Involtini di carpaccio “al fumo”

 
 
 
Buon martedì…
..eccomi qua anche oggi  a descrivervi un piattino semplice semplice, ma buono buono che ho preparato qualche sera fa.
Come al solito perdonate la banalità, ma cucinare per una famiglia non è sempre facile..
bisogna far collimare una serie di variabili…velocità e semplicità, poca spesa (che non guasta, eheheheheh!), fantasia, e gusto!
I secondi, oltretutto spesso mi creano qualche problemuccio: la fantasia qua scarseggia e non sempre è facile trovare delle valide alternative, sempre rispecchiando i parametri sopra indicati..
Qua credo di esserci riuscita..
 
Abbiamo scoperto che ci piace utilizzare ogni tanto degli ingredienti affumicati…
..come per questa quiche, realizzata in due versioni…devo dire che forse quella fumè ci ha conquistato di più!!
 
Per gli involtini mi piace utilizzare il carpaccio (o i tagli per preparare la tagliata), e solitamente di vitellone…è tenero, e tagliato così sottile non si rischia di ottenere l’effetto “suola di scarpa” in cottura.
Il ripieno morbido e aromatico, ha dato ad un semplice rotolino quel qualcosa in più.
 
 
Ingredienti:
fettine di vitellone tagliate per carpaccio, o nella peggiore delle ipotesi per tagliata q.b
foglie di salvia
olio d’oliva
sale
pepe
fettine di provola affumicata tagliate a macchina o sottilissimamente q.b
prosciutto di praga q.b
qualche gheriglio di noce sminuzzato molto finemente
vino bianco
 
Preparazione:
Su un’asse di legno stendere bene le fettine di carne, se necessario battere leggermente e farcirle come segue:
una fettina di praga, una fettina di provola affumicata, un pizzico di noci sminuzzate..
..arrotolare la carne su sè stessa e chiudere con uno stuzzicadenti ed una fogliolina di salvia.
Mettere un pò d’olio in una capace padella antiaderente, metterci gli involtini e rosolarli ben bene a fuoco vivace da entrambi i lati: irrorarli con un pò di vino bianco, far sfumare a fiamma alta per far evaporare l’alcool, salare e pepare e continuare la cottura rigirando frequentemente per circa una decina di minuti al massimo.
Il formaggio un pochino fuoriuscirà, creando una bella cremina profumata e golosa all’interno della padella…
Servire ben caldi…noi li abbiamo accompaganati a delle patate cotte al forno..
squisiti!
 
Buona giornata, e…buon appetito!