Limonata: semplice, buona e dissetante

Prima di parlare di questa limonata fresca e dissetante, sapete bene ormai che alla Simo piace ogni tanto, su queste paginette pasticcione, raccontare qualche sua avventura o dare qualche piccolo consiglio, se lo trova interessante; si, stavolta vi voglio proprio parlare di una bella letturina che son sicura vi alletterà.
Girovagando per un mercatino, tempo fa, e curiosando fra alcune bancarelle, mi è saltato all’occhio immediatamente un librino, semplice semplice ma tanto interessante che subito ha catturato la mia attenzione; adoro la casa editrice che lo ha pubblicato, mi piace il modo di scrivere e di illustrare questi piccoli manuali, e, a dire il vero, già ne posseggo qualcuno nella mia modesta biblioteca (il marito dice che non è modesta ma immensa, però questa è tutta un’altra storia…) e quindi…beh come resistere?!
L’ho comprato.
E me lo sono letto tutto!
Ma proprio tutto tuttissimo.
Sapete che è davvero un piccolo pozzo di infinite informazioni?! Beh, mi direte, ma ci vuoi dire di che si tratta…
Parla di lui, uno dei miei frutti preferiti in assoluto: il Limone.
Questo meraviglioso frutto è veramente incredibile: le sue proprietà sono tantissime (qualcuna la conoscevo anche io ma francamente mi si è aperto un mondo!)
Vorrei descrivervelo tutto, dalla prima all’ultima pagina, ma non lo farò, in quanto sarebbe bello che anche voi ne teneste una copia in casa, visto che davvero è addirittura un piccolo manualetto tuttofare, che vi permetterà di risolvere, con un semplice gesto, tanti dei piccoli disturbi quotidiani che spesso ci affliggono ( e poi…detto fra noi…costa pochissimo!)

 

libro limone

 

Tanto per iniziare, da quest’estate sia io che mia figlia tutte le mattine a digiuno abbiamo iniziato a berci, circa un quarto d’ora prima di colazione, una tazza con acqua tiepida e limone…siamo partite da poche gocce, sino ad arrivare quasi a mezzo limone spremuto; devo dire che mia figlia ci riesce tranquillamente, io invece ne metto poche gocce, avendo paura dell’acidità (che poi in realtà non sento, ma sapete che son fifona…) ma soprattutto, avendo la colite, ci aggiungo della malva e la lascio in infusione.
Beh, questa cosa ci fa stare molto meglio e penso proprio che proseguiremo così per sempre: con questo metodo mia figlia è anche diventata più regolare di intestino, lei che aveva dei problemi davvero notevoli in tal senso…

Poi, da bere durante il giorno, visto che le giornate sono ancora calde almeno qui al nord, preparo una bella caraffa di limonata, io la faccio così:
1 bel limone non trattato90 g zucchero di canna chiaro
80 ml acqua naturale

Con un rigalimoni ottengo delle striscioline dalla buccia del limone, poi lo spremo, eliminando i semi e tenendo solo il puro succo.
Metto la scorza del limone in una pentola con l’acqua e lo zucchero, poi porto ad ebollizione; a questo punto abbasso e lascio sobbollire qualche minuto, spengo, elimino la scorza e lascio raffreddare completamente.
Verso in una caraffa, unisco il succo ed allungo con acqua fresca frizzante, in proporzione a piacere…a volte aggiungo qualche fogliolina di menta fresca, altre volte erba limoncina, altre volte ancora qualche fetta di limone o un rametto di rosmarino, o se proprio fa caldissimo dei cubetti di ghiaccio…

Mi piace tenerne una brocca al fresco nel frigo, anche se arriva qualcuno da offrire è sempre gradita: sana, dissetante e soprattutto naturale, altro che certe bevande gassate e ricche di dolcificanti di chissà quale specie che ci sono in commercio!

 

limonata 1

 

E adesso qualche piccola chicca tratta dal mitico librino…così, per curiosità! 😉

…sapete che per ottenere capelli morbidi e luminosi basterà effettuare l’ultimo risciacquo dopo lo shampoo con 250 ml di acqua tiepida a cui avrete aggiunto il succo di mezzo limone?!

…oppure quando siete afoni vi potrete preparare almeno due volte al giorno una tisana portentosa a base di limone e miele, bevuta tiepida ma non bollente?

…o per avere mani morbidissime basterà strofinarle ogni sera con succo di limone ed olio d’oliva?

Eheheh, piccoli segreti, si, ma efficaci: e questo volumetto ne è pieno!

Ora vi lascio, non prima di avervi raccontato della bella esperienza che ho vissuto nel fine settimana grazie ad Ifood e a Clai salumi: ho partecipato ad Imola alla finale del concorso #morsidautoreclai (ricordate la mia ricettina che vi avevo presentato in questo post? Ebbene è stata scelta dai giudici e mi ha permesso di entrare in finale…)

Ho potuto cucinare ed essere giudicata nientepopodimeno che dal mitico Chef Alessandro Borghese, simpaticissimo e alla mano; è stata un’esperienza incredibile e bellissima, ma non voglio dilungarmi oltre…
…vi lascio il link di dove potrete leggere tutto, vederci all’opera (me ed altre amiche blogger!) e addirittura visionare il video della diretta, basterà cliccare QUi..
Una grandissima emozione, davvero…grazie a chi ha permesso tutto ciò, di vero cuore; grazie alle mie compagne di squadra, e a chi mi ha accompagnato in questa avventura, marito compreso che ha vinto la sua proverbiale riservatezza per accompagnarmi e tifare per me!

Un abbraccio a tutti voi quindi, e…buona giornata
Alla prossima ricetta

Simona