Crostata alle mele e pere, limone, zenzero e speculoos croccanti

Ed eccoci finalmente arrivati all’Epifania, giorno che tutte le feste se le porta via, e…devo dirlo?! Meno male…
Adoro i miei soliti ritmi, sarà che sto invecchiando, sarà che sto diventando abitudinaria, ma sinceramente ogni anno arrivo a questo punto che non ne posso più, ecco.
Domani sarà l’ultimo giorno di festa per noi, giorno dove avrò qui suoceri e genitori a pranzo…praticamente è da quando mi son sposata che questo giorno lo festeggio da me, anche perchè il giorno 7 era il compleanno della mia amata nonnetta Gina (donna di saggezza immensa e dal grande cuore, a cui ho voluto bene in un modo incredibile),  quindi mi piaceva l’idea di farla stare un po’ da me, per coccolarla  e farle passare una giornata un po’ diversa dalle sue solite.
Muoversi dalla sua casetta per lei era un po’ un avvenimento…ancor più di come io sia diventata ora, lei era abitudinaria, spaccava il minuto in tutto, sia per orari di pranzo e cena che per mille altre cose, quindi immaginate cosa poteva voler dire per una novantenne stagionata recarsi da qualche parte!
Le piaceva però pranzare qui, eccome; gustava tutto con immenso piacere, partecipava con interesse ad ogni discussione o chiacchierata, e poi finito il pranzo, dopo averla festeggiata alla grande, si faceva imbaccuccare con cappotto, sciarpa e quant’altro, e pretendeva che io, a braccetto, le facessi fare il giro dell’isolato, per vedere come erano cambiate le cose nel tempo lì intorno…”ecco vedi” mi diceva”una volta qui c’era questo…o quello…” rimaneva sempre incantata nel vedere piccoli o grandi cambiamenti…magari bastava una nuova aiuola, o anche una casa ristrutturata, che rimaneva attenta ad osservare e ricordare.
Che donna saggia era!
E come mi manca…ogni volta sembra che a tavola manchi qualcosa, da quando lei non c’è più.
…la tradizione però l’ho voluta mantenere e così, domani spadellerò di nuovo 😉
Questa crostata un po’ insolita a lei sarebbe piaciuta un sacco; ricca di frutta con mele e pere, il tocco agrumato e frizzantino di una marmellata zenzero e limone, ed una bella sbriciolata di croccanti speculoos in superficie…una delizia, fidatevi!

 

 

 

 

Ho utilizzato la miscela per crostate di Cameo della linea “Impasti da Maestro”…ho aggiunto solo burro e uova, e in un battibaleno ho uttenuto una frolla meravigliosamente morbida e compatta al punto giusto, profumata e facile da stendere e farcire: una meraviglia.
Io con le crostate non ci piglio granchè, lo ammetto…spesso son secche o a volte troppo friabili: beh, questa era perfetta!
La farcitura me la sono inventata lì per lì…tutto è nato dal voler utilizzare una marmellata a base di limone e zenzero, regalo di amici; ho pensato che per smorzarla un po’, la frutta ci stava alla grande e poi perchè non creare una croccante copertura speziata…che fa tanto festa?!

 

 

 

Provatela e ne resterete stupiti…come siamo rimasti noi!
Questo è un dolce perfetto per l’Epifania che, tutte le feste (ed anche i dolci) per un po’….si porta via…
…e dopo questa….dieta per tutti, ehehehehe!

 

 

 

Print Recipe
Crostata alle pere e mele, limone, zenzero, e speculoos croccanti
squisita, provatela e ve ne innamorerete!
Tempo di preparazione 15 minutes
Tempo di cottura 35 minutes
Tempo Passivo 40 minutes
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minutes
Tempo di cottura 35 minutes
Tempo Passivo 40 minutes
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Istruzioni
  1. Impastare la base per la crostata; in una ciotola rompere l'uovo e sbattercelo leggermente, aggiungere il burro a temperatura ambiente e il preparato, impastando leggermente con le mani o se utilizzate l'impastatrice, col gancio a foglia.
  2. Una volta ottenuto un impasto morbido e malleabile, creare una palla ed avvolgerla in pellicola alimentare, lasciando riposare in frigo per almeno una mezz'oretta. Intanto preparare il ripieno della crostata; in una ciotola mettere la mela e le pere sbucciate, detorsolate e fatte a pezzettini piccoli e regolari.
  3. Unire la marmellata, amalgamare bene e mettere in frigo per una decina di minuti. Accendere il forno e portarlo ad una temperatura di 180° ventilato.
  4. Togliere la frolla dal frigo, stenderla e rivestire una tortiera dai bordi dentellati, del diametro di circa 26 cm, punzecchiando il fondo coi rebbi di una forchetta.
  5. Versare nel guscio di frolla il composto di marmellata e frutta, spolverizzarci sopra la cannella e distribuire le briciole grossolane dei biscotti speculoos.
  6. Infornare e cuocere per circa 35 minuti con funzione ventilata, poi una volta ben dorata in superficie, spegnere e lasciar raffreddare, prima di gustare.
Recipe Notes
  1. * qualora non trovaste la marmellata in questione, basterà utilizzare marmellata di limoni, con l'aggiunta di un pochetto di zenzero fresco grattugiato oppure con una bella spolverizzata di quello in polvere.
  2. La torta si conserva per qualche giorno in luogo fresco ma non umido, ben chiusa in una scatola ermetica; avendo frutta all'interno, deve essere sempre tenuta al fresco, altrimenti questa potrebbe irrancidirsi.

 

 

 

Buona Epifania a tutti allora, vi auguro di concludere in bellezza queste giornate di festa e di ricominciare belli carichi, pieni di buoni propositi e voglia di fare..

Un caro saluto e a presto!