Le mie lenticchie di capodanno

 
 

Buon capodanno a tutti!!!!!!!!!!!!

Qua da noi, come vuole la tradizione, a capodanno e all’ultimo dell’anno si devono mangiare le lenticchie col cotechino, perchè, si dice….portano soldi.
E noi non ci tiriamo indietro, eheheheh…le tradizioni devono sempre essere rispettate, vero?
E poi se anche qualche soldino in più ci arriva, ben venga, non disdegnamo mica!!!!!!!!
Ho cercato di documentarmi un pò sull’origine di questa tradizione…se vi interessa guardate qui, magari come me ne scoprirete qualcosina in più.
Comunque, dicevo, ieri ho preparato questa bella pentolata di lenticchie, da portare a casa di mia sorella per festeggiare l’ultimo. (Per il cotechino ci pensava lei!)
Ho utilizzato la mia nuovissima fiammante rossa casseruola Le Creuset in ghisa smaltata (oltretutto si intona a meraviglia con i colori della mia cucina!!!!!!)…una cottura perfetta, oserei dire. Ci ho impiegato la metà del tempo, grazie alla perfetta e costante distribuzione del calore al suo interno. Un piccolo tesoro, che mi tengo stretta (ps: si lava anche in lavastoviglie….una meraviglia!).

Tornando alle lenticchie beneaugurali, vi descrivo come le ho preparate…un piatto molto semplice, ma saporito e sostanzioso, dai sapori esaltati dalla perfetta cottura.


Lenticchie stufate beneaugurali

Ingredienti:
olio d’oliva extravergine
lenticchie secche mignon gr.250
50 gr pancetta dolce tagliata a dadini piccolissimi
un quarto di cipolla bianca
2- 3 mestoli di brodo vegetale
un cucchiaio di insaporitore ariosto per sughi
2 cucchiai di concentrato doppio di pomodoro
una carota piccola

Preparazione:
La sera prima ho messo a bagno le lenticchie in acqua tiepida e ce le ho lasciate tutta la nottee parte della mattinata.
Le ho poi scolate, risciacquate sotto acqua corrente e lasciate un attimo da parte.
Nella casseruola ho messo un pò d’olio d’oliva con la cipolla tritata finissimamente ed ho lasciato leggermente imbiondire, ho aggiunto la carota a pezzettini molto piccoli e successivamente la pancetta, continuando a rosolare a fiamma vivace e mescolando con un cucchiaio di legno, per evitare l’attaccamento sul fondo.
Ho poi aggiunto le lenticchie, l’insaporitore (che gli ha dato un profumo e un gusto davvero particolari!), il concentrato di pomodoro, ed ho coperto col brodo caldo (a me ne sono serviti circa due mestoli, ma tenetene comunque a disposizione, qualora non bastasse) e mettete il coperchio.
Abbassate la fiamma e cuocete…con questa meravigliosa casseruola a me sono bastati 30-35 minuti, comunque, rimestate ogni tanto, verificate che il brodo si asciughi e che le lenticchie cuociano bene, senza sfaldarsi troppo…i tempi possono variare.

Ecco qua il risultato….che ne dite, non è appetitosa questa foto?????

Ora vi lascio, rinnovandovi gli auguri di Buon Anno!

Chi ben comincia…………..

Un abbraccio, alla prossima!