Sale aromatico e soffritto

Eh, si, anch’io come tante, mi faccio aiutare in cucina….
 …non da qualcuno in particolare, ma da due preparazioni ormai per me basilari, che utilizzo praticamente in tutti i miei pasticciamenti.
 
Uno di questi è il Sale aromatico:
Proprio l’altro giorno Brii aveva postato la sua ricetta, che è praticamente uguale alla mia…voglio però anch’io illustrare il mio procedimento, eccolo qua:
 
 

Ho raccolto in giardino della salvia, del rosmarino, ho aggiunto del timo, spicchi d’aglio (io ne metto poco perchè non ne sono amante), grani di pepe nero, foglie d’alloro; ho pulito le erbe per bene e asciugate con dei fogli di scottex, successivamente ho messo gli spicchi d’aglio ben sbucciati nel boccale del bimby ed ho aggiunto le varie erbe pulite e spezzettate insieme a del sale grosso.Devo dire che per le quantità sono andata ad occhio…Ho poi azionato il Bimby 15 secondi a velocità turbo per polverizzarlo.Una volta ottenuto il mitico sale (bello verde, uno spettacolo…profumatissimo!!!) l’ho messo in un piatto e l’ho lasciato ad asciugare circa mezza giornata, scuotendolo ogni tanto (per far uscire il più possibile l’umidità) e poi l’ho invasato.E’ comodissimo e lo uso davvero per tutto…carne, pesce, verdure….
Quest’altro invece è il Soffritto di Pinkdaisy (cookaround) già postato da Tati qui

 

 

Ingredienti: mezzo chilo di pomodori
mezzo chilo di cipolle
1 etto di aglio
tre etti e mezzo di sedano
mezzo chilo di carote
250 gr.sale grosso
mezzo etto di foglie di salvia
e mezzo etto di aghi di rosmarino
olio d’oliva
Preparazione:
pulire tutte le verdure per bene…lavoro un pò lungo e faticosino, ma ne vale la pena……a più riprese le ho messe nel bimby insieme al sale grosso tritandole ogni volta per 20 secondi a vel.7 più vel.10 per 10 secondi…(poi il trito può essere più o meno grossolano a seconda dei gusti).
Ho poi invasato in vasetti medio/piccoli e ho coperto con un filo d’olio d’oliva; li ho chiusi per bene e li ho messi a sterilizzare per ottenere il sottovuoto in pentola con acqua bollente, ben separati fra loro da un canovaccio per evitare rotture, facendo bollire per una decina di minuti.
Ho poi fatto raffreddare…e voilà…ecco pronto il mitico soffritto utile in svariate occasioni…ormai non riesco davvero più a farne a meno!La cosa importante è poi una volta aperto, conservarlo in frigorifero, sempre ricoperto da un filo d’olio per favorire la conservazione.
Non ne va usato tanto, è molto saporito.

Grazie a voi per avermi seguito e, se vi va prendete spunto per ottenere questi validi aiutanti in cucina!
Un abbraccio, alla prossima