Budino al caffè e mandorla, con crumble
un dessert al cucchiaio davvero delizioso e goloso, reso ancora più speciale dal crumble croccante in superficie
budino al caffè e mandorla con crumble
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Tempo Passivo 2 ore in frigo
Porzioni
tazzine o piccoli vasetti
Ingredienti
Per il budino
Per il crumble
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 5 minuti
Tempo Passivo 2 ore in frigo
Porzioni
tazzine o piccoli vasetti
Ingredienti
Per il budino
Per il crumble
budino al caffè e mandorla con crumble
Istruzioni
  1. Preparare il caffè e lasciarlo raffreddare completamente; una volta freddo unirlo alla bevanda di mandorla. In un pentolino antiaderente dal fondo spesso e bordi alti, sbattere leggermente l'uovo con l'amido di mais, con una frusta in modo da non avere grumi. Unire piano piano lo zucchero e la vaniglia, sempe sbattendo, creando una morbida crema.
  2. Aggiungere, sempre sbattendo, a filo la bevanda di mandorle con il caffè, poi mettere sul fuoco a fiamma vivace e mescolare, portando ad ebollizione; abbassare la fiamma e sempre mescolando far raddensare il budino per circa 3-5 minuti. Spegnere e versare in sei bicchierini o tazzine. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente, poi mettere in frigo a rassodare per circa un paio d'ore.
  3. Prima di servire preparare il crumble: pestare nel mortaio i biscotti ai cereali, ottenendo una grossolana farina; versarla in una ciotola, aggiungere la cannella, la farina di mandorle e, goccia a goccia, lo sciroppo d'acero, amalgamando con le mani sino al raggiungimento di un composto sbricioloso e grossolano. Versare il composto sui bicchierini di budino e servire.
Recipe Notes

Questi budini si conservano in frigo ben chiusi per qualche giorno; è consigliabile guarnire col crumble solo al momento di servire.


Ho utilizzato una bevanda alla mandorla per renderlo più leggero (anche per me che ho il colesterolo un po’ altino, ehm…) ma nulla vi vieterà di utilizzare del normale latte vaccino o un latte delattosato.
Sia a me che ai miei commensali è piaciuto davvero tanto, e penso che lo rifarò ancora così, alla stessa identica maniera.
Il tocco finale glielo ha dato comunque il crumble, anche se nessuno vi vieterà di ometterlo e magari, se non avete problemi come me, di servirlo con un bel ciuffo di golosa panna montata!

budino al caffè e mandorla, con crumble

Bene, allora se vi è piaciuta questa mia proposta, beh che ne dite di rifarla?
Fatemi sapere quelle che saranno le vostre impressioni, mi farà piacere sapere se anche voi l’avete gradita oppure no…
Ora scappo perchè oggi debbbo dedicarmi un po’ alla casa…le vacanze sono finite ed è tempo di rimboccarsi le maniche e rimettersi in pista (ahimèèèèèè)

Un carissimo saluto e alla prossima 🙂




Ricette con i pomodori: cinque idee per voi!

Buongiorno amici ed amiche, come state?
Nonostante qualche mio giorno di vacanza, e nonostante non mi sia ancora rimessa in carreggiata (mai come quest’anno sto facendo una fatica, ma una fatica….) non voglio farvi mancare qualche post; nello specifico, quello di oggi è una bellissima raccolta di ricette realizzate con uno degli ortaggi principe della stagione estiva….eh sì, sto parlando di lui, il pomodoro!
Questa infatti è una piccola raccolta di ricette con i pomodori: cinque idee per voi, una più deliziosa dell’altra, che vi consiglio di provare perchè vi piaceranno tanto.
In questo periodo i pomodori costano davvero poco, sono succosi, ricchi di vitamine, saporitissimi (altro che quelli che troviamo al supermercato in inverno!); facciamone quindi incetta, e consumiamoli alla grande, così da approvvigionarci di tutte le sostanze nutritive e salutari che contengono, in modo da rafforzare le nostre difese immunitarie.
Siete pronti quindi per vedere le ricettine che ho pensato per voi?!



Partiamo con la prima ricetta, una caprese scomposta in bicchiere…un modo nuovo e particolare di gustare la classica insalata di pomodori, mozzarella e basilico 😉
A casa mia è piaciuta un sacco ed ha fatto un figurone!

Passiamo ora ad una ricetta del ricordo, questi crostoni deliziosi, semplici semplici ma tanto buoni, dove il pomodoro buono fa la differenza, fidatevi!
Ogni volta che li preparo e li mangio, beh…la lacrimuccia appare…pensando alla mia nonna Gina: ti voglio bene, dovunque tu sia…

Alzi la mano chi non adora la pasta al pomodoro….
E’un piatto che tutti amiamo, un piatto dell’estate per eccellenza…fantastico se gustato coi pomodori freschi, ma ottimo in ogni stagione anche con una buona passata casalinga e di qualità.
Qui trovate una mia versione con le olive, semplicissima ma meravigliosamente buona, in una parola : irresistibile!

E che dire di questa tarte tatin ai pomodorini e basilico?! Davvero facile da fare, farà un figurone in tavola e piacerà davvero a tutti, ve lo posso garantire 😉

E per finire, beh…ecco a voi una delle ricette che in casa mia viene realizzata più spesso…questi pomodori gratinati al crumble croccante.
Sì, da quando li ho scoperti li faccio molto spesso, e sempre vengono divorati allegramente perchè sono davvero ricchi di sapore e gustosissimi!
Provateli anche voi…

Che dirvi?!
Che se digitate nella casellina cerca la parola pomodori, beh…ne troverete tante altre di ricettine golose e sfiziose…io vi invito a farlo, magari troverete proprio quello che farà al caso vostro… 😉
Inoltre vi lascio anche la ricetta della mia amica Miria, che è un po’ il suo cavallo di battaglia ( e che io non ho mai fatto, mea culpa!)…i pomodori al forno ripieni di riso, tipici della cucina romana e anche ricordo della sua infanzia!
Che dirvi?!
Provate qualcuna di queste ricette e poi fatemi sapere se vi sono piaciute, ci conto eh?!
Un grande abbraccio ed alla prossima con altre nuove ideuzze fresche e golose 😉




Mini ice cream sticks apple pie

Oggi, di corsissima, visto che sono al mare, per l’appuntamento mensile con la rubrica “In cucina con il tè”, vi lascio la ricetta di questi piccoli ice cream sticks, gelatini con all’interno della mela grattugiata, cotta in un infuso speziato al profumo di apple pie…
…delle piccole chicche freschissime e golose, adatte ad un intermezzo leggero e profumato, o ad una sana merenda estiva per grandi e piccini!
Come sempre questa ricettina è stata pensata insieme alla mia cara Gabriella dello Chà Tea Atelier, e devo dire che la trovo perfetta anche da dare ai vostri figli per merenda, perchè contiene solo ingredienti totalmente naturali.
Per rendere un po’ particolari questi originali mini ice cream sticks apple pie, ho voluto usare come bastoncino una piccola stecca di cannella, ma è possibile anche usare dei normalissimi bastoncini da ghiacciolo, se a mangiarli saranno dei bimbi piccini…largo come sempre alla fantasia!



Infuso APPLE PIE

Gli infusi di frutta sono delle miscele a base di frutta, ibisco, rosa canina, bacche, fiori e aromi naturali.
I vari ingredienti vengono combinati sapientemente ottenendo una bevanda piacevole e rilassante che può essere consumata in ogni momento della giornata, grazie all’assenza di caffeina.
Gli infusi possono essere consumati tutto l’anno, ma alcuni di essi a base di frutta, se serviti con ghiaccio, sono degli ottimi dissetanti durante l’estate.
L’infuso “Apple Pie” ci riporta ai sapori dell’infanzia, ai pomeriggi trascorsi a cucinare golose torte di mele con le nostre nonne. Dal profumo avvolgente, contiene pezzi di mela, petali di rosa canina, fiori di ibisco, uva passa, cannella e aromi naturali.

Per la preparazione a caldo si consiglia:
3 grammi ogni 150 ml,
acqua a 90-95°,
5 minuti d’infusione.

Per la preparazione a freddo:
lasciare in infusione circa 15 grammi di infuso di frutta in un litro di acqua fredda, riporre in frigorifero per almeno 6 ore e poi filtrare. 


Print Recipe
Mini ice cream sticks apple pie
Questi piccoli gelatini al gusto di mela e spezie, sono davvero golosi e leggeri, freschi e perfetti per una merenda o un intermezzo speciale!
mini ice cream sticks apple pie
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 4 ore in freezer
Porzioni
pezzi
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 4 ore in freezer
Porzioni
pezzi
Ingredienti
mini ice cream sticks apple pie
Istruzioni
  1. Per prima cosa preparare l'infuso caldo come da istruzioni e dosi sopra riportate di Gabriella; filtrarlo, dolcificarlo con lo zucchero di canna e mettelo un attimo da parte. Lavare, detorsolare e sbucciare le mele, grattugiarle con una grattugia a fori grossi direttamente in un pentolino antiaderente dai bordi alti.
  2. Accendere la fiamma e portare il pentolino sul fuoco, aggiungendo le spezie in polvere e l'infuso apple pie ben caldo; portare ad ebollizione e poi iniziare a cuocere, mescolando, e facendo restringere il tutto: si deve ottenere la consistenza di una composta. Spegnere la fiamma e far raffreddare completamente.
  3. Versare la composta di mele in una ciotola ed aggiungere lo yogurt, amalgamando ed ottenendo una morbida crema densa; a piacere aggiungere ancora un pizzico di spezie, poi versare il tutto negli stampini precedentemente spennellati con un goccio di olio di cocco.
  4. Mettere gli stampini in freezer su un ripiano ben dritto per una mezz'oretta, poi estrarli ed inserire al centro di ciascuno il bastoncino di cannella. Riposizionare nel congelatore e lasciar indurire il tutto per almeno 4 ore (ma anche di più...) prima di consumarli.
Recipe Notes

Si mantengono in freezer per qualche settimana, se ben congelati e protetti da pellicola alimentare.


mini ice cream sticks apple pie

Che dire, quindi di questi mini ice cream sticks apple pie?!
Che sono davvero super golosi e profumati…potrete dar loro la forma che preferite; io ho voluto utilizzare per formarli questi piccoli stampini da creme caramel, ma andranno bene anche stampini in silicone; se li preferite più grandi aumentate ovviamente gli ingredienti in proporzione, e sistemateli dentro a formine per ghiaccioli, utilizzando sempre il bastoncino di cannella se vi va oppure gli stecchi in dotazione.
Bell’idea, no?!
Io ora vi saluto, le mie vacanze procedono, ed io me le sto godendo appieno..
Un abbraccio anche a tutti voi, che possiate vivere queste calde giornate in piena serenità e in compagnia di chi amate!




Il picnic di Ferragosto: cinque idee per voi!

Buon mercoledì amici ed amiche….domani è Ferragosto, voi che fate di bello?!
In questi giorni vedo che pochissime persone passano di qui e si collegano, ma so anche che è del tutto normale: è giusto stare con la famiglia, trovarsi dei momenti di relax staccando da tutto ed anche dal web.
Ultimamente spesso io riesco a farlo, e devo dire che questa lontananza mi fa stare un gran bene!
Io e la mia famiglia quindi, in questa bella giornata saremo al mare, ma son certa che sarà un giorno speciale anche per molti di voi; magari da trascorrere all’aria aperta ed in compagnia di amici e parenti, facendo una bella grigliata o meglio ancora, un bel picnic all’aperto.
Proprio per questo ho pensato di regalarvi una piccola raccolta di ricette per il Picnic di Ferragosto; cinque idee per voi che potranno essere facilmente realizzate e portate nel vostro cestino, facendo una bellissima figura con i vostri commensali 😉 Ricettine facili e veloci, buone buone e facilmente trasportabili… come sapete nel tempo questo piccolo blog ha sfornato di tutto e di più….rispolverare qualcosina per darvi uno spunto o una piccola idea lo trovo doveroso!
Largo quindi alla fantasia e…. cominciamo!



La prima ricetta che voglio mostrarvi è questa, dei muffins salati alle fave e salame…non disperate, troverete le fave surgelate praticamente tutto l’anno nel reparto apposito del vostro supermercato, permettendovi così di poter gustare questi buonissimi muffins anche d’estate.
E fidatevi…ne vale assolutamente la pena!

Ora metterei nel cestino anche una bella torta salata: questa alle zucchine trombetta, beh….che ve lo dico a fare…è assolutamente strepitosa!
Qualora non trovaste questa tipologia di zucchine, beh…vi direi di utilizzare quella normale, sarà altrettanto buonissima, fidatevi.

Anche delle polpettine possono essere facilmente portate nel cestino del picnic…buonissime e golose, piacciono a grandi e piccini!
Queste di melanzane alla menta e basilico, verranno divorate in men che non si dica, ne sono certa; a casa mia fanno sempre il botto, provare per credere…

Una bella ciotola di pasta fredda è sempre gradita: questa con gamberi, melone e mozzarelline è squisita, leggera e super fresca, piacerà a tutti e voi farete un figurone!
Parola di Simo…

E per finire, una bella caraffa di fresca limonata è assolutamente quello che ci vuole…
Io la faccio così: provatela anche voi, vedrete che la rifarete ancora ed ancora!

…che dire?!
Il cestino è assolutamente pieno di leccornie, ora potrete prendere una bella tovaglia e preparare l’apparecchiatura…ah, dimenticavo!
Manca un dolcetto…io preparerei queste pesche dolci della mia amica Miria, assolutamente adatte a completare un bel picnic in allegria!
Io vi lascio, augurandovi un Ferragosto pieno solo di cose belle… a presto, un grande abbraccio!