Chioccioline ai pomodori secchi

Oggi amici ed amiche, per augurarvi buon venerdì, vi voglio lasciare una ricetta fantastica…una ricetta irresistibile che a casa mia ha fatto il botto e che ripeterò ancora ed ancora, facendo anche qualche variante perchè, come tutti sapete, adoro sperimentare.
Quando ho visto queste chioccioline ai pomodori secchi da Elena, beh, me ne sono innamorata all’istante; però (qualcuno se ne sarà accorto), la Simo non ha dimestichezza coi lievitati, o meglio: a lei non lievitano!
O forse…non ha la pazienza giusta per lasciarli lievitare come dovrebbero?! Anche questo potrebbe essere un motivo, in realtà…vabbè soprassediamo sul fatto che, aver pazienza, non è proprio il suo forte.
Stavolta però la voglia di assaporarli e di creare qualcosa di goloso per stupire la famiglia, beh, ha avuto il sopravvento…quindi, seguendo alla lettera, passo dopo passo tutte le istruzioni (facilissime in verità) e non volendo anticipare i tempi come mio solito, ecco la meraviglia che ho ottenuto!
Delle chioccioline morbidissime di pane, soffici, profumate ed assolutamente irresistibili nel vero senso della parola: una tira l’altra come le ciliegie.
Credetemi è stata una soddisfazione immensa proprio perchè essendo così negata, vedere la loro sofficità e perfezione mi ha quasi commossa: allora anche io ce la posso fare coi lievitati, yeah!



Sono ottime servite al posto del pane, ma anche presentate ad un aperitivo con sfiziosità genuine quali salumi e formaggi; essendo dei piccoli bocconcini, si possono anche tagliare e farcire con burrata o con formaggi morbidi di capra un poco stagionati, mmmm….provare per credere!

Chioccioline ai pomodori secchi


Print Recipe
Chioccioline ai pomodori secchi
Queste chioccioline ai pomodori secchi sono dei piccoli bocconcini di pane assolutamente irresistibili, perfette da servire anche ad un aperitivo o ad un brunch con amici!
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 14 ore
Porzioni
teglia
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo Passivo 14 ore
Porzioni
teglia
Istruzioni
  1. Preparare un lievitino con il lievito, il latte e 50 g di farina (mettendoli in una ciotolina ed amalgamando bene) poi far maturare, prima a temperatura ambiente per un paio di ore e poi in frigo per circa otto ore coperto con pellicola alimentare. A questo punto mettere il lievitino maturato in una ciotola con l’acqua e lo zucchero, mescolare con un cucchiaio e far sciogliere bene.
  2. Fare una fontana sulla spianatoia con il sale, aggiungere il lievitino e impastare con le mani: è possibile fare anche questa operazione in planetaria con l'apposito gancio da impasto. Aggiungere l’olio e continuare a impastare fino a che l'impasto non diventa bello liscio ed elastico.
  3. Posare l'impasto ottenuto quindi su un piano di lavoro leggermente infarinato, formare un quadrato allargandolo con le mani ed aggiungere i pomodori secchi tagliuzzati a pezzettini piccoli. Arrotolare prima da una parte e poi dall’altra in modo da distribuire i pomodori in maniera omogenea; formare una palla e mettere a lievitare in una ciotola a temperatura ambiente, o come ho fatto io nel forno spento con la luce accesa. Qui il tempo è sempre indicativo, dipende molto dalle vostre temperature ambientali e dalla forza dei vostri lieviti; a me sono occorse circa tre ore e mezza.
  4. A questo punto rovesciare l’impasto sul piano leggermente infarinato, prenderne dei piccoli pezzi, formare dei rotolini da ogni singolo pezzo, piegare a metà e attorcigliare formando una piccola chiocciolina. Adagiare su carta forno, direttamente sulla leccarda, e lasciare raddoppiare (sempre in forno spento con lucina accesa e coperte con pellicola.
  5. Spennellare di latte e infornare a 180° per circa 15 minuti; toglierle dal forno quando cominciano a colorarsi. Lasciar intiepidire e servire.
Recipe Notes

Si conservano soffici per due giorni chiuse in un sacchetto alimentare, oppure potete surgelarle.

Condividi questa Ricetta

Beh, che ne dite, non sono favolose? Provatele e vi conquisteranno!
Ringrazio ancora Elena che me le ha fatte conoscere e vi consiglio di fare un giretto sul suo blog, troverete tante idee squisite e dolcissime… questa è sempre una torta la cui ricetta è presa dal suo bel blog…la adoriamo!
Ringrazio anche Molino Rossetto che mi ha dato modo di assaggiare alcuni prodotti che ho impiegato in questa ricetta (farina 00 biologica e lievito di birra secco).
Io vi saluto e vi auguro un fine settimana sereno e pieno di cose belle, sperando nel sole che mette voglia di primavera e, a me in particolare, voglia anche di fare mille cose!
Un abbraccio a e a presto