Chiocciola di pane integrale con semi di lino

Io e il pane non andiamo troppo d’accordo…
Forse sarebbe meglio spiegare bene sta cosa, in quanto lo amo, oh se lo amo…ne mangerei a chili, se solo non facesse purtroppo lievitare allegramente il mio girovita!
Il “non andar d’accordo”, riguarda il mettere le mani in pasta; non ho pazienza (non ne ho mai fatto mistero), sono una pasticciona e sono un pò quella che ama le preparazioni veloci e dal risultato pressochè immediato.
Col pane però non funziona così; bisogna avere tempo e cura da dedicargli, amore e calma nell’attendere i risultati dovuti.
Si, si, lo so che dovrei sforzarmi un pò di più…la soddisfazione nell’ottenere un pane croccante e profumato non ha prezzo; si, infatti ogni tanto ci provo, e sinceramente ottengo anche dei risultati inaspettati, come questo pane ad esempio!
Vero è, che questa volta ho anche seguito la ricetta di un libro strepitoso, “La magia del forno” del mitico Paul Hollywood, uno dei più indiscussi maestri della panificazione in assoluto, e ammetto pure che sono stata molto ligia, seguendo praticamente tutto alla lettera.
Il risultato è stato per me sorprendente…un pane soffice, cotto molto bene (grazie anche ad una meravigliosa piastra areata che ho utilizzato, specifica proprio per la cottura di pane e lievitati prodotta dall’azienda Domital), insomma quando ottengo queste vittorie mi sento così carica, e mi torna la voglia di riprovarci quanto prima.

IMG_4210-1

Che ne dite, non vi piace? Non vi sembra bellissimo?!
Ora vi racconto come l’ho preparato…

Chiocciola di pane integrale con semi di lino
un pane morbido all'interno e croccante all'esterno, assolutamente perfetto!
Write a review
Print
Ingredients
  1. 300 g farina integrale biologica Molino Rossetto
  2. 200 g farina di grano tenero macinata a pietra di tipo 1 Molino Rossetto
  3. 10 g sale fino
  4. 40 g burro morbido
  5. una busta di lievito madre da 35 g sempre di Molino Rossetto
  6. 320 ml acqua tiepida
  7. 3 cucchiai di semi di lino
  8. olio d'oliva per impastare
Instructions
  1. Nella planetaria col gancio per impastare, mettere le farine miscelate insieme, il lievito da una parte e il sale dall'altra. Unire il burro e tre quarti di acqua ed iniziare ad impastare, unendo poi l'acqua rimanente pian piano un pò alla volta. Aggiungere poi i semi di lino e continuare ad impastare per 5-7 minuti.
  2. Una volta ottenuta una bella palla d'impasto, ungere una terrina con olio d'oliva e adagiarla al suo interno; coprirla con un telo e lasciarla lievitare in un luogo tiepido per circa due, tre ore o comunque fino al raddoppio del volume.
  3. Spolverizzare di farina un piano di lavoro ed adagiarci l'impasto; far uscire tutta l'aria al suo interno piegandola ripetutamente finchè sarà morbida.
  4. Stendere l'impasto, formare un salsicciotto e allungarlo fino a 30 cm circa.
  5. Arrotolare il tutto formando una simil chiocciola, e adagiare il pane sulla teglia, nel mio caso quella areata.
  6. Chiudere la teglia col pane in un sacchetto di plastica e lasciar lievitare nuovamente finchè l'impasto non sarà raddoppiato e non tornerà indietro nel caso venisse pizzicottato con le dita.
  7. Nel frattempo scaldare il forno portandolo a 220°e mettere sul fondo una teglia da lasagne.
  8. Spolverizzare leggermente di farina la forma di pane sulla piastra areata, metterla in forno e depositare nella teglia sul fondo una decina di cubetti di ghiaccio, per creare un ambiente umido che darà al pane una crosta croccante.
  9. Cuocere per 30 minuti, quindi controllare la cottura del pane battendo il fondo con le nocche: si deve sentire un rumore sordo.
  10. Estrarre la piastra areata dal forno col pane e lasciar raffreddare il tutto.
Notes
  1. Buono sia col dolce che col salato...ed anche da solo!
Adapted from La Magia del forno di Paul Hollywood
Adapted from La Magia del forno di Paul Hollywood
Pensieri e pasticci https://www.pensieriepasticci.it/
 

IMG_4239-1
Buono, buonissimo….una fetta ancora tiepida con un velo di marmellata all’arancia, è stata la mia merenda e quella della figliola. Successivamente l’abbiamo gustato a cena, facendone scarpetta nell’uovo al tegamino…che altro dirvi?!
Provatelo!

Così, con questa golosa immagine, vi voglio salutare, augurando a tutti un sereno fine settimana, pieno di cose belle…e perchè no…anche di cose buone!

Un abbraccio, alla prossima
08E2796ECBC9AA89D26349E6FB14FA4C