Focaccia al timo con esubero di Pasta Madre

Proprio qua vi raccontavo della prima esperienza con la mia Gina…non pensate male, mi raccomando..
Qualcuno si domanderà di chi sto parlando…ehehehe, ma di lei, Gina, la mia Pasta Madre adorata, fedele compagna di tante sperimentazioni in cucina!
Già vi avevo raccontato di dove l’avevo reperita, di come mi era venuta voglia di riprovarci dopo anni di tregua e dopo anche alcune esperienze fallimentari di pani non lievitati e assolutamente da buttare.
La rete però è bella perchè ci si può tanto informare, trovare spunti interessanti, trovare amiche virtuali ( e non solo) che ti spingono a riprovarci e ti danno un’iniezione di positività vero Monica e Damiana?!
Da qualche giorno, ho anche scoperto di essere intollerante ad alcuni alimenti, uno di questi è il lievito di birra, ahimè….quindi quale migliore occasione di questa per far fruttare e lavorare a pieno ritmo la mia Ginetta, sfornando a più non posso?! La Simo non si abbatte ma ne crea un’opportunità…e quindi eccomi qua con questa focaccia a dir poco strepitosa!
L’autrice è lei, la bravissima, nonchè cara amica Miria (se non conoscete il suo blog, vi consiglio di farci un giretto quanto prima) che, fra una chiacchiera e l’altra, mi ha dato alcune dritte importantissime su come non buttare l’esubero di pasta madre, ma impiegandolo, ad esempio per realizzare una focaccia come questa.
La ricetta di questa mia focaccia al timo, è proprio la sua: provatela, vi assicuro che vi conquisterà e non ne farete più a meno; inoltre non avrete più brutti sprechi in cucina, che, come ho già ripetutamente detto e scritto, è una cosa che detesto con tutta me stessa.

 

Quando si inizia a panificare con la pasta madre anzichè col lievito di birra, bisogna variare la propria concezione in merito ai tempi…bisogna imparare a saper attendere lunghe ore, e devo ammettere che inizialmente la cosa mi ha un po’ destabilizzata essendo di natura una persona che non ha pazienza e perde subito la trebisonda!
Grazie a Miria però, che mi ha dato pazientemente diverse dritte, ci sono riuscita alla grande, ottenendo uno dei migliori lievitati mai provati qui nella mia cucina, oltretutto senza nessuno spreco.

 

 

Focaccia al timo con esubero di Pasta Madre

 

La prossima volta, con questa ricetta di base proverò a farci una pizza, Miria dice che viene benissimo, quindi perchè non fidarmi?!

 

Print Recipe
Focaccia al timo con esubero di pasta madre
soffice e profumata, perfetta da gustare da sola o con salumi e formaggi
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 16 ore lievitazione
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Per l'impasto
Per completare
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 20 minuti
Tempo Passivo 16 ore lievitazione
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Per l'impasto
Per completare
Istruzioni
  1. Versare l'acqua in una ciotola, aggiungere la pasta madre e scioglierla aiutandosi con le mani, poi unire metà della farina sempre mescolando, poi l'olio, il sale e la restante farina, e impastare bene per alcuni minuti; questo è il procedimento per farlo a mano, ma è possibile usare tranquillamente l'impastatrice con il gancio apposito.
  2. Ungere leggermente con dell'olio una ciotola pulita e versarci l'impasto che rimane bello morbido. Fare lievitare coperto per 15-16 ore, o fino al raddoppio (io ho preparato tutto la sera dopo cena ed ho lasciato tutta la notte) in un luogo fresco ma non freddo.
  3. Ungere con un po' d'olio una leccarda da forno e rovesciare al suo interno l'impasto lievitato, allargandolo delicatamente con le mani; lasciar lievitare ancora circa 2 ore, o finché non avrà raddoppiato il suo volume. Preriscaldare il forno a 220 gradi.
  4. Spennellare la focaccia con olio, aggiungere il timo e un pizzico di fiocchi di sale ( va bene anche il sale grosso in alternativa) poi infornare per 15 minuti a modalità statica e poi per altri 5 minuti a modalità ventilata per dorare ben bene la superficie Sfornare, lasciar intiepidire e servire.
Recipe Notes
  1. Miria utilizza una teglia più piccola, di misura 30x 40 ma a me piace più sottile e quindi ho utilizzato una leccarda da forno; se volete utilizzare una teglia della sua misura, diminuite gli ingredienti in proporzione, con un dosaggio di farina di 400 g.
  2. E' possibile anche utilizzare del rosmarino (la focaccia di Miria era così!) o anche altre erbe a vostro piacimento...liberissimi anche di metterci solo olio e sale, è comunque squisita!
By Simo
Adapted from Miria del blog Due Amiche in Cucina

 

 

Focaccia al timo con esubero di Pasta Madre.JPG -1

 

Che altro dirvi se non: provatela?!
Ho fatto anche un’altro esperimento, sempre su consiglio di Miria: l’ho congelata in tranci per permettere alla figliola di portarla a scuola come merenda da mangiare all’intervallo….beh, lei ha detto che una volta scongelata era comunque buonissima, quindi da ora in poi appena avrò un minimo di esubero sarà mia premura utilizzarlo in questo modo!
Un grazie a Miria e un grazie anche e soprattutto alla mia Ginetta che ha fatto egregiamente il suo lavoro…guardate quanti bei buchini, che bella alveolatura è riuscita a creare, che ne dite?!
Mmmmmmm…..

Ora scappo perchè è giovedì, giorno di pulizie qua a casa mia e….beh, non son certo felice come una Pasqua, ma che ci volete fare, non mi è mai capitato di svegliarmi e di trovare magicamente tutto a posto…ahimè a me!
Un abbraccio e alla prossima

08E2796ECBC9AA89D26349E6FB14FA4C