Panini Laugenbrot con pasta madre

Buongiorno amici e buon venerdì…
Conoscete i panini Laugenbrot?
Io li adoro insieme ai Bretzel…spesso mio marito quando va in Trentino per lavoro me li porta, e sia io che mia figlia li adoriamo, farciti sia col dolce che col salato; sono in sostanza dei paninetti tondeggianti come gusto simili in tutto e per tutto al Bretzel, il pane tedesco altoatesino per l’appunto, e vengono bolliti prima di essere infornati per ottenere il caratteristico colore e consitenza della crosta.
Tempo fa li vidi realizzati magistralmente sul blog della mia amica Claudia, e mi dissi: devo provare a farli…
La Gina (la mia pasta madre, ndr.) è stata un po’ inoperosa questa estate, e, sulle prime è stato necessario rianimarla per bene; devo dire però che si è rimessa in pista alla grande, dandomi proprio una bella soddisfazione con questi paninetti!
Si, qualcuno è un po’ stortino, ma la bellezza del fatto in casa è proprio questo…non saranno super perfetti ma sono comunque stra buoni, e a casa della Simo, dove pasticciare è un’arte, la perfezione viene un po’ in secondo piano, mettendo la genuinità e la bontà in pole position 😉
Con una bella birretta, un velo di burro bavarese, qualche fetta di ottimo speck e delle confetture casalinghe…questi panini Laugenbrot saranno ampiamente valorizzati, parola d’onore!

 

panini laugenbrot con pasta madre

 

Ringrazio Claudia quindi per la ricetta: amo passare a trovare le amiche sui loro blog, lei poi è un’amica storica, una gran bella persona e insieme ad altre come Imma, Aria, Serena, Ely, (e tante altre pioniere che adesso non sto a citare) abbiamo condiviso gli anni dove il bloggare era sinonimo di amicizia, condivisione e scambio; non che adesso non sia più così, ma in parte molte cose ahimè con l’avvento dei social sono cambiate…anche se questo è un’altro discorso, che affronterò magari una prossima volta.
Ora mi preme lasciarvi la ricettina che ho seguito pari pari dalle spiegazioni di Clà…i suoi Laugenbrot erano stra belli e precisini, i miei più ruspanti come la sottoscritta, ma va bene così…mi perdonate vero?!

 

 

 

Print Recipe
Panini Laugenbrot con pasta madre
Piccoli deliziosi panini altoatesini perfetti da imbottire ma anche da mangiare soli
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 15-16 ore circa
Porzioni
piccoli panini
Ingredienti
Per l'impasto dei panini
Per la soluzione al bicarbonato
Per guarnire i panini
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 15-16 ore circa
Porzioni
piccoli panini
Ingredienti
Per l'impasto dei panini
Per la soluzione al bicarbonato
Per guarnire i panini
Istruzioni
  1. Rinfrescare la pasta madre e attendere 3/4 ore che sia matura e triplicata. Io ho impastato utilizzando il Bimby, ma potrete anche farlo a mano, l'ordine di inserimento degli ingredienti non cambia, l'impasto deve essere sodo e ben lavorabile.
  2. Nella ciotola della planetaria spezzettare il lievito, versare l’acqua e il miele, mettere la frusta a foglia (quella a K) e a velocità minima far sciogliere il lievito finché farà un pò di schiumetta. Unire poco alla volta metà della farina, poi il sale e infine il resto della farina, sempre gradualmente. Appena l'impasto si farà più consistente, sostituire la frusta K con il gancio e impastare finché l'acqua sarà assorbita del tutto dalla farina. Appena l'impasto sarà omogeneo e abbastanza sodo, versare poco a poco l’olio a filo, non aggiungendo il successivo se il precedente non è ben amalgamato all'impasto; si dovrà ottenere un composto liscio, omogeneo e incordato.
  3. Trasferire il composto su un piano, lavorarlo qualche istante, coprire con una campana e far riposare per 30 minuti. Riprendere l'impasto, pirlarlo per dargli la forma di una palla liscia e omogenea, adagiarlo in una ciotola coperta da pellicola, poi tenere a temperatura ambiente per circa 2 ore (1 in estate). Succesivamente mettere in frigo, nella parte più alta e lasciarcelo tutta la notte; al mattino, tirarlo fuori e farlo acclimatare per circa 1 ora.
  4. Trasferire su un piano e tagliare dei pezzetti di circa 40 g cadauno. Per formare i panini, schiacciare ogni pezzo per ottenere un rettangolo lungo, fare poi una piega tipo busta e arrotolare, dopodiché pirlare bene con le mani per ottenere una pallina omogenea. Adagiarli su una teglia foderata di carta forno, coprire con pellicola e porre a lievitare per circa 2/3 ore, o finché saranno raddoppiati, in forno spento con luce accesa.
  5. Preparare la soluzione di bicarbonato: in una pentola portare a bollore l'acqua, versare il sale e a poco a poco il bicarbonato; tuffare i panini poco per volta e farli bollire per circa 30 secondi. Sollevarli poi delicatamente con una schiumarola e adagiarli sulla teglia rivestita di carta da forno. Prima che si asciughino, cospargere la superficie dei panini con semi a piacere (io un mix di semi di sesamo, papavero e sale grosso); nel frattempo scaldare il forno a 200° funzione "statico".
  6. Praticare dei tagli trasversali sui panini, infornarli abbassando la temperatura a 180° poi cuocerli per circa 20 minuti o finché assumeranno un bel colore brunito. Sfornare e far raffreddare su una gratella.
Recipe Notes

Se non li consumate tutti subito, Claudia consiglia di congelarli; io ci ho provato e quando li scongelerete saranno morbidi come appena fatti, garantito!
Per questa ricetta ho utilizzato farina di tipo 1 di Molino Rossetto

 

 

 

 

Ora vi saluto augurandovi un sereno fine settimana, che sia ricco di cose belle e di tanto relax!
A presto con un dolcetto…il lunedì è d’obbligo direi…