Giovanni Cova & C. celebra Leonardo

Giovanni Cova & C. celebra Leonardo: in collaborazione con la pinacoteca ambrosiana, crea una linea di prodotti dedicata al più grande genio di tutti i tempi

Una settimana fa sono stata invitata nella splendida Pinacoteca Ambrosiana di Milano, per assistere alla presentazione della nuova linea di prodotti dell’ azienda Giovanni Cova & C. , dedicati al grande genio di Leonardo da Vinci.
Di Leonardo, toscano d’origine ma milanese d’adozione a tutti gli effetti, proprio in questa meravigliosa pinacoteca è custodita la più importante raccolta di scritti ed opere, il Codice Atlantico.
Già da diversi anni l’azienda Giovanni Cova & C, si appresta a realizzare dei bellissimi ed interessanti progetti culturali legati alla città di Milano ed al suo dolce per eccellenza, il panettone; qualche anno fa aderì al progetto “Adotta una guglia”, insieme alla Veneranda Fabbrica del Duomo (Io ne ho parlato qui).
Lo scorso anno invece, in occasione del 150° anniversario delle opere di Gioacchino Rossini i panettoni, i pandori ed i dolci da forno di Giovanni Cova & C, si vestirono a festa con le bellissime immagini dell’archivio storico Ricordi alla Biblioteca Braidense sempre a Milano (qui lo scorso post).
Questa volta quindi, i panettoni si vestono con incarti e finiture di pregio, ispirati ad alcuni fra i più noti capolavori del genio di Leonardo, per sottolineare una pagina importante di storia della pittura italiana.



Come vedete nella foto sopra, l’immagine della Gioconda (forse il più grande capolavoro e simbolo della perfezione pittorica nel mondo), racchiude il panettone classico, fra l’altro premiato dall’International Taste and Quality Institute di Bruxelles con il tre stelle Superior Taste Award (io adoro letteralmente questo panettone!).
Abbiamo poi altri gusti innovativi e molto particolari, buonissimi e assolutamente ricercati quali, per citarne qualcuno, il Panettone Grancioccolato che è racchiuso nell’opera “L’annunciazione”; il panettone Curcuma e zenzero che è racchiuso ne “la dama con l’Ermellino”…il panettone pere e cioccolato che è adornato da “Sant’Anna, la Vergine e il bambino con l’agnellino” ed altri, con altrettante opere bellissime ed importanti.
Dentro ad ogni confezione poi, è contenuta una raccolta delle riproduzioni utilizzate nel progetto: delle bellissime cartoline stampate in altissima risoluzione, su carta preziosa e in tiratura limitata, insieme a degli sconti per poter visitare la Pinacoteca Ambrosiana e scoprire il famoso Codice Atlantico di cui vi parlavo sopra.

La storia di Giovanni Cova & C. inizia nel 1930 in Viale Monza a Milano, dove, all’ombra della Madonnina nasce con orgoglio il vero “Panetun de Milan”, sua maestà il Panettone, simbolo indiscusso della pasticceria milanese nel mondo.
La storia di questo marchio però, ha radici ben più lontane, che rimandano agli anni della Belle Epoque milanese, dove ricordiamo bellissime donne avvolte in chiffon ed abiti svolazzanti…a Porta Nuova, in via Amerigo Vespucci, Angelo Grioni aveva iniziato la sua attività di pasticcere.
I figli ebbero la felice intuizione di riprodurre in maniera perfetta e da veri maestri il panettone dell’antica ricetta milanese, secondo la tradizione, unendosi al pasticcere Giovanni Cova.
Qualificandosi come “il marchio che rinnova una tradizione”, la corona rappresentativa che identifica il panettone di lusso Giovanni Cova & C., continua a brillare “immutato nella sua tradizione, ma in continua evoluzione, testimone di come i migliori costumi resistano nel tempo”.

Queste proposte possono essere considerate una splendida idea regalo per chi, come me che sono lombarda d’origine, ama la Città di Milano, con la sua arte, tradizione, cultura e bellezza, e non posso che appoggiare Giovanni Cova & C. nelle sue iniziative, acquistando e parlando con immenso piacere dei suoi prodotti d’eccellenza.
Non trovate anche voi che siano meravigliosi questi prodotti?!
Ringrazio l’azienda per avermi permesso di partecipare a questo bell’evento; è stato interessante anche ascoltare la storia del Codice Atlantico e del genio di Leonardo, oltre a scoprire tutte queste delizie e bontà.
Ora vi saluto, augurandovi una splendida giornata (siamo già in ottobre e quasi non me ne sono neppure accorta…il tempo è volato ahimè!)
A presto con una bella raccolta di ricette che…vi piacerà, ne sono certa!