Panbrioche con pasta madre alle uvette, senza uova e latticini

Forse non ho avuto modo di dirvi, in questi ultimi tempi, che ho scoperto essere altamente intollerante al lievito di birra, alle uova, alle nocciole ed al cioccolato.
In merito agli ultimi due…vabbè…
…certo, non è facile rinunciarvi ma io ci riesco benissimo, posso davvero farne a meno senza il minimo problema ( a parte quando mi sento un po’ giù ed arriva prepotente la voglia di crema alla nocciola, uhm…).
Discorso a parte meritano le uova e il lievito di birra:
…le prime io le ho sempre letteralmente adorate…a parte il mangiarle in frittata o al tegamino, vengono impiegate un po’ dappertutto come addensante in dolci, creme, salse, io le uso anche nei ripieni delle torte salate, nelle polpette, insomma vi dico: per me è dura.
Con il lievito è ancora un’altro discorso: sono riuscita con la pasta madre (e qui devo dire ancora grazie alla mia arzillissima Gina!) a sbizzarrirmi in lievitati, pani, focacce e quant’altro…mi mancava la sperimentazione dolce, ma ci sono riuscita egregiamente e questa ricetta ne è la prova.
Qui è doveroso ringraziare Nonna Paperina (Tiziana): sul suo sito specializzato per chi ha intolleranze alimentari,  trovo sempre tante idee per chi come me ha problematiche alimentari di vario genere, e questa ricetta che oggi vi mostrerò, arriva proprio da qui, realizzata da Paola (grazie anche a te, di cuore!).
E’ un panbrioche soffice, goloso, speciale per la colazione ma anche per la merenda, leggero e “senza”quanto basta per essere perfetto! (senza uova e latticini…insomma, che volere di più?!)
Noi l’abbiamo immediatamente amato, e presto ho intenzione di sperimentarne una versione integrale o semi integrale, stay tuned… 😉

 

Panbrioche con pasta madre 3

 

Avevo in casa delle uvette bionde giganti e non ne ho usate molte, la prossima volta le ometterò del tutto perchè era squisito, si, ma credo che senza sarebbe stato ancora meglio, perfetto per essere spalmato con miele, marmellata o confettura…mmmm….
Insomma, la prima versione è piaciuta alla stra grande e mi ha dato un’immensa soddisfazione, ora proverò magari con del kamut, o farro, o…beh, vi terrò aggiornati.
Intanto iniziate a godervi questa delizia; ho utilizzato al posto del latte, una bevanda vegetale di Matt ai tre cereali (riso, orzo e avena), che ha dato un gusto davvero speciale al mio meraviglioso panbrioche, ma va benone anche del latte di soia, di riso, insomma quello che vi va ed è più consono ad una vostra eventuale intolleranza o allergia.

 

 

Panbrioche con pasta madre 1

 

 

Ora passo a raccontarvi la ricetta, che, come dicevo è di Paola; ho apportato qualche piccolissima modifica in corso d’opera, qui potete vedere la versione originale.

 

 

Panbrioche con pasta madre 2

Print Recipe
Panbrioche con pasta madre alle uvette, senza uova e latticini
un panbrioche sofficissimo e goloso, che allieterà piacevolmente le vostre colazioni
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 40 minuti
Tempo Passivo 10 ore lievitazione
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 40 minuti
Tempo Passivo 10 ore lievitazione
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Istruzioni
  1. Con l'impastatrice in funzione sciogliere la pasta madre nella bevanda vegetale tiepida (potete usare anche un frullatore ad immersione a bassa velocità). Unire poi il miele, lo zucchero, l'olio e metà farina setacciata col pizzico di sale, inziando ad impastare e man mano aggiungendo la farina mancante; bisogna ottenere un impasto morbido.
  2. Lavorare l'impasto per alcuni minuti, poi lasciarlo nella ciotola dell'impastatrice, coprirlo e metterlo a lievitare in un luogo fresco; io ho preparato tutto la sera prima di andare a letto, poi ho lasciato lievitare tutta la notte in cantina e al mattino ho ripreso l'impasto che nel frattempo era raddoppiato.
  3. Unire le uvette ammollate e strizzate, impastare ancora un poco e dare la forma al panbrioche, dividendo l'impasto in tre parti. Fare tre palle di impasto della stessa dimensione e metterle una vicina all'altra per la seconda lievitazione dentro ad uno stampo da plumcake leggermente unto d'olio o rivestito di carta forno
  4. Far gonfiare per alcune ore dentro al forno spento ma con la luce accesa, in modo da raddoppiare ancora il tutto, poi spennellare con del latte e cuocere in forno caldo a 180°per circa una quarantina di minuti. Sfornare e lasciar raffreddare su una gratella.
Recipe Notes
  1. Squisito a fette con un velo di confettura, marmellata o miele!
By Nonnapaperina - Ricetta di Paola Savi

 

 

 

Panbrioche con pasta madre 5

 

Ed ora, con queste immagini che mettono fame solo a guardarle, vi lascio augurandovi una serena colazione, merenda, insomma quel che vi pare…io scappo ahimè, a fare un po’ di pulizie..
….qualcuno vuol venire a darmi una mano?!
Scommetto di no…

A prestissimo, vi aspetto!

Simona