Il panettone Muzzi e l’arte del vino

Buon sabato amici ed amiche!
Eccezionalmente arrivo oggi, perchè ho avuto qualche giornata un po’ frenetica e incasinata (ma và…è una novità?!) e volevo parlarvi di questo bell’evento al quale ho partecipato in quel di Milano qualche giorno fa.
Come ormai saprete, tutto quello che riguarda le tradizioni delle mie origini, è sempre per me oggetto di attenzione e di interesse; quando sono stata contattata per partecipare a questa conferenza di presentazione del progetto “I lievitati da ricorrenza e l’arte del vino”, ho subito accettato con entusiasmo.
Il panettone è il dolce della mia regione d’origine, la Lombardia, ed è sempre presente nei miei ricordi d’infanzia, oltre che sulla mia tavola nelle principali ricorrenze natalizie.
Questo progetto nasce in collaborazione fra l'”Antica Pasticceria Muzzi” (diretta dalla famiglia Muzzi, antichi pasticceri di Foligno dal 1795 e leader nel settore) e l’associazione nazionale de “Le donne del vino”(nata nel 1988 che riunisce più di 870 professioniste del comparto enologico italiano) ; un progetto volto a trovare i giusti abbinamenti fra i nostri migliori vini italiani ed i panettoni e dolci da ricorrenza, sia classici che dai sapori più particolari e ricercati.
In questo modo è possibile trasformare la degustazione dei panettoni e dolci da ricorrenza, per l’appunto, oltre che in un’esperienza sensoriale, anche in un’esperienza culturale, valorizzando così il patrimonio enologico della nostra bella Italia.



Nella particolare e vivace location di Eataly a Milano, tempio del cibo e del buon bere, è stato proprio bello partecipare alla presentazione di questo progetto; da questa alleanza e collaborazione nasce infatti una guida scritta in italiano e inglese, “il panettone e l’arte del vino” che verrà omaggiata insieme all’acquisto del panettone Muzzi tradizionale nella linea dedicata.
Come dice Andrea Muzzi, infatti, CEO dell’azienda, “Ogni confezione del Panettone e l’arte del vino è un duplice regalo, in quanto aggiunge alla degustazione di un prodotto di qualità, la chiave per dischiudere un universo di emozioni e sensazioni che si trova soltanto attraverso la conoscenza e la ricca tradizione enogastronomica dei territori italiani”.

I dolci creati dall'”Antica pasticceria” sono realizzati da quattro generazioni con metodi ancora artigianali, con la ricerca massima della qualità, utilizzando come da tradizione, il lievito madre per rendere il risultato finale soffice, delizioso e con le migliori note di gusto.

Non è stato un lavoro semplice per le sommelier de “Le Donne del vino” trovare tutti gli abbinamenti ai molteplici dolci da ricorrenza dell'”Antica pasticceria Muzzi”; pensate che sono riuscite a trovare ben 72 abbinamenti, che vanno dalle bollicine ai vini da dessert di ogni regione d’Italia, spumantizzati ma anche fermi e passiti, ottenuti in prevalenza dalla grande varietà di vitigni autoctoni presenti su tutto il territorio.
Alla fine della presentazione, durante il bellissimo buffet organizzato, è stato un piacere per me poter degustare alcuni di questi abbinamenti: ad esempio, il panettone classico è stato accostato ad un Recioto di Soave, il panettone curcuma e zenzero (che mi ha piacevolmente colpita) al Moscato d’Asti, e ancora ad esempio quello ai pistacchi di Bronte col Kabir Moscato di Pantelleria.

Ringrazio l’Antica Pasticceria Muzzi e LeDonne del Vino per avermi dato modo di partecipare a questa presentazione di aver potuto assaggiare alcuni di questi abbinamenti davvero eccellenti!
Ricordo ancora che sul sito dell’Antica Pasticceria Muzzi troverete tutte le novità dedicate alle prossime festività, le nuove linee e collezioni di dolci per le feste di eccellente qualità; oltre al panettone tradizionale “Il panettone e l’arte del vino”, con la guida degli abbinamenti in omaggio, potrete trovare ad esempio anche la stilosissima linea “Animalier“, una proposta Trendy ed originale, perfetta da regalare e perchè no, da regalarsi…oppure anche la linea “Sesto senso”, goduriosissima con accordi di cioccolato che la rendono unica e speciale.
E’ vero che il Natale è ancora lontano, ma se cercate una bella idea regalo, beh…spero di avervi dato qualche spunto per fare bella figura!
Ora vi lascio augurandovi un fine settimana sereno da vivere in pieno relax, con chi amate!
A presto