Ammorbidente per bucato all’acido citrico, fatto in casa

Questo ammorbidente per bucato all’acido citrico fatto in casa, si realizza velocemente, è economico e naturale!

Buongiorno amici ed amiche, passo in velocità oggi per lasciarvi un’altra bella “ricetta” di detersivo fatto in casa da me.
Dopo la gioia nell’aver realizzato un detersivo per capi bianchi (sperimentato anche su quelli scuri e, devo dire, non mi ha deluso!) che mi ha dato una gran bella soddifazione, ho deciso di buttarmi nella realizzazione di qualcos’altro, sempre ecologico, conveniente e sicuramente efficace: ho provato a fare l’ammorbidente per bucato all’acido citrico. Credetemi, è velocissimo da fare, super conveniente e…che dire?!
Io lo sto usando e mi trovo bene!



ammorbidente per bucato all'acido citrico

Non pensate ad un’ammorbidente cremoso come quello che siete abituati ad utilizzare ed a comprare nella grande distribuzione; so che esiste anche una ricetta che prevede di ottenere un risultato simile, ma ancora non l’ho sperimentata…ci proverò, sicuramente fra un po’.
Nel frattempo ho realizzato questa (che davvero si fa nello spazio di un secondo) e la sto testando: i risultati mi stanno convincendo e soprattutto sono contenta anche perchè so che la lavatrice non ne risente, anzi…adesso vi spiego il perchè.
Inizio con lo spiegarvi cos’è l’acido citrico e quali sono i suoi usi; io l’ho scoperto alla fiera dell’eco-sostenibilità “Fai la cosa giusta”alla quale ho partecipato con la mia amica Maurizia.
Ho avuto modo di conoscere lì un’azienda davvero super, ed ho acquistato alcuni dei suoi prodotti (ottimi peraltro) ; uno di questi è per l’appunto l’acido citrico di cui vi parlo adesso.
E’ un prodotto naturale ottenuto dagli agrumi, versatile e completamente biodegradabile (cosa molto importante! 😉 ). Ha potere anticalcare, viene utilizzato come cura-lavatrice, come brillantante e cura-lavastoviglie, e in più ha anche potere ammorbidente.
Essendo una sostanza acida, ovviamente su certe superfici delicate non deve essere usato (tipo marmo, pietra, cotto, legno trattato e naturale); ormai si compra un po’ dappertutto, online, nelle farmacie, negozi di articoli naturali ma anche nelle grandi catene di detersivi e cosmesi che ormai esistono ovunque.
Ovviamente, essendo anticalcare, rende l’acqua libera da incrostazioni: ecco perchè usarlo come ammorbidente per il bucato!
Io mi sono affidata un po’ a tutto quello che ho letto in rete, ma ho provato la ricetta che ho trovato sulla confezione del mio acido citrico acquistato, come vi dicevo, da Greenatural applicando una piccola modifica sulla dose.

ammorbidente per bucato all'acido citrico

Prima di incominciare, mi son messa un paio di guanti in lattice…l’acido citrico è pur sempre un acido, meglio proteggersi!
Ho preso un litro di acqua naturale distillata / demineralizzata (io in casa ho il depuratore ed ho usato quella lì), e l’ho versata in una capiente bacinella, poi ci ho sciolto 150 g di acido citrico in polvere; bisogna mescolare un po’, io ho utilizzato una frusta da cucina in acciaio. Una volta sciolto il tutto, ho travasato in una bottiglia di vetro, ho messo una bella etichetta e….voilà!
Ecco pronto il mio ammorbidente home made!
Facile no? La dose da utilizzare è di circa 100 ml ad ogni lavaggio, direttamente nella vaschetta dell’ammorbidente.
Ho provato anche, dopo aver letto varie sperimentazioni in rete, ad aggiungerci 25 gocce di olio essenziale profumato (io ho usato quello all’arancia amara, che adoro); fra quello senza olio essenziale e quello con, beh…ammetto che preferisco la prima versione, mi dà un’idea di maggiore leggerezza, senza untuosità.
Voi, se volete provare, aggiungete comunque l’olio essenziale che più vi piace, ricordandovi di agitare ben bene la bottiglia di ammorbidente ogni volta prima di utilizzarla.
Che dire?! Provate!
Vi avverto che il risultato potrà non sembrarvi visibile (non avrete certo il risultato ottenuto con un’ammorbidente classico comprato in negozio) ma la vostra biancheria vi ringrazierà, e soprattutto lo farà anche la vostra lavatrice alla quale non lascerete nessun tipo di residuo!
Anche la mia amatissima “La regina del sapone”, che seguo assiduamente, ne parla molto bene qui.
Ora scappo e aspetto i vostri pareri al riguardo…magari qualcuno di voi già lo utilizza o ha altre versioni da propormi, sono tutta orecchi, parliamone!
Un caro saluto e buonissima giornata