Lonza allo speck, funghi e castagne

Lonza allo speck, funghi e castagne

E così, siamo entrati ufficialmente nell’anno 2019.
Un anno grazie a Dio non bisestile…perchè quelli “bisesti” a me non piacciono e c’è sempre qualche casino in agguato; come diceva la saggia nonna Gina, “Anno bisesto: anno funesto”, e ci azzeccava sempre ahimè.
Un anno che… però… non so, mi dà una bella sensazione; l’ho iniziato bene, all’insegna della positività e dell’amicizia, e questo è un segno da non sottovalutare.
Buoni propositi in vista?
Come sempre…almeno ci proverò.
Ho deciso davvero di darmi delle priorità, di volermi bene, e di cercare di essere più consapevole ed anche più combattiva; di sorridere sempre e di spargere positività intorno a me, buttarmi a capofitto nelle novità e cercare di lottare contro i demoni della paura (troppi ne ho).
E poi…di iniziare la dieta.
Ma questa, ahimè è un’altra storia.
Prima di aprire questo capitolo, che al momento, solo a pensarci mi mette addosso un’ansia che neppure immaginate, mi dico che comunque c’è ancora l’Epifania…festa dove da sempre io invito il parentado a casa mia, per finire in bellezza le feste.
E dove solitamente mi cimento in qualcosa di speciale ma anche tradizionale, senza eccedere nella stranezza…qualcosa che li faccia rimanere tutti soddisfatti e ben satolli.
La mia scelta quest’anno è ricaduta su questa Lonza allo speck, funghi e castagne.
Che dirvi?
Poco…dovete provarla.
E poi sarete voi a dirmi qualcosa….

 

Lonza allo speck, funghi e castagne

 

Print Recipe
Lonza allo speck, funghi e castagne
Questa lonza allo speck con funghi e castagne è un secondo piatto ricco e saporito, perfetto per un pranzo o una cena in famiglia
Lonza allo speck funghi e castagne
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 70 minuti
Tempo Passivo 3 ore in frigo
Porzioni
persone
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 70 minuti
Tempo Passivo 3 ore in frigo
Porzioni
persone
Lonza allo speck funghi e castagne
Istruzioni
  1. Tritare lo speck in un piccolo mixer insieme alle foglioline di salvia ed a diversi aghetti di rosmarino ben lavati ed asciugati. Unire il burro e continuare a frullare sino ad ottenere una crema omogenea.
  2. Spalmare la lonza col composto, cercando di penetrare in tutti i vari taglietti e increspature in superficie, abbondando su tutti i lati. Avvolgere il pezzo di carne ben ricoperto di composto con pellicola alimentare, e chiudere stretto; mettere in frigo e lasciar riposare circa tre ore, in modo che si insaporisca e si ammorbidisca alla perfezione.
  3. Trascorso questo tempo, scaldare una pentola in ghisa o comunque dal fondo spesso, ed adagiarci il pezzo di lonza tolto dalla pellicola e ben ricoperto dalla cremina di speck. Rosolare bene su tutti i lati a fiamma vivace, poi sfumarlo col marsala e far evaporare l'alcool.
  4. Unire lo scalogno finemente tritato, i funghi champignons tagliati a fette; salare e pepare a piacere, poi versare un po' di brodo, mettere il coperchio e iniziare a cuocere a fiamma bassa, mescolando e girando la carne ogni tanto.
  5. Dopo circa una quarantina di minuti di cottura aggiungere le castagne precotte (io ho preso quelle sottovuoto, ma in stagione è possibile anche utilizzare castagne fresche lessate) e proseguire sempre a fiamma bassa fino a fine cottura; qualora si dovesse asciugare troppo, bagnare ancora con un goccio di brodo vegetale.
  6. Una volta cotta la lonza, affettarla e servirla caldissima con il contorno di funghi e castagne, irrorando il tutto con il sughetto di cottura formatosi.
Condividi questa Ricetta

 

 

Lonza allo speck, funghi e castagne

 

Un piatto quindi, come avrete visto, che si cuoce praticamente da solo, in lentezza e che rimane tenero, saporito  e ricco; un piatto che, accompagnato da un contorno di patate, carote o rape al forno, (io ci vedo molto bene anche questo qui, ad esempio…e qua invece vi dò alcuni consigli su come non fare errori per ottenere delle patate al forno perfette) può tranquillamente essere un piatto unico importante anche per un pranzo o una cena in famiglia.
Sulla tavola dell’Epifania direi che ci può stare alla grandissima…non trovate anche voi?!

Un abbraccio amici, e vi auguro un’Epifania tranquilla e serena con chi amate; approfittate di questi ultimi giorni di festa per stare insieme e godervi la famiglia.
A prestissimo!