Orsetti di frolla profumati alla clementina e Buon Natale!!!

 

Eccoci arrivatiin un soffio al Natale…senza quasi accorgercene è già la vigilia!
Sono molto presa e devo dire anche abbastanza stanca in questi giorni; un saluto però ve lo volevo fare, volevo augurarvi un Natale sereno e ricco solo di cose belle.
Per questo vi offro qualche biscottino, fatto da me e mia figlia in un uggioso pomeriggio…la base è una semplice frolla ma anzichè la grattatina di scorza di limone, ho grattato quella della clementina, che adoro…
L’idea di base l’avevo presa dalla cara Eli, le braccine degli orsetti avrebbero dotuto tenere ben strette le mandorle, ma…si sono un pò allentate, perdonatemi…
…ci tenevo comunque a mostrarveli, anche se non perfettissimi erano assolutamente buonissimi, questo si!

Ingredienti:
per due teglie di biscotti

150 gr di zucchero
350 gr farina bianca 00
100 gr burro freddo
2 uova
1 bustina di lievito
1 clementina non trattata
una ventina di mandorle non pelate 
un goccio di latte per spennellare
 
Preparazione:
Mettere tutti gli ingredienti in un robot da cucina, grattugiare la buccia della clementina, ben lavata ed asciugata, poi azionare alla massima potenza per qualche minuto ad intermittenza (non si deve troppo scaldare l’impasto!), in modo da ottenere una bella palla morbida; avvolgerla nella pellicola alimentare e metterla in forno per una mezz’ora, anche tre quarti d’ora.
Accendere il forno e portarlo a 180°.
Stenderla su una spianatoia infarinata e tirarla con i mattarello (la mia era dello spessore di circa mezzo cm); con uno stampino a forma di orsetto, ritagliare tante sagome che andranno disposte su una teglia foderata con carta forno. Unire le braccia degli orsetti mettendo al centro una mandorla, come per tenerla ben stretta, io con lo stuzzicadenti ho anche inciso due occhietti…spennellare con del latte ed infornare per circa dieci- dodici minuti, devono dorarsi appena.
Fateli raffreddare su una gratella e…dicorateli! 
Con del buon latte freddo o con un bel tè…sono strepitosi!
 
 
 
 
 

LETTERA A GESU’

 
Caro Gesù,
dà la salute a Mamma e Papà
un po’ di soldi ai poverelli,
porta la pace a tutta la terra,
una casetta a chi non ce l’ha
e ai cattivi un po’ di bontà.
E se per me niente ci resta
sarà lo stesso una bella festa.
 

 

M. Lodi

 
 
 
Auguri di vero cuore a tutti voi, che possiate trascorrere questa giornata in serenità con chi amate!