Gnudi di zucca e ricotta profumati alle erbe aromatiche, e una lettura per voi

Quest’anno mi sono resa conto di aver postato pochissime ricette con la mia amata zucca….si, perchè la mia cucina ha sfornato perlopiù semplici risotti, qualche vellutata, crocchette, anche dei muffins, tutte ricette però già postate e sperimentate nel passato…si sa, cavallo vincente non si cambia, e i miei cari quando si affezionano ad un piatto…beh, poi è dura cambiare.
Però la natura pasticciona della Simo non demorde, e quindi ogni tanto mi metto a creare qualcosina di diverso, sempre mantenendo fede ai miei tre precetti fondamentali in cucina cioè semplicità, genuinità e velocità.
Non male vero?
Ok, premesso questo, volevo anche parlarvi della nuova scoperta di cottura in merito alla zucca, che ho sempre cotto al vapore o lessata…la cottura in forno.
Eh cara Simo, hai fatto la scoperta dell’acqua calda?!
No, in effetti già altre volte mi era capitato di infornare la zucca, ma non in questa maniera, che ormai trovo irresistibile; acquista un sapore meraviglioso, ed io ormai la faccio solo così, a volte per mangiarmela nature, con un filo d’olio a crudo, al massimo, oppure poi la impiego in piatti di ogni tipo, dopo averla ridotta in purea.
Bene, questi gnudi di zucca e ricotta profumati alle erbe aromatiche, sono squisiti proprio perchè ho effettuato questo tipo di cottura, che ora vi vado a raccontare.
E del mio inseparabile Blender di RussellHobbs che mi ha accompagnata poi per la loro realizzazione…

 

IMG_8160-1

 

Innanzitutto per me zucca vuol dire zucca mantovana…non che disprezzi le altre qualità, ma secondo me questa ha una marcia in più…soda, compatta, perfetta per la realizzazione di qualsiasi piatto, con pochi semi; anche quando la congelo (sapete bene che ne faccio scorte per l’estate, ehehehe 😉 ) una volta tolta dal frezeer non si rammollisce e riesce comunque ad essere perfetta per le mie preparazioni.
Una volta aperta, con non poca difficoltà la riduco a fettine sottili e le poggio su una leccarda ricoperta di carta forno; spolverizzo con sale e pepe nero macinato al momento, rosmarino e salvia tritati al coltello, vaporizzo un velo d’olio (da quando ho acquistato il vaporizzatore è tutta un’altra storia!) e distribusco sulla teglia un paio di spicchi d’aglio a pezzetti, qua e là…
…inforno per una quindicina-ventina di minuti e voilà (provate a punzecchiarla con una forchetta se volete essere sicuri della cottura)!
Posso gustarla anche così ( e vi assicuro che è spaziale!) ma solitamente poi una volta tolta la buccia, ho la mia polpa meravigliosamente cotta, soda e profumatissima pronta per essere impiegata in mille ricette, in questo caso per questi gnudi buonissimi.

 

collage gnudi

 

Successivamente ho ridotto in purea la polpa e l’ho impastata per creare gli gnudi, ma la ricetta ve la riporto poi sotto; volevo solo mostrarvi il mio meraviglioso frullatore blender Russell Hobbs della linea Illumina che ho utilizzato e che potrebbe essere assolutamente uno splendido regalo di Natale per realizzare smoothies, vellutate, frullati, puree e quant’altro vi suggerisce la vostra fantasia in cucina.
Che ne dite, non è bellissimo?
Qui potrete visionare anche un bellissimo video che vi spiegherà meglio tutte le sue caratteristiche!

 

 

IMG_8158-1

 

Print Recipe
Gnudi di zucca e ricotta profumati alle erbe aromatiche
un delizioso e delicato primo piatto che vi conquisterà, nella sua semplice bontà
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 7-8 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 7-8 minuti
Porzioni
porzioni
Ingredienti
Istruzioni
  1. In un frullatore mettere la polpa di zucca ridotta già in purea e al netto degli scarti insieme alle erbette aromatiche e all'aglio utilizzati per la cottura in forno; aggiungere l'uovo e il parmigiano grattugiato. Azionare il frullatore per ottenere una morbida crema; unire la ricotta e frullare ancora.
  2. Versare il composto in una ciotola, regolare di sale e pepe a piacere (io non ne ho messi in quanto la zucca era già ben saporita dopo la cottura) ed iniziare ad aggiungere farina per compattare l'impasto; non dovete metterne troppa, a me ce ne sono voluti circa una decina di cucchiai, l'impasto deve comunque rimanere morbido e malleabile.
  3. Versare un po' di farina su un piatto e rotolarci dentro una cucchiaiata di impasto, rotolandolo e creando una pallina della dimensione di una noce, che poi andrà posata su un piano di lavoro o un tagliere infarinato. Mentre si procede a formare gli gnudi, mettere a bollire una pentola di acqua salata per la cottura successiva; appena bolle, versare con delicatezza gli gnudi nell'acqua e cuocerli.
  4. Appena son cotti verranno a galla; con un mestolo forato scolarli e posarli in una pirofila. In un pentolino fondere del burro con alcune foglie di salvia, ed utilizzarlo per condire gli gnudi prima di servirli: successivamente impiattarli caldissimi e portare in tavola, spolverizzati con del parmigiano a piacere.

 

 IMG_8176-1

 

Che ne dite, non sono golosi?!
Noi li abbiamo adorati…un po’ perchè amiamo sia ricotta che zucca, e qui, devo dire il loro trionfo è scontato!

 

IMG_8180-1

 

Ora però non voglio dilungarvi oltre, voglio parlarvi della mia ultima lettura, un libro molto particolare, che mi ha colpita e anche molto; l’ho letto voracemente e devo dire che mi ha lasciata senza parole: non è per nulla scontato e sinceramente è pieno di colpi di scena che in alcuni momenti mi hanno anche un attimo destabilizzata dal filo conduttore, per poi subito riportarmi a riprendere la lettura più affascinata ed incuriosita di prima.
Un libro magnetico, appassionato, a tratti rude, inquietante ed anche un po’ forte oserei dire, scritto a due voci…un capitolo raccontato da lei, un’altro da lui.
Ecco, in merito al finale…beh, mi ha lasciata un po’ con l’amaro in bocca, nel senso che proprio non me l’aspettavo così…certo è che l’autrice lascia spazio forse ad un futuro proseguo, chissà..
Il romanzo in questione è ” L’amore bugiardo “ di G. Flynn edito da Rizzoli

 

amore bugiardo

 

Amy e Nick si incontrano a una festa in una gelida sera di gennaio…ed è subito amore.
Lui la conquista con il sorriso sornione e l’accento ondulato del Missouri; lei è la ragazza perfetta, bella e spigliata. Sono felici, pieni di voglia di pensare al futuro.
Qualche anno dopo però tutto è cambiato: da Brooklyn a North Carthage, Missouri; da giovani in carriera a coppia alla deriva.
Amy e Nick hanno perso il lavoro e sono costretti a reinventarsi: lui proprietario di un bar accanto alla sorella Margo, lei casalinga in una città di provincia. Fino a che, la mattina del loro quinto anniversario, Amy scompare. È in quel momento, con le tracce di sangue e i segni di colluttazione trovati in salotto, che la vera storia del matrimonio di Amy e Nick ha inizio…..che fine ha fatto Amy? Quale segreto nasconde il diario che teneva con cura? E chi è davvero Nick Dunne? Un marito devoto schiacciato dall’angoscia, o un cinico mentitore e violento, forse addirittura un assassino?
Raccontato dalle voci alternate di Nick e Amy, “L’amore bugiardo” è una vertiginosa incursione nel lato oscuro del matrimonio. Un romanzo, costruito su rovesciamenti e colpi di scena, che vi costringerà a domandarvi se conoscete davvero la persona che vi dorme accanto.

Successivamente ho visto anche il film su Sky e…beh, anche stavolta ho trovato che, come molto spesso succede, il libro è di gran lunga migliore, io l’ho preferito, insomma. Ve lo consiglio, leggetelo, son sicura che vi piacerà.

Ora però scappo, questo post è davvero lunghissimo e vi ringrazio se siete riusciti ad arrivare sin qua!
Ricordo che anche il mio piccolo ebook pasticcione, Diario di una mamma in cucina, è scontato su Amazon per tutto il mese di dicembre…potrebbe essere un pensiero perfetto da regalare e da regalarvi per trascorrere qualche momento sereno di allegria in mia compagnia!

A presto, buon fine settimana

08E2796ECBC9AA89D26349E6FB14FA4C