Pan brioche in cassetta con licoli

Questo pan brioche in cassetta con licoli a lievitazione naturale è soffice e delizioso, semplice da fare e perfetto per colazione e merenda

Siamo giunti anche a questo fine settimana, caldo e pesante per quanto mi riguarda…
Chi mi conosce sa quanto io ami l’estate; quest’anno però sono arrivata carica di stanchezza più che altro mentale, pensieri, preoccupazioni.
Da quando il piccolo Hunfry si è aggiunto alla nostra famiglia, pur volendogli un bene immenso devo ammettere che è aumentata anche la stanchezza fisica…è un cucciolo e come tale richiede maggiori attenzioni e, proprio come un bimbo piccino, dà tanto da fare.
Nonostante tutto, chi mi conosce sa che per natura cerco sempre di non mollare e di affrontare le giornate col sorriso e con la grinta; chi mi conosce sa anche che difficilmente il caldo e la stanchezza mi fermano dal mettere le mani in pasta ( che trovo terapeutico) ed anche…dall’accendere il forno!
Il mio amato Hylario staziona ormai da un bell’annetto nel mio frigo, dandomi delle belle soddisfazioni; chi non lo sapesse Hylario è il licoli che ho ricevuto in dono durante la mia visita alla Molini Lario, direttamente dalle mani del mitico maestro Antonio Cipriani.
Ricordo ancora il terrore sul mio volto e la domanda, che gli avevo posto quasi tremante…ma come farò a tenerlo vivo?
Lui mi aveva rassicurata dicendo che una volta presa la mano sarebbe stato facile e devo ammettere che non l’ho deluso (almeno lo spero), realizzando anche tante belle cosine golose e sfiziose (ad esempio queste brioches, questo pane o con l’esubero queste focaccine).
Cercavo la ricetta di un bel panbrioche con lievitazione naturale e come sempre sono incappata in questo di Gabila, (che con i lievitati non sbaglia mai un colpo) e così ho deciso di provarlo: ecco a voi quindi il mio pan brioche in cassetta con licoli, che ha allietato con successo diverse colazioni mattutine mie e dei miei cari.
Quando i lievitati mi vengono così bene, quasi mi commuovo; non ridete, per una pasticciona come me è davvero una gran soddisfazione.
Non ho mai avuto pazienza, mi è sempre saltata la mosca al naso ad aspettare, quindi vedete che bel passo avanti son riuscita a fare?
E’ anche un’esercizio importante per arricchire e forgiare il proprio carattere e lo spirito; la pazienza, diceva la mitica nonna Gina, è la virtù dei forti: come sempre aveva ragione.
Quindi, pasticcioni che mi leggete, sappiate che se ci sono riuscita io…avete delle ottime speranze direi, eheheheh!!!



pan brioche in cassetta con licoli

Ammetto che rispetto alla treccia di panbrioche con lievito di birra realizzato tempo fa, questo ha una consistenza differente; è rimasto però morbido per alcuni giorni, forse meno soffice dell’altro, ma assolutamente favoloso.
Dovrò perfezionarmi meglio su come formarlo, io in questo sono piuttosto negata lo ammetto, ma dai, non è venuto male, vero?!
E’ lievitato talmente bene che quasi è scoppiato nel centro…penalizzando un po’ l’aspetto ma fidatevi, eccellendo nella bontà:
Grazie come sempre Gabila, per me sei una inesauribile fonte di spunti!


Print Recipe
Pan brioche in cassetta con licoli
Questo pan brioche in cassetta con licoli a lievitazione naturale è soffice e delizioso, semplice da fare e perfetto per colazione e merenda
pan brioche in cassetta con licoli
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 17 ore
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 30 minuti
Tempo Passivo 17 ore
Porzioni
porzioni
Ingredienti
pan brioche in cassetta con licoli
Istruzioni
  1. La sera prima separare i tuorli dagli albumi. Unire il pizzico di vaniglia e le scorze degli agrumi al miele. Nella ciotola della planetaria sciogliere il lievito nel latte, unire metà dello zucchero e lasciar sciogliere anche quello; unire la farina e gli albumi poi impastare a media velocità con il gancio a forma di foglia. Lavorare finché l’impasto diventa elastico; unire poi lo zucchero rimanente, e, una volta assorbito, aggiungere il sale e successivamente il miele con gli aromi. Continuare ad impastare in modo che il tutto si assorba, poi solo a questo punto incorporare i tuorli, uno alla volta.
  2. Lavorare l’impasto finché risulterà ben incordato; aggiungere il burro un po' alla volta, continuando ad impastare, e far riprendere l’ incordatura. Versare l’impasto su un piano di lavoro pulito, formare una palla e metterla in una ciotola capiente, chiusa con pellicola alimentare. Lasciar lievitare a temperatura ambiente (18-20°C) per circa 12 ore o fino al raddoppio (d'estate ci metterà di meno).
  3. Trascorso il tempo di lievitazione, dividere l’impasto in 6 parti uguali, formare delle palle chiudendole e sigillandole sotto, poi adagiarle in uno stampo da plumcake o a cassetta di cm 30, precedentemente rivestito con carta forno.
  4. Coprire ancora con pellicola alimentare e lasciar lievitare a 26-28°C per circa 4-5 ore o comunque finché il pan brioche sarà cresciuto fino a raggiungere il bordo dello stampo. Accendere a questo punto il forno e portarlo a 180°.
  5. Sbattere in una ciotolina l'uovo con il latte, poi spennellare la superficie del pan brioche e infornare; cuocere per circa 30 minuti o finché risulterà bello dorato nella parte sopra e ben cotto anche nella parte inferiore; se necessario, a 3/4 della cottura, estrarlo dallo stampo e rimetterlo in forno appoggiandolo direttamente sulla griglia.
  6. Una volta cotto alla perfezione, sfornarlo e lasciarlo raffreddare su una gratella per dolci; conservarlo in un sacchetto ben chiuso per alcuni giorni.

Si, lo so che fa caldo per accendere il forno, ma so anche che le amiche che come me possiedono del licoli, beh…non possono stare troppo tempo senza mettere le mani in pasta…
Quindi ecco qui una ricetta per tutte voi!
Chi vorrà, potrà tenela in serbo per periodi più freschi; in qualsiasi caso vi consiglio di provarlo, Gabila come sempre è una garanzia e quindi provate senza esitare.
Io ora scappo mandandovi un grande abbraccio e lasciandovi ad un fine settimana pieno di cose belle…
Come semrpe vi aspetto qui con nuove idee pasticcione!

A prestissimo

simona